progetto lauree scientifiche fisica

Download PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE Fisica

Post on 04-Jan-2016

37 views

Category:

Documents

3 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE Fisica. V. Picciarelli Dipartimento Interateneo M. Merlin Università degli Studi - Bari. Bari 27/1/2005. Analisi (sintetica) della situazione. Crisi delle vocazioni scientifiche: iscritti all’università. - PowerPoint PPT Presentation

TRANSCRIPT

  • PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHEFisicaV. PicciarelliDipartimento Interateneo M. MerlinUniversit degli Studi - BariBari 27/1/2005

  • Analisi (sintetica) della situazioneCrisi delle vocazioni scientifiche: iscritti alluniversit

    I nostri studenti di Scuola Superiore sono agli ultimi posti nelle classifiche europee relative alla preparazione di base in Fisica e Matematica

    Classe di laurea19892000FlessioneChimica2274129343.1%Fisica3216142855.6%Matematica4396161163.3%

    Classe di laurea19892000FlessioneChimica2274129343.1%Fisica3216142855.6%Matematica4396161163.3%

    Classe di laurea19892000FlessioneChimica2274129343.1%Fisica3216142855.6%Matematica4396161163.3%

  • ConseguenzeConseguono:

    Difficolt a far fronte alle richieste di ricercatori e tecnici di alta qualificazione scientifica

    Impossibilit di reclutamento qualificato a livello universitario per far fronte al turn-over generazionale

    Difficolt di reperire un numero sufficiente di docenti qualificati di materie scientifiche per linsegnamento scolastico

    Difficolt dinserimento, a livello universitario, degli studenti nei CdL del settore scientifico

  • Obiettivi generali del Progetto NazionaleObiettivi generali:Incrementare il numero dimmatricolati ai CdL delle Classi 21, 25 e 32Incrementare il numero di laureati delle Classi 21, 25 e 32

    Azioni mirate propostePotenziare lOrientamento pre-universitarioSintonizzare meglio la formazione dei laureati con le esigenze del mondo del lavoroPotenziare ed incentivare le attivit di Stage degli studenti universitariPotenziare le offerte di formazione post-universitariaMettere a punto un dettagliato piano di comunicazione

  • Articolazione del Progetto localeIl progetto locale attiene allazione PotenziarelOrientamento pre-universitario ed articolato i dueiniziative:

    Laboratori di fisica di base e avanzati per studenti e docenti delle SMS

    Data base di problemi di fisica in formato a risposta multipla per lautovalutazione delle conoscenze e competenze di fisica degli studenti

  • Obiettivi specifici dell Iniziativa 1 (laboratori)Promuovere situazioni dapprendimento significativo che favoriscano un vero e proprio orientamento formativo per gli studenti

    Progettare e sviluppare attivit di laboratorio intese come occasioni per promuovere la padronanza degli approcci metodologici di base tipici della fisica utilizzabili in situazioni diverse

    Dare agli studenti (direttamente o indirettamente mediante i loro insegnanti) attraverso il coinvolgimento in attivit di laboratorio il giusto quadro epistemologico della disciplina

  • Laboratori di Fisica: modalit di attuazione Laboratorio di Fisica per studenti e docentiProgettazione e sviluppodi un laboratorio con sensori on-line Progettazione e sviluppodi un laboratorio di Fisica di base2 Corsi di laboratorio di Fisica di base per 40 studenti2 Corsi di laboratorio di Fisica di base per 40 docenti2 Corsi di laboratorio di Fisica con sensori per 40 studenti2 Corsi di laboratorio di Fisica con sensori per 40 studenti

  • Laboratori di Fisica: caratteristiche delle modalit dattuazioneAttenzione ai contenuti per tener conto di quanto realisticamente, nei limiti di tempo e risorse a disposizione, gli insegnanti riescono a fare. Insomma ... un sano pragmatismo per avere buone garanzie di trasferibilit in contesto scolasticoAttenzione agli impegni di docenti e studenti (quindi non pi di un incontro settimanale)Coinvolgimento massimo dei docenti ... a due livelli (nei Gruppi che progettano le attivit, predispongono il materiale didattico di supporto e provvedono al monitoraggio di ogni attivit e nel feedback richiesto ai corsisti sulla base del loro coinvolgimento nelle attivit di laboratorio)Gruppi non numerosi (massimo 20 docenti/studenti) e co-presenza di 2 docenti/tutor per assicurare la massima assistenza durante gli incontri. Replica dei corsi con un coinvolgimento complessivo di 80 docenti e 80 alunni

  • Laboratori di Fisica: motivazione delle scelte Perch due tipi di laboratorio (di base e on-line)?Tener conto di contesti scolastici diversi: scuole sprovvistequasi del tutto di strumentazione di laboratorio e scuole che,fornite di strumentazione avanzata in esemplari multipli comePC e sensori on-line, ne fanno un uso limitato, a causa dellapoca familiarit dei docenti con questo tipo di supportoDidatticocoinvolgere i docenti e gli studenti?Ovviamente ogni iniziativa di orientamento formativo disciplinare deve necessariamente passare attraverso i docenti, che sono i soggetti naturalmente deputati a tale attivit, per unampia partecipazione e motivazione degli studenti, che sono i destinatari finali. Gli studenti, coinvolti nei laboratori, possono fornire un feedback immediato sulla validit di quanto proposto

  • Motivazione delle scelte .Perch Monitoraggio continuo di ogni specifica attivitPer acquisire informazioni (da docenti e studenti)sulladeguatezza dei contenuti e leffettiva trasferibilit incontesto scolastico

    Assistenza ai docenti e scuole nel metter su laboratorio e nel reperire materiale didattico di supporto a basso costoOvviamente le limitate disponibilit finanziarie e laconvinzione che necessario disporre di un numero sufficientedi dispositivi di laboratorio in esemplari multipli per permettereagli studenti di lavorare a piccoli gruppi

  • Laboratori di Fisica:stato delliniziativaSono stati individuati i due gruppi di lavoro docenti universitari (Picciarelli, Rain e Spinelli) e della scuola (Battista, Mortato, Schirinzi, Nisio e Losciale) per la progettazione e lo sviluppo delle attivit (realizzazione/acquisto di dispositivi necessari, sviluppo di fogli di lavoro per docenti e studenti, di questionari per la valutazione )

    E stato predisposto un programma di massima per i contenuti dei corsi di base e con sensori on-line E stato predisposto il calendario per gli incontri di Laboratorio di base (12 della durata di 3 ore dalle 16-19), da effettuarsi presso il Dipartimento di Fisica, per i primi due gruppi: 20 docenti e 20 studenti

    E stato promosso questo incontro informativo, al quale sono stati invitati tutti i Dirigenti della SMS della regione, per raccogliere le adesioni Sulla base delle adesioni verr predisposto il programma dettagliato delle altre attivit

    Sono state avviate le procedure per lacquisto di materiale hardware e per la realizzazione di materiale di supporto

  • Contenuti di massima del corso di base

  • Contenuti di massima del corso con sensori

  • Obiettivi specifici dellIniziativa 2 (data-base di problemi di Fisica)Messa a punto di uno strumento, utilizzabile con finalit diverse, per la valutazione/autovalutazione delle conoscenze e competenze di Fisica acquisite dagli studentiIn particolare realizzare un data base di problemi di Fisica significativi, a risposta multipla, chein riferimento alleterogeneit delle tematiche e dei livelli di approfondimento con cui sono presentate nelle diverse tipologie di scuole, siano classificabili per contenuti concettuali e livello dimpegno cognitivo richiesto agli studenti per risponderesiano adeguatamente commentati, sulla base delle diverse tipologie di risposte proposte, per suggerirne agli insegnanti diverse modalit duso

  • Data base di problemi: modalit dattuazioneRicerca sulle sulle difficolt dapprendimento della fisica ed in particolare sui pre-concetti e sui modelli proposti per la loro rimozione Costruzione del data-base e messa a disposizionein rete su un serverApertura di un forum per commentiInsegnanti: accesso mediante password per feedback ai responsabili ed uso in contesto scolasticoStudenti: accesso diretto perautovalutazione in fasepre-iscrizione alluniversit o uso in contesto scolasticoper approfondimenti/motivazione

  • Data base problemi: caratteristiche delle modalit dattuazioneVasto e ben consolidato background di ricerche didatticheCoinvolgimento su questa tematica, gi in fase di progettazione e realizzazione del data base, dinsegnanti di SMSValenza pratica che lo strumento pu avere - per valutazione sommativa e formativa dellapprendimento- come occasione per il docente di rilevare forme di ragionamento errate comuni negli studenti da cui partire per precisazioni, approfondimenti e discussioni di gruppo ;- opportunit per linsegnante di conoscere, attraverso i commenti alle soluzioni, sia le difficolt concettuali sia i livelli tassonomici dimpegno cognitivo richiesti

  • Data base di problemi: motivazione delle scelteConvinzione chegli strumenti di valutazione disponibili per gli insegnanti possono essere migliorati; opportuno spostare lenfasi nellutilizzazione degli strumenti di valutazione evidenziando anche appropriati anche la loro valenza per la diagnosi di apprendimenti errati e promozione di approfondimenti;anche lauto-valutazione (fatta in modo autonomo dagli studenti) pu essere occasione di orientamento formativo disciplinare

  • Data base di problemi: stato delliniziativaIl Gruppo di docenti universitari e della SMS stato gi costituito ed al lavoro (Universit: Stella, Di Gennaro, Evangelista e Selvaggi; SMS: Albrizio, Caroppo, Gadaleta, Sardella) Sono state definite dettagliatamente le modalit di scrittura e sono stati gi approntati in forma di bozza preliminare circa 100 itemsE stata gi impostata la parte per lerogazione on-line dei test su piattaforma MoodleE in fase dattuazione la gara per lacquisto del server

  • Finanziamento attualmente disponibile

  • Previsioni di spesa per i fondi gestiti direttamente dal Dipartimento

  • Laboratori: adesioni alliniziativaLe adesioni allIniziativa 1 avverranno attraverso la segnalazione, entro una settimana, dei Dirigenti delle Scuole sul modulo disponibile nelle cartelle e che in ogni caso potr essere richie

Recommended

View more >