circolare inps 2016 esonero contributivo

Download Circolare inps 2016 esonero contributivo

Post on 22-Jan-2017

1.231 views

Category:

Business

1 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

    Roma, 29/03/2016

    Circolare n. 57

    Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale Medico legale e Dirigenti Medici

    e, per conoscenza,

    Al Presidente Al Presidente e ai Componenti del Consiglio diIndirizzo e Vigilanza Al Presidente e ai Componenti del Collegio deiSindaci Al Magistrato della Corte dei Conti delegatoall'esercizio del controllo Ai Presidenti dei Comitati amministratori di fondi, gestioni e casse Al Presidente della Commissione centrale per l'accertamento e la riscossione dei contributi agricoli unificati Ai Presidenti dei Comitati regionali Ai Presidenti dei Comitati provinciali

    Allegati n.3

    OGGETTO: Esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoroa tempo indeterminato effettuate nel corso dellanno 2016 ai sensidellart. 1, commi 178 e seguenti, della Legge 28 dicembre 2015, n.208.Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti.

    SOMMARIO: SOMMARIO: Allo scopo di promuovere forme di occupazione stabile, lart.1, commi 178 - 181 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 haintrodotto lesonero dal versamento dei contributi previdenziali

  • a carico del datore di lavoro, nella misura del 40 per centodellammontare dei contributi medesimi, per le assunzioni atempo indeterminato effettuate nel corso del 2016. Dettariduzione, che si applica con condizioni differenziate per idatori di lavoro del settore agricolo, opera per un periodo didue anni a partire dalla data di assunzione del lavoratore.Nellambito della presente circolare, lIstituto fornisce leindicazioni e le istruzioni per la gestione degli adempimentiprevidenziali connessi alla predetta misura di esonerocontributivo.

    INDICEPremessa1. Natura dellesonero contributivo.2. Datori di lavoro beneficiari dellesonero contributivo.3. Rapporti di lavoro incentivati.4. Condizioni per il diritto allesonero contributivo.5. Condizioni per il riconoscimento del diritto allincentivo. Casi particolari.6. Contratto di somministrazione.7. Datori di lavoro agricoli.7.1. Lavoratori con qualifica di impiegati e dirigenti.7.2. Operai agricoli.8. Compatibilit con altre forme di incentivo alloccupazione.9. Assetto e misura dellincentivo.10. Codifica datori di lavoro UniEmens.11. UniEmens. Modalit di esposizione dei dati relativi allesonero.12. Datori di lavoro agricoli. Compilazione della dichiarazione sezione per lassunzione di dirigenti e/o impiegati.13. Datori di lavoro agricoli. Compilazione della dichiarazione contributivaDmag.14. Datori di lavoro UniEmens sezione . Compilazione delladichiarazione contributiva.15. Istruzioni contabili.

    Premessa Allo scopo di promuovere forme di occupazione stabile, lart. 1, commi 178 -181, della legge28 dicembre 2015, n. 208 (di seguito, anche Legge di stabilit 2016) ha riproposto, sebbenecon misura e durata diverse, lesonero - gi previsto dalla Legge di stabilit 2015 dalversamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro in relazione alle nuoveassunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato effettuate nel corso del 2016. Il predetto beneficio si applica a tutti i datori di lavoro privati e, in questo ambito, ancorchcon misure, condizioni e modalit di finanziamento specifiche, anche ai datori di lavoro agricoli.Restano esclusi dal beneficio i contratti di apprendistato e i contratti di lavoro domestico, inrelazione ai quali il quadro normativo in vigore gi prevede lapplicazione di aliquoteprevidenziali in misura ridotta rispetto a quella ordinaria. Lesonero contributivo in oggetto spetta a condizione che, nei sei mesi precedenti lassunzione,il lavoratore non sia stato occupato, presso qualsiasi datore di lavoro, con contratto a tempoindeterminato. Inoltre, allo scopo di ridurre il rischio di precostituzione artificiosa deipresupposti per lapplicazione del beneficio non conformi allobiettivo della norma, il Legislatoreha escluso lapplicazione del beneficio laddove, nellarco dei tre mesi antecedenti la data dientrata in vigore della Legge di stabilit 2016, il lavoratore assunto abbia avuto rapporti di

  • lavoro a tempo indeterminato con il datore di lavoro richiedente lincentivo ovvero con societda questi controllate o a questi collegate ai sensi dellart. 2359 c.c., nonch facenti capo,ancorch per interposta persona, al datore di lavoro medesimo. Inoltre, per espressa previsione della norma sopra citata, il beneficio non spetta conriferimento a lavoratori per i quali il medesimo incentivo ovvero lesonero di cui all'articolo 1,comma 118, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, sia gi stato usufruito in relazione aprecedente assunzione a tempo indeterminato. La misura dellincentivo pari al 40 per cento dei complessivi contributi previdenziali a caricodei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL, nel limite massimodi un importo di esonero pari a 3.250 euro su base annua. Il beneficio riguarda le nuove assunzioni con decorrenza dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre2016. La sua durata pari a ventiquattro mesi a partire dalla data di assunzione. 1. Natura dellesonero contributivo. Sotto il profilo soggettivo, lesonero contributivo introdotto dai commi 178 e seguenti dellaLegge di stabilit 2016 rivolto allassunzione di lavoratori che, nei sei mesi precedenti,risultano privi di un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. Pertanto, essoassume la natura tipica di incentivo alloccupazione. In relazione alla normativa comunitaria, il suddetto esonero contributivo, ancorch costituiscauna misura di riduzione del costo del lavoro con lutilizzo di risorse statali, si caratterizza comeintervento generalizzato, ovvero potenzialmente rivolto a tutti i datori di lavoro privati cheoperano in ogni settore economico del Paese, le cui unit produttive siano localizzate inqualsiasi area del territorio nazionale. La sua applicazione, infine, prescinde da criteri didiscrezionalit amministrativa. Per le sue caratteristiche, la norma non risulta pertanto idonea a determinare un vantaggio afavore di talune imprese o settori produttivi o aree geografiche del territorio nazionale. Siritiene, conseguentemente, che la disciplina del predetto incentivo non sia sussumibile traquelle disciplinate dallart. 107 del Trattato sul funzionamento dellUnione Europea (aiuticoncessi dallo Stato ovvero mediante risorse statali). 2. Datori di lavoro beneficiari dellesonero contributivo. Lincentivo in oggetto riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, a prescindere dallacircostanza che assumano o meno la natura di imprenditore, ivi compresi i datori di lavoro delsettore agricolo. Lesonero contributivo in oggetto non si applica nei confronti della pubblica amministrazione,individuabile assumendo a riferimento la nozione e lelencazione recati dallart. 1, comma 2,del d.lgs. n. 165/2001. Hanno accesso alla fruizione dellesonero in oggetto gli enti pubblici economici e gli altrisoggetti indicati nellambito della circolare n. 178/2015 (par. 1, ultimo periodo), nonch idatori di lavoro tenuti ad assolvere gli obblighi contributivi nei confronti dellIstituto Nazionaledi Previdenza dei Giornalisti Italiani (INPGI). Per una completa disamina dei datori di lavoro ammessi a fruire dellincentivo in questione sirinvia alle circolari n. 17/2015 e 178/2015 relative allesonero triennale previsto per leassunzioni effettuate nel corso dellanno 2015.

  • 3. Rapporti di lavoro incentivati. Lesonero contributivo riguarda tutti i rapporti di lavoro a tempo indeterminato (sia nuoveassunzioni che trasformazioni), compresi i casi di regime di part-time, con leccezione deicontratti di:a) apprendistato;b) lavoro domestico. Per una completa disamina dei rapporti di lavoro incentivati, si rinvia alle circolari n. 17/2015 e178/2015 relative allesonero triennale previsto per le assunzioni effettuate nel corso dellanno2015. 4. Condizioni per il diritto allesonero contributivo. Il diritto alla legittima fruizione dellesonero contributivo biennale subordinato al rispetto, daun lato, dei principi generali in materia di incentivi allassunzione, da ultimo stigmatizzatidallarticolo 31 del decreto legislativo n. 150 del 2015, dallaltro, delle norme poste a tuteladelle condizioni di lavoro e dellassicurazione obbligatoria dei lavoratori ed, infine, da talunipresupposti specificamente previsti dallart. 1, comma 178, della Legge di stabilit 2016. In particolare, per quanto riguarda i principi generali di fruizione degli incentivi stabilitidallarticolo 31 del decreto legislativo n. 150 del 2015, lesonero contributivo di cui si trattanon spetta ove ricorra una delle seguenti condizioni:1) lassunzione viola il diritto di precedenza, stabilito dalla legge o dal contratto collettivo, allariassunzione di un altro lavoratore licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o cessatoda un rapporto a termine, anche nel caso in cui, prima dellutilizzo di un lavoratore mediantecontratto di somministrazione, lutilizzatore non abbia preventivamente offerto la riassunzioneal lavoratore titolare di un diritto di precedenza per essere stato precedentemente licenziato daun rapporto a tempo indeterminato o cessato da un rapporto a termine. Circa le modalit diesercizio del suddetto diritto di precedenza, si rinvia a quanto stabilito, da ultimo,nellinterpello n. 7/2016 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, secondo il quale, inmancanza o nelle more di una volont espressa per iscritto da parte del lavoratore entro itermini di legge, il datore di lavoro pu legittimamente procedere alla assunzione di altrilavoratori o alla trasformazione di altri rapporti di lavoro a termine in essere;2) presso il datore di lavor

View more