UX e storytelling sulla personalità da scrivania

Download UX e storytelling sulla personalità da scrivania

Post on 15-Apr-2017

90 views

Category:

Lifestyle

6 download

TRANSCRIPT

  • 1

    Martina Ondei | UX e storytelling

    Personalita da scrivania

    -istruzioni per luso-

  • 2

    Appendice: le personalit da scrivania.

    Le considerazioni emerse dalla fase di ricerca condotta per lesame di Ergonomia

    Cognitiva, sono state aggregate in forma di storytelling in 7 personalit da scrivania.

    Per ognuna di esse stata fornita una descrizione sintetica ed una breve lista di

    suggerimenti rivolti al settore marketing. Per conferire alla presentazione delle

    personalit da scrivania una veste narrativa ed espressiva, ad ogni personalit

    stato associato un font specifico.

  • 3

    Io lavoro cos.

    Queste personalit dicono di conoscersi e di aver ormai consolidato un metodo di

    lavoro standard. La disposizione della loro scrivania infatti stabile nel tempo, fissa

    al punto che essi credono di massima efficienza ed in cui essi si ritrovano.

    Suggerimenti

    Re-design: il ri-lancio periodico di oggetti tradizionali (o standard) con vesti

    estetiche nuove (le nuove collezioni). Ma il mutamento deve essere solo

    estetico e mai estremo!

    Essendo persone abitudinarie, tenderanno a rinnovare la propria scrivania

    con non troppa frequenza e sempre negli stessi periodi. Campagne marketing

    periodicizzate;

    Oggetti

    disposti con

    ordine

    standard

    Spazi vuoti

    Organizer

  • 4

    Ma solo per questo periodo.

    Queste persone tendono a ritenere la situazione attuale temporanea, a prescindere

    da quanto essa sia effettivamente limitata nel tempo. Questi individui, pertanto,

    potrebbero trarre vantaggio da oggettistica non troppo impegnativa, richiudibile o

    agilmente intercambiabile.

    Suggerimenti:

    Evitare slogan che facciano riferimento alla resistenza degli oggetti, alla loro

    longevit o potenziale irrinunciabilit, tipo Non potrai pi farne a meno,

    Linvestimento della vita, ecc;

    Sottolineare la temporaneit degli oggetti, il fatto che siano poco

    impegnativi (calendari mensili, contenitori a matrioska, ogg in materiali molli,

    pieghevoli, ecc);

    Possono aver presa su questi clienti oggetti usa e getta, apri e chiudi,

    richiudibili con poco ingombro

    Oggetti

    disposti a

    caso

    nella

    zona di

    lavoro

    Oggetti

    temporaneamente

    accatastati

    Disordine instabile

  • 5

    Io nel mio disordine mi ci ritrovo

    Individui che rifuggono lordine canonico o imposto da altri. Questi soggetti stanno

    bene nella situazione in cui si ritrovano e non perderebbero mai tempo ed energia per

    tenere in ordine pi di quanto non facciano gi. Disordinati ma magari non

    disordinatissimi.

    Suggerimenti:

    Evitare richiami espliciti allordine della scrivania;

    Puntare sulla valorizzazione personale del metodo di lavoro: Tu lavori cos?

    Bene, con questi prodotti io ti aiuto a continuare cos;

    Il disordine effettivo oggetti che implicitamente facilitino le cose

    potrebbero essere graditi allutente: es color code delloggettistica; forme /

    colori che saltino immediatamente allocchio;

    Disordine stabile

    Macchie di caffe

    Oggetti di tutti i tipi

  • 6

    Le inadempienze passate non scalfiscono le imperiture speranze dordine di queste

    persone. Puntualmente soffocati dal caos, rimettono ordine con la promessa di

    impegnarsi a mantenere stabilmente quellordine. Non smettono mai di crederci.

    Suggerimenti:

    Oggetti che si presentano come intrinsecamente portatori dordine

    potrebbero conquistare questi individui;

    Per, dopo uno o due acquisti si renderanno conto che non basta possedere

    quelloggetto ordinato;

    Perci ciclicamente bisogna rinnovare lofferta con oggetti sempre nuovi: il

    calendario, lorganizer, lagenda, tutti sempre strutturati in modo diverso,

    per una nuova occasione dordine;

  • 7

    Questi individui tendono a circondarsi di cose gradevoli a prescindere dalla loro

    effettiva funzionalit. Creativi, lontani dallovvio, non temono il superfluo in quanto

    tale.

    Suggerimenti:

    Oggettistica che trasmette valori che sappiano andare al di l del mero uso

    da scrivania. Che sappiano incarnare uno status;

    Creativit, innovazione, alternanza;

    Collezioni di ampia portata, corredi 2.0. Oggettistica in serie, da collezione,

    rara ma modaiola;

  • 8

    Sono disordinato ma non vero

    Queste personalit si definiscono disordinatissime pur non essendolo. Il loro

    disordine, difatti, molto contenuto e bastano pochissimi oggetti fuori posto per

    gridare al caos. Sanno sempre dove si trova ogni elemento. Vogliono appartenere

    alla categoria dei disordinati.

    Suggerimenti:

    Rivolgersi a loro riconoscendoli come disordinati ma proporgli oggetti al di

    fuori della declinazione dellordine/disordine;

    Presentare degli oggetti dichiarando che i disordinati ne trarranno beneficio

    (ma non perch diventeranno ordinati);

    Inclini a seguire le mode, gli oggetti mainstream sortiranno effetti positivi;

    Disordine

    localizzato

    Disposizione

    metodica

    Spazio

    vuoto

    Disposizione metodica

    Spazio

    vuoto

  • 9

    Vorrei ma non posso Colui che non compra perch sa che poi non user lacquisto, non avr spazio in cui

    metterlo, lha gi, o comunque totalmente disinteressato allargomento. Questi

    individui sono compratori solo per necessit e pertanto non rigettano per principio

    lidea di pagare di pi per avere oggetti pi duraturi.

    Suggerimenti:

    Puntare sulla versatilit di alcuni oggetti;

    Puntare sullindispensabilit di alcuni oggetti, essere un brand che mantiene

    una produzione della cancelleria di base, con un catalogo dotato di molti

    oggetti standard;

    Puntare sulla resistenza di alcuni oggetti: slogan del tipo La matita

    resistente, Le cartellette indistruttibili potrebbero essere efficaci;

    Assenza del

    superfluo

    Solo gli

    oggetti

    duso

    corrente

    occupano lo

    spazio di

    lavoro

    Ordine funzionale