report lab formazione condivisa 11.12.13

Download Report Lab Formazione condivisa 11.12.13

Post on 09-Mar-2016

216 views

Category:

Documents

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Il report del primo incontro del Laboratorio "Formazione condivisa", un percorso partecipato per definire un Piano di Formazione per la regione siciliana sulle competenze trasversali in vista di Europa 2020. L'attività è stata realizzata dalla Linea PROGETTARE di Capacity SUD, progetto di Formez PA, l'11 dicembre 2013 a Palermo.

TRANSCRIPT

  • PON GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA ASSE E Capacit Istituzionale Obiettivo Specifico 5.1

    SICILIA

    Linea A.2 PROGETTARE Miglioramento dei programmi, dei progetti e della performance

    LABORATORIO

    Formazione condivisa

    Percorso partecipato per definire un Piano di Formazione regionale sulle competenze trasversali in vista di Europa 2020

    Report del primo incontro

    Sala riunioni del 13 piano presso il Dipartimento Regionale della Funzione Pubblica e del

    Personale

    Viale della Regione Siciliana n2194 (Palermo)

    11 Dicembre 2013- 0re 9.00-15.00

  • 2

    INTRODUZIONE ..................................................................................................................... 3

    1. Lobiettivo del Laboratorio ................................................................................................... 4

    2. Le metodologie ..................................................................................................................... 4

    3. Contenuti del primo incontro ............................................................................................. 4

    4. Articolazione delle attivit e piano di lavoro ...................................................................... 5

    ALLEGATI ............................................................................................................................... 9

    Allegato I - Programma della giornata ................................................................................. .10

    Allegato II - Elenco dei partecipanti ....................................................................................... 11

  • 3

    Introduzione

    Nellambito del Progetto Capacity SUD, finanziato dal Programma Operativo Nazionale "Governance e Azioni di Sistema" (PON GAS) e finalizzato ad accrescere linnovazione, lefficacia e la trasparenza delle amministrazioni delle Regioni dellObiettivo Convergenza, la Linea A.2 di Capacity SUD, denominata PROGETTARE, si pone lobiettivo del miglioramento dei programmi, dei progetti, del ciclo di gestione delle politiche e delle organizzazioni che quelle politiche realizzano in unottica di miglioramento organizzativo.

    Il progetto Capacity SUD vede da qualche mese FormezPA impegnato ad affiancare la Regione Siciliana, in azioni di Capacity Building orientate allaumento di competenze di progettazione per lo sviluppo organizzativo attraverso la pianificazione e realizzazione di azioni di miglioramento, secondo l'approccio delle metodologie europee basate sulla integrazione delle policy e degli attori e sulla individuazione e definizione condivisa degli interventi.

    In questo specifico caso stata avviata una collaborazione tra il Dipartimento della Funzione Pubblica della Regione Siciliana che prevede la realizzazione di un Piano di Miglioramento finalizzato ad ottimizzare lutilizzo delle opportunit e delle risorse della nuova programmazione 2014-2020. Il Piano di miglioramento vede come principale strumento/azione un Piano di formazione, mirato e costruito in modo partecipato, che parte dalle strategie generali della Regione per integrarsi con le indicazioni dei dirigenti e delle diverse figure operative della Regione e arricchirsi dei suggerimenti degli stakeholder.

    La progettazione di un Piano di Formazione/Piano di miglioramento si situa in un contesto di miglioramento che sia contemporaneamente top down e bottom up, secondo alcune esperienze di successo realizzate sia in campo aziendale che pubblico. Si cerca in sostanza di far scaturire il progetto di miglioramento, e di seguito il miglioramento, dalla capacit progettuale e dalla sinergica azione che segua:

    le strategie legate ai compiti istituzionali e di governo

    le esigenze organizzative

    le scelte operative manageriali (dirigenziali)

    le necessit legate ai processi di lavoro e ai differenti ruoli

    le esigenze dei portatori di interesse esterni allamministrazione ma fortemente coinvolti nei processi di progettazione, realizzazione, erogazione servizi.

    Un altro aspetto che caratterizza lo scenario in cui si muovono le attivit proposte, lapplicazione dellAppreciative Inquiry, un approccio molto utilizzato in avanzati progetti di co-progettazione, che si dimostrato efficace e rapido per facilitare il cambiamento organizzativo e sviluppare capacit nei gruppi e nelle organizzazioni, con un forte focus sul positivo, sviluppando capacit creative, di resilienza e migliorando le relazioni tra le persone.

    Un terzo aspetto di scenario il foresighting cio la proiezione al futuro piuttosto che al recupero dei problemi del passato.

  • 4

    1. Lobiettivo del Laboratorio

    Il Piano di formazione/miglioramento prevede di attuarsi mediante analisi mirate ed un percorso laboratoriale di co-progettazione, che coinvolge nel modo pi partecipe dirigenti, funzionari e gli stakeholder interni ed esterni allAmministrazione Siciliana, al fine di realizzare una mappatura delle competenze strategiche necessarie per la gestione efficace dei processi dellazione pubblica insieme a un analisi dei fabbisogni formativi dei dirigenti, funzionari e dipendenti dellAmministrazione.

    Tale percorso prevede lindividuazione di competenze trasversali necessarie a tre dipartimenti, per lacquisizione delle quali si arriver a fare un piano di formazione mirato. I tre dipartimenti saranno individuati tra quelli pi significativi per la qualit delle policies in generale e relativamente alla nuova programmazione in particolare.

    2. Le metodologie

    Il percorso sar caratterizzato da sessioni di lavoro partecipative che verranno condotte favorendo la discussione ed il coinvolgimento attivo dei partecipanti finalizzato al raggiungimento dei risultati attesi, utilizzando anche sistemi di visualizzazione per organizzare i contributi che emergeranno, al fine di ottenere prodotti utili per il lavoro di progettazione.

    La realizzazione delle attivit e lelaborazione del piano di miglioramento verr realizzato attraverso un insieme di attivit coordinate, consistenti in un percorso di co-progettazione, che utilizza la metodologia del laboratorio.

    Il percorso sar avviato con una prima fase di analisi desk riguardante la documentazione dei tre dipartimenti individuati per la realizzazione della attivit. La documentazione presa in esame riguarder sia le policies prioritarie per ciascun dipartimento e relative alla nuova programmazione 2014-2020, sia la documentazione interna come gli organigrammi, eventuali piani di formazione gi realizzati, delibere e procedimenti, in modo da arrivare a definire un quadro di riferimento dal quale partire per impostare le attivit.

    In un secondo momento, lesperienza, si potr estendere anche ad altri dipartimenti regionali attraverso lutilizzo delle metodologie apprese e sperimentate durante questo primo percorso.

    3. Contenuti del primo incontro

    Per dare avvio al percorso di co-progettazione stato organizzato un primo incontro di cui di seguito, si sintetizza lo svolgimento.

    Lincontro si svolto mercoled 11 dicembre 2013, dalle 9,00 alle 14,00 presso la sala riunioni del 13 piano del Dipartimento della Funzione Pubblica Servizio Formazione della Regione Siciliana a Palermo.

    Il meeting (il cui programma si trova riportato nellallegato I), stato aperto da una breve introduzione del Dirigente del Servizio 7 , Formazione e Qualificazione del personale regionale, Antonino Cangemi, che ha spiegato il senso del progetto con approfondimenti e specifiche direttamente riconducibili alla realt dellamministrazione siciliana. A seguire,

  • 5

    Emma Maxia (Formez PA), ha proseguito con una breve presentazione del progetto Capacity Sud, chiarendo obiettivi, approccio metodologico del progetto e dei laboratori di progettazione, fornendo una cornice di contesto pi chiara ai presenti.

    Augusto Vino (Formez PA), esperto di analisi e valutazione politiche pubbliche, ha quindi illustrato quali siano le possibili leve del cambiamento per una amministrazione che vuole realizzare politiche efficaci, in linea con i nuovi cambiamenti programmatici, approfondendo il tema: Quale sviluppo organizzativo possibile per una organizzazione efficace rispetto alle nuove politiche di Europa 2020.

    Gianni Agnesa (Formez PA) ha illustrato operativamente il piano dazione proposto dal Formez per la realizzazione dellanalisi dei fabbisogni formativi propedeutica alla definizione delle azioni di miglioramento dellamministrazione siciliana. L intervento ha permesso di condividere il metodo e gli strumenti con cui si intende realizzare lanalisi dei fabbisogni formativi, il piano di formazione, ed il piano di miglioramento interno, secondo un modello elaborato dallEAPC di Barcellona e applicato alla Generalitat della Catalogna (la Regione Autonoma della Catalogna), gi sperimentato con successo presso la Regione autonoma della Sardegna e i suoi 16 Enti strumentali e ora in corso di realizzazione in Libano a vantaggio del Ministero delle Finanze sempre per conto del Formez PA.

    A conclusione dellincontro i partecipanti (si veda elenco pi avanti) hanno manifestato notevole interesse alla realizzazione delle attivit proposte attraverso la sperimentazione di un progetto pilota interno allamministrazione che vedr coinvolto il Dipartimento della Funzione pubblica - Settore formazione e Qualificazione del Personale Regionale, l Assessorato Regionale Territorio e Ambiente Dipartimento di Urbanistica e lAssessorato allAgricoltura e Risorse Alimentari della Regione Siciliana nella realizzazione del Piano di formazione/Piano di miglioramento.

    E emersa forte la richiesta di utilizzare strumenti informatici per la condivisione dei documenti e la circolazione delle informazioni