sharia'a compliant activities

Download Sharia'a compliant activities

Post on 14-Jul-2015

123 views

Category:

Economy & Finance

1 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • EA

    Finanza Islamicacenter

    Center for Research on Islamic Finance

    Boulam HajarDel Corso Andrea

    Di Iesu Desire Pellissone Matteo

  • EAEA

    LE ATTIVITA SHARIAA

    COMPLIANT

  • EAEA

    1) SHARIAA STORIA & DEFINIZIONE

    2) RAPPORTO TRA ISLAM, ECONOMIA E FINANZA

    3) SHARIAA COMPLIANT : CRITERI QUALITATIVI

    4) SHARIAA COMPLIANT : CRITERI QUANTITATIVI

    5) SHARIAA COMPLAINT: TEORIA DELLEFFICIENZA DI

    MERCATO

  • EAEA

    1 Shariaa, cosa vuol dire?

    E la legge religiosa islamica che governa non solo i riti religiosi, bens disciplina tutti gli aspetti della vita nell'Islam a 360 gradi. La parola Sharia, tradotta letteralmente, significa "la strada", quindi sottointesa via della salvezza.

  • EAEA

    1.1 Origini della Shariaa

    Le radici storiche della Shariaa si ritrovano nel concetto di

    Ummah: il concetto di inscindibile unit della Comunit dei

    Musulmani dimostra che non esiste il concetto di Chiesa distinto

    dallo Stato in quanto la Ummah ad essere allo stesso tempo

    Chiesa e Stato allo stesso modo e nello stesso tempo.

  • EAEA

    Il fiqh la scienza giuridica musulmana e parte dallo studio della Shariaa che linsieme di regole, principi e valori da cui si ricavano leggi e normative. Il fiqh pu essere definito la conoscenza dei comandamenti di Allah che concernono le azioni qualificate come wajib (obbligatorie), haram (vietate), makruh (disapprovate) e mubah (indifferenti).

  • EAEA

    1.2 Caratteristiche della Sharia'a

    Universalit, totalit ed adattabilit ad ogni luogo e tempo

    I suoi sistemi e norme comprendono sia la religione che il

    mondo terreno.

    Trova le proprie fonti normative sul testo del Sacro Corano,

    sulla sunna e sul consenso dei dottori della legge.

  • EAEA

  • EAEA

    1.3 Le scuole giuridico-religioseEsistono quattro scuole sunnite:

    Scuola hanafita: fondata da Abu Hanifa ed diffusa in

    Turchia, India e Pakistan. E la scuola pi liberale in quanto

    tende a rispettare pi la forma che la sostanza delle fonti

    primarie del diritto islamico (Sacro Corano e Sunna).

    Scuola malikita: fondata da Malik Ibn Anas ed diffusa

    soprattutto nel Maghreb. E una scuola molto conservatrice e

    pone laccento sul ruolo del consenso dei dotti, lijim.

  • EAEA

    Scuola shafiita: stata fondata da Muhammad al-Shafii ed

    diffusa in Egitto, in Indonesia e nellAfrica Orientale. Tra le

    fonti del diritto riconosce particolare importanza alla Sunna e

    allijim.

    Scuola hanabalita: stata fondata da Ibn Hanbal, diffusa

    nellArabia Saudita ed la pi conservatrice. Si caratterizza

    per unassoluta fedelt alle fonti scritte ed esige il massimo

    rispetto per le fonti del Sacro Corano e della Sunna.

  • EAEA

    Figura 1: Le scuole giuridiche islamiche

    Fonte: www.wikipedia.org

  • EAEA

    1.4 Il ruolo degli Ulama' nel mantenimento

    della Sharia'a Garantiscono lautorevolezza delle fonti del Sacro Corano e

    della Sunna e preservano la Comuni dei Musulmani dall

    errore.

    Individuano il punto di incontro tra etica islamica e levolversi

    dei fenomeni della globalizzazione nei settori delleconomia

    e della finanza.

    Formano lo Shariaa Board.

  • EAEA

    2) Il rapporto tra Islam, economia e finanza

    Tell me, Brothers: if Islam is something other than

    politics, society, economy and culture, what is it then? -

    Hasan Al-Banna

  • EAEA

    La societ islamica sottoposta a norme di carattere etico

    direttamente discendenti da Allah: sotto questo principio

    universale e totale rientrano anche i campi delleconomia e della

    finanza. Assumono particolare importanza:

    Il concetto di khalifah quale significato etico del diritto di

    propriet

    Il concetto di zakah, quale guida morale allutilizzo dei beni

    che il buon musulmano ha in propriet.

  • EAEA

    Figura 2 : Finanza tradizionale e finanza islamica: Stato e religione

    Fonte: M. Mariani, Impresa e finanza islamica, Egea, 2012

  • EAEA

    2.1 Il pilastro della zakah: la funzione sociale della ricchezza e del lavoro

    E il terzo dei cinque pilastri dellIslam ( L'elemosina canonica)

    Diffonde il senso di responsabilit sociale della Ummah Purifica le ricchezze in eccesso del fedele (2.5%) Assume il ruolo di strumento economico di circolazione del

    capitale Ha lo scopo della creazione di un ordine sociale giusto ed

    etico

  • EAEA

    Figura 3: Finanza tradizionale e finanza islamica: il profitto

    Fonte: M. Mariani, Impresa e finanza islamica, Egea, 2012

  • EAEA

    Il ruolo sociale della zakah considerato fondamentale anche in

    tempi contemporanei, come dimostra il fatto che essa

    rappresenta una specifica voce del conto economico del bilancio

    delle banche islamiche

    Dalla funzione sociale della ricchezza discende anche la

    funzione sociale del lavoro: il lavoro posto al servizio della

    comunit e quindi il profitto derivante dallattivit lavorativa del

    credente non pu prescindere da obiettivi di natura sociale ed

    etica. Si distinguono per questo motivo profitti haram (vietati) e

    profitti halal (leciti e auspicati).

  • EAEA

    3) CRITERI QUALITATIVI: LE ATTIVITA HARAM

    Divieto di zina: Non ti avvicinare alla fornicazione. davvero cosa turpe e un tristo sentiero. Sura XVII, verso (32).

    Divieto della divulgazione della pornografia e cose simili:In verit, coloro che desiderano che si diffonda lo scandalo tra i credenti, avranno un doloroso castigo in questa vita e nell'altra. Allah sa e voi non sapete. Sura XXIV, verso(19).

    .

  • EAEA

    Divieto della carne suina: In verit, vi sono state vietate le bestie morte, il sangue, la carne di porco e quello su cui sia stato invocato altro nome, che quello di Allah. E chi vi sar costretto, senza desiderio o intenzione, non far peccato. Allah perdonatore, misericordioso. Sura II verso(173)

    Divieto del vino e Maysir: O voi che credete, in verit il vino, il gioco d'azzardo, le pietre idolatriche, le frecce divinatorie, sono immonde opere di Satana. Evitatele, affinch possiate prosperare " Sura V verso (90).

  • EAEA

    3) CRITERI QUALITATIVI: VALIDITA DEI CONTRATTI SECONDO LA SHARIAA

    Un contratto valido ai fini della Sharia'a deve esprimere con chiarezza il quantum, la qualit del bene, la sua esistenza e colui che vende deve essere in possesso del bene.

    Questa ultima prescrizione deve essere rispettata in tutti i contratti, salvo che nel caso dei contratti di salam e istisna (che rappresentano delle transazioni su beni non ancora esistenti), disciplinati dal libro sacro, per i quali sono ammesse delle deroghe.

  • EAEA

    Strettamente legata ai contratti la fiducia tra i contraenti: un fedele mantiene le promesse e non viene meno ai contratti, dunque non tradisce.

    Un altro requisito la chiarezza, che rappresenta uno dei cardini di un contratto valido e ben scritto: ai contraenti viene chiesto esplicitamente di evitare l'incertezza, conosciuta con il termine Gharar. Questo divieto rappresenta una pietra fondamentale della finanza islamica.

    La raccomandazione relativa alla chiarezza discende direttamente dal Corano, ove Allah raccomanda di stipulare i contratti in presenza di testimoni.

  • EAEA

    Secono la giurisprudenza islamica, finch un contratto sia valido, necessario che presenti i seguenti aspetti

    Il bene oggetto della vendita deve esistere al momento in cui avviene la vendita

    Il bene deve essere di propriet del venditore al momento della vendita;

    La vendita deve essere immediata ed assoluta e non pu riferirsi ad una data futura

    Il bene oggetto di scambio deve essere caratterizzato da valore intrinseco

  • EAEA

    Il bene oggetto della vendita non deve essere indirizzato ad uno scopo illecito (haram)

    La vendita deve presentare elementi di certezza e non pu essere subordinata al verificarsi di un certo evento in modo da non incorrere nei divieti del gharar e del maysir

    non si possono scambiare merci che non si posseggono le vendite a termine non sono consentite, a meno che non si

    ricorra agli appositi contratti islamici ( istisna e salam)

  • EAEA

    3) CRITERI QUALITATIVI: RAPPORTO TRA FINANZA ISLAMICA E RIBA

    La religione coranica proibisce il tasso di interesse e questo d origine ad una Prohibition-driven finance ovvero ad una finanza basata sulle proibizioni, di tipo Interest free

  • EAEA

    SIGNIFICATO DI RIBA: ha il senso letterale di aumento accrescimento, ma nella pratica si traduce come usura o interesse.

    TIPOLOGIE DI RIBA: ci sono 2 tipi essenziali di Riba: RIBA PRE-ISLAMICA: (Riba Al Nasia) legata ai

    rapporti credito/debito; RIBA AL FADL : legata agli scambi , in termini di

    qualit e quantit.

  • EAEA

    DIVERSI PUNTI DI VISTA NEI CONFRONTI DELLA RIBA

    UAE: le banche non possono commettere peccato perch non sono persone fisiche; si afferma, quindi, la non sazionabilit dellinteresse laddove venga praticato in campo bancario e si fornisce un tasso soglia massimo applicabile.

    KUWAIT, OMAN, QATAR, BAHREIN: distinguono tra mutuo commerciale (c un tetto massimo) e mutuo a scopo civile ( nulla la p