annuario fisi 2014

Download Annuario Fisi 2014

Post on 17-Mar-2016

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Brochure report della stagione 2013/2014 del Comitato Trentino Fisi

TRANSCRIPT

  • Festa dello Sci Lavarone 17 maggio 2014

    AnnuArio2 014

    COMITATO TRENTINO

    Race ski magazine/Enrico SchiaviREGIONE AUTONOMATRENTINO ALTO ADIGE

  • DA OGGI PUOI SCOPRIRELORIGINE DELLE MATERIE PRIME

    DEI NOSTRI PRODOTTI:SOLO COOP LO FA.

    DA OGGI PUOI SCOPRIRELORIGINE DELLE MATERIE PRIME

    DEI NOSTRI PRODOTTI:SOLO COOP LO FA.

    PER SAPERNE DI PI

    WWW.COOPORIGINI.IT

    La trasparenza un elemento fondamentale nel rapporto di fi ducia di Coop con i consumatori. Per questo abbiamo deciso di informarti sullorigine delle principali materie prime dei nostri prodotti a marchio alimentari confezionati. Solo Coop lo fa: basta andare su www.cooporigini.it o scaricare lapplicazione per il tuo smartphone.

  • Festa dello sci 2014 lavarone

    Con la primavera 2014 si chiude un ciclo importante, probabilmente unico per il Comitato Trentino Fisi. Non tanto relativo alla scadenza del quadriennio olimpico, con conseguenti elezioni del nuovo consiglio regionale della Federsci trentina, ma soprattutto perch si conclusa lambiziosa iniziativa triennale del Progetto Trentino Azzurro. stato un percorso stimolante, innovativo, che ha permesso a tante giovani promesse dello sci provinciale di potersi giocare chance di crescita sportiva ma anche umana, che stato copiato e invidiato anche a livello nazionale e che ha portato risultati strabilianti. Basti pensare che nello sci alpino questanno la squadra maschile per pochi punti ha rischiato di risultare il miglior Comitato dItalia, confermandosi la seconda realt in assoluto e nel fondo complessivamente abbiamo ottenuto ben 41 medaglie tricolori.Si completa quindi un progetto che ha portato in alto il nostro Comitato, grazie alla vicinanza della Provincia Autonoma di Trento, di Trentino Turismo e alla sensibilit del Gruppo sportivo Fiamme Gialle che ci ha messo a disposizione tecnici professionisti, vettori di organizzazione e di novit gestionali.La speranza che questo programma possa avere un seguito e in questottica ci sono delle assicurazioni da parte di chi ci ha sostenuto in passato, pur consci che la difficile situazione economica ci obbligher ad un ridimensionamento. Con ottimismo, perch luniverso dello sci e dei tanti giovani che animano e rendono uniche le oltre 800 gare che vengono messe in cantiere ogni inverno, rappresentano il cuore e il motore di un movimento fantastico, che viene celebrato ogni maggio in occasione della Festa dello Sci.Lappuntamento questanno va in scena a Lavarone, grazie anche al supporto organizzativo dello Ski Team Altipiani. Una festa che ha il compito di premiare oltre 240 sciatori di tutte le specialit e di tutte le et: dai baby e cuccioli ai master. stata una stagione esaltante, dove proprio i giovani del Progetto Trentino Azzurro hanno ottenuto risultati strabilianti. Le due medaglie ai mondiali juniores di sci alpino di Matteo De Vettori, il bronzo ai mondiali under 23 di fondo di Giulia Strz, ed ancora i tanti podi in Coppa del Mondo e agli europei di Federico Nicolini. Tre giovani sui gradini pi alti, ma alle loro spalle tanti altri titoli e allori. Un record di medaglie tricolori per il trentino, ben 118 e 37 titoli di campione italiano. Ed ancora 11 atleti trentini in gara alle Olimpiadi di Sochi, addirittura 16 ragazzi trentini ai mondiali giovanili delle varie specialit. Sono questi i numeri significativi del nostro mondo, energia vitale anche per la nostra economia, dove lindotto legato al turismo della neve ha un ruolo significativo.Nelle ultime stagioni il nostro Comitato non si distinto esclusivamente per i risultati organizzativi e sportivi, ma anche per le tante iniziative promozionali che siamo riusciti a mettere in cantiere con una trasmissione autoprodotta, con lapprezzata rivista, con lAgenda e con il visitatissimo sito internet. Strumenti che hanno permesso di farci apprezzare, conoscere e avvicinare tanti giovani, e non solo al mondo dello sci.Convinto che la Federsci trentina proseguir il suo cammino di sviluppo e di crescita, sono certo che anche le prossime annate rappresenteranno simbolicamente una nuova primavera per il nostro movimento, ringraziando gli sci club, i dirigenti, gli atleti, i tecnici, le famiglie, ma soprattutto le tante realt che da anni ci affiancano con grande spirito sportivo: La Provincia di Trento, il mondo della cooperazione con Casse Rurali Trentine, Sait e Melinda, il Gruppo Arvedi, Trenta, i consorzi Bim e a tanti altri amici che ci affiancano e ci sostengono nella nostra avventura sportiva a favore dello sci.

    Angelo Dalpez

    Presidente Comitato Trentino Fisi

    Dopo il record di medaglieuna nuova primaveraI giovani sono al centro del nostro progetto

  • Festa dello sci 2014 lavarone

    Giovani prodigi. Due sole parole per esaltare la straordinaria stagione agonistica 2013/2014 della Fisi del Trentino, dei suoi campioni in nazionale, dei talenti inseriti nei team agonistici del Comitato e dei tanti giovani che hanno animato i vari circuiti regionali di specialit.Ma in particolare lultima stagione del Progetto Trentino Azzurro per la crescita dei giovani sciatori ha dato dei risultati eccezionali.A partire dal roveretano Matteo De Vettori, che ha centrato una medaglia doro in supercombinata e un bronzo in superG ai mondiali juniores di sci alpino di Jasna. E lui latleta dellanno.Ma stata unannata strepitosa anche per Federico Nicolini nello sci alpinismo, che ha vinto tutto quello che si poteva vincere. Dalla Coppa del Mondo generale juniores a 4 gare di Coppa individuali e 3 secondi posti, ed ancora due medaglie agli europei e tre agli italiani.Laltra rivelazione dellanno stata Giulia Strz nello sci di fondo, visto che ha centrato un bronzo nella sprint ai mondiali under 23 di casa, in Val di Fiemme, ma pure 4 medaglie ai campionati italiani assoluti e di categoria.Fra i tanti componenti del Progetto Trentino Azzurro hanno brillato il primierotto Giovanni Pasini, vincitore di due medaglie tricolori nello sci alpino e il moenese Sebastiano Pellegrin che di podi ai campionati italiani ne ha collezionati ben 6, oltre ad altri risultati di rilievo.Come ogni anno il Comitato assegna poi premi speciali alle giovani promesse che si sono particolarmente distinte durante linverno. Si tratta di Davide Magnini nello sci alpinismo, Sara Dellantonio nello sci alpino, Nicola Liviero nello snowboard, Giacomo Gabrielli nello sci di fondo e Daniele Varesco nel salto speciale. Per loro tante medaglie e piazzamenti di rilievo.Un altro premio speciale va a Matteo Battocchi, che in estate ha vinto due medaglie ai mondiali giovani di sci derba e a Mirko Felicetti che si aggiudicato due podi tricolori e altri due in Coppa Europa nello snowboard.Ma il Trentino ha lasciato il segno anche allappuntamento con le Olimpiadi di Sochi, visto che ben 11 atleti si sono giocati una medaglia nelle varie specialit. Grazie alle medaglie sfiorate di Stefano Gross e Daniela Merighetti, ma anche a Chiara Costazza, Luca De Aliprandini e Davide Simoncelli nello sci alpino, quindi a Gaia Vuerich, Ilaria Debertolis, Mattia Pellegrin ed Enrico Nizzi nello sci di fondo. Ed ancora Davide Bresadola e Roberto Dellasega nel salto speciale.Tornando al dato pi significativo, ovvero il record di medaglie ottenuto ai campionati italiani di categoria, oltre agli atleti gi citati nello sci alpino hanno centrato allori anche Pascal Rizzi, Anika Anna Angriman, Laura Pirovano e Anastasja Rasom. Per lo sci fondo Riccardo Bernardi, Tommaso Giacomel, Matilde Goss, Nicole Monsorno,

    Un inverno allinsegna dei giovaniRecord di medaglie tricolori: 118Matteo De Vettori e Giulia Strz conquistano podi ai mondiali e Federico Nicolini vince la Coppa del Mondo di sci alpinismo

  • Festa dello sci 2014 lavarone

    Stefano Dellagiacoma, Simone Mocellini, Davide Facchini, Michela Gabrielli, Elena Detassis, Marzia Monteleone, Monica Tomasini, Ilenia Defrancesco, Angelica Dellasega, Tommaso Dellagiacoma, Caterina Ganz, Stefano Detassis, Gianluca Pradel, Giandomenico Salvadori, Mauro Brigadoi, Stefania Zanon e Loris Frasnelli. Per quanto riguarda invece lo snowboard medaglie tricolori sono giunte da Alessandro Cloch, Emil Zulian, Alberto Maffei, Davide Liberatore, Lisa Caserotti, Manuel Pietropoli, Marco Donzelli, Margherita Meneghetti, Alessandro Bonapace, Alessandro Canalia, Alice Lombardi, Daniela Caneppele, Francesca Pasetto e Marco Kerschhackl. Podi anche nello sci alpinismo, grazie ad Elena Nicolini, Gian Luca Vanzetta, Elisa Dei Cas, Davide Galizzi, Nicola Pedergnana e Filippo Beccari. stata unannata strepitosa anche nel salto e combinata nordica, grazie alle medaglie di Mirko Sieff, Veronica Gianmoena, Diego Dellasega, Giulio Bezzi, Giovanni Bresadola, Michele Longo, Nicola Dallagiovanna, Manuel Facchini, Gabiele Monteleone, Arianna Sieff e Giada Tomaselli. Bronzo sorprendente poi dal biathlon grazie a Simone Andriotto e dallo sci derba con Nicol Libardoni, Alessandro Martinelli ed Alex Galler. Cos come nel freestyle ski con Igor Lastei, Martino Pesenti. Infine si sono ripetuti nello slittino Giovanni Salvadori, Simone Scalet e Simone Gaio.Il Trentino si poi confermato un centro organizzativo nevralgico. E sono i numeri a parlare. Basti pensare che complessivamente sono state organizzate ben 235 manifestazioni sotto legida del Comitato provinciale della Federsci, delle quali 138 di sci alpino, 66 di fondo, 11 di salto e combinata nordica, 5 di snowboard, 9 di sci alpinismo, 1 di biathlon, 4 di freestyle e 1 di sci derba.Fra queste competizioni ben 11 sono gli eventi top, ovvero la 26 Universiade del Trentino, la Coppa del Mondo di fondo con le finali del Tour de Ski in Val di FIemme, gli eventi di Coppa Europa ad Andalo, Pozza di Fassa e Madonna di Campiglio, lAlpen Cup di salto e combinata nordica, il Rock Alpine Fest di Andalo, la Marcialonga di Fiemme e Fassa valida per la Fis Marathon Cup, i campionati mondiali juniores e unde