La Riviera n°08 del 17/02/2013

Download La Riviera n°08 del 17/02/2013

Post on 15-Mar-2016

227 views

Category:

Documents

10 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

La Riviera n08 del 17/02/2013

TRANSCRIPT

<ul><li><p>DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013 LA RIVIERA 02</p></li><li><p>Parlandodi...</p><p>DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013 LA RIVIERA 03</p><p>Un ragazzo di Calabria, non quellodel sogno di Comencini, ma quel-lo dell'incubo degli uno, dei cento,dei mille Lele Nucera. Calabresi razzapura. Con ossa e pelle adatte alla cellecome nessun altro loro coetaneo italiano.Ragazzi con mamme pronte all'inferno efratelli senza lacrime. I Lele del 416 bis sono diversi da abruzze-si e toscani, emiliani e pugliesi, e financheda casalesi e corleonesi. Certamentediversi dai quattro romani che nel 2005sono stati fermati dalla polizia insieme algiovane sidernese che nel 2001 avevavinto il Globo d'oro come miglior attoreemergente nazionale. I presunti peccatidei ragazzi calabresi sono protocolli. Leassociazioni a delinquere in Italia dipen-dono da codici di avviamento postale, daun francobollo che d margini e diritti perfottere giovent a sud, con epicentro in</p><p>provincia di Reggio Calabria Finora Lel Nucera ha scontato quattor-dici mesi di galera, rientrato alle sette disera per pi di mille giorni, ha sopportatosorveglianze speciali, pregiudizi, etichette; stato attore, parrucchiere, imbianchino,muratore, pescatore e bagnino, rientra-to sulla retta via, ma nulla cambiato. S'reintegrato, ma il protocollo della sua pra-</p><p>tica rimasto tale e quale. Invariato, defi-nitivo e scontato. In quasi 10 anni questoragazzo diventato uomo per la legge sempre lo stesso. Non importa se in tascaporta speranza o pistole, non fa differen-za, lui diverso da quattro romani con cuisi passava le canne. Loro non hanno cono-sciuto le sbarre, non sono rientrati allesette di sera, il loro orizzonte stato man-</p><p>tenuto alto per diritto di residenza. E indieci anni per tale diritto hanno presotranquillamente sonno. Tutte le notti.Lele no, nessuno gli ha offerto unaseconda possibilit n una pena alter-nativamente civile. Lui fa parte dellalista, stato concepito in un campodi concentramento. Chi dovrebbetramandare un mondo migliorealle nuove generazioni non si neppure chiesto se guarito. Lele una scheda, una pratica facile,un codice d'avviamento postale,un francobollo. Da quasi due-mila giorni aspetta l'ultima sen-tenza. Mercoled sapr se il suovecchio e brutto battito d'ali,per una buia congiuntura, verrancora considerato un tornado.Se stato solo una farfalla difet-tosa o un mostro. (em)</p><p>Mercoled 20 febbraio la Cassazione decide se il giovane attore sidernese torna in carcere</p><p>tranquillo lele tusei pulito ..fuori edentro e ritorneraia sorridere dinuovo quandotutta questa farsasar finita...e finir</p><p>Io se vengo fermato in calabriacon due grammi di fumo son unmafioso,se m succede a firenzeson uno dei tanti che si fa lecanne.soluzione: legalizzare ledroghe leggere per togliere piusoldi alle mafie e far fumare tuttiliberamente! forza leleeeee</p><p>EMMA GALLUZZO</p><p>Una grande anima al di sopra dellin-giuria...di ogniingiustizia e di ognidolore ....quel ramosulla spiaggia que-stestate fiorirdella tua presenza...ne sono certa</p><p>Lele la personapi buona che ioconosca. Una per-sona meravigliosa.Amico mio avraitutto lappoggio cheti serve.</p><p>Invece di tutelarlo un ragazzo cosi lo diamo in pasto ai coccodrilli...per me seie rimarrai sempre un AMICO...sei un ragazzo serio e corretto anche se conquella faccia da culo puoi sembrare tuttaltro ma chi ti conosce lo sa. Accoglisempre tutti quanti con un sorriso e qualche battutina che ci fa rendere menotristi le giornate...eppure e difficile essere come sei..al tuo posto sarei moltopiu scortese...ma tu no...tu vai avanti e affronti questi momenti senza abbat-terti mai...tieni duro amico mio finiranno i giorni in cui paghera sempre il giu-sto...siamo con te e se ti dovessero giudicare colpevole vorra dire che ci fare-mo ancora unaltra grossa risata riguardo la giustizia in Italia.</p><p>ROBERTA TASSONE VINCENZO CALDERAZZO JOE G. CATALDO</p><p>Dieci degli oltre 100commenti pubblicati suiFB dai lettori in riferimentoalla allarticolo apparsoquesta settimana sularivieraonline.com: LeleNucera, razza 416</p><p>ALESSANDRO GARGANO</p><p>Questa la giustizia italiana, epoi senti quei quattro politiciche affermano convinti chenon ci sono distinzioni tra norde sud ! La verit una sola,che il sud, se non fossemesso alla croce, sarebbecapace di ribaltare lItalia !</p><p>Le parole nnbastano Maiquando Sono gliinnocenti a paga-re!... Sarebbebello Che I cala-bresi aprissero gliocchi!!</p><p>MICHELE CUSATOROSE BOMBARA</p><p>Nessuna decisio-ne potr cambia-re i nostri senti-menti.........nessu-na decisionepotr cambiare lenostre opinioni sudi te........Lel seiun GRANDE........</p><p>LORETTA BRULLO</p><p>un macigno sullespalle....vorreidimezzarti que-sto peso se solosi potesse.....manessunopu!!!!!!ma tiamo ti amo tiamo!!!!!!</p><p>FRANCESCA CARCIATI</p><p>Le persone temprate dalla sofferenza hanno affinato una sensibilit speciale.Sanno essere dolci e non sdolcinate, sanno essere dure senza far male, sannodosare la rabbia distinguendola dallodio, sanno il significato del silenzio, sannodistinguere lessenziale dal superfluo, conoscono il peso delle lacrime e il valore diun gesto e soprattutto sanno che nulla ti dovuto e ci che hai puoi sempreperderlo. Sono persone cos fiere delle proprie cicatrici da potersi permettere difare a meno di qualsiasi maschera.. libere di essere vulnerabili e soprattutto liberedi correre il rischio di essere felici.Tu Amico mio ne hai tutto il diritto....Non smet-tere di sperare e di sognare e non permettere a nessuno di toglierti quel sorrisoche ha illuminato tutti al kalahari .</p><p>FRANCESCA PASQUALINO</p><p>Lele Nucerarazza416FACELAGER: Il popolo di FACEBOOKinterviene sul caso della settimana</p><p>www.larivieraonline.com6.328 visitatori al giorno</p></li><li><p>DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013 LA RIVIERA 04</p><p>Parlandodi...</p><p>LA SETTIMANA</p><p>CALABRIA SU RAIUNO</p><p>LANCIO DI BUSTE DELLA SPAZZATURA CONTRO LE MACCHINE:</p><p>Incivili in maschera rovinano il carnevale siderneseIl cabarettista Severino Pasqualino(conosciuto come Nonna Cata, foto),sul carro allegorico Avanti un altro e...ricordati che devi pagare, si dichiaratoamareggiato per gli episodi d' inciviltche, purtroppo, si sono registrati in citt inoccasione dello svolgimento delCarnevale Sidernese. Ignoti, con il voltocoperto da maschere (almeno una cin-quantina di persone di giovane et) hannodanneggiato numerose autovetture pren-dendole a calci e lanciando dei sacchetti dispazzatura che si trovavano depositati fuoridai bidoni. Scene che mal si concilianocon il decoro di una citt tradizionalmente</p><p>ospitale ed accogliente come Siderno -dichiara Severino Pasqualino - che mi indu-cono, assieme ai miei collaboratori, a dove-re prendere delle drastiche decisioni tantoda indurmi ad affermare che, per quelloche mi riguarda, mai pi mi interesser aspendere in maniera disinteressata il miotempo e dover poi prendere atto di questivergognosi episodi . A carnevale voleva-mo far ridere i sidernesi e tutti gli ospitidella nostra Citt - ma non avevamo tenu-to in considerazione la maleducazioneimperante di giovani delinquenti non con-trollati adeguatamente dalle loro fami-glie.</p><p>La dura denunciadel cabarettista</p><p>Nonna Cata:Amarezza percomportamentivergognosi, noi</p><p>volevamo solo farridere i sidernesi e</p><p>gli ospiti dellanostra citt</p><p>Una concorrente di Stilo ad Affari tuoi</p><p>VITA IN CARCERE</p><p>Lo sfogo di Jole Figliomeni</p><p>Mario Procopiooggi avrebbecompiuto 40 anni</p><p>In carcere da 26 mesi Alessandro Figliomeni stanco, provato e sconsolato. Ancoranon ho capito di cosa sono accusato e per-ch mi continuano a lasciare qui. Ex sindacodi Siderno, Figliomeni stato arrestato nel2010 con l'accusa di associazione a delinquere.Sua figlia Jole diventata la sua voce e ilsuo altoparlante per chiedere giustizia,esprimere la sua rabbia e la suavoglia di verit. L'arresto e ladetenzione hanno inciso profon-damente sulla vita della suafamiglia e sua. Li hanno cam-biati ha confessato Jole in unabella intervista rilasciata aSimona Musco per CalabriaOra. Tra le accuse pi durec quella mossa al personaledel penitenziario che trattaanche i parenti di Figliomenicome dei delinquenti. E anco-ra le infinite ore attese peravere i colloqui.La figlia ha descritto la vitain carcere del padre, le gior-nate infinite e le diffi-colt sue e di altri dete-nuti. Addirittura lei lodescrive come unRobin Hood chedifende ideboli:Detestal'ingiustizia, nonha mai tollerato isoprusi, quindi siarrabbia continua-mente se sono ideboli a rimetter-ci, anche in questatriste circostanza. </p><p>Domenica 10 febbraio protagonista delgioco a premi Affari tuoi la concorrentecalabrese, Luigia Sorgiovanni. La venti-quatrenne, laureanda in Giurisprudenza, di Stilo tornata a casa con una pignolata. Non partico-larmente fortuna al gioco quindi ma con un sor-riso e una simpatia che hanno conquistato il pub-blico di Rai Uno. Luigia ha dimostrato anche l'a-more e l'orgoglio per le proprie origini e per lapropria terra, ha voluto infatti mostrare delleimmagini della sua citt, Stilo. La sua stata unagara al cardipalma, ha avuto fino alla fine la pos-sibilit di vincere 500 mila euro. Ma si dettacomunque sodisfatta per l'esperienza vissuta.</p><p>Era scomparso a Fortaleza (Brasile) il 29 otto-bre 2009. Poi il suo corpo senza vita statoritrovato il 21 aprile del 2011. Un tragico ritro-vamento quello del giovane locrese. Oggi SanValentino, Mario avrebbe compiuto 40 annicon suo figlio, la sua compagna e la famiglia diLocri. Sarebbe stata una festa. A Locri Mariocontinua a vivere. Sempre presente. Bellissimo.Gliel ha portato quel Brasile corrotto, ancoramiserabile. Nonostante il suo ostentato svilup-po continua a scambiare nel buio parole dor-dine e commettere delitti per cen-tolire. Mario Procopio inveceaveva dato fiducia a una terrastraniera. Ci credeva e sapevastare al mondo. Al Brasileha dato, il Brasilece lha tolto. Buon compleannocaro amico.</p><p>Il corpo del giovane locrese era statoritrovato a Fortaleza il 21 aprile del 2011</p><p>E, dunque, non sera sbagliato NapoleoneColajanni quando scriveva gi riportatosu la Riviera (10 febbraio) : Abbondano, pullulano i</p><p>minuscoli ladruncoli nel Mezzogiorno enelle isole; troneggiano i giganti del furto nelSettentrione. A conferma leggete i giornali del 15 febbraio. LItalia in discesa e il marcio del Nord scor-re facile fino al Sud e alla Calabria. </p></li><li><p>la Riviera</p><p>DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013 LA RIVIERA 05</p><p>Tra i rami rinsecchiti e protesi alcielo si deposita placida adammirare il mare, candida efredda e curiosa, gi orfana dinuvole e di temporali. La nevecalabrese figlia di quello stranoconnubio montagna e mare cheha fatto da culla alla civilt e poil'ha plasmata dandogli carattereinsolito e vita originale. Pigne estelle marine, neve e spuma dionde, profumi di mare e diboschi, Calabria, il tuo insolitoInverno e la tua Estate perenne,stretti in un abbraccio di gioia.</p><p>NEVE IN ASPROMONTECCARARTOLINE MERIDIONALI TOLINE MERIDIONALI Antonio Calabr</p><p>3) LELE NUCERA, RAZZA 416</p><p>1) OPERAZIONE CICALA, ARRESTI TRAGIOIOSA IONICA E SIDERNO2) INCIVILI IN MASCHERA ROVI-NANO IL CARNEVALE SIDERNESE</p><p>5) LA LETTERA DIALESSANDRO FIGLIOMENI</p><p>6) MELICUCCO INCIDENTESULLA JONIO-TIRRENO</p><p>8) LIMINA: STRADE GHIACCIATE,SPAZZANEVE ANAS PARCHEGGIATA,OSPITI NON POSSONO RIENTRARE</p><p>Dati Google.com</p><p>Le notizie pi lettedella settimana sularivieraonline.com</p><p>4) JOLE FIGLIOMENI, COSVIVE MIO PADRE</p><p>IL DIAVOLO NERO</p><p>Onore a Bregantini, Piero Schirripa e ai lavoratori della Valle del Bonamico</p><p>Facciamo un po di cronaca. Nellaprile 2011 scatta uninterdittivaantimafia a firma del prefettoVarratta- lo segnaliamo a Dio perla gloria dei cieli: quando sar- con-tro la cooperativa Valle del</p><p>Bonamico, cheha come presi-dente il dr. PieroSchirripa e comepresidente onora-rio monsGiancarloBregantini la cui</p><p>tonaca, pur essendo prete, era ed dun biancore luminoso. Con il solodifetto di non uscire dalla lavande-ria di don Ciotti. Ci che avrebbepreservato e il Vescovo e PieroSchirippa e i lavoratri della Valledel Bonamico dal fango, che pur</p><p>ben mirato, non ha attinto n le loropersone n la Cooperativa, cheaveva, tra laltro a suo meritoumano, cristiano, costituzionalequello di dare lavoro ad ex detenuti. Come naturale, linterdittiva del-leminente prefetto provoc larevoca dun finanziamento regiona-le di 633mila euro accordato allacooperativa Valle del Bonamicoe la restituzione sic et immediate diuna tranche, gi erogata, pari a190mila euro. Non c bisogno didire che s trattato dun colpomortale e che mortale non statograzie allorgoglio umanistico e allaresistenza morale del PresidentePiero Schirripa e del Presidenteonorario Giancarlo Bregantini. In alto i cuori. Oltre che inDanimarca, ci sono giudici anche a</p><p>Reggio. C un Tar che fa a pezzilinterdittiva del prefetto Varratta-non pi tra noi- sentenziando chenella vita e nella gestione della coo-perativa Valle del Bonamiconon pu dirsi evidenziato alcunelemento concre-to di connivenzacon la crimina-lit. Poich dav-vero non costitui-sce reato il lega-me di parentela,lontana o ristret-ta, con persone nemmeno mafiose,ma presuntivamente tali. Con tantisaluti al prefetto Varratta e ai cara-binieri, che fecero le indagini. Lunoe questaltri dovrebbero togliersi ilcappello, quando pensano o saffac-ciano sulla Valle del Bonamico.</p><p>286 kg di hascisc e 60 di cocaina. TrafficoInternazionale con la vecchia via della droga:Spagna e Colombia. I finanzieri del nucleo diPolizia Tributaria di Catanzaro guidati dalgenerale Antonio De Nisi hanno bucato lenotti di San Luca Gioiosa Ionica, Siderno eLocri e sono entrati nelle case degli Ierin diGioisa Superiore, dei D'Agostino di Siderno,dei Serraino- Di Giovine, e dei Pesce-Belloccodi Rosarno. La figura centrale dell'operazione stato Pasquale Cicala - nato a Rosarno, con-siderato un esponente di spicco della coscaPesce- Bellocco, ma operante in Lombardia -che si avvaleva di un broker residente aBarcellona, Gugliemo Di Giovine.Questa presunta Holding Criminale utilizzavacellule in Piemonte e Lombardia almenosecondo Nicola Gratteri che ha coordinato leindagini con il sostituito procuratore della Ddadi Reggio Calabria Luisa Miranda e negli ulti-mi mesi dal sostituto Paolo Sirleo, provenientedalla Procura di Napoli. Il Gico della Guardiadi Finanza di Catanzaro, in collaborazione conil servizio centrale dinvestigazione sulla crimi-nalit organizzata (S.c.i.c.o) di Roma ha porta-to a termine l'operazione Cicala condottaper oltre due anni nei confronti, come risultadalle investigazioni di una pericolosa edagguerrita organizzazione di stampo ndran-ghetistico dedita al traffico internazionale disostanze stupefacenti</p><p>Arresti tra Gioiosa e Siderno</p><p>OPERAZIONE CICALA</p><p>7) LEX DIRETTORE DI TELEPADANIA, ROBERTO FIORENTINI,(FOTO)ATTACCASU TWITTER UNA PUBBLICISTA DI LOCRI</p></li><li><p>DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013 LA RIVIERA 06</p></li><li><p>DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013 LA RIVIERA 07</p><p>LINCHIESTA</p><p>esplodere la gigantesca nube.2) Crescita economica e occupazione deicalabresi. La nostra regione uno degli attori econo-mici principali all'interno di un contestointernazionale per via della sua posizionegeografica. Ci a seguito della rivoluzionemanifatturiera avvenuta nel mondo e deltravolgente sviluppo economico dei paesiasiati...</p></li></ul>