report lab formazione condivisa 21.01.14

Download Report LAB Formazione condivisa 21.01.14

Post on 08-Mar-2016

215 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Il report del secondo incontro del laboratorio "Formazione condivisa" realizzato il 21 gennaio scorso a Palermo dalla Linea PROGETTARE di Capacity SUD.

TRANSCRIPT

  • 0

  • 0

    REPORT

    Laboratorio Formazione condivisa Percorso partecipato per definire un Piano di Formazione regionale sulle competenze trasversali in vista di Europa 2020

    Sala conferenze piano terra- Dipartimento Regionale della Funzione Pubblica e del Personale 21 gennaio 2014 Viale della Regione Siciliana n2194 (Palermo)

    SOMMARIO

    Premessa ........................................................................................................................................................... 1

    1 Il laboratorio Formazione condivisa il secondo incontro.......................................................................... 2

    2 - Lobiettivo del Laboratorio ........................................................................................................................... 3

    3 Le metodologie ............................................................................................................................................ 3

    4 Contenuti del secondo incontro .................................................................................................................. 3

    5 Articolazione della attivit e piano di lavoro ............................................................................................... 5

    ALLEGATO I Programma della giornata .......................................................................................................... 9

    ALLEGATO II Elenco dei partecipanti ............................................................................................................ 10

  • 1

    Premessa

    Capacity SUD un progetto realizzato da Formez PA su incarico del Dipartimento della Funzione Pubblica (DFP) e finanziato dal Programma Operativo Nazionale "Governance e Azioni di Sistema" (PON GAS).

    Ha la finalit di migliorare la capacit istituzionale delle amministrazioni delle Regioni dellObiettivo Convergenza supportandole nella programmazione di interventi che rispondano alle loro esigenze prioritarie e nel rafforzamento delle competenze necessarie per la loro efficace attuazione. La Capacit Istituzionale, Asse del Programma, oltre a fornire un supporto strategico per una gestione maggiormente efficiente dei Programmi Operativi, assume un rilievo fondamentale in prospettiva della programmazione comunitaria nel quadro di Europa 2020.

    La linea PROGETTARE di Capacity SUD ha lobiettivo di sviluppare le competenze delle amministrazioni pubbliche per realizzare politiche di qualit e per attuare un miglioramento organizzativo e gestionale.

    Le attivit aiutano le persone impegnate nelle amministrazioni a disegnare strategie per la programmazione europea 2014-2020, a progettare nuovi interventi, a realizzare azioni efficaci allinterno delle organizzazioni, a partire da obiettivi condivisi e da risultati attesi.

    Tutte le attivit si fondano su processi collaborativi che includono diversi attori e che si realizzano con metodologie partecipative. Il lavoro viene co-progettato con le amministrazioni in base alle loro specificit e calibrato in corso dopera a seconda delle esigenze che emergono e dei contributi che lo arricchiscono.

  • 2

    1 Il laboratorio Formazione condivisa il secondo incontro

    Laffiancamento del Formez PA alla Regione Siciliana, che vede il Dipartimento della Funzione Pubblica quale committente del Laboratorio, prevede la realizzazione di un progetto pilota che coinvolger tre Dipartimenti dellAmministrazione tra cui:

    - Dipartimento della Funzione Pubblica, - Dipartimento Urbanistica, - Dipartimento interventi strutturali ed infrastrutturali dellAssessorato allAgricoltura

    per la realizzazione di un Piano di Miglioramento che utilizza come principale strumento/azione, la realizzazione di un Piano di Formazione, finalizzato ad individuare le esigenze formative condivise al fine di realizzare un piano di formazione, mirato e costruito in modo partecipato.

    Lobiettivo lottimizzazione dellutilizzo delle opportunit e delle risorse della nuova programmazione 2014-2020.

    Il piano di formazione che parte dalle strategie generali della Regione si integrer con le indicazioni dei Dirigenti e delle diverse figure operative della Regione per arricchirsi dei suggerimenti degli stakeholder.

    Lo scenario in cui si muovono le attivit proposte, lapplicazione dellAppreciative Inquiry, un approccio molto utilizzato in avanzati progetti di co-progettazione, che si dimostrato efficace e rapido per facilitare il cambiamento organizzativo e sviluppare capacit nei gruppi e nelle organizzazioni, con un forte focus sul positivo, sviluppando capacit creative, di resilienza e migliorando le relazioni tra le persone.

  • 3

    2 - Lobiettivo del Laboratorio

    La prima fase del Laboratorio Formazione condivisa si caratterizza per la realizzazione di una mappatura delle competenze strategiche necessarie per la gestione efficace dei processi dellazione pubblica insieme a un analisi dei fabbisogni formativi dei Dirigenti, Funzionari e Dipendenti dei tre dipartimenti coinvolti.

    Lobiettivo di questo secondo incontro stato quello di formare un gruppo di lavoro di Dirigenti, Funzionari, Referenti in rappresentanza di ciascun Dipartimento e lavorare insieme per creare le condizioni ideali che favorissero il massimo del coinvolgimento partecipe attraverso:

    - la presentazione della proposta operativa; - la condivisione delle attivit previste ; - la condivisione del piano di lavoro e delle modalit di realizzazione rilevando eventuali necessit specifiche riferite a ciascun Dipartimento; - la realizzazione di un patto psicologico funzionale alla realizzazione delle attivit; - la condivisione di un timing realistico al fine di dare avvio alle attivit ed in particolare alla prima fase di analisi dei fabbisogni formativi

    3 Le metodologie

    Lincontro stato caratterizzato da modalit di lavoro partecipative e condotto favorendo la discussione ed il coinvolgimento attivo dei partecipanti, finalizzato al raggiungimento dei risultati attesi. Sono stati utilizzati strumenti daula tradizionale tra cui slides, filmati e materiali cartacei, al fine di ottenere la massima chiarezza per lavvio del lavoro di analisi dei fabbisogni. Durante lincontro sono state esplicitate differenti esigenze da ciascun Dipartimento intervenuto, che verranno tenute in forte considerazione rispetto alla progettazione e realizzazione delle singole attivit e permetteranno un migliore attuazione del progetto.

    4 Contenuti del secondo incontro

    L incontro si svolto marted 21 gennaio 2014, dalle 9,30 alle 14,00 presso la sala conferenze del piano terra del Dipartimento della Funzione Pubblica Servizio Formazione della Regione Siciliana a Palermo.

    Il meeting (il cui programma si trova riportato nellallegato I), stato aperto da una breve introduzione del Dirigente del Servizio 7 , Formazione e Qualificazione del Personale Regionale, Antonino Cangemi, che ha spiegato il senso del progetto con approfondimenti e specifiche direttamente riconducibili alla realt dellAmministrazione Siciliana. A seguire, la presentazione dello staff Formez PA costituito da Emma Maxia, Task Force Centrale, Giovanna Di Gangi e Giuseppe Glaviano Tast Force Territoriale, Gianni Agnesa Project Manager Formez PA.

    Lincontro ha visto la specifica formazione dei referenti interni allAmministrazione e dei loro collaboratori per lavvio delle attivit di analisi dei fabbisogni formativi dei tre dipartimenti ed ha dato avvio alla prima fase di attivit, definita analisi documentale. Si tratta di una attivit desk che riguarda lindividuazione e lanalisi della documentazione dei tre Dipartimenti che consentono di leggere le linee strategiche dellorganizzazione, gli obiettivi e le proposte di cambiamento relativi alle competenze, ai processi di lavoro e alle procedure interne, alla valutazione dei risultati. La documentazione che verr presa in esame dal personale dellAmministrazione riguarder sia le policies prioritarie per ciascun dipartimento e relative alla

  • 4

    nuova programmazione 2014-2020, o comunque documenti di programmazione riguardanti lo sviluppo e la proiezione al futuro delle politiche regionali, sia la documentazione interna come gli organigrammi, eventuali piani di formazione gi realizzati, piani di valutazione delle performance, in modo da arrivare a definire un quadro di riferimento dal quale partire per impostare le successive attivit riguardanti l analisi dei fabbisogni.

    Inoltre, anche se in forma minore, sono state condivise le attivit delle altre fasi del percorso: si parlato delle attivit di intervista ai Dirigenti e dei questionari ai rappresentanti dei gruppi professionali, oltre che di focus group e reportistica. Lavvio di ciascuna di queste sar accompagnata da un incontro con lo staff Formez PA nel quale verranno approfondite metodologie, strumenti e strategie di realizzazione.

    A conclusione dellincontro i partecipanti (si veda elenco pi avanti) hanno manifestato notevole interesse alla realizzazione delle attivit proposte, co-individuato i documenti sui quali poter iniziare a realizzare il lavoro di analisi documentale (Piano di Lavoro di ciascun Dipartimento, Organigrammi presenti su internet, il Piano di Valutazione delle Performance della Dirigenza, oltre al Programma di Lavoro del Presidente della Regione Siciliana Renato Crocetta) ed hanno espresso differenti esigenze di cui tener conto rispetto alle prossime attivit:

    - Relativamente alla realizzazione dellintero percorso:

    nei giorni scorsi, il Dipartimento della Funzione Pubblica ha fatto richiesta a tutti i Dirigenti dei differenti Dipartimenti dellAmministrazione, entro l11 febbraio p.v., di trasmettere le esigenze formative rilevate per ogni