gazzettino 140 b

Download Gazzettino 140 b

Post on 10-Mar-2016

214 views

Category:

Documents

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

I l prImato nell ’ agrIcoltura bIologIca . l o svIluppo dell ’ enogastronomIa . s Iena , l ’ olIo e la cucIna Alle pagine 6 e 10 Settimanale gratuito di informazione • Anno IV • numero 140 • Registrazione n. 7 del Tribunale di Siena dell’8 aprile 2008 • Chiuso in redazione il 21 febbraio 2011 • Tiratura 9.000 copie • Stampato su carta 100% riciclata con marchio ecologico “Angelo Blu” a c astelnuovo b erardenga u na orIgInale Giuliano Catoni esperIenza 3 R enato P aglietti

TRANSCRIPT

  • Settimanale gratuito di informazione Anno IV numero 140 Registrazione n. 7 del Tribunale di Siena dell8 aprile 2008 Chiuso in redazione il 21 febbraio 2011 Tiratura 9.000 copie Stampato su carta 100% riciclata con marchio ecologico Angelo Blu

    bio belloIl prImato nellagrIcoltura bIologIca.

    lo svIluppo dellenogastronomIa.sIena, lolIo e la cucIna

    Alle pagine 6 e 10

  • a pezzi e bocconi

    Con la stipula del Concordato con la Chiesa del 25 aprile 1851 il Granducato di Toscana simpegn a di-fendere la moralit, il culto e la religione, nonch a rimuovere gli scandali, che potevano nascere dalle idee di matrice laicista. A Siena larcivescovo Mancini si affrett quindi a richiamare severamente il principe di Liechtenstein, che comandava le truppe di occupa-zione, affinch i suoi soldati frequentassero con assidu-it i sacramenti e seguissero diligentemente le lezioni di catechismo.Nude e magiche parole scrisse poi nella Pastora-le del gennaio 1853 ebbero la virt di pervertire il mondo [...] Popolo, diritti delluomo, progresso, li-bert, uguaglianza e comunismo furono simboli di un piano diretto a togliere dalluniverso ogni principio religioso, a rovesciare tutte le leggi dellordine morale, a contradire alle opere di natura, a formare il caos. Chiss come si sarebbe scandalizzato se avesse saputo che Giuseppina Giorgi, moglie di Lorenzo Mancini, ultimo esponente della sua famiglia, nel biennio 1907-1908 sarebbe stata la protagonista di una tumultuosa passione con quellerotomane di Gabriele dAnnunzio (vedi il diario Solus ad Solam, pubblicato postumo nel 1939).Non ostante fosse di norma assai poco incline alle no-vit, Mancini non disdegn qualche piccolo viaggio sul cavallo di ferro, che ingoiava carbone, fischiava, ansitava e che da molti da quando fu inaugurata la prima ferrovia Napoli-Portici nel 1839 fu giudicato con estrema diffidenza. Proprio un consigliere del re delle Due Sicilie Ferdinando II scrisse al proposito: Si inizia lera del mal di petto! Quel fumo nero e denso ammaler i nostri polmoni indifesi. Il fegato, la bile, tutto lapparato digerente sarano danneggiati dal con-tinuo traballio dei vagoni. La vista ne soffrir per il rapido susseguirsi delle immagini sulla retina a causa della velocit del treno. Le donne gravide rischieranno la maternit.Altri scrissero che le scintille delle locomotive avreb-bero potuto bruciare i campi e il rumore delle ruote avrebbe spaventato le mucche, impedendo loro di pro-durre latte. Mancini, invece, dopo aver apprezzato un viaggio Lucca-Pisa in soli 35 minuti, seduto in una co-modissima carrozza mossa dal vapore nel luglio 1847, benedisse due anni dopo la via ferrata Siena-Empoli, non partecipando alle critiche sul viadotto di Malizia, sulla galleria di Montarioso e sullapertura della bar-riera di S. Lorenzo. Del viadotto si disse che il treno avrebbe potuto deragliare; della galleria, che le venefi-che esalazioni delle locomotive avrebbero avvelenato i viaggiatori e infine che lapertura delle mura era stato un atto vandalico. Atterrare quelle mura semplici e gigantesche per giungere alla stazione si legge sul giornale Lo Statuto del l novembre 1850 non solo aveva provocato leliminazione di un riparo per la citt dai freddi venti del nord, ma anche (e questo scritto sullaltro giornale Il Costituzionale del 20 novembre 1850) da una possibile difesa contro una nemica in-vasione!

    il pericolo della tramontana

    Giuliano Catoni

    3

    Alfieri: il mitoe il contemporAneo

    una orIgInale esperIenza

    a castelnuovo berardenga

    Renato Paglietti

    cinque spettacoli legati dal filo conduttore dei miti e personaggi epici tra passato e presente andranno a comporre la rassegna libero circuito 2011 al teatro Alfieri di castelnuovo berardenga. Ad aprire il sipario venerd 25 febbraio, alle ore 21.15, sar la compagnia radio orchestra con Andando in onda, uno spettacolo che mette scena

    la radio, strumento di propaganda di molti regimi ma anche canale con cui comunicare una nuova e diversa idea di libert. in occasione della serata, sar inaugurata anche la mostra di apparecchi

    radiofonici depoca di mirco roppolo, dal titolo memorie Sonore, allestita presso gli spazi del teatro, da venerd 25 a domenica 27 febbraio. ledi-

    zione 2011 della rassegna porta con s anche una nuova iniziativa dal titolo io vivo darte che permette agli abbonati e a tutte le contrade di Siena e alle scuole aderenti alliniziativa a sostegno dello spettaco-lo dal vivo, di ricevere riduzioni speciali sui biglietti di ingresso alla rassegna.

    i successivi appuntamenti con libero circuito a castelnuovo berar-denga sono in programma sempre alle ore 21.15, venerd 11 marzo, con

    Se non accade nulla della compagnia con-fusione; venerd 25 marzo, con ercole e le stalle di Augia del teatro dellelce; venerd 8 aprile con povero mostro di Diesis teatrango e, infine, sabato 16 aprile, con il processo per lombra dellasino di ensarte-ensemble Artisti & tecnici. Quella di questanno spiega martina Guideri, direttore artistico del cartellone una stagione che propone diverse riletture contemporanee

    del mito. Visioni ironiche, talvolta disincantate, spesso irriverenti e fu-namboliche su quanto di davvero umano resta delluomo e del suo ruolo nel mondo come lavoratore, eroe, avventuriero oppure come diverso.

    Dopo la messa in scena luned scorso dello spettacolo rendez-vous presso il teatro Alfieri di castelnuovo berardenga, prose-gue la rassegna di danza move off 2011, organizzata dal- la compagnia motus, in col-laborazione con il co-mune di ca-stelnuovo, nuove iniziative sono infatti in programma a marzo e aprile. Grande successo intanto per le coreografie di Simona cieri, interpretate luned da Veroni-ca Abate, martina Agricoli, maurizio cannalire, Simona Gori, federica morettini, riccardo pardini e dalla stessa Simona cieri, lo spettacolo, presentato per la prima vol-ta nel luglio 2010 al teatro nazionale di tuzla, in bosnia erzegovina nellambito del

    festival internazionale Kaleidoskop, af-frontava il tema del paradosso dellincomu-nicabilit nellera della comunicazione di massa, con ironia e un pizzico di cinismo. luomo doggi, in perenne comunicazione attraverso e-mail, internet, fax, cellulari e

    ogni altro mezzo elettronico condanna-to allillusione di essere in perenne con-

    tatto con tutti ma, in realt, si ritrova ammutolito, chiuso nel suo guscio

    mediatico e sempre pi incapace a comunicare con laltro con vero interesse e partecipazio-

    ne.il costo del biglietto per gli spettacoli di 10 euro. per maggiori informazio-

    ni e prenotazioni possibile inviare una e-mail allindirizzo

    info@motusdanza.it o telefonare allo 0577 286980, dalle ore 16

    alle ore 18.

    move off arrivato alla sua terza edizione

  • Harakiri

    due mari bloccata

    Una potente eruzione solare ha innescato unenorme tempesta elet-tromagnetica che ha gi disturbato le comunicazioni via radio in cina. Gli astronomi di tutto il mondo si sono allertati per seguire questo fenomeno, il pi potente degli ultimi anni. Secondo gli esperti, potranno subire variazioni le comunica-

    zioni terra-aria, mare-terra, le trasmissioni ad onda corta e quelle dei radioamatori. Sempre secondo gli esperti il Sole si sta risvegliando dal punto di vista dei bagliori e questo potrebbe essere la prima di una serie di eruzioni.

    barack obama ha convocato gli stati genera-li del web. lobiettivo quello di cooperare per promuovere investimenti e occupazione nel settore. Allincontro hanno partecipato tra gli altri dirigenti mark Zuckerberg, deus ex machina di facebook, lAmministratore delegato di Google eric Schmidt e il

    fondatore di Apple Steve Jobs. Da qualche par-te non si ha paura di coinvolgere le parti sociali nelle decisioni.

    Dopo la tunisia e legitto, ecco la libia. Anche i cittadini libici si sono sollevati contro il regime di Gheddafi, con la dif-ferenza che il buon amico di berlusconi oltre allesercito ha il controllo di una sua milizia.

    e non ha tardato a far scorrere il sangue, come quando i cecchini hanno sparato sulla folla du-rante il funerale di alcuni insorti a bengasi, la-sciando sullasfalto decine di cadaveri.

    e pensare che non voleva neppure andarci. Sul palco dellAriston ce lha quasi trascinato di peso Gianni morandi, come lui stesso ha am-messo. eppure il professore, come conosciuto roberto Vecchioni, ha stravinto con Chiamami ancora amore il festival segnato dalla grande performance di benigni

    che tanta eco ha avuto anche a Siena, riuscendo nellimpresa ti-tanica di spezzare il dominio dei prodotti di Amici.

    Gli olandesi sono i campioni della bicicletta. non stiamo parlando di ciclismo agonistico dove pure gli orange vantano una buona tradizione ma di comuni biciclette. in olanda, ci dice lagen-zia Ansa, le bici sono infatti usate per il 26% degli spostamenti della popolazione. Segue la

    Danimarca con il 19%, poi la Germania con il 10%. fa-nalino di coda? indovinate un po? proprio litalia, con il 4% degli spostamenti.

    cieco da un occhio, ma operava in cliniche private. lo scandalo riguarda un ex aiuto del reparto di ortopedia delle Scotte, consi-derato allora scrive il Corriere di Siena il mago di una tecnica mininvasiva per trattare le ernie discali e cervicali. Dal 2000 aveva ottenuto lesonero dallattivit dallUsl senese e aveva smesso di operare. Solo alle Scotte, per, perch a quanto pare il chirurgo senese ha conti-nuato a fare interventi in varie cliniche private. il suo occhio, dice lui, ora funziona perfettamente.

    Grandissimo risul-tato per filippo co-stanti dellUisp Sie-na. latleta senese ha colto il bronzo nella finale dei 400 metri

    ai campionati italiani assoluti indoor che si sono tenuti al banca marche pa-las di Ancona. il chiusdinese si aggiudicato la medaglia con un tempo di 49.14, una sett