presentazione standard di powerpoint - 2017-2018... · funzione strumentale alle nuove tecnologie...

Download Presentazione standard di PowerPoint - 2017-2018... · Funzione strumentale alle nuove tecnologie Referenti…

Post on 19-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PORRETTA TERME

Via Marconi 61 40046 Alto Reno Terme (BO)

Tel. 0534 22448 Fax 0534 24414 e-mail boic832006@istruzione.it

ANNO SCOLASTICO

2017-2018

AGGIORNAMENTO

ANNUALE

DEL P.T.O.F. (PIANO TRIENNALE DELLOFFERTA FORMATIVA)

anno scolastico 2017-2018

INDICE

pag 2 Indice

pag 3 Premessa

pag 4 Organico autonomia

pag 5 Utilizzo organico autonomia

pag 6 Piano di miglioramento a.s. 2017-18

pag 7 Priorit del RAV

pag 8 Azioni-piano di miglioramento

pag 12 Formazione e aggiornamento

pag 13 Piano Formazione e Aggiornamento

pag 14 Come siamo organizzati

pag 15 Commissioni e referenti

pag 16 Organigramma Sicurezza

pag 17 Protocollo di Accoglienza Scuola dellInfanzia

pag 18 Attivit Alternativa allInsegnamento della Religione Cattolica

pag.19 Progetti PON

pag 20 LIstituto e le nuove tecnologie

pag 21 Le scuole dellinfanzia

pag 29 Le scuole primarie

pag 37 Le scuole secondarie di 1^grado

pag 41 Programma Annuale delle Attivit Sportive-Motorie

Allegati:

1. Criteri di valutazione disciplinari e del comportamento

2. Piano Annuale Inclusione scolastica

Il presente documento di n. 42 pagine stato approvato dal Collegio Docenti Unitario del

28 novembre 2017 e dal Consiglio dIstituto nella seduta del 15 dicembre 2017

La Dirigente Scolastica

Emanuela Cioni 2

PREMESSA

Il Piano triennale dell'offerta formativa elaborato dal Collegio dei Docenti ai sensi dell'

art 3 del DPR n. 275/1999 , come riformulato dal comma 14 della L. n. 107 del 15 luglio

2015.

Il piano il documento fondamentale costitutivo dellidentit culturale e progettuale delle

istituzioni scolastiche ed esplicita le progettazioni curricolari, extracurricolari, educative ed

organizzative che le singole scuole adottano nellambito della loro autonomia.

Il presente aggiornamento del Piano Triennale dell'Offerta Formativa viene elaborato dal

Collegio dei Docenti in data 28 novembre 2017 e prevede la realizzazione di

attivit/progetti/azioni per il raggiungimento degli obiettivi di processo individuati nel

Piano di Miglioramento.

Il Dirigente scolastico assicurer la pubblicit di legge allunito Piano triennale dellofferta

formativa (mediante pubblicazione allalbo on line dellIstituto Scolastico, Scuola in

Chiaro, ecc.).

3

ORGANICO DELL'AUTONOMIAL'organico dell'autonomia assegnato all'Istituto per l' a. s. 2017-18 costituito dalle

seguenti unit di personale docente:

SCUOLA DELL'INFANZIA: 16 docenti di posto comune e 1 docente di sostegno 12

ore di IRC

SCUOLA PRIMARIA: 33 posti comuni, 1 posto di specialista lingua inglese, 4 posti+

6 ore di sostegno, 2 posti di IRC

SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO: 6 cattedre e 10+12 ore di lettere, 4

cattedre + 12 di matematica e scienze, 3 cattedre di lingua inglese, 1 cattedra e 8 ore

di lingua francese, 1 cattedra e 8 ore di educazione artistica, 1 cattedra e 8 ore di

educazione fisica, 1 cattedra e 8 ore di educazione tecnica , 1 cattedra e 8 ore di

educazione musicale, 5 cattedre di strumento (1 chitarra - 1 flauto - 2 pianoforte

1 violino), 3 cattedre e 12 ore di sostegno, 10+3 ore di IRC

Il Collegio dei Docenti, visto il Piano dell'Offerta Formativa Triennale ed il contingente

assegnato, non corrispondente a quanto effettivamente richiesto in sede di

approvazione del PTOF, ha deliberato di utilizzare l'organico dell'autonomia per la

realizzazione del percorso curricolare previsto per ogni ordinamento, garantendo il

seguente tempo scuola: 40 ore settimanali nella scuola dell'infanzia, 29 ore

settimanali con due rientri (27 + 2 mensa) nella scuola primaria e 30 ore settimanali a

indirizzo musicale nella secondaria di primo grado.4

UTILIZZO ORGANICO AUTONOMIA

Nella scuola primaria e nella secondaria di primo grado l'organico dell'autonomia

viene utilizzato anche per le seguenti aree di potenziamento, previste dalla Legge

107/2015:

Esigenza organizzativa: coordinamento delle attivit in un Istituto che presenta

numerose complessit a causa della particolarit del contesto territoriale, del numero

dei plessi e delle classi presenti. Dodici ore per distacco primo collaboratore del

Dirigente Scolastico e quattro ore per distacco animatore digitale.

Valorizzazione di percorsi formativi individualizzati e coinvolgimento degli alunni e

degli studenti. Prevenzione e contrasto della dispersione scolastica, potenziamento dellinclusione

scolastica e del diritto allo studio degli alunni con bisogni educativi speciali attraversopercorsi individualizzati e personalizzati.

Alfabetizzazione e perfezionamento dell'italiano come lingua seconda attraverso corsi

e laboratori per studenti di cittadinanza o di lingua non italiana. Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare

riferimento allitaliano, nonch alla lingua inglese e ad altre lingue dellUnioneeuropea, anche mediante lutilizzo della metodologia Content language integratedlearning.

Potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche.

5

PIANO DI MIGLIORAMENTO a. s. 2017-18

L'Istituto, nell' a.s. 2015/16, stato oggetto della valutazione esterna da parte

dell'INVALSI.

Le priorit individuate rispetto ai risultati scolastici e agli esiti delle prove

standardizzate sono state condivise dal NEV, in quanto il passaggio dalla

scuola primaria alla prima classe della secondaria di primo grado, di per s

sempre complesso, risulta ancora pi difficile in un contesto cos

eterogeneo come quello dellIstituto.

Anche lesame di Stato costituisce un passaggio importante per gli alunni e

il NEV, visti gli esiti degli ultimi due anni scolastici, ha ritenuto di suggerire

unintegrazione alla priorit di miglioramento del successo scolastico degli

alunni, con riferimento ad un aumento della percentuale di alunni collocati

nelle fasce pi alte di voto agli esami di Stato.

6

PRIORITA' del Rapporto di Autovalutazione d'Istituto (RAV)

AreaEsiti degli studenti

Descrizione della priorit

Descrizione del traguardo finale

Indicatori scelti

1 Risultati scolastici Migliorare il successo scolastico nelle classi di passaggio da un ordine di scuola all'altro

Raggiungere il 98% dei promossi nella totalit delle classi I della primaria e il 93% nella totalit delle I della secondaria

Percentuale degli studenti ammessi alla classe successiva

2 Risultati scolastici Migliorare gli esiti degli alunni all'Esame di Stato, in riferimento alla media provinciale.

Aumento del 2% delle votazioni di fascia alta (range 8-10) rispetto alle medie provinciali

Esito ottenuto dagli studenti all'Esame di Stato, confrontato con le medie provinciali

3 Risultati nelle prove standardizzate nazionali

Ridurre la variabilit tra le classi nelle prove Invalsi

La variazione massima tra i risultati non deve essere superiore a 8 punti e il valore minimo deve essere entro 4 punti rispetto alla media nazionale

Punteggio delle classi in italiano e in matematicaVarianza tra le classiLivello di apprendimento nelle classi

7

AZIONI Piano di Miglioramento a. s. 2017 -18

Progettare un curricolo d'Istituto per competenze

Azione prevista Componente scolastica coinvolta

Utilizzo curricolo verticale e sua

applicazione nelle programmazioni

didattiche

Tutti i docenti

Confronto esiti delle prove parallele Docenti classi coinvolte

Commissione continuit

Progettazione UDA per

competenze con relativa rubrica di

valutazione e applicazione in

classe

Team docenti e consigli di classe

Tutti gli studenti

8

Individuare strategie per favorire la collaborazione tra docenti di uno stesso ordine e tra ordini

diversi

Azione prevista Componente scolastica coinvolta

Progettazione didattica in verticale Docenti dei tre ordini di scuola

Commissione continuit

Funzione strumentale alla progettazione

Funzione strumentale alla valutazione

Progettazione didattica per classi parallele Docenti dei vari ordini di scuola per classi/sezioni parallele di tutte le

scuole dellIstituto

Commissione continuit

Funzione strumentale alla continuit

Funzione strumentale alla progettazione

Creazione di un data base contenti materiali

didattici (UDA prodotte) e altri utili

allorganizzazione didattica (piattaforma google for

education)

Staff

Docenti formatori UDA

Funzione strumentale alle tecnologie

Funzione strumentale alla progettazione

Progettare e realizzare significativi e sistematici

progetti di continuit

Commissione Continuit - FS POF

Docenti

Studenti

Aggiornare la scheda di monitoraggio per i progetti

con indicatori di efficacia sul successo formativo e

gradimento studenti/famiglie

Commissione Continuit - FS POF

FS Valutazione

Monitoraggio dei progetti svolti e condivisione degli

esiti

Referente di progetto - Famiglie e s

Recommended

View more >