ore 8,00: all’avis: dono del sangue. a caramagna sante ... xxix domenica... · per ogni opera...

Download Ore 8,00: all’AVIS: dono del sangue. A Caramagna Sante ... XXIX domenica... · per ogni opera buona

Post on 15-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Ritiro spirituale per anziani aperto a tutti a Susa con altre parrocchie il 19-20-21 novembre 2013.

Prenotazioni in parrocchia entro il 10 novembre

Chi desidera ricevere via mail il foglietto a colori scriva alla mail: borio.antonio@tiscali.it http:www.diocesi.torino.it/ parrocchiacaramagna

20 ottobre20 ottobre

29 domenica T.ord.29 domenica T.ord.

Ore 8,00: allAVIS: dono del sangue. A Caramagna Sante Messe ore 8,30 Ore 10,30: celebrazione S. Messa e sacramento della cresima A Foresto: ore 11,00: Santa Messa

Luned 21 ottobre Ore 8,30: S. Messa in Parrocchia Ore 10,00 I incontro con i genitori e iscrizione al catechismo dei bambi-ni di II elementare Ore 21,00 I incontro con i genitori e iscrizione al catechismo dei bambi-ni di II elementare

Marted 22 ottobre Ore 9,30: Santa Messa alla Casa di Riposo Ore 21,00: gruppo famiglia Caramagna 4

Mercoled 23 ottobre Ore 8,30: S. Messa in parrocchia, segue ladorazione Eucaristica Ore 17,30: riunione catechisti/e

Gioved 24 ottobre Ore 20,30: S. Messa in parrocchia, segue ladorazione Eucaristica

Venerd 25 ottobre Ore 10,00 II incontro con i genitori dei bambini di II elementare Ore 16,00: Santa Messa alla Casa di Riposo Ore 21,00 II incontro con i genitori dei bambini di II elementare

Sabato 26 ottobre Ore 18,00: S. Messa festiva a Caramagna

27 ottobre27 ottobre 30 domenica T.ord.30 domenica T.ord.

Giornata MissionariaGiornata Missionaria

A Caramagna Sante Messe ore 8,30 e ore 10,00: Battesimi A Foresto: ore 11,00: Santa Messa

Luned 28 ottobre Ore 8,30: S. Messa in Parrocchia Ore 10,00 III incontro con i genitori dei bambini di II elementare Ore 21,00 III incontro con i genitori dei bambini di II elementare

Marted 29 ottobre Ore 9,30: Santa Messa alla Casa di Riposo

Mercoled 30 ottobre Ore 16,00: S. Messa al Centro anziani di via Beata Caterina

Gioved 31 ottobre Ore 20,30: S. Messa festiva dei Santi a CaramagnaOre 20,30: S. Messa festiva dei Santi a Caramagna Venerd Venerd

1 novembre1 novembre Tutti i SantiTutti i Santi

A Caramagna Sante Messe ore 8,30 e forse ore 10,00 ore 15 al Cimitero di Caramagna A Foresto: ore 11,00: Santa Messa al Cimitero di Foresto

Sabato 2 novembreSabato 2 novembre Tutti i defuntiTutti i defunti

Ore 8,30: S. Messa per tutti i defunti Ore 18,00: S. Messa festiva a Caramagna per tutti i defunti dellanno: novembre 2012.ottobre 2013

3 novembre3 novembre 31 domenica T.ord.31 domenica T.ord.

A Caramagna Sante Messe ore 8,30 e ore 10,00: S. Messa per i caduti di tutte le guerre A Foresto: ore 11,00: Santa Messa: inizio anno catechismo

4

PRIMA LETTURA (Es 17,8-13) Quando Mos alzava le mani, Israele

prevaleva. Dal libro dellsodo In quei giorni, Amalk venne a combattere contro Israele a Refidm. Mos disse a Giosu: Scegli per noi alcuni uomini ed esci in batta-glia contro Amalk. Domani io star ritto sulla cima del colle, con in ma-no il bastone di Dio. Giosu esegu quanto gli aveva ordinato Mos per combattere contro Amalk, mentre

Mos, Aronne e Cur salirono sulla cima del colle.

Quando Mos alzava le mani, Israele pre-valeva; ma quando le lasciava cadere, pre-valeva Amalk. Poich Mos sentiva pesare le mani, pre-sero una pietra, la collocarono sotto di lui ed egli vi si sedette, mentre Aronne e Cur, uno da una parte e laltro dallaltra, soste-nevano le sue mani. Cos le sue mani ri-masero ferme fino al tramonto del sole. Giosu sconfisse Amalk e il suo popolo, passandoli poi a fil di spada. Parola di Dio. Rendiamo grazie a Dio. SALMO RESPONSORIALE (Sal 120) Rit: Il mio aiuto viene dal Signore. Alzo gli occhi verso i monti: da dove mi verr laiuto? Il mio aiuto viene dal Signore: egli ha fatto cielo e terra. Rit Non lascer vacillare il tuo piede, non si addormenter il tuo custode. Non si addormenter, non prender sonno il custode dIsraele. Rit Il Signore il tuo custode, il Signore la tua ombra e sta alla tua destra. Di giorno non ti colpir il sole, n la luna di notte. Rit Il Signore ti custodir da ogni male: egli custodir la tua vita. Il Signore ti custodir

1

quando esci e quando entri, da ora e per sempre. Rit SECONDA LETTURA (2Tm 3,14-4,2)

Luomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona. Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo a Timteo Figlio mio, tu rimani saldo in quello che hai imparato e che credi ferma-mente. Conosci coloro da cui lo hai appreso e conosci le sacre Scritture fin dallinfanzia: queste possono istruirti per la salvezza, che si ottiene

mediante la fede in Cristo Ges. Tutta la Scrittura, ispirata da Dio, anche utile per insegnare, convincere, corregge-re ed educare nella giustizia, perch luo-mo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona. Ti scongiuro davanti a Dio e a Cristo Ge-s, che verr a giudicare i vivi e i morti, per la sua manifestazione e il suo regno: annuncia la Parola, insisti al momento op-portuno e non opportuno, ammonisci, rimprovera, esorta con ogni magnanimit e insegnamento. Parola di Dio. Rendiamo grazie a Dio. Canto al Vangelo (Ebr 4,12) Alleluia, alleluia. La parola di Dio viva ed efficace, discerne i sentimenti e i pensieri del cuore. Alleluia. VANGELO (Lc 18,1-8)

Dio far giustizia ai suoi eletti che gridano verso di lui. Dal Vangelo secondo Luca In quel tempo, Ges diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessit di pregare sempre, senza stancarsi mai: In una citt viveva un giudice, che non temeva Dio n aveva riguardo per alcuno. In quella citt cera anche una vedova, che andava da lui e gli

diceva: Fammi giustizia contro il mio avversario. Per un po di tempo egli non volle; ma poi disse tra s: Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi d tanto fastidio, le far giustizia perch non venga conti-nuamente a importunarmi. E il Signore soggiunse: Ascoltate ci che dice il giudice disonesto. E Dio non far forse giustizia ai suoi eletti, che gri-dano giorno e notte verso di lui? Li far forse aspettare a lungo? Io vi dico che far loro giustizia prontamente. Ma il Figlio delluomo, quando verr, trover la fede sulla terra?. Parola del Signore. Lode a Te, o Cristo. PROFESSIONE DI FEDE Credo in un solo Dio, Padre onnipo-tente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili. Credo in un solo Signore, Ges Cri-sto, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stes-sa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, e per opera dello Spirito Santo si incarnato nel seno della Vergine Maria e si fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pi-lato, mor e fu sepolto. Il terzo giorno risuscitato, secondo le Scritture, salito al cielo, siede alla destra del Pa-dre. E di nuovo verr, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avr fine. Credo nello Spi-rito Santo, che Signore e d la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio adorato e glorifi-cato, e ha parlato per mezzo dei pro-feti. Credo la Chiesa, una santa catto-lica e apostolica. Professo un solo bat-tesimo per il perdono dei peccati.

2 3

D isse una parabola sulla necessit di pregare sem-

pre senza stancarsi mai. Il peri-colo che minaccia la preghiera quello della stanchezza: qualche volta, spesso prega-re stanca, anche Dio pu stancare. la

stanchezza di scommettere sempre sull'invi-sibile, del grido che non ha risposta, quella che avrebbe potuto fiaccare la vedova della parabola, alla quale lei non cede. Ges ha una predilezione particolare per le donne sole che rappresentano l'intera cate-goria biblica dei senza difesa, vedove orfani poveri, i suoi prediletti, che egli prende in carico e ne fa il collaudo, il laboratorio di un mondo nuovo. Cos di questa donna sola: c'era un giudice corrotto in una citt, una vedova si recava ogni giorno da lui e gli chiedeva: fammi giustizia contro il mio av-versario! Che bella figura, forte e dignitosa, che nes-suna sconfitta abbatte, fragile e indomita, maestra di pre-ghiera: ogni giorno bussa a quella porta chiusa. Come lei, anche noi: quante preghiere sono volate via senza por-tare una risposta! Ma allora, Dio esaudisce o no le nostre preghiere? Dio esaudisce sem-pre: non le nostre richieste, le sue promes-se (Bonhoeffer). E il Vangelo ne trabocca: sono venuto perch abbiate la vita in pienez-za, non vi lascer orfani, sar con voi tutti i giorni fino alla fine del tempo, il Padre sa di cosa avete bisogno. Con l'immagine della vedova mai arresa Ges vuole sostenere la nostra fiducia: Se un giudice, che in tutto all'opposto di Dio, alla fine ascolta, Dio non far forse giu-stizia ai suoi eletti che gridano a lui, pronta-mente? Li far a lungo aspettare? Ci perdoni il Signore, ma a volte la sensazione pro-prio questa, che Dio non risponda cos pron-tamente e che ci faccia a lungo aspettare. Ma quel prontamente di Ges non si riferi-sce a una questione temporale, non vuol dire subito, ma sicuramente. Il primo mira-colo della preghiera rinsaldare la fede, farla poggiare sulla prima certezza che la parabola trasmette: Dio presente nella no-stra storia, non siamo abbandonati. Dio in-terviene, ma non come io vorrei, come lui vorr. Seconda certezza: un granello di se-nape di fede, una pic-cola vedova che non si lascia fiaccare, abbattono le mura. La pre-

ghiera un no gridato al cos vanno le cose. il primo vagito di una storia nuova che Dio genera con noi. La preghiera il respiro della fede (papa Francesco): pregare una necessit, per-ch se smetto di respirare smetto di vive-re. Questo respiro, questo canale aperto in