Gli strumenti per l'osservazione del cielo: Luigi A. Smaldone Dipartimento di Fisica Università di Napoli Federico II Planetario di Caserta Telescopi &

Download Gli strumenti per l'osservazione del cielo: Luigi A. Smaldone Dipartimento di Fisica Università di Napoli Federico II Planetario di Caserta Telescopi &

Post on 01-May-2015

216 views

Category:

Documents

2 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

<ul><li> Slide 1 </li> <li> Gli strumenti per l'osservazione del cielo: Luigi A. Smaldone Dipartimento di Fisica Universit di Napoli Federico II Planetario di Caserta Telescopi &amp; Co. Occhi &amp; Accessori </li> <li> Slide 2 </li> <li> Educazione alla visione Visione usuale: fotopica ambienti illuminati percezione dei colori visione centrale </li> <li> Slide 3 </li> <li> Educazione alla visione 2 I ricettori: Coni : attivi ad alta illuminazione (fotopica) 3 tipi (, , ) 7 milioni (addensati in zona centrale, macula lutea o fovea centralis ) piccole dimensioni Bastoncelli : attivi solo a bassa illuminazione (scotopica) un solo tipo 120 milioni (bassa densit in zona centrale, quasi assenti in macula lutea) dimensioni pi grandi Visione centrale Visione periferica </li> <li> Slide 4 </li> <li> Educazione alla visione 3 Visione periferica: attenzione al punto cieco !! test del punto cieco per occhio destro </li> <li> Slide 5 </li> <li> Educazione alla visione 4 iride Il nostro diaframma automatico: liride </li> <li> Slide 6 </li> <li> Educazione alla visione 5 tempi di adattamento alla visione notturna: dai 10 ai 30 minuti (dipende dallet ! dalla vitamina A1 per formare la rodopsina ) Visione periferica (attenti al punto cieco) </li> <li> Slide 7 </li> <li> Educazione alla visione 6 Risposta degli occhi ad uno stimolo visivo Logaritmica !! Le Magnitudini stellari </li> <li> Slide 8 </li> <li> Aiuti alla visione Pupilla completamente dilatata = 7 mm 0,4 cm 2 Diametro : Elemento fondamentale </li> <li> Slide 9 </li> <li> La formazione delle immagini Punto prossimo &gt; 20 cm Obiettivo Oculare F f </li> <li> Slide 10 </li> <li> La formazione delle immagini Obiettivo Oculare F f Ingrandimento= F/f </li> <li> Slide 11 </li> <li> f La formazione delle immagini La formazione delle immagini Obiettivo Oculare F Ingrandimento= F/f Altri elementi caratteristici </li> <li> Slide 12 </li> <li> Obiettivo F Altri elementi caratteristici D Rapporto dapertura=D/F =f/n o f-numero dove n indica che la focale n volte il diametro dellobiettivo (tipo f/2.8 f/16 .) pi n piccolo pi luminoso, aperto, rapido lobiettivo </li> <li> Slide 13 </li> <li> Primo passo: il binocolo Sigle magiche: 5x20 7x50 12x80 Diam pi grande il Diam, pi luce raccoglie ma Ingr x Diam (in mm) </li> <li> Slide 14 </li> <li> Ingrandimento: pi grande meglio? </li> <li> Slide 15 </li> <li> Slide 16 </li> <li> Ingrandimento notturno ottimale Pupilla duscita Pupilla umana adattata al buio = 5-6 mm. Pupilla duscita (in mm.)=Diam/Ingr </li> <li> Slide 17 </li> <li> Di giorno i binocoli sono quasi tutti buoni </li> <li> Slide 18 </li> <li> ma, di notte, iniziano i problemi! ma, di notte, iniziano i problemi! la famigerata ! </li> <li> Slide 19 </li> <li> Cosa osservare in Inverno al binocolo (anche al telescopio) Ammasso delle Iadi (nella costellazione del Toro la V che forma la faccia del toro) Le Pleiadi (o M45, oggetto 45 del catalogo Messier) Ammasso aperto M41 (nel Cane Maggiore) Nebulose in Orione (M42 ed M43) </li> <li> Slide 20 </li> <li> Cosa osservare in Primavera inizio Estate Ammasso aperto M35 (ai piedi dei Gemelli) Ammasso aperto del Presepe M44 Ammasso globulare M13 (in Ercole) Ammasso aperto M39 (nel Cigno) </li> <li> Slide 21 </li> <li> Cosa osservare in Estate al binocolo (anche al telescopio) Nebulosa planetaria M27 (nella Volpetta) Nebulosa ad emissione Cigno M17 (nel Sagittario) Nebulosa Laguna M8 (nel Sagittario) </li> <li> Slide 22 </li> <li> Cosa osservare in Autunno al binocolo (anche al telescopio) Galassia di Andromeda M31 Doppio ammasso di Perseo Ammasso aperto M34 (in Perseo) </li> <li> Slide 23 </li> <li> Secondo passo : il telescopio Secondo passo (costoso): il telescopio Rifrattore o R RR Riflettore ? Montatura A AA Altazimutale o E EE Equatoriale ? Quali O OO Oculari ? Moto O OO Orario ? Visione diretta o F FF Fotografica ? Puntamento &amp; Inseguimento C CC Computerizzato ? Fotografia D DD Digitale ? </li> <li> Slide 24 </li> <li> Non dimenticate il telescopio di scorta! Cercatore </li> <li> Slide 25 </li> <li> Rifrattore (o diottrico) Obiettivo formato da lenti Difetti: apertura modesta (f/15) non adatto a nebulose e galassie Costi elevati Grossi ingombri e pesi Pregi: adatto per oggetti del Sistema Solare (Sole, Luna, Pianeti) e separazione di Doppie </li> <li> Slide 26 </li> <li> Rifrattore (o diottrico) Diametro obiettivo = 15 cm ! </li> <li> Slide 27 </li> <li> Riflettore (o catottrico) Obiettivo formato da specchi Pregi: S emplicit costruttiva P ermette diametri anche elevati R apporto di apertura: (f/7 e oltre) oggetti del Sistema Solare (f/4...6) fotografia cielo profondo. Il prototipo : il Newtoniano Difetti: P resenza di coma (aberrazione extra-assiale) M oti convettivi dovuti al tubo aperto P osizione di osservazione, a volte, scomoda </li> <li> Slide 28 </li> <li> NewtonianoNewtoniano Diametro obiettivo = 15 cm ! </li> <li> Slide 29 </li> <li> Riflettore Cassegrain Pregi: P ermette focali lunghissime anche compatto f/15 e oltre: adatto a oss. alta risoluzione di Luna e Pianeti, stelle doppie e fotografia cielo profondo. Difetti: P resenza di coma ai bordi M oti convettivi dovuti al tubo aperto </li> <li> Slide 30 </li> <li> CassegrainCassegrain Diametro obiettivo = 20 cm ! </li> <li> Slide 31 </li> <li> CatadiottriciCatadiottrici Obiettivo formato da lenti e specchi Pregi: C ompattezza (vantaggio montatura e trasp.) T ubo chiuso (ridotte turbolenze interne) A datto a tutti gli usi (senza eccellere) Il prototipo : lo Schmidt Difetti: N otevole ostruzione del secondario P erdita di contrasto sui dettagli fini </li> <li> Slide 32 </li> <li> SchmidtSchmidt Diametro obiettivo = 27 cm ! </li> <li> Slide 33 </li> <li> La cassetta degli oculari </li> <li> Slide 34 </li> <li> Riassunto prestazioni telescopio Diametro (D) Rapp. dapertura D/F (f-numero) Ingrandimento F/f (al massimo deve essere 2,5xD con D in mm !) Utilizzazione f-num &gt; 10 Osservazione pianeti e Luna 5 </li></ul>

Recommended

View more >