IL NUOVO GAZZETTINO - MAGGIO 2013

Download IL NUOVO GAZZETTINO - MAGGIO 2013

Post on 06-Mar-2016

213 views

Category:

Documents

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Finalmente dopo un periodo di inattivit torna il Periodico mensile di Informazione,Turismo, Storia, Cultura, Spettacolo, Sport e Tempo Libero.

TRANSCRIPT

<ul><li><p>www.prolococicciano.com - email: redazionegazzettino@prolococicciano.com </p><p>DISTRIBUZIONE GRATUITA Registrazione Tribunale di Nola n 1 del 23/02/2010 ANNO IV Numero 7 - Maggio 2013 </p><p>EDITORIALEDopo una lunga pausa di riflessione II Nuovo Gazzettino riprende la sua attivit, innovando gli strumenti di informazione e comunicazione, senza, comunque, abbandonare lidea di un suc-cessivo rinnovo anche del periodico cartaceo.La scelta di uno strumento on-line nasce in par-ticolare da diverse esigenze:- diffondere e far circolare conoscenze tra un pubblico assai pi ampio e diversificato;- stimolare un dibattito pi intenso e vivace gra-zie allestemporaneit e ai tempi reali del web, che sarebbe rallentato e osteggiato dai processi dilatati della stampa su carta;- disporre di un supporto che permetta alle pro-poste di raggiungere lattenzione in tempi utili affinch possano essere prese in considerazione.Una nuova redazione giovane e motivata si ac-cinge ad intraprendere una sfida entusiasmante:predisporre e gestire uno strumento agile e dina-mico che dia voce a tutti coloro che intendono partecipare con il loro contributo sui temi pi attuali e rilevanti, formulare/discutere strategie e azioni di policy territoriale. Il Nuovo Gazzetti-no on-line ha un taglio divulgativo il cui obiet-tivo principale che ogni articolo, debba essere in grado di suscitare attenzione e interesse, at-traverso la raccolta di esperienze, opinioni, ed il confronto di risultati e punti di vista. La gratuit della rivista, liberamente accessibile da chiun-que, limmediata fruibilit dei singoli articoli sin dal momento dellaccettazione definitiva, la possibilit di commentare gli articoli pubblicati, costituiscono le principali scelte editoriali con le quali si intende rispondere a queste esigenze. Il Nuovo Gazzettino on-line, dunque, un luogo aperto e rispettoso della libert di espressione delle opinioni di ciascuno, con lobiettivo di fa-vorire una pi fluida ed efficace circolazione e diffusione delle idee, pronto ad accettare opinio-ni diverse, anche potenzialmente discordanti, purch argomentate e rispettose delle regole ele-mentari del confronto civile e della contamina-zione delle idee. In questa fase complessa e dif-ficile per la comunicazione pubblica siamo certi di avervi con noi ed attendiamo pareri, suggeri-menti o critiche per migliorare costantemente il nostro lavoro.</p><p>Direttore responsabile Angelo Bonfiglio</p><p>Lista N1</p><p>Il Ministero dellInterno ha fissato per domenica 26 e luned 27 maggio 2013 le consultazioni per lelezione diretta dei Sindaci e dei Consigli comunali, nonch per lelezione dei Consigli circoscrizionali. Leventuale turno di ballottaggio previsto per domenica 9 e luned 10 giugno 2013.</p><p>Lista N2</p><p>La redazione de Il Nuovo Gazzettino augura un in bocca al lupo ai due can-didati Sindaco, che si sfideranno a colpi di buoni propositi per catturare quante pi adesioni possibili; inoltre spera che il tutto si svolga nel pieno rispetto delle forze in campo, come giusto che sia ogni qual volta ci sia una sana competizione politica.La popolazione si prepara a votare, convinta che la nuova amministrazione sar sicuramente vicina alle problematiche dei ciccianesi e si impegner nel supera-mento di questi tempi difficili.</p><p>ELEZiONi COMUNaLi Di CiCCiaNO, 26 e 27 MaGGiO</p></li><li><p>Periodico mensile di Informazione,Turismo, Storia, Cultura, Spettacolo,</p><p>Sport e Tempo Libero</p><p>Anno 4 - Numero VIIMAGGIO 2013</p><p>Direttore EditorialeAngelo Bonfiglio</p><p>Direttore ResponsabileAngelo Bonfiglio</p><p>Coordinatore di RedazioneCarmine Alfano, Giulio Notaro</p><p>Segretario di RedazioneTommaso Piscitelli</p><p>RedazioneCarmine Alfano, Giuseppe Gatta,</p><p>Fabio M. De Stefano,Massimiliano Pace, Giovanni Felice </p><p>Pace, Maurizio Napolitano,Filomena Perna, Giulio Notaro,</p><p>Maria Russo, Nunzia Capolongo, Tom-maso Piscitelli</p><p>CollaboranoComune, Scuole, Associazioni,</p><p>Pro Loco e Cittadini</p><p>Grafica e ImpaginazioneCarmine Alfano, Fabio M. De Stefano,</p><p>Giulio Notaro, Tommaso Piscitelli</p><p>FotoFilomena Perna, Maria Russo</p><p>RedazioneCicciano </p><p>mail:redazionegazzettino@proloco-cicciano.com</p><p>Editore - ProprietarioAssociazione Pro Loco Cicciano</p><p>- 80033 - Ciccianoweb: www.prolococicciano.com</p><p>DISTRIBUZIONE GRATUITA</p><p>Registrazione del Tribunale di Nola n 1/2010 del 23/02/2010</p><p>PRIMO PIANO2</p><p>I maya hanno previsto la fine del mondo nel 2012; ora siamo sicuri che si sbagliavano, oppure che ci sbagliavamo noi a considerare la fine di un ciclo, come la fine della vita. Niente di cata-strofico scritto nelle profezie antiche, soltanto cambiamento. E cosa c di male nel cambia-mento? Nulla!Nuove energie, nuove idee scaturiscono dal mutamento della corrente, nuove idee nascono da situazioni che cambiano, nuove strade si aprono sfondando le pareti dellabituale e del consue-to.E quello che succede anche nelle istituzioni, daltronde. Uomini si susseguono alla guida di un progetto, ognuno portando il proprio contributo, dando un senso a quello che il progetto rappresenta, motivando gli altri, guidandoli verso obiettivi concreti.Cambiano i governi, cambiano i Papi (ora anche da vivi), cambia il Presidente della Repubbli-ca, anche se cos simile al precedente e cambier a breve lamministrazione del nostro piccolo ma importante paese.In questo clima di cambiamento anche la Pro Loco di Cicciano fa la propria parte.Recentemente infatti, il consiglio direttivo ed i membri si sono riuniti per dare una svolta alla composizione dellorganigramma interno. Quello che segue una rappresentazione semplice, ma di impatto, delle nuove cariche assegnate ai vari membri della Pro Loco:</p><p>UNA NUOVA DIREZIONEDi Giulio Notaro</p><p>Come potete vedere ci sono molti volti nuovi, molti giovani, molte persone che sono orgogliose di esserci, che tenteranno di fare la loro parte in questo grande obiettivo che lo sviluppo sto-rico e culturale del nostro paese. Sono persone che non ci guadagnano nulla dal farlo, che non lo fanno per vanit, egoismo o egocentrismo.Vogliono farlo perch sanno che giusto impegnarsi, sanno che ne vale la pena. Anche se a molti non importa, anche se pu essere difficile alle volte non farsi scoraggiare dallindifferenza degli altri, ci sono delle persone che resistono e vanno avanti. Perch sanno che giusto.</p><p> PRESIDENTE ivan Danna </p><p> VICE PRESIDENTE Giuseppe tarantino </p><p> SEGRETARIO</p><p> Filomena Perna</p><p> TESORIERE santolo Palumbo</p><p> CONSIGLIO DIRETTIVO ivan Danna Carmine alfano santolo Palumbo angela Papa Giuseppe tarantino</p><p> COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Nina Napolitano aniello Piscitelli Giuseppe tarantino </p><p> PROBIVIRI aniello Piscitelli Raffaele Musella</p><p>AttuAlItA3IN CERCA DI LAVORO...</p><p>Di Filomena Perna</p><p>Chi ha unoccupazione e per di pi stabile, o per meglio dire a tempo indeterminato, alzi la mano! Con molta probabilit vedre-mo alzate pochissime mani e ci ad oggi un dato di fatto.La difficolt di ottenere unoccupazione stabile ed adeguatamente tutelata diventata oggi, a detta del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, una questione sociale.Gli stessi politici nelle loro ultime campagne elettorali ne hanno fatto uno dei loro temi portanti.Il quadro lavorativo italiano in serie difficolt: la crisi econo-mico-finanziaria che, sembra non mollare affatto, si ripercuote </p><p>sulloccupazione, generando tassi di disoccupazione a dir poco drammatici, che mal si accettano, specie tra i giovani. Proprio costoro, oltre ad essere i malcapitati di turno, si trovano ad affrontare situazioni a dir poco sconcertanti che disabilitano sempre pi alla fiducia e alla speranza di un lavoro.Nelle ultime settimane nellagro nolano rimbalzata la notizia del raggiro nel quale la Ntv, giovane impresa ferroviaria italiana fondata da Luca Cordero di Montezemolo, stata tirata in ballo: un politico, molto in vista del circondario, elargiva, in maniera molto ardita e meticolosa, assunzioni di lavoro presso lazienda in cambio di 3.000 euro da versare in contanti per le spese sindacali. Di fronte a tale somma, ma soprattutto di fronte ad unattuale crisi economica, numerosi giovani, alla ricerca di un lavoro, non aven-do il cosiddetto imbarazzo della scelta, sono stati adescati, fatti versare la somma e fatti firmare contratti falsi, ignari di cos tanto scempio, che urtava contro i loro pi rosei futuri.La vicenda stata portata alla luce dal tg satirico Striscia la noti-zia che, recandosi dal presidente della Ntv, Antonello Perricone ed accertata la veridicit del caso, ossia nessun lavoro in vendita, ha contattato il politico ideatore del raggiro, il quale ha negato il quanto sopracitato, ma promesso di restituire i soldi intascati in maniera gratuita.Il caso Ntv non sar n il primo n lultimo tuttavia i giovani, an-che se di difficile attuazione, devono augurarsi un futuro miglio-re ed impegnarsi sempre pi affinch tali episodi possano essere stroncati sul nascere.</p><p>PRONTO 6, 22? LA CLESSIDRA RISPONDE</p><p>Di Maria Russo</p><p>Dopo le opere dei pi famosi De Filippo, Scarpetta, Di Maio e Viviani, questanno lAssociazione Socio Culturale La Clessidra mette in scena uno spettacolo della meno nota ma non per questo non altrettanto importante Emilia Vaglio, in arte Paola Riccora. Agli inizi del 900, un periodo in cui le donne che scrivevano di teatro non avevano buona fama, lautrice, fu costretta ad usare lo pseudonimo Paolo Riccora, anagramma del nome del marito, Carlo Capriolo.</p><p>Il suo salotto ospit i grandi artisti dellepoca, e fu proprio lei, con la commedia Sar stato Giovannino, a dare fama nazionale ai tre, allepoca noti per lo pi a Napoli, fratelli De Filippo. La farsa Pronto 6, 22? scelta dal regista, ed attore, Mimmo Car-fora, avrebbe dovuto debuttare il 26 Aprile presso lAuditorium, Teatro di Saviano, ma, causa un lutto nella famiglia Carfora, alla quale porgiamo le nostre pi sentite condoglianze, stata rinvita al 31 Maggio, 1 e 2 Giugno, presso la scuola Giovanni Bovio di Cicciano. I biglietti gi acquistati, non saranno sostituiti, far fede il giorno indicato sugli stessi. La compagnia, ormai navigata, porta sul palco la tipica commedia dellequivoco, dove eventi paradossali e scambi di persona, sfocia-no in situazioni comiche.Titina, moglie modello, dolce ed affettuosa, del noto medico Gen-naro Sanguinetti, scopre casualmente linfedelt del marito, decide quindi, di vendicarsi nello stesso modo, e di concedersi al primo uomo che le capita. Complice il telefono, o il caso, si trova immi-schiato in una serie di avvenimenti esilaranti, Raffaele Callucci, avvocato sensibile al pianto femminile, che, dopo anni, finalmente sta per fidanzarsi. LAssociazione, che da anni ormai si dedica al supporto di persone ed enti bisognosi, devolvendo i proventi del-le manifestazioni teatrali, anche questanno non far eccezione, le sar infatti consegnata la bandiera Amici dellUNICEF.</p></li><li><p>4Il PeRsONAggIOGIORGIO NAPOLITANO: IL PRESIDENTE DELLE CRISI</p><p>Sono venti anni che passiamo da un salvatore della Patria ad un altro. Cos esordisce Marco Travaglio nel suo edito-riale dedicato alle frasi utilizzate dai quotidiani italiani per celebrare la rinomina di Giorgio Napolitano a Presidente della Repubblica. Ed in effetti lottantottenne partenopeo stato ritenuto lu-nico medico in grado di curare la grave malattia che ha re-centemente colpito la politica italiana; lunico statista capa-ce di riequilibrare la destabilizzazione politica seguita alle ultime elezioni. Eppure il comunista arrivato al Quirinale non mai appar-so come un leader carismatico n tantomeno come un eroe, ma da semplice e riservatissimo uomo politico, pignolo e insofferente alle posizioni estreme e alla politica spettacolo, </p><p> riuscito a ritagliarsi un posto come personaggio politico pi popolare dItalia ed un posto nella storia come il primo Presidente della Repubblica rieletto a fine mandato.Politicamente nato tra le file del PCI come segretario dei giovani comunisti napoletani, il giovane Giorgio o sicco (chiamato cos dai comunisti partenopei per la sua magrezza) trov nel vulcanico e massiccio Amendola, detto Gior-gio o chiatto, linfluente padre spirituale che rester suo punto di riferimento per tutta la vita.La vecchia scuola di partito segn le sue prime esperienze politiche, temprandone gli intrinseci convincimenti ideologici e sociali; tut-tavia lattivismo e labnegazione non gli bastarono per scalare i vertici: guardato con sfiducia per il suo approccio riformista, nel 1968 alla sua candidatura per la direzione di Botteghe Oscure fu preferita quella di Enrico Berlinguer.Seguendo il sentiero tracciato dal suo mentore, divenne una delle voci rappresentanti della destra comunista, favorevole ad un miglio-ramento delle relazioni con PSI e DC e alluscita del partito dallorbita sovietica. La radice culturale socialdemocratica contribu a forgiare la sua attitudine politica, definita migliorista e improntata alla moderazio-ne. Proprio per questa tendenza, il nocciolo duro della sinistra comunista lo accus di connivenza con Bettino Craxi e di indulgenza nei confronti del pensiero capitalista.Latteggiamento di apertura pragmatica che conserv nel corso della sua carriera politica gli valse lappoggio di DC e PSI per la nomina a Presidente della Camera nel 1992, questi ultimi lo preferirono infatti a Stefano Rodot, Presidente del Partito Democratico della Si-nistra. In seguito, nellambito dellinchiesta Mani Pulite, fu sottoposto insieme a molti dirigenti a scrupolose indagini; in quel periodo le teste iniziarono a cadere, i finanziamenti illeciti furono interrotti e limpalcatura marcia che reggeva la prima Repubblica inizi a crollare. Lo stesso Napolitano, Presidente della Camera, fu iscritto nel registro degli indagati, ma alla fine linchiesta fu archiviata.Primo inquilino comunista del Quirinale, Giorgio Napolitano inizi il suo primo mandato settennale nel 2006 e da subito dovette fron-teggiare due gravi crisi istituzionali: la prima occorse nel 2008, quando lUdeur di Clemente Mastella abbandon la maggioranza che sosteneva il governo Prodi, sfiduciato dallopposizione al Senato; la seconda, nel novembre del 2011 quando, a causa di una traballante fiducia allesecutivo Berlusconi e dellimpennata dei tassi sui titoli di debito italiani, lo stesso Napolitano dovette adoperarsi per una transizione ad un governo tecnico, guidato da Mario Monti.In ambo le occasioni il Presidente Napolitano cerc di evitare un precoce ritorno alle urne con la legge elettorale Calderoli, il cosiddetto porcellum ancora oggi in vigore.Nel corso del suo primo mandato Giorgio Napolitano stato aspramente criticato per la sottoscrizione di provvedimenti discutibili: in primo luogo il lodo Alfano, considerato incostituzionale e immorale dai detrattori in quanto, garantendo la sospensione dei processi nei conf...</p></li></ul>