opuscolo riserva mab "alto molise"

Download Opuscolo Riserva MaB

Post on 03-Apr-2016

216 views

Category:

Documents

2 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Opuscolo che illustra il territorio della Nuova Riserva MaB Unesco "Alto Molise"

TRANSCRIPT

  • OPUSCOLO_RISERVA_MAB:Layout 1 21-07-2014 13:08 Pagina 1

  • LArea della nuova Riserva MaB

    OPUSCOLO_RISERVA_MAB:Layout 1 21-07-2014 13:08 Pagina 2

  • Francesco LombardiPresidente Consorzio Asso Mab Alto Molise

    PRESENTAZIONE

    Tutti i sogni possono diventare realt, se solo abbiamo il coraggio di inseguirli.Walter Elias Disney

    Questo un momento epico per lAlto Molise e per la nostra Regione: oggi stiamo infatti scrivendo inpositivo la storia del nostro territorio. Le opportunit che pu offrire il riconoscimento UNESCO, sono di eccezionale importanza e, se coltein pieno, potrebbero modificare i destini dello sviluppo territoriale dellAlto Molise, che oggi si affermasempre pi come vanto e punta di diamante dellintera Regione Molise. In questo periodo di profonda crisi economica ed istituzionale, il Consorzio AssoMaB ha dato un se-gnale di potenza straordinaria. Questa dunque la dimostrazione che, quando si amministra beneun territorio con delle potenzialit uniche come quelle dellAlto Molise, se si crede profondamente inun progetto e si lavora uniti con costanza e passione, si possono raggiungere anche i traguardi pi am-biziosi e difficili, come il riconoscimento a livello mondiale del Programma Unesco MaB.Questa solo una tappa del cammino che abbiamo intrapreso. Ora bisogna dimostrare di saper strut-turare una governance territoriale che consentir allAlto Molise e ai comuni consorziati di avere lagaranzia di uno sviluppo sostenibile e una grande spinta propulsiva per dare al nostro territorio unanuova linfa vitale, che permetter alla Riserva MaB Alto Molise di diventare un modello di sviluppoterritoriale, da replicare anche in altre aree.

    OPUSCOLO_RISERVA_MAB:Layout 1 21-07-2014 13:08 Pagina 3

  • IL RICONOSCIMENTO

    LALTO MOLISE TRA I SITI NATURALISTICI DELLUNESCOUn risultato di rilevanza mondiale, una grandissima occasione di sviluppo

    AMBIENTE E TERRITORIO

    OPUSCOLO_RISERVA_MAB:Layout 1 21-07-2014 13:08 Pagina 4

  • Nella 26a Sessione dellInternational Co-ordinating Council(ICC) del Programma MAB UNESCO, tenutasi a Jnkping(Svezia) dal 10 al 13 Giugno 2014, stata approvata la pro-posta di ampliamento e di ridenominazione della Riserva MAB diCollemeluccio-Montedimezzo, in quanto la Riserva ampliata (Colle-meluccio-Montedimezzo Alto Molise) soddisfa i requisiti del Pro-gramma MaB ed entra a far parte a pieno titolo del NetworkMondiale delle Riserve della Biosfera (World Network of BiosphereReserves - WNBR). Un territorio di 25mila ettari, che abbraccia settecomuni, attraversato da due tratturi, ricco di tartufi bianchi, allin-terno del quale ricade anche il sito archeo-logico di Pietrabbondante. Ma soprattuttounarea dallelevatissimo valore naturali-stico, tanto da entrare a far parte del net-work mondiale della biosfera. Adif fe renza della quasi totalit delle altrearee UNESCO italiane, grazie al processovolontario delle comunit locali, si riu-sciti a costruire la prima Riserva della Bio-sfera italiana completamente autonomada enti parco sia regionali sia nazionali.Larea AssoMaB stata inserita nellelenco dei siti di pregioper la conservazione e valorizzazione della biodiversit edel paesaggio culturale; le riserve inserite nellelenco sono631 in tutto il mondo, di cui dieci sono in Italia.La presenza di ben 7 Siti di Importanza Comunitaria (SIC -Direttiva Habitat) caratterizzati da 12 habitat, di cui 3 prio-ritari, di straordinari siti archeologici e di peculiarit silvo-pastorali, conferisce allintero territorio unampia epoliedrica valenza nella conservazione e valorizzazionedella diversit biologica e del paesaggio culturale. Un tra-guardo che stato raggiunto dopo anni di lavoro portatoavanti da un consorzio di enti pubblici denominato Asso Mab, for-mato dalla Regione Molise, dallUfficio territoriale per la biodiver-sit di Isernia, dallUnimol e dai sette comuni interessati: Carovilli,Chiauci, Pescolanciano, Pietrabbondante, Roccasicura, San PietroAvellana e Vastogirardi.

    CHE COS LASSO MAB

    Asso MaB lacronimo di Area Svi-luppo Sostenibile delle Riserve Manand Biosphere dellAlto Molise.Fanno parte del Consorzio i comuni di Caro-villi, Chiauci, Pescolanciano, Pietrabbondante,Roccasicura, San Pietro Avellana e Vastogi-rardi. La proposta di ricandidatura con amplia-mento delle Riserve MaB si attuata ancheattraverso la valorizzazione dellarea su cui in-siste il Consorzio grazie alla realizzazione di

    una adeguata promozioneturistica, che ha previstola creazione di un portaletelematico con specifichesezioni dedicate ai co-muni ed una efficace cam-pagna di marketingat tuata attraverso la pro-duzione di materiale di-

    vulgativo a mezzo stampa.

    Foto a pag. 4: La Riserva Naturale orientata MaB diMontedimezzo nel comune di Vastogirardi. Sopra, dal-lalto in basso: I loghi del Consorzio Assomab e dellaRiserva MaB Alto Molise e, sopra, il presidente dellaRegione Molise Paolo Di Laura Frattura, a sinistra las-sessore allAmbiente Vittorino Facciolla e a destra ilpresidente AssoMab Francesco Lombardi durante laconferenza stampa.

    5LA RISERVA MaB COLLEMELUCCIO-MONTEDIMEZZO ALTO MOLISE

    OPUSCOLO_RISERVA_MAB:Layout 1 21-07-2014 13:08 Pagina 5

  • I DUE NUCLEI ORIGINARI

    COLLEMELUCCIO E MONTEDIMEZZOIn origine era una delle otto Riserve della Biosfera MaB presenti in Italia e la prima ad essere stata istituita nel 1977

    AMBIENTE E TERRITORIO

    OPUSCOLO_RISERVA_MAB:Layout 1 21-07-2014 13:08 Pagina 6

  • In origine la Riserva della Biosfera MaB Collemeluccio-Montedi-mezzo era di 638 Ha; si trova nell'Alto Molise, la parte pi internae montuosa della Regione caratterizzata da una natura inconta-minata e da paesaggi di grande fascino, ove anche i costumi e le tra-dizioni locali sono ben conservati. Collemeluccio-Montedimezzo una delle otto Riserve della Biosfera MaB presenti in Italia e la primaad essere stata istituita (DD.MM. 23.12.1977) unitamente al ParcoNazionale del Circeo. A queste, nel corso degli anni se ne sono ag-giunte altre sei: Miramare (1979), Cilento e Vallo di Diano (1997),Somma-Vesuvio e Miglio d'Oro (1997), Valle del Ticino(2002), Isole di Toscana (2002) e Selva Pisana (2004).Complessivamente, a partire dal 1976, ne sono stateistituite 553 in 107 Paesi (aggiornamento 3 novembre2008) con lo scopo di realizzare le finalit del Pro-gramma MaB (Man and the Biosphere) dell'Organizza-zione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e lacultura (UNESCO). Si tratta di un programma internazionale di stu-dio delle reciproche relazioni tra l'uomo e l'ambiente per favorirel'utilizzazione razionale delle risorse della biosfera, conciliando laconservazione della biodiversit con lo sviluppo economico. Le ri-serve della biosfera sono designate dal Consiglio Internazionale diCoordinamento del programma MaB su proposta presentata da cia-scuno Stato sotto la cui giurisdizione sovrana permangono i territoriinteressati. L'insieme delle riserve costituisce la Rete mondiale delleRiserve della biosfera.

    UFFICIO TERRITORIALE PER LA BIODIVERSIT (UTB)

    Ufficio del Corpo Forestale dello Stato edha sede in Via Bellini, 8/10 di Isernia,nella locale Caserma Forestale. LUTBopera anche tramite il Posto Fisso di Montedi-mezzo ed eventuali visite guidate possono essereprenotate indifferentemente presso detti Uffici.I recapiti telefonici sono i seguenti:

    UTB IserniaTel. 0865 3935 - Fax 0865 413491e-mail: utb.isernia@corpoforestale.it

    Posto Fisso MontedimezzoTelefax 0865 940134

    e-mail: cs.montedimezzo@corpoforestale.it

    7LA RISERVA MaB COLLEMELUCCIO-MONTEDIMEZZO ALTO MOLISE

    Foto a pag. 6: La Caserma della Forestale a Colleme-luccio. Nel tondo: Logo UTB Isernia. In basso: Vedutadellantica dimora angioina affidata ai Monaci Certosinidi Napoli dal 1606 al 1799. Sotto: Autunno nella Riservadella Biosfera MaB di Collemeluccio (Pescolanciano).

    OPUSCOLO_RISERVA_MAB:Layout 1 21-07-2014 13:08 Pagina 7

  • IL NUCLEO DI MONTEDIMEZZO

    Il complesso forestale di Montedimezzo-Feudozzo-Pennataro,esteso circa 1170 ettari, di propriet degli Angioini dal 1200 edutilizzato come residenza estiva, fu acquistato nel 1606 dai Mo-naci Certosini di Napoli dopo che un immane incendio distrussel'intera foresta e i cinque casali che vi insistevano. I Monaci Certosinilo ricostituirono e lo conservarono fino al 1799 quando, in seguitoalle leggi eversive della feudalit e sui beni ecclesiastici, torn a farparte del regio patrimonio della Casa Borbonica e, con Regio Decreton. 981 del 12 giugno 1825, fu dichiarato Reale Riserva di Caccia. Conl'Unit d'Italia fu incamerato dallo Stato che nel 1908 lo affid in ge-stione all'ex Amministrazione Forestale e, come bene dello Stato di-chiarato inalienabile, fu trasferito all'Azienda Speciale del DemanioForestale di Stato, istituita con legge n. 277/1910, riordinata comeente autonomo e trasformata in A.S.F.D. (Azienda di Stato ForesteDemaniali) nel 1933. Questa stata soppressa con D.P.R. n. 616/77 dacui la denominazione Gestione ex A.S.F.D., fino alla recente riorga-nizzazione e ridenominazione di Ufficio per la Biodiversit che operaattraverso 28 UTB periferici. Montedimezzo, gi Foresta Demanialedello Stato, stato dichiarato Riserva Naturale Orientata con D.M.11.09.1971 per 242 ettari. Con D.M. 21.03.1972 la riserva stata am-pliata a 291 ettari in unico complesso con l'aggiunta di 49 ettari dipropriet dell'Istituto Sperimentale per la Selvicoltura, oggi CRA-FSA (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura -Unit di Ricerca per la gestione dei sistemi forestali dell'Appennino- S. Pietro Avellana - IS). Da oltre un secolo, dunque, Montedimezzo gestito dal Corpo Forestale dello Stato, mentre le foreste di Penna-taro e di Feudozzo sono state trasferite rispettivamente alla RegioneMolise ed alla Regione Abruzzo