la volonta’ 6 7 feb

of 23 /23
LA VOLONTA’: DALL’ INTENZIONE ALLA REALIZZAZIONE Dott Eugenio Bacchini

Author: eugenio-bacchini

Post on 24-May-2015

279 views

Category:

Education


9 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • 1. LA VOLONTA: DALL INTENZIONE ALLA REALIZZAZIONEDott Eugenio Bacchini

2. VOLONTA: DEFINIZIONI Da Wikipedia, lenciclopedia libera. Dicesi volont il fine o i fini di una determinata persona nella sua vita o, specificamente, anchenelle sue azioni semplici e quotidiane. Ad esempio, la volont di una persona pu essere volersicomprare una casa o desiderare di lasciare uneredit ai suoi figli e/o parenti. La volont rappresenta anche la determinazione di una persona nel raggiungere un determinatoobiettivo. Con una visione pi ampia, la volont di una persona la sua capacit di non farsicondizionare dalle altre persone. In questo senso, la volont si pu accomunare alla parolaassertivit. Per volont si intende anche la capacit dello spirito umano di determinare le azioni della persona. un concetto fondamentale e a lungo dibattuto nellambito della filosofia in quantoinestricabilmente legato allinterpretazione dei concetti di libert e virt. Particolarmenteproblematico poi il suo rapporto con le interpretazioni meccanicistiche del mondo; o luomo capace di atti volitivi che, in quanto tali, rompono il meccanicismo della realt, o la volont determinata dalle leggi che regolano luniverso ed quindi snaturata e priva di ogni valore morale. Il concetto di volont diviene centrale nel pensiero cristiano per la sua stretta relazione con iconcetti di peccato e virt, si pensi alla difficolt di definire e/o concepire una colpa in assenzadella possibilit di determinare le proprie azioni. La virt con Agostino diviene inoltre la volont diaderire al disegno divino. Frasi fatte e combinazioni di parole di frequente uso della parola volont sono "le ultime volont" e"volont di ferro".In quale di queste definizioni vi riconoscete? 3. RIFLESSIONE SULLA VOLONTAPrendete in considerazione la vostra volont: succede a volte che Si pieghi alla volont di altre persone? Sia sopraffatta dalle vostre emozioni: depressione, paura, rabbia? Sia paralizzata dallinerzia? O addormentata dallabitudine? O disintegrata dalle distrazioni? O corrosa dai dubbi?Vi pare di decidere di fare ci che volete davvero fare, oppure prevale qualche altro fattore? 4. LA VOLONTASECONDO LA PSICOSINTESI Per la Psicosintesi ci sono due tipi di volont 1. VOLONTA dellego superficiale2. VOLONTA del s profondoDecisionalit volont di decidere sforzo di decidere scegliere LA VOLONTA E UN CLICK 5. LA VOLONTA SANA La volont la capacit di un organismo difunzionare liberamente secondo la sua naturaintrinseca anzich sotto la coazione di forze estranee: (condizionamenti, abitudini) possiamo scoprire in noi stessi la facolt di scegliere, di dirigere, di essere causa:e questa la volont. 6. AMBITO DELLA VOLONTALa psicologia transpersonale una branca della psicologia il cui studio si estende alle esperienze e agli stadi di coscienza che trascendono i limiti dellio personale e della razionalit convenzionale. Una definizione breve del Journal of Transpersonal Psychology suggerisce che la psicologia transpersonale riguarda lo studio della pi alta potenzialit dellumanit eil riconoscimento, comprensione e realizzazione degli stati di coscienza unitivi, spirituali e trascendenti (Lajoie e Shapiro, 1992:91). 7. AMBITO DELLA VOLONTA Dovrei pure osservare che, a mio avviso, la psicologiaumanistica, la Terza forza della psicologia, transitoria, unprologo ad una Quarta psicologia ancor pi elevata, trans-personale, trans-umana, incentrata sul cosmo anzich suibisogni e sullinteresse umano, oltrepassante la condizioneumana, lidentit, lautorealizzazione e cos via. (Maslow) Lidea centrale della Psicologia Transpersonale che luomonon sia semplicemente ununit bio-psichica, ma un insiemeaperto e collegato, nella sua realt pi intima, profonda, aduna dimensione spirituale che tutto abbraccia. 8. L ALLENAMENTO DELLA VOLONTA: LE QUALITA1. ENERGIA DINAMISMO INTENSITA2. DOMINIO CONTROLLO DISCIPLINA3. CONCENTRAZIONE CONVERGENZA ATTENZIONE FOCALIZZAZIONE4. DETERMINAZIONE DECISIONE RISOLUTEZZA PRONTEZZA5. PERSEVERANZA SOPPORTAZIONE PAZIENZA6. INIZIATIVA CORAGGIO AUDACIA7. ORGANIZZAZIONE INTEGRAZIONE - SINTESI 9. LE QUALITA DELLA VOLONTA1. ENERGIA DINAMISMO INTENSITACaratteristica della VOLONTA FORTE la qualit che generalmente si attribuisce alla volont e con cui di solitoviene identificata. Se non armonizzata pu avere effetti nocivi: viene usata in modoautoritario, oppressivo, repressivo (V. Vittoriana) Pu produrre una reazione che rifiuta ogni forma di controllo e didisciplina Elemento ENERGIA va riconosciuto, valutato, rafforzato ed usatosaggiamente Vi sono degli atti volitivi che non richiedono sforzo: intenzione,valutazione Quando la volont individuale si identifica con la Volont Universale tuttosi realizza liberamente e spontaneamente sforzo senza sforzo (wu-wei) 10. LE QUALITA DELLA VOLONTA2. DOMINIO- CONTROLLO-DISCIPLINAQualit della Volont legata alla prima:1. Padronanza e controllo richiedono sforzo2. Controllare le altre funzioni psichicheControllare non significa reprimere o sopprimere, ma regolare lutilizzazionecostruttiva e guidata delle energie psichiche e biologiche.Linibizione non soppressione: il freno temporaneo di una reazionecondizionata.La spontaneit senza controllo non positiva: lindividuo sano deve sapersiesprimere ma anche reprimere e lasciare cadere controlli e difese quandolo ritiene opportuno.Controllo e disciplina sono necessari per ogni tipo di allenamento, sia che si tratti di imparare tecniche ed acquistare capacit che di realizzare linfinito potenziale umano. Con il controllo, la disciplina, lallenamento si raggiunge il dominio 11. LE QUALITA DELLA VOLONTA 3.CONCENTRAZIONE- CONVERGENZA- ATTENZIONE - FOCALIZZAZIONEQualit essenziale della VolontLa Concentrazione si ottiene con lattenzione, funzione fondamentalenellatto di volont: tale attenzione pu essere-Involontaria quando il prodotto di un interesse predominante-Quando loggetto dellattenzione non interessante lattenzione richiedeuna concentrazione rivolta in una sola direzione o uno sforzo persistente.Lattenzione pu essere concentrata in tre campi della realt :1. Verso lesterno oggetto2. Verso linterno soggettivit ,introspezione3. Verso lalto quando lio si rivolge al S transpersonale (processisuperiori, supercoscienti)La concentrazione ha la funzione di mantenere stabilmente e chiaramentenel campo della coscienza le immagini e le idee delle azioni che vogliamocompiere. 12. LE QUALITA DELLA VOLONTA4. DETERMINAZIONE - DECISIONE - RISOLUZIONE - PRONTEZZAQualit che si esplica nella fase di Deliberazione, sceltaNon bisogna confondere la prontezza e la rapidit conlimpulsivit. Limpulsivit non si ferma a deliberareImportante non indugiare troppoAnche non decidere una decisione, ma potrebbeessere la peggioreDeterminazione, decisione e risolutezza sononecessarie anche nella fase di Esecuzione dellattovolitivo 13. LE QUALITA DELLA VOLONTA5. PERSEVERANZA SOPPORTAZIONE - PAZIENZAPer compiti che richiedono molto tempo la fermezza diintenzione e la costanza possono essere piimportanti dellenergia. Tecnica del poco e spesso.Perseveranza nonostante i ripetuti fallimenti Tenacia Sopportazione resistenza ai disagi e ai dolori fisici e psichici accettazione volontaria della sofferenza Pazienza fa parte di una volont completamente sviluppata 14. LE QUALITA DELLA VOLONTA 6. INIZIATIVA CORAGGIO - AUDACIAQuesta qualit ha due radici:1. Riconoscere che la sicurezza completa e duratura fondamentalmente unillusione. Cercare la sicurezza ad ogni costo solo controproducente.2. Lo stimolo, leccitamento che fa parte del rischio, del pericolo Pu farci sentire pi vivi espansione di coscienzaAffrontare coraggiosamente il rischio opportuno solo quando ha uno scopo preciso, non se il rischio fine a se stesso 15. LE QUALITA DELLA VOLONTA7. ORGANIZZAZIONE INTEGRAZIONE - SINTESIQuesta qualit della volont molto importante: quella che lamette in grado di assolvere alla sua funzione unica e specifica.Analogia con corpo sano: coordinazione delle attivit, intelligente cooperazione di ognielemento dalle cellule ai grandi sistemi funzionali (app.circolatorio, digestivo, ecc) unit nella diversit. Principio unificatore: vita Modi in cui opera: coordinazione, interazione o sintesiorganica. Sintropia modello di ordine convergente/progressivo,riordinatore Entropia universo che si espande con disordinata casualit Volont sinergia interiore che coordina varie funzionipsicologiche forza unificatrice che tende verso lapsicosintesi personale 16. TIPI DI VOLONTA1. LA VOLONTA FORTE2. LAVOLONTA SAPIENTE3. LA VOLONTA BUONA4. LA VOLONTA TRANSPERSONALE5. LA VOLONTA UNIVERSALE 17. TIPI DI VOLONTA1. LA VOLONTA FORTE Aspetto pi fondamentale e familiare dellavolont Nella forza della volont il suo potere, il suoimpeto, la sua energia Sviluppare la forza di volont assicura che unatto di volont abbia abbastanza intensit perrealizzare il suo proposito La FdV pu essere sviluppata attraversolesercizio 18. TIPI DI VOLONTA LA VOLONTA FORTEESERCIZI PER RAFFORZARE LA VOLONTA1. RICONOSCIMENTO DEL VALORE DELLA VOLONTA2. EVOCAZIONE DI SENSAZIONI NEI CONFRONTI DELLA VOLONTA GINNASTICA DELLA VOLONTA1. Gli esercizi inutili (W. JAMES) prendersi limpegno di fare ogni giorno piccolo esercizi inutili- fare qualcosa per la semplice ragione che difficile e si preferirebbe non farla- importante come lo si fa precisione, ascolto, introspezione2. Esercizi fisici per rafforzare la Volont :ogni movimento fisico un atto di volont, un ordine impartito al corpo- ripetere questi atti con attenzione impegno e resistenza obiettivo principale, allenare la volont3. Esercizi di Volont nella vita quotidiana: utilizzare i compiti e le occupazioni della vita quotidiana per allenare la volont. Atteggiamento e percezione duali: quella di colui che agisce e di colui che osserva contemporaneamente. Controllare limpazienza. Atteggiamento sportivo: sfida con se stessiUn nemico utile come un buddha 19. TIPI DI VOLONTA2.LA VOLONTA SAPIENTEAbilit di sviluppare la strategia pi efficace e che richiede il minor sforzo, piuttosto di quella pi ovvia e pi diretta.Agisce in maniera indiretta: Le immagini mentali e le idee tendono a produrre le condizioni fisiche e gli atti esterni ad esse corrispondenti : Ogni immagine ha in s un elemento motore (W.James) Ogni idea unazione allo stato latente.La Volont pu mobilitare le energie dellimmaginazione e del pensiero, e utilizzarle per realizzare il suo piano. La Volont pu essere usata intenzionalmente per scegliere ed evocare quelle immagini ed idee che lo aiuteranno a produrre le azioni che desidera. 20. APPLICAZIONI PRATICHE DELLA VOLONTA SAPIENTE1. Riconoscere il valore della Volont : uso sapiente della volont usiamo la nostra forza di volont (anche se piccola) perch agisca sullimmaginazione .2. Tecnica della sostituzione : spostamento dellattenzione.3. Tecnica delle Parole evocatrici: riflettere meditare su una parola per evocare uno stato danimo4. Tecnica del come se: agire come se uno possedesse lo stato interiore desiderato 21. TIPI DI VOLONTA3. LA VOLONTA BUONAMettere la Volont (strumento di realizzazione personale) al servizio degli altri: Sostituire la competizione con la collaborazione, il conflitto con larbitrato e laccordo : la volont individuale (autoaffermazione) deve disciplinarsi e scegliere mete coerenti con il benessere degli altri .Eliminare gli ostacoli: egoismo: desiderio di possedere e dominare , espressione degli istinti primari di autoconservazione e autoaffermazione Egocentrismo: tende a fare del s personale lunico punto di riferimento Mancanza di comprensione degli altri 22. 3. LA VOLONTA BUONA Volont di capire: intenzione e rinunciaallegocentrismo auto osservazione Conoscenza delle differenze psicologiche Empatia 23. DISISENTIFICAZIONE E AUTOIDENTIFICAZIONENoi siamo dominati da tutto ci in cui il nostro iosi identifica. Possiamo dominare, dirigere edutilizzare tutto ci da cui ci disidentifichiamo Autocoscienza = scoperta dellioLio non si deve identificare con i contenuti della coscienzaCoscienza piena = consapevolezza nonidentificata con i contenuti