il processo telematico

Download IL PROCESSO TELEMATICO

Post on 19-Jan-2016

52 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

IL PROCESSO TELEMATICO. Parte II 26 giugno 2014 Pietro Ortolani. 30 Giugno 2014. - PowerPoint PPT Presentation

TRANSCRIPT

  • Parte II

    26 giugno 2014Pietro OrtolaniIL PROCESSO TELEMATICO

  • 30 Giugno 2014Ad opera del D.L. 90/2014 pubblicato in G.U. il 24 giugno 2014 il 30 giugno 2014 scatta lobbligo di depositare telematicamente gli atti e i documenti delle parti precedentemente costituite per le cause instaurate dal 30 giugno 2014 .Per i procedimenti iniziati prima di detta data lobbligatoriet scatta dal 31 dicembre 2014 .Le parti devono provvedere anche al deposito telematico di atti e documenti dei soggetti da esse nominati (CTP).

    Si pone per un problema in relazione al deposito degli atti introduttivi. Fermo invece al 30 giugno 2014 lobbligo di deposito telematico per il procedimento di ingiunzione.

  • Deposito telematico degli atti introduttiviSul punto, occorre operare una distinzione tra citazione e comparsa di costituzione e risposta.

    Latto attoreo pu essere depositato telematicamente solo in alcuni Tribunali, in via sperimentale. Negli altri casi, lunica possibilit operare il deposito cartaceo.La comparsa di costituzione, invece, sempre depositabile telematicamente, pur trattandosi di atto non rientrante nel novero di cui allart. 16.Per gli atti successivi, obbligatorio il deposito telematico.

  • 30 Giugno 2014 - 31 dicembre 2014

    Nei sei mesi (giugno-dicembre 2014) sar possibile effettuare i depositi in via facoltativa in tutti gli uffici a questo attrezzati o anche in via obbligatoria nei tribunali che dovessero garantire la funzionalit telematica dei servizi di comunicazione accertata con decreti del Ministro della Giustizia, sentiti lAvvocatura dello Stato, il CNF e i Consigli dellOrdine degli avvocati.

  • Le scadenze ad opera del D.L. 90/2014- Procedimenti iniziati a partire dal 30 giugno 2014:obbligo di depositare telematicamente atti processuali (delle parti costituite)Procedimenti iniziati prima del 30 giugno 2014:facoltativo il deposito dal 30 giugno al 31 dicembre 2014deposito telematico obbligatorio dal 31 dicembre 2014obbligatorio se previsto in un DMDecreto ingiuntivo:obbligo di deposito telematico dal 30 giugno 2014

  • PCT e Corte di appello: art. 44, 2 D.L. 90/2014A decorrere dal 30 giugno 2015 nei procedimenti civili, contenziosi o di volontaria giurisdizione, innanzi alla corte di' appello,il deposito degli atti processuali e dei documenti da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite ha luogo esclusivamente con modalit telematiche, nel rispetto della normativa anche regolamentare concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici. Allo stesso modo si procede per il deposito degli atti e dei documenti da parte dei soggetti nominati o delegati dall'autorit giudiziaria. Le parti provvedono,con le modalit di cui al presente comma, a depositare gli atti e i documenti provenienti dai soggetti da esse nominati. Con uno o pi decreti aventi natura non regolamentare, da adottarsi sentiti l'Avvocatura generale dello Stato, il Consiglio nazionale forense ed i consigli dell'ordine degli avvocati interessati, il Ministro della giustizia, previa verifica, accertata la funzionalit dei servizi di comunicazione, pu individuare le corti di appello nelle quali viene anticipato,nei procedimenti civili iniziati prima del 30 giugno 2015 ed anche limitatamente a specifiche categorie di procedimenti, il termine fissato dalla legge per l'obbligatoriet del deposito telematico.

  • Il deposito degli attiIndirizzo PECAvvocato

    Indirizzo PECUfficio giudiziario

    AttoRicezione

  • Che cosa occorre inviare tramite PEC?Per procedere al deposito dellatto, lavvocato deve inviare tramite PEC la c.d. BUSTA TELEMATICA.La busta telematica un file contenente tutti i documenti che devono essere depositati (ad esempio, ricorso ex art. 700, mandato, nota di iscrizione a rulo, documenti allegati ecc.).Al messaggio di posta elettronica da inviare alla cancelleria NON devono essere allegati singolarmente i vari documenti.La busta telematica si prepara con un programma chiamato redattore atti.La busta telematica li comprende tutti.

  • I problemi da affrontareCome procedere correttamente al deposito?Sar il primo dei temi affrontati, in quanto la procedura comune a tutti gli avvocati.

    Come procedere alla preparazione della busta telematica?Questo adempimento varia a seconda del software utilizzato.

  • Come procedere al deposito/1La PEC inviata dal professionistaServe a far pervenire allufficio tutti i documenti che devono essere depositati, allinterno della busta. Sar lufficio, poi, a spacchettare la busta inviata.

    Che cosa succede dopo?

  • Come procedere al deposito/2La ricevuta di accettazioneLa prima e-mail che il professionista ricever dopo aver inviato il messaggio allufficio giudiziario la ricevuta di accettazione. A dispetto del nome, essa non certifica laccettazione dellatto da parte dellufficio, ma d semplicemente atto della circostanza che il messaggio stato preso in carico dal gestore del servizio di posta elettronica certificata e sar recapitato.A questo punto, il messaggio non ancora recapitato e, quindi, il deposito non ovviamente compiuto.

  • Come procedere al deposito/3La ricevuta di avvenuta consegnaLa seconda e-mail la ricevuta di avvenuta consegna. Essa attesta che il messaggio stato consegnato allufficio giudiziario. emessa dal gestore PEC del Ministero della Giustizia.

    Il deposito si considera avvenuto nel momento in cui il professionista riceve la ricevuta di avvenuta consegna (Art. 16 ter n. 7 decreto legge 18.10.12 n. 179).

  • Come procedere al deposito/3Che cosa contiene la ricevuta di avvenuta consegna

    La ricevuta di avvenuta consegna contiene:La data e lora del depositoUn codice identificativo del messaggio inviatoIn allegato, il messaggio inviato dal professionista

    fondamentale conservare la ricevuta, al fine di poter provare lavvenuto deposito.

  • Come procedere al deposito/4La ricevuta degli esiti dei controlli automaticiUna volta ricevuta dallufficio, la busta viene esaminata dal sistema informatico della cancelleria, il quale svolge vari controlli:La presenza allinterno della busta di tutti i documenti necessari;Lesistenza di un fascicolo con lo stesso numero di ruolo inviato nella busta;La corrispondenza tra il codice fiscale del professionista indicato nella busta e quello presente nel fascicolo.

  • Come procedere al deposito/4Significato dei possibili esitiI controlli di cui sopra possono avere esito positivo o negativo. Leventuale esito negativo, tuttavia, non necessariamente significa che linvio errato, ma sta semplicemente ad indicare che non stato possibile completare tutti i controlli. Tale impossibilit, in alcuni casi, pu essere fisiologica. Ad esempio, quando il convenuto si costituisce in giudizio, i controlli hanno esito negativo, perch il sistema non riesce a verificare la corrispondenza del codice fiscale dellavvocato indicato nella busta con i dati gi presenti nel fascicolo. In tal caso, la ricevuta indicher la necessit di ulteriori verifiche da parte della cancelleria.

  • Come procedere al deposito/4Esempio di ricevuta controlli automatici con esito negativo

  • Come procedere al deposito/5La ricevuta di acquisizioneQuesta lunica ricevuta a non essere inviata automaticamente dal sistema, ma personalmente dal cancelliere.Prima di inviare la ricevuta di acquisizione, il cancelliere proceder ad un nuovo controllo, nel caso in cui i controlli automatici del sistema abbiano avuto esito negativo. In questa fase, pertanto, il cancelliere potr verificare se lesito negativo dovuto a ragioni fisiologiche o patologiche, e comunicher lesito con la ricevuta.

  • Il significato della ricevuta di acquisizioneSebbene il deposito debba intendersi perfezionato dal momento della ricevuta di avvenuta consegna, le due successive ricevute degli esiti dei controlli automatici e di acquisizione hanno unimportanza fondamentale, perch se entrambe hanno un esito negativo il deposito sar privo di effetti.In altre parole, se lesito dei controlli positivo, il deposito sar da intendersi perfezionato fin dal momento della ricevuta di avvenuta consegna, ma se lesito negativo il deposito non si perfezioner.

  • Approfondimento: la cronologia del perfezionamento del depositoCome sopra illustrato, il deposito si ha per avvenuto nel momento in cui viene generata (e ricevuta dal professionista) la ricevuta di avenuta consegna da parte del gestore PEC del Ministero (Art. 16 ter n. 7 decreto legge 18.10.12 n. 179).Ci, tuttavia, non significa che si possa liberamente procedere al deposito in qualsiasi momento della giornata. Occorre, infatti, tenere conto dellart. 13 del D.M. 44 del 21.2.2011, ai sensi del quale se la ricevuta rilasciata dopo le ore 14:00, il deposito si considera effettuato il giorno feriale immediatamente successivo.

  • Esempio pratico n. 1Udienza 8 aprile 2014Il giudice concede i termini di cui allart. 183 comma 6 c.p.c.La memoria n. 1 scade l8 maggio 2014.

    Il giorno 8 maggio, alle ore 9:00, lavvocato invia la busta.Alle ore 9:03, il gestore PEC del Ministero invia la ricevuta di avvenuta consegna

    Il termine rispettato.

  • Esempio pratico n. 2Udienza 8 aprile 2014Il giudice concede i termini di cui allart. 183 comma 6 c.p.c.La memoria n. 1 scade l8 maggio 2014.

    Il giorno 8 maggio, alle ore 18:00, lavvocato invia la busta.Alle ore 18:03, il gestore PEC del Ministero invia la ricevuta di avvenuta consegna

    Il termine NON rispettato, perch il deposito potr considerarsi perfezionato solo in data 9 maggio.

  • Esempio pratico n. 3Udienza 8 aprile 2014Il giudice concede i termini di cui allart. 183 comma 6 c.p.c.La memoria n. 1 scade l8 maggio 2014.

    Il giorno 8 maggio, alle ore 13:59, lavvocato invia la busta.A

Recommended

View more >