presentazione standard di powerpoint - .sono conduttori tutti i metalli (rame, ferro, argento,...

Download Presentazione standard di PowerPoint - .Sono conduttori tutti i metalli (rame, ferro, argento, piombo,

Post on 18-Feb-2019

213 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Gabriele Ferrari1

2

Dalla Gazzetta Ufficiale del 12-12-2017

1/2

3

4

5

Valore medio

Un modo per ridurre gli errori casuali quello di non limitarsi ad una sola misurazione e considerare

come pi attendibile il valore medio delle misurazioni. Il valore medio di una misurazione si calcolasommando tutte i valori misurati e dividendo la somma per il numero di misurazione eseguite.

La formula per calcolare il valore medio la seguente:

Esercizio. Calcolare il valore medio delle seguenti misure di massa: 1,24 kg; 1,27 kg; 1,24 kg; 1,26 kg; 1,23 kg.

Dati: n = 5; V1 = 1,24 kg; V2 = 1,27 kg; V3 = 1,24 kg; V4 = 1,26 kg; V5 = 1,23 kg;

Calcolo: Vm = 1,24 kg + 1,27 kg + 1,24 kg + 1,26 kg + 1,23 kg / 5 = 6,24 kg / 5 = 1,248 kg = 1,25 kg

https://sites.google.com/site/percorsidiscienze/home/home_prime/incertezza-delle-misure-e-valore-medio/Formula valore medio.JPG?attredirects=0

6

7

8

9

Propriet

10

11

12

Propriet

13

14

15

16

Propriet

17

18

19

La temperatura di un corpo pu essere definita come una misura dello statodi agitazione delle entit molecolari delle quali costituito. In altre parole, latemperatura una propriet fisica intensiva, definibile per mezzo di unagrandezza fisica scalare (ovvero non dotata di direzione e verso), che indica lostato termico di un sistema.

Essa inoltre pu essere utilizzata per prevedere la direzione verso la quale avviene loscambio termico tra due corpi. Infatti la differenza di temperatura tra due sistemi, chesono in contatto termico, determina un flusso di calore in direzione del sistema menocaldo (o pi freddo), che continua finch non si sia raggiunto l'equilibrio termico (dopo untempo sufficientemente lungo), in corrispondenza del quale i due sistemi hanno la stessatemperatura.

20

GRADI

CELSIUS / FAHRENHEIT

ZERO ASSOLUTO

N.B. Le propriet intensive sono quellepropriet il cui valore non dipende dallaquantit di materia o dalle dimensioni delcampione, ma soltanto dalla sua natura edalle condizioni nelle quali si trova.

KELVIN

21

22

23

24

In base al loro comportamento elettrico i materiali si suddividono in conduttori e in isolanti. Si diconoconduttori quei materiali che lasciano passare (conducono) la corrente elettrica. Viceversa sonoisolanti i materiali che impediscono il passaggio della corrente.Sono conduttori tutti i metalli (rame, ferro, argento, piombo, zinco), mentre sono isolanti le materieplastiche, il legno, il vetro, l'aria, la carta.

Se pensiamo alla corrente come a un serpentone di macchine in movimento, i conduttori sono lestrade attraverso le auto possono circolare liberamente; invece gli isolanti agiscono come barriere,muri impenetrabili al passaggio delle auto. Continuando nella nostra analogia, come ci sono strade dicampagna (pi difficilmente percorribili) e autostrade a quattro corsie, cos alcuni conduttoriconducono meglio la corrente di altri. Per esempio l'oro e l'argento sono ottimi conduttori (potremmoparagonarli alle autostrade della corrente), mentre stagno e piombo non conducono altrettanto bene.Un buon compromesso fra conduttivit e costo rappresentato dal rame e dall'alluminio. Allo stessomodo alcuni isolanti isolano meglio di altri: per esempio porcellana e quarzo sono pi isolanti dellagomma.Un tipico cavo (o filo che dir si voglia) per il trasporto della corrente costituito da un nucleo diconduttore (es. un filo di rame) rivestito da una guaina isolante (es. in materiale plastico).

25

26

27

28

29

- Cromatografia.

30

31

32

33

34

35

36

37

38

Sono TRASFORMAZIONI FISICHE quelle che un materiale subisce nella sua forma, senza che venga alterata la sua natura chimica. Ne sono esempi i cambiamenti di stato o la dissoluzione di un solido (come lo zucchero o il sale) in acqua. Dopo una trasformazione fisica si pu ripristinare la situazione di partenza sempre con una trasformazione fisica (reversibilit delle trasformazioni fisiche). Per esempio, da un liquido trasformato in vapore si pu per raffreddamento di quest'ultimo riottenere il liquido di partenza.

Le TRASFORMAZIONI CHIMICHE, o reazioni chimiche, sono quelle per cui un materiale trasformato in un nuovo tipo di materiale, con propriet chimiche diverse. Esempi: La combustione del carbone o di un pezzo di legno, l'arrugginimento del ferro all'aria o la digestione degli alimenti sono esempi di trasformazione chimiche. Le trasformazioni chimiche sono generalmente irreversibili vale a dire che nella maggior parte dei casi lo stato iniziale del sistema irrecuperabile. Per esempio, dai prodotti della combustione del legno o del carbone non si pu in nessun modo riottenere legno o carbone. Sono dette reversibili le reazioni chimiche, meno frequenti, in cui dai prodotti si possono ottenere di nuovo le sostanze di partenza.

39

40

41

42

43

44

45

Una formula chimica una rappresentazione sintetica che descrive quali equanti atomi vanno a comporre una molecola (o una unit minima) di unasostanza (formula bruta), nonch la loro disposizione nello spazio (formula distruttura).

Formula BRUTA minima Formula BRUTA molecolare

Formule di STRUTTURA

46

Una reazione chimica una trasformazione della materia che avviene senzavariazioni misurabili di massa, in cui una o pi specie chimiche (dette "reagenti")modificano la loro struttura e composizione originaria per generare altre speciechimiche (dette "prodotti"). Ci avviene attraverso la formazione o la rottura deicosiddetti legami chimici intramolecolari.

47

48

49

In chimica, con il termine OSSIDORIDUZIONE o redox (composto dall'inglesereduction, riduzione e oxidation, ossidazione) si intendono tutte quelle reazionichimiche in cui cambia il numero di ossidazione degli atomi, cio in cui si hauno scambio di elettroni da una specie chimica ad un'altra.

50

51

52

53

54

55

56

57

58

59

60

61

Vale solo in soluzioni acquose!

62

63

64

65

66

67

68

I numerosissimi composti organici possono essere raggruppati inclassi dalle propriet relativamente omogenee, facendo riferimentoal gruppo funzionale o ai gruppi funzionali presenti nella loromolecola.

Oltre agli IDROCARBURI, le principali classi di composti organici comprendono:

- Gli alcoli e i fenoli;- Le aldeidi e i chetoni;- Gli acidi carbossilici e i loro derivati;- Le ammine;- I composti polifunzionali;- I composti eterociclici.

69

70

71

72

73

74

75

76

77

78

79

80

81

82

83

84

85

86

87

88

89

90

91

92

93

94

95

96

97