nudi d'autore

Download NUDI D'AUTORE

Post on 10-Mar-2016

223 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Esposizione in collettiva di opere a soggetto Nudo d'autore

TRANSCRIPT

  • NUDO DAUTORE

    Dal 15 al 30 settembre 2012

  • IL CORPO UMANO NUDO NELLARTE

    Il corpo umano nudo nellarte figurativa ha origini nella preistoria e si prolunga sino allet contemporanea con motivazioni, ragioni e significati diversi come simbolo, allegoria, forma ideale, ecc. Nasce e si sviluppa il concetto di Nudo di Autore, che espressione di una cultura figurativa, che identifica nella pratica del nudo, la base dello stesso processo di apprendimento e del fare arte. Un personaggio chiave per lapplicazione didattica della pratica del nudo fu Baccio Bandinelli (1488-1560), pseudonimo di Bartolommeo Brandini, che, nel 1531, istituisce nel Belvedere in Vaticano una Accademia, nella quale insegna i procedimenti dellarte ad un gruppo di giovani. Una incisione di Enea Vico, raffigura pro-prio latelier fiorentino del Bandinelli dove compaiano bene in vista statuette di nudi, maschili e femminili. L Accademia di Baccio Bandinelli, 1550

    Enea Vico (15231567) La rappresentazione del nudo trova, poi, la sua base nel disegno, inteso quale fon-damento teorico dellarte stessa. Secondo l interpretazione data da Cennino Cennini ( Libro dellArte - del XV secolo), Lorenzo Ghiberti, Benedetto Varchi (Lezzione, 1547

    La pratica del disegno del corpo umano nudo per fini didattici si stabilizza cosi nei sec. XVII e XVIII in tutte le istituzioni accademiche e, comunque, non cessa di porsi come fondamento dellinsegnamento accademico, anche nel corso del XIX secolo. Nel Decreto della Consulta Governativa di Roma,relativo allorganizzazione delle scuole di Belle Arti dipendenti dallAccademia di San Luca, si creavano le due cattedre di disegno di nudo tra quelle di prima classe e nello Statuto della Pontificia Accademia Romana di San Luca (1817) si sta-biliva che i professori di pittura e di scultura presiederanno ogni settimana alternativamente alla scuola del disegno, del nudo e delle pieghe. Con il R. Decreto del 9 ottobre 1873, che fissava lo Statuto organico della R. Accademia e Istituto di Belle Arti di San Luca in Roma, si istituiva per la prima volta una Scuola libera del nudo, con modelli variati per carattere e per et. Lo studio del nudo, pur rimanendo di base per le Scuole di Pittura e Scultura, si apriva dunque ad una pi larga partecipazione; principio cui le Accademie di belle arti, istituite in Italia nel 1923, hanno continuato a richiamarsi nella continuit delle libere scuole del nudo, ad esse annesse ma non formanti pi parte integrante dei normali corsi (Pittura, Scultura, Decorazione, Sceno-grafia).

    Noi cercheremo di ripercorrere questo cammino con gli occhi di quegli artisti che attraverso di esso hanno voluto stupire o provocare, lanciare messaggi o nuove forme espressive del corpo umano, sar un percorso senza pretesa alcuna; non possiamo certamente fare classifiche o pensare di mostrarli tutti, ma andando an-che a memoria cercheremo di offrirne una discreta panoramica per permettervi anche di valutare il percorso che il nudo ha fatto nella storia della pittura e che oggi in un certo senso prosegue negli scatti di quei gran-di maestri della fotografia che continuano a regalarci immagini stupende del soggetto umano ricordandoci quanto meraviglioso e perfetto sia, sotto ogni aspetto. in queste pagine faremo un viaggio alla scoperta di quegli artisti che hanno fermato sulla tela il loro modo personalissimo di vedere il corpo umano. Un viaggio che ci permetter di conoscere anche artisti minori che difficilmente vedrete nei libri o nelle mostre, ma che a modo loro hanno comunque lasciato una traccia nella storia dellArte.Da articoli Su Wikipedia

  • ARRIGHI FAUSTO

    CASCETTI MATTEO

    FOSTER GRAZY

    GLINKOV SERGEJ

    MARCHESI GABRIELE

    MINEO MARIANGELA

    POGLIANI ELENA

    RONCELLI MIRKO

  • ARRIGHI FAUSTO

    Sono FAUSTO ARRIGHI - pittore, scrittore, cantautore, scultore, musicista e suonatore di piano (esagerato?) Non teme-te: in nessuna di queste discipline ho raggiunto la fama) peraltro sono decisamente il pi bravo del mondo nel fare luovo al tegamino (e, su questo, non ci piove!)Sono nato a Siena il 8/7/1940 ove ho vissuto lietamente quanto si pu, noi umaniAllet di anni sessantatre mi sono trasferito in Castel del Piano, sul monte Amiata (monte ormai inutilmente ricco di mercurio) ove spero di trascorrere il tempo che mi rimane, per lo meno con una certa tranquillit Senza eccessiva passione ho frequentato il liceo classico e mi sono laureato in legge, non tralasciando lattivit goliardica. Ho esercita-to per ventidue anni la professione forense, che ho abbandonato nel 1990, perch non ne potevo pi. Autodidatta, autosufficiente e spesso (ahim) autoerotico, nonostante una proverbiale pigrizia, ho prodotto non poco in tutti i summenzionati campi. Nel sito avrete agio di vedere le foto di diversi dipinti, che, spero, saranno capaci di dire da s, quello che devono dire Se avete delle perplessit, tenetevele: vorr dire che o non sono stato capace di spiegarmi o che, per un vostro dono naturale, non ci avete capito niente. In entrambi i casi non ci potremo fare niente, n io n voi Se avete critiche da fare, vi prego di evitare di estrinsecarmele via E-mail o quantaltro: ci sformo parecchio. Se, volesse il cielo, vi capita di volermi un po lodare, fatelo! Ci godo a bestia! Grazie comunque o sparuti visitatori del sito, se ci sarete Noterete le foto di alcune sculture, o particolari di esse. Come molti altri pittori, dopo i cinquantanni di et (precedente illustrissimo il Beccafumi, al quale, sia chiaro, non intendo paragonarmi) mi sono dato alla scultura: per la precisione una forma di TRASH ART. Anzi, e qui mi corre lobbligo di precisare, ho INVENTATO una NUOVA FORMA DI SCULTURA che, essendone lideatore, e questa pubblicazione sulla rete ne valga come MANIFESTO, ho denominato BAROQUE TRASH ART. Tutti i miei manufatti, le mie opere scultoree, sono costruite con materiali disparati, assemblati come mi pare meglio, ma, forse essendo toscano e per di pi senese, ho sentito lesigenza di raffinare di colorire e di ingentilire i miei lavori, per un solo fine estetico. Ho denominato tali opere U.N.F.O.. a DIFFERENZA DEI Pi NOTI U.F.O. (unidentified flying objects- oggetti volanti non identificati), i miei sono Unidentified NON Flying Objects- cio OGGETTI NON IDENTIFICATI CHE NON VOLANO. (Talvolta quando i miei lavori hanno una destinazione pratica, orologi, cornici e quantaltro mi viene in mente di fare, dovrei, forse, per una maggiore esattezza, denominarli I.N.F.O. cio OGGETTI IDENTIFICATI CHE NON VOLANO, ma preferisco comunque usare il nome U.N.F.O., con laggiunta, magari, della loro destinazione pratica, che resta, comunque, accessoria).

    Ha esposto presso Agora Gallery . New York dal 29 dicembre 2011 al 21 gennaio 2013Ha esposto con A.C.A.F. Artemisia Gallery presso la Vibe Gallery - Londra dal 4 al 18 luglio

  • Arrighi Fausto

    Fede, Speranza, Carit - acrilico su tela cm 30x100

  • CASCETTI MATTEO

    Sono nato nel 1979 a Camerino (MC). Da quanto ricordo, disegno fin da bambino, ho sempre amato esprimermi attra-verso immagini. Credo che sia unespressione artistica che permette di esplorare a fondo i sentimenti umani.

    Ho ereditato questa passione da mio padre, restauratore di mobili da sempre incline verso la pittura classica e sacra... Stili che sicuramente hanno influenzato il mio modo di fare arte e che inevitabilmente si sono trasmessi anche nei miei lavori su pelle.

    Mi piace immaginare il mio tavolo da lavoro simile ad una tavolozza da pittore. Nel 1994, un ragazzo mi fece il primo tatuaggio in un retrobottega. Erano gli anni in cui esistevano ancora pochi tatuatori e il tatuaggio si preparava ad entrare prepotentemente nella societ! Da allora ne stata fatta di strada e finalmente il lavoro di tatuatore ormai considerato tale, stimato e rispettato! Credo che il tatuatore possa considerarsi un artista a tutti gli effetti in questo secolo.

    Incredibile come sia uno dei pochi mestieri a riuscire a fondere insieme il vecchio e il nuovo, il passato e il futuro, la tradizione e linnovazione.

    Spero che nellosservare le mie opere ne percepiate delle belle sensazioni, quindi vi auguro buona visione.

    Matteo

    Giugno 2012 - con New Artemisia Gallery partecipa ad una esposizione presso la Ada Gallery di Barcellona

  • Nudo di donnaSmalto su tela cm 50x100

    San SebastianoSmalti su tela cm 50x100

  • FOSTER GRAZY

    Nata in Veneto ma cresciuta a Torino, da sempre ha amato larte figurativa, dopo i 18 anni ha frequentato lAccade-mia Albertina di Torino diplomandosi al corso del Nudo sotto la guida di maestri come Scroppo e Pontecorvo.Ha incominciato la sua attivit artistica molto presto, aggiudicandosi premi di prima categoria, partecipantdo a diver-se mostre collettive ed a concorsi estemporanei, ottenendo sempre maggior successo.

    Ha lasciato lattivit artistica per dedicarsi alla funzione di moglie e madre.Riprende in pieno l attivit dopo i 40 anni incominciando una carriera artistica fatta di varie tecnologie, come pittri-ce di ceramiche, restauratrice, pittrice di icone ecc.

    Ultimamente si appassionata allarte digitale dove riesce a creare opere di notevole maestria.

    Inverno- olio su tela cm 60x70

  • Pensiero - digital art end acrilic . cm 70x90

    Il grande sonno - Dgital art end acrilic - cm 50x90

  • GLINKOV SERGEJ

    Pittore e architetto. Nato a Kiev (Ucraina) nel 1963

    Nel 1981 lascia la citt natale per completare gli studi artistici presso lAccademia di Belle Arti di Venezia.

    Dopo la laurea in pittura e in architettura si trasferisce a Trieste, dove vive.

    Dal 1984 a oggi ha allestito numerose mostre personali e collettive.

    Le sue opere sono state premiate in prestigiosi concorsi artistici nazionali ed esteri, tra cui, di recente , il Grand Prix per la