win-win. la risposta alla crisi

Download Win-Win. La risposta alla crisi

Post on 18-Mar-2016

218 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Win-Win. La risposta alla crisi.

TRANSCRIPT

  • Win-Win La risposta alla crisi.Luca Guastini Edoardo Lombardo Vincenzo Mosca Alberto Schilir

    www.retroonline.it

  • IL PROGETTO

    Il progetto Win Win vuole coinvolgere quattro diversi soggetti che collaborano per ottenere ciascuno un beneficio per s e complessivamente un effetto di crescita: impresa, lavoratore, commerciante e banca.

    L'ottica di collaborazione si impone come scelta obbligata, visto l'indiscutibile fallimento degli approcci puramente competitivi e di contrapposizione (se non di aperto e frontale conflitto): ogni attore del sistema economico sociale deve dare il proprio contributo per la crescita del benessere proprio e dell'intera societ

    Win Win vuole essere uno strumento di crescita del benessere di ciascuno dei soggetti coinvolti e del gruppo nel suo insieme, attraverso il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

    per impresa e lavoratore: aumentare il valore, in termini di potere dacquisto del salario riducendo il costo del lavoro per l'azienda;

    per il commerciante: accrescere i volumi e fidelizzare il cliente;

    per la banca: aumentare la clientela e la raccolta di fondi operando per la salvaguardia e lo sviluppo dell'economia reale sul territorio.

    www.retroonline.it

  • LIDEA

    L'idea ruota attorno alla stipula di un accordo plurilaterale, che coinvolga lavoratori e imprese, commercianti e istituti di credito regolandone i rapporti secondo lo schema sinteticamente esposto di seguito.

    La banca si pone come tramite tra impresa, lavoratori e commercianti.

    Da un lato, stringe rapporti con un ampio numero di commercianti disponibili a riconoscere uno sconto particolare del x% riservato ai possessori del conto, da noi ipotizzato, WIN-WIN.

    Dall'altro lato, concorda con l'impresa che fornir a tutti i dipendenti che lo vorranno, un conto corrente su cui sar accreditato lo stipendio e a cui sar collegato il conto carta WIN-WIN; inoltre qui sta la vera novit si incaricher di ripartire lo sconto accordato dal commerciante tra lavoratore e impresa. In altri termini, ogni volta che il lavoratore utilizzer la carta WIN-WIN in un esercizio aderente gli verr applicato uno sconto pari a 2/3

    del x% concordato; la banca addebiter tale importo sul conto corrente del titolare della carta e accrediter sul conto del commerciante l'importo corrispondente al prezzo scontato del x% e all'impresa l'importo pari a 1/3 dello sconto accordato.

    www.retroonline.it

  • Un esempio numerico aiuter a comprendere pi facilmente: supponiamo che l'accordo preveda uno sconto del 30%: il lavoratore comprer beni per un valore di 100 euro pagandoli 80 euro (sconto 20%, pari a 2\3 del 30%); la banca addebiter gli 80 euro sul conto del lavoratore, accreditandone 70 al commerciante (prezzo scontato del 30%) e 10 all'impresa (10%, 1\3 dello sconto).

    Nel complesso, dunque, 1.000 euro di stipendio ricevuto e speso con la carta varranno per il lavoratore 1.200 euro e saranno costati al datore 900 euro. D'altro canto, il commerciante, applicando lo sconto concordato, aumenter il volume d'affari e fidelizzer il cliente senza spese aggiuntive.

    Da qui il nome della carta: la collaborazione tra i soggetti implicati nel rapporto produce vantaggi per tutti, secondo lo schema win-win della teoria dei giochi di Nash.

    www.retroonline.it

  • FINALITA

    Il Progetto prevede lo studio di fattibilit per l'attuazione dell'idea, mediante contatti con i rappresentanti di categoria e i sindacati, nonch con possibili partner che intendano dar vita ad un'esperienza pilota.

    In esito a tale esperienza, si riporteranno i risultati in un documento finale che, in caso di successo dell'iniziativa, cercher di ipotizzarne gli sviluppi su scala territoriale progressivamente crescente.

    Ogni contributo concreto, di studio e/o di analisi, ben accetto.

    www.retroonline.it

  • CREDITS

    Per ulteriori informazioni:

    Studio Legale Guastini e Moscawww.guastiniemosca.itredazione@retroonline.it

    Per le tue pubblicazioni:

    Edizioni Retr www.retroonline.it redazione@retroonline.it

    www.retroonline.it

Recommended

View more >