profili giuridici della crisi finanziaria francesco denozza maggio 2011

Download Profili giuridici della crisi finanziaria Francesco Denozza Maggio 2011

Post on 03-May-2015

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Slide 1
  • Profili giuridici della crisi finanziaria Francesco Denozza Maggio 2011
  • Slide 2
  • Il contesto macro I bassi tassi di interesse. La funzione delle banche e la disintermediazione. Le bilance commerciali ( soprattutto USA/ Cina). La nuova figura del risparmiatore - investitore. Lindebitamento delle famiglie ( soprattutto americane).
  • Slide 3
  • ORIGINATOR ORIGINATOR: originate to distribute Vari tipi di crediti. Raggruppati in diversi pacchetti. Ogni pacchetto viene ceduto a una entit appositamente costituita che non ha altre attivit: SIV.
  • Slide 4
  • SIV Per acquistare crediti emette obbligazioni. Queste vengono divise in tranches dotate di diversi diritti: junior- mezzanine- senior. Le obbligazioni presentano perci un livello di rischio che dipende dalla natura dei crediti sottostanti e dal tipo di diritti che hanno.
  • Slide 5
  • La fabbrica del sintetico I derivati: una scommessa in cui il valore delle rispettive posizioni contrattuali deriva dallandamento di un referente. CDS: il referente la solvibilit di un debitore ( equivalente a unassicurazione sul credito). Raggruppando in un pacchetto ideale diverse obbligazioni emesse da diverse SIV si pu creare un referente reale cui agganciare il valore di un derivato.
  • Slide 6
  • SCHEMA O SIV1 SIV2 SIV3 j m s j m s j m s Sint cdscds O I A
  • Slide 7
  • Il ciclo: la bolla I prezzi delle case salgono, i mutuatari sono solventi, tutti guadagnano, i valori degli asset finanziari collegati crescono. Aumenta il valore degli attivi dei bilanci, il che consente di aumentare il passivo. I tassi sono bassi, lindebitamento possibile e conveniente.
  • Slide 8
  • Il ciclo: la crisi Le prime insolvenze- alcuni assets cominciano a svalutarsi- investitori devono vendere per fare liquidit o ripristinare margini- I prezzi di mercato scendono ulteriormente. Il credito si blocca: nessuno sa pi esattamente quale la situazione finanziaria dellaltro e non sicuro neanche della propria. Too big to fail e intervento degli Stati per ripristinare il circuito.
  • Slide 9
  • I problemi (alcuni) Come mai consumatori razionali hanno volentieri acquistato tanti prodotti oggi definiti tossici? Come mai la tossicit ha tardato tanto a manifestarsi? Come stato possibile il contagio che ha costretto le autorit sanitarie a intervenire?
  • Slide 10
  • Gli istituti giuridici coinvolti(alcuni) La corporate governance. La disicplina dei bilanci e Basilea Il diritto antitrust. La creazione di sottosistemi e la possibilit che lordinario funzionamento di un sottositema produca effetti disfunzionali su altri sottosistemi ingenerando una crisi sistemica.
  • Slide 11
  • La corporate governance Lallineamento degli interessi dei managers con quelli degli azionisti. I mercati finanziari e la valutazione della performance dei managers. Il concorso di bellezza e l effetto gregge. Azionisti complessivamente arricchiti e imprese fallite.
  • Slide 12
  • Alla ricerca del valore vero Dal criterio del costo al fair value La tutela dellinvestitore- speculatore. Leffetto pro-ciclico. Basilea, il valore universale e le agenzie di rating. Una regolazione prudente per soggetti autorizzati a essere imprudenti
  • Slide 13
  • Too big to fail La mutazione genetica del diritto antitrust. La concorrenza come struttura e la concorrenza come performance. Come mai se c tanta concorrenza fanno tanti profitti? Ancora sulle agenzie di rating. Lefficienza immediata e I rischi futuri.
  • Slide 14
  • Conclusoni Dal governo alla governance e ritorno ( se possibile) I conflitti internazionali, lindebitamento degli Stati e lUnione Europea. Da capo a

Recommended

View more >