thomas kuhn (1922 - 1996) - strutture | colletti/download/kuhn-et-al.pdf thomas kuhn (1922 - 1996)...

Download Thomas Kuhn (1922 - 1996) - Strutture | colletti/download/kuhn-et-al.pdf Thomas Kuhn (1922 - 1996) STORIA

Post on 28-Jul-2020

7 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Thomas Kuhn (1922 - 1996) STORIA della scienza

    - scienza normale (paradigma)

    - scienza straordinaria (rivoluzione scientifica)

  • PARADIGMI SCIENTIFICI

    Si originano a partire dai “grandi lavori” scientifici:

    - Fisica, Aristotele - De Revolutionibus, Copernico - Principia, Newton - Opticks, Newton - Experiments and Observations on Electricity, Franklin - Traité Elementaire de Chimie, Lavoisier

    “I risultati che presentavano erano sufficientemente nuovi per attrarre uno stabile gruppo di seguaci, distogliendoli da forme di attività scientifica contrastanti con essi; e nello stesso tempo, erano sufficientemente aperti da lasciare al gruppo di scienziati costituitosi su queste nuove basi la possibilità di risolvere problemi di ogni genere.”

    “Coloro la cui ricerca si basa sui paradigmi condivisi dalla comunità scientifica si impegnano ad osservare le stesse regole e gli stessi modelli nella loro attività scientifica”

    (Kuhn)

  • NOTA sull'accezione di “paradigma”

    “In grammatica, ad esempio, “amo, amas, amat” è un paradigma, perché mostra lo schema da usare nel coniugare numerosi altri verbi latini […] In questa applicazione convenzionale, la funzione del paradigma è quella di permettere la riproduzione di esempi, ciascuno dei quali potrebbe servire in linea di principio a sostituirlo. In una scienza, però, un paradigma è raramente uno strumento di riproduzione. Invece, analogamente ad un verdetto giuridico accettato nel diritto comune, è lo strumento per una ulteriore articolazione e determinazione sotto nuove o più restrittive condizioni”

    SCIENZA NORMALE: compimento di una potenzialità

    “ Il successo di un paradigma – sia esso l'analisi aristotelica del movimento, o il calcolo tolemaico della posizione dei pianeti, o l'uso della bilancia fatto da Lavoisier, o la matematizzazione che Maxwell compì del campo elettromagnetico – è all'inizio, in gran parte, una promessa di successo che si può intravedere in alcuni esempi scelti ed ancora incompleti. La scienza normale consiste nella realizzazione di quella promessa.”

    (Kuhn)

  • La maturazione del paradigma: “mopping up”

    “Le operazioni di ripulitura costituiscono l'attività che impegna la maggior parte degli scienziati nel corso di tutta la loro carriera. Esse costituiscono quella che qui chiamo la scienza normale [che] si presenta come un tentativo di forzare la natura entro le caselle prefabbricate e relativamente rigide fornite dal paradigma. Il compito della scienza normale non è affatto quello di scoprire nuovi generi di fenomeni; anzi, spesso sfuggono completamente quelli che non si potrebbero adattare all'incasellamento.”

    - determinazione dei fatti rilevanti

    - il confronto dei fatti con la teoria

    - articolazione della teoria

    Scienza normale

    “La scienza normale, secondo Kuhn, non è altro che la ricomposizione del mosaico del mondo secondo le regole di fondo istituite dal paradigma”

    (G. Brianese, “Congetture e confutazioni” di Popper e il dibattito post-popperiano)

    Popper

    Esempio: lavori di Eulero, Lagrange, Laplace che “sistematizzano” la meccanica newtoniana; produzione dei “libri di testo”

  • Paradigma (newtoniano, aristotelico,

    quanto-meccanico, relativistico...)

    Conquista gli studiosi, fornisce un nuovo orizzonte, mostra una potenzialità

    Fornisce un insieme di regole – non contrattabili - da utilizzare

    Il lavoro dello scienziato è quello di puzzle-solver, di articolare e portare a compimento la potenzialità

    Non ci sono novità, nulla al di fuori dell'orizzonte stabilito

    “Annebbia”* la vista, limita e definisce quali siano le domande da rispondere, lo spazio da campionare (è fenomeno psicol. generale)

    Articolazione e accumulazione di risultati

    Esempio: il paradigma newtoniano

    Orizzonte: descrivere meccanismi, terreni e celesti

    Regole: tre principi della dinamica + forze

    Puzzles: ottenere traiettorie di tutti i tipi: pianeti, comete, proiettili; riformulare la statica...

    Non ci sono novità: non sono possibili enti non materiali (es. etere)

    Spazio assoluto, tempo assoluto, causa ed effetto

    Ricondurre alla meccanica ogni sorta di movimento

  • insuccessi passeggeri: “Colui che riesce nell'impresa si dimostra un esperto solutore di rompicapi, e la sfida del rompicapo è una parte importante delle ragioni che di solito lo spingono avanti. [… ]L'incapacità di ottenere od andare vicini al risultato anticipato è di solito un fallimento per lo scienziato” es.: Planck che prova a risolvere il corpo nero; Keplero che traccia orbite circolari...?

    .... dalla scienza normale alla rivoluzione scientifica....

    ANOMALIE

    Da dimenticare: si guarda al “bicchiere mezzo pieno” (soprattutto nei primi tempi della fase paradigmatica) Es.: moto retrogrado di Marte (tolem.), moto della Luna; irreversibilità many-body (mecc. newt.)

    da far rientrare: i “puzzles” più difficili, tipo il moto di Urano o quello della Luna; nella fisica aristotelica: moto retrogrado di Marte Ancora (dopo anni): Planck e Keplero...

    critici: irriducibili anche dopo molti tentativi Es.: il moto del perielio di Mercurio; particelle ad altissima velocità; … Ancora (dopo vari anni): Planck e Keplero...

    quando si accumulano...

    *...tuttavia il possedere un “paradigma” è necessario per poter riconoscere delle “anomalie”...

    vs. Popper

  • Si apre un periodo di scienza straordinaria

    RIVOLUZIONE SCIENTIFICA

    i dati vengono re-interpretati es.: Copernico/Tolomeo ancora: Planck e il corpo nero; …

    Incommensurabilità (es.: si passa all'eliocentrismo anche se il sist. tolemaico dà risultati con analoga precisione, non è passaggio razionale!) “La proposta più elaborata di Copernico non era né più semplice né più accurata del sistema tolemaico. Le prove osservative disponibili […] non fornivano una base per una scelta tra i due sistemi”

    Inizio della parte pre-paradigmatica di un nuovo paradigma, Passaggio dalla critica al dogmatismo

    “Sebbene [gli scienziati] comincino a perdere la fede e a considerare delle alternative, non rinunciano al paradigma che li ha condotti alla crisi. Essi non trattano le anomalie come delle falsificazioni, sebbene questo è ciò che le anomalie sono secondo il vocabolario della filosofia della scienza”

    “Copernico vide come falsificazioni ciò che la maggioranza degli altri successori di Tolomeo aveva visto come puzzles nell'accordare l'osservazione con la teoria […]”

    (dall'interno di un paradigma le anomalie non appaiono come dei test per la teoria)

    “La decisione di rigettare un paradigma è sempre simultaneamente la decisione di accettarne un altro”

    “è evento extrascientifico,

    conversione mistica... non ci

    sono regole razionali”

    (Lakatos su Kuhn)

  • “Secondo me, Popper ha caratterizzato l'intera attività scientifica in termini che si riferiscono solo alle sue occasionali componenti rivoluzionarie.” “per Popper la scienza è una continua rivoluzione” (Kuhn)

    Popper: la razionalità, la scientificità sta nello scoprire continuamente nuove cose (falsificazioni/corroborazione) CAMBIAMENTO di TEORIA: è scelta razionale

    Kuhn: l'apparizione di una novità marca la fine della scienza normale e la transizione ad un nuovo paradigma; CAMBIAMENTO di TEORIA: è scelta irrazionale

    Kuhn a Popper:

    1. guardare a come la storia della scienza è, non a come dovrebbe/potrebbe essere

    2. “In nessun senso usuale tali controlli [i controlli/tentativi di falsificazione] vengono rivolti alla teoria corrente. Al contrario, quando è impegnato in un normale problema di ricerca, lo scienziato deve premettere come regole del gioco la teoria corrente stessa. Il suo scopo è quello di risolvere un rompicapo, preferibilmente uno in cui gli altri ricercatori hanno fallito e la teoria corrente è necessaria per definire quel rompicapo e per garantire che, data una sufficiente vivezza di ingegno, esso possa esser risolto. Ovviamente il professionista in un'iniziativa di questo tipo deve spesso controllare la soluzione congetturale del rompicapo che la sua ingegnosità gli suggerisce. Ma viene controllata soltanto la sua personale congettura. Se essa fallisce il controllo è impugnata soltanto la sua abilità, e non il corpo della scienza corrente.”

    3. “Gli studenti di materie scientifiche accettano le teorie sulla base dell'autorità dell'insegnante e del testo, non sulla base dell'evidenza” (→ non ci sono quegli “standard di razionalità critica” che Popper individua nella scienza)

    4. Ok, scienza straordinaria non è cumulativa, ma ...perché i termini cambiano i loro significati! Scienza normale è cumulativa.

    KUHN vs. POPPER

    Kuhn: “trial and error” utilizzato all'interno di un paradigma, ma non per testare un paradigma

  • Popper a Kuhn:

    → sulla scienza normale, paradigmatica:

    la scienza non è così ...o almeno, non dovrebbe esserlo!

    → la scienza è anti-dogmatica per definizione, non può essere dogmatica!

    Lakatos su Kuhn:

    “La controversia tra Popper e Kuhn non riguarda un aspetto meramente tecnico dell'epistemologia. Riguarda i nostri valori intellettuali di fondo e le sue implicazioni non toccano solo la fisica teorica, ma an

Recommended

View more >