criteri per la definizione di indicatori prioritari di ... ?· nale di adattamento ai cambiamenti...

Download Criteri per la definizione di indicatori prioritari di ... ?· nale di Adattamento ai Cambiamenti climatici…

Post on 15-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

IdA

C

om

un

icaz

ion

e te

cnic

o-s

cien

tifi

ca

213

CRITERI PER LA DEFINIZIONE DI INDICATORI PRIORITA-

RI DI IMPATTO DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI: VERSO

UN SET A LIVELLO NAZIONALE

Ingegneria dellAmbiente Vol. 5 n. 3/2018doi.org/10.32024/ida.v5i3.tsc01

Francesca Giordano1,*, Claudia Sebbio1, Gabriele Antolini2, Lucio Botarelli2, Federica Flapp3, Veronica Bonati4, Luca Onorato4, Nicola Loglisci5, Graziella Priod5,

Renata Pelosini5, Andrea Motroni6, Umberto Morra di Cella71 Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

2 Agenzia Regionale per la Prevenzione, lAmbiente e lEnergia dellEmilia-Romagna. 3 Agenzia Regionale per la Protezione dellAmbiente del Friuli Venezia Giulia.

4 Agenzia Regionale per la Protezione dellAmbiente ligure. 5 Agenzia Regionale per la Protezione dellAmbiente del Piemonte.

6 Agenzia Regionale per la Protezione dellAmbiente della Sardegna. 7 Agenzia Regionale per la Protezione dellAmbiente della Valle dAosta.

Sommario Come evidenziato nella Strategia Nazio-nale di Adattamento ai Cambiamenti climatici(MATTM, 2015), in Italia si stanno gi manifestandoi cambiamenti climatici ed i relativi impatti, con dif-ferente intensit e disomogenea distribuzione sul terri-torio. In questo contesto di cambiamento, emergeran-no con ogni probabilit nuove problematiche, mentrealcuni fenomeni gi esistenti potranno subire unam-plificazione. La comunit scientifica sar quindi chia-mata ad affrontare nuove sfide, che richiederannonuovi strumenti conoscitivi, nonch sistemi innovatividi supporto alle decisioni. Nel 2016 il Sistema Nazio-nale per la Protezione dellAmbiente (SNPA), costi-tuito dallIstituto Superiore per la Protezione e laRicerca Ambientale e dalle Agenzie Regionali e delleprovince autonome di Trento e Bolzano per la Prote-zione dellAmbiente, ha avviato uniniziativa finaliz-zata a definire un set di indicatori di impatto dei cam-biamenti climatici a livello nazionale. Lobiettivo quello di migliorare il quadro conoscitivo sulle conse-guenze ambientali, sociali ed economiche dei cambia-menti climatici, favorire i processi di comunicazioneper aumentare la consapevolezza dei cittadini su talitemi, supportare i processi decisionali ed, infine, con-tribuire a stabilire uno scenario di riferimento rispettoal quale poter monitorare lefficacia delle future azio-ni di adattamento. Ad oggi sono stati individuati circa150 potenziali indicatori di impatto dei cambiamenticlimatici appartenenti ai seguenti settori: a) risorseidriche; b) desertificazione, degrado del territorio esiccit; c) dissesto idrogeologico; d) biodiversit edecosistemi terrestri, marini e di acque interne e ditransizione; e) salute; f) foreste e produttivit foresta-le; g) agricoltura e produzione alimentare; h) pescamarittima; i) acquacoltura; j) energia; k) zone costie-re; l) turismo; m) insediamenti urbani; n) patrimonioculturale; o) trasporti e infrastrutture; p) industriepericolose; q) aree alpine e appenniniche; r) bacinofluviale del Po. Essi costituiscono un portfolio di indi-catori molto ampio, necessario al fine di mettere asistema un monitoraggio ottimale degli impatti. Nelbreve termine, soltanto un numero limitato di indica-

tori verr selezionato sulla base di opportuni criteri esuccessivamente popolato, con lobiettivo di stabilireuna prima baseline di riferimento su scala nazionale.

Parole chiave: cambiamenti climatici, impatti chiave, criteri,indicatori di impatto dei cambiamenti climatici, adattamento.

CRITERIA FOR THE PRIORITIZATIONOF CLIMATE CHANGE IMPACT INDI-CATORS: TOWARDS A NATIONAL SETOF INDICATORS

Abstract As highlighted by the National AdaptationStrategy (MATTM, 2015), climate change and itsimpacts are already ongoing in Italy, even with differ-ent intensity and uneven distribution in space. In thiscontext, new problems will arise and existing phenom-ena will be exacerbated. The scientific community willbe therefore required to face new challenges, whichwill call for new know-how and decision support sys-tems. In 2016, the National System for EnvironmentalProtection, which includes the Institute for Environ-mental Protection and Research and theRegional/Provincial Agencies for Environmental Pro-tection, launched an initiative aiming at the definitionof a climate change impact indicators set with the pur-pose: i. to improve knowledge on the current climatechange impacts in Italy; ii. to facilitate communicationand awareness raising processes on such themes; iii. tosupport the decision processes; and finally iv. to estab-lish a reference scenario for the future monitoring ofeffectiveness of adaptation measures. The NationalSystem has therefore worked in order to establish awide portfolio of climate change impact indicators.For the purpose of the work, an impact indicator hasbeen intended as an observed measure that indicates arelevant environmental, social, economic impact,and whose causes can be linked in some way tothe interaction between changes in climate and thesystem it portrays (Costa et al., 2016). To date, about150 potential climate impact indicators have beenidentified, based on existing literature and guided byan expert judgement. The indicators belong to differ-ent sectors, such as: a) water resources; b) desertifica-tion, land degradation and drought; c) hydrogeologicalrisk; d) biodiversity and terrestrial, marine and fresh-water ecosystems; e) health; f) forestry; g) agriculture;

* Per contatti: Viale Cesare Pavese 305, 00144 Roma. Tel.06.50072547; e-mail: francesca.giordano@isprambiente.it.

Giordano+_Giordano 25/10/2018 10:02 Pagina 213

h) fisheries; i) aquaculture; j) energy; k) coastal areas;l) tourism; m) urban settlements; n) cultural heritage;o) transport and infrastructure; p) hazardous industries;q) Alpine and Apennines; r) Po river basin. These indi-cators constitute a very broad portfolio, finalised at theoptimal monitoring of the impacts of climate change.In the short term, the objective will be to calculate alimited number of these indicators and to provide afirst baseline reference. For this purpose, criteria forthe prioritization of key impacts of climate change aswell as criteria for the evaluation and selection of themost appropriate indicators have been defined. Amongthe first category of criteria are: i. the cause-effect linkand the attribution of a phenomenon to climatechange; ii. the magnitude; iii. the timing; iv. the occur-rence rate; v. the persistence/reversibility; vi. the like-lihood; vii. the value of the potentially affectedresource. Among the criteria for the evaluation andselection of key indicators there are general criteria,such as the SMART approach criteria (specific, mea-surable, achievable, relevant, time-bounded), and spe-cific criteria, such as: i. link with the impact; ii. feasi-bility; iii. sensitivity; iv. timeliness; v. uncertaintiesdescription; vi. data availability; vii. use in the Euro-pean context; viii. reliability of methodology; ix. poli-cy relevance; x. costs; xi. measure of the effectivenessof adaptation. Existing barriers for the implementationof this activity are various. Lack of scientific evidenceabout the cause-effect link, limited availability of datain term of time and spatial coverage, lack of adequatemonitoring systems, and uncertainties affecting theevaluation are among the main examples. For this rea-son, there is an obvious need to continue scientificresearch that could establish and better understand thelinks between the phenomena and climatic factors.

Keywords: climate change, key impacts, criteria, climatechange impact indicators, adaptation.

Ricevuto il 14-11-2017. Modifiche sostanziali richieste il 13-12-2018.Accettato il 2-10-2018.

1. INTRODUZIONE

Il clima della Terra sta cambiando e gli effetti sonovisibili sia in Italia sia nel resto del mondo: aumentodelle temperature, modifica dei regimi delle preci-pitazioni, eventi climatici estremi sempre pi vio-lenti come precipitazioni intense, siccit e onda-te di calore , riscaldamento degli oceani, fusionedei ghiacciai, sono tra i fenomeni pi evidenti.Gli impatti dei cambiamenti climatici, definiti co-me gli effetti degli eventi meteorologici e clima-tici estremi e dei cambiamenti climatici sui sisteminaturali ed umani si riferiscono generalmente aglieffetti su persone, mezzi di sussistenza, salute, eco-sistemi, beni e risorse economiche, sociali e cultu-rali, servizi e infrastrutture dovuti allinterazionedei cambiamenti climatici o degli eventi climaticipericolosi che si presentano entro uno specifico pe-riodo di tempo, con la vulnerabilit di una societ

o di un sistema esposti ai cambiamenti climaticistessi (IPCC, 2014).In questo contesto di cambiamento, probabilmen-te molti fenomeni gi esistenti potranno subireunaccelerazione e potranno emergere problemati-che ambientali fino ad oggi sconosciute, rendendonecessari nuovi strumenti di osservazione, nonchsistemi innovativi di supporto alle decisioni. Que-sta crescente esigenza conoscitiva richieder quin-di capacit diagnostiche e di monitoraggio assaipi adeguate di quelle attuali: una buona com-prensione dei fenomeni rappresenta, infatti, il pri-mo passo verso lindividuazione delle miglioriazioni finalizzate a ridurre gli impatti e la vulnera-bilit ai cambiamenti climatici, assicurandone inquesto modo appropriatezza e tempestivit. Come sottolinea la Strategia Nazionale di Adatta-mento ai Cambiamenti climatici (MATTM, 2015),in Italia vi una necessit crescente di svilupparee mettere a sistema un set di indicatori di impattodei cambiamenti climatici a livello nazionale, al fi-ne di migliorare il quadro conoscitivo alla base deiprocessi di implementazione delladattamento. Perpoter essere efficaci, infatti, le azioni di adatta-mento dovranno essere basate su e

Recommended

View more >