photo social bianco nero .cos’è “bianco - nero”? bianco-nero è innanzitutto un’esperienza

Download Photo social BIANCO NERO .Cos’è “BIANCO - NERO”? Bianco-Nero è innanzitutto un’esperienza

Post on 15-Feb-2019

214 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

BIA

NC

OB

IAN

CO

BIA

NC

OB

IAN

CO

N

ER

ON

ER

ON

ER

ON

ER

O

BIANCO BIANCO BIANCO BIANCO NERONERONERONERO Photo socialPhoto social

- Un viaggio alla scoperta della cultura africana con Karibu Afrika

Cos BIANCO - NERO?

Bianco-Nero innanzitutto unesperienza di vita. Loccasione per sperimentare lincontro e la conoscenza di un'altra cultura. un viaggio di avvicinamento allAfrica, in maniera non stereotipata ed itinerante. Si camminer a stretto contatto con le comunit locali alla scoperta del Kenya, Paese simbolo delle contraddizioni di un continente intero: ricchezze culturali e naturalistiche che si contrappongono alle numerose sfide africane. Il viaggio tra la capitale e linterno del paese permetter la conoscenza in modo responsabile, di una societ messa in forte discussione dai cambiamenti globali. Bianco-Nero photo social pensato per persone con in comune la passione per la fotografia e la curiosit e linteresse per la cultura africana, che vorranno calarsi senza pregiudizi e con entusiasmo in un viaggio itinerante alla scoperta delle radici e della cultura africana. Le attivit sono orientate secondo tre campi preferenziali: - un ricco itinerario alla scoperta delle variet naturalistiche e culturali del Kenya; - attivit di incontro, scambio e lavoro con le comunit e le associazioni di base kenyane; - attivit di formazione sulla fotografia sociale nelle realt urbane, nelle baraccopoli, nelle zone rurali, periurbane e naturalistiche. Il fotografo Nicola Sacco seguir i partecipanti sul campo, condividendo le sue esperienze ed il suo approccio fotografico, ed in aula, dove verr realizzato l'editing e si lavorer alla composizione di racconti delle realta visitate attraverso le immagini. Tutte le attivit avverranno in un clima di dialogo e confronto continuo con mediatori culturali keniani, cooperanti italiani ed il fotografo / formatore che racconteranno le proprie esperienze, illustreranno i progetti e accompagneranno il gruppo giorno per giorno. Non siamo e non vogliamo essere unagenzia di viaggi, ma vogliamo dare lopportunit ad un gruppo di persone di vivere un incontro il pi possibile diretto tra la nostra cultura e quella africana.

Il cuore conserva ci che locchio ha visto

BIA

NC

OB

IAN

CO

BIA

NC

OB

IAN

CO

N

ER

ON

ER

ON

ER

ON

ER

O

KARIBU AFRIKA: Karibu una parola swahili che significa benvenuto ed questo lobiettivo dellassociazione: dare il benvenuto allAfrica, alla sua storia e cultura e alla voce degli africani che si impegnano per costruire percorsi di sviluppo e tutela dei diritti a favore delle comunit locali africane. Karibu Afrika Kenya una ONG internazionale registrata in Kenya. KAK ha sede a Nairobi ed opera in diverse aree degradate della citt (Kibera, Mathare, Kayole, Kawangware e Dagoretti Corner) in sinergia con organizzazioni giovanili, organizzazioni di base e scuole keniane. KAK opera inoltre nella citt di Ngong e nella Nyanza Province nellambito delleducazione, dello sport come strumento di inclusione sociale e della cultura. Lo spirito di Karibu Afrika Kenya quello di contribuire

ad un modello nuovo di cooperazione, basato sul

protagonismo dei giovani e dellAfrica, una

cooperazione che sia scambio e non pure e semplice

dono, una cooperazione basata sui principi di parit,

reciprocit, equit e giustizia.

Logistica:

Karibu Afrika Kenya incaricata dellorganizzazione del programma e di rispondere a tutte le esigenze logistiche. Lalloggio previsto in camere doppie con bagno. Il gruppo sar seguito da un coordinatore italiano e da mediatori culturali kenyani. Prima della partenza previsto un incontro formativo logistico per permettere una conoscenza reciproca tra i partecipanti, con il formatore e con lassociazione. In questa occasione saranno date indicazioni essenziali per vivere lesperienza nel modo migliore, consapevole e responsabile. Costi: I costi variano a seconda del numero di partecipanti. I costi includono tutte le spese di alloggio, trasporti, logistica in Italia e in Kenya, formazione fotografica, attivit turistiche e contributo progetti. Sono escluse le spese personali, di vitto ed il volo aereo. Il costo bel biglietto aereo a carico dei partecipanti e Karibu Afrika faciliter la prenotazione dei voli aerei per il gruppo. In caso di 6 persone partecipanti il costo di 1300 euro a testa, in caso di 8 persone partecipanti il costo di 1150 euro. Allarrivo in Kenya, ad ogni partecipante verr consegnato un Kit contenente: borsetta, asciugamano da viaggio e vademecum con informazioni generali e di viaggio. Mezzi di trasporto:

Il mezzo di trasporto principale sar il pulmino di Karibu Afrika che scorter il gruppo durante i suoi spostamenti.

BIA

NC

OB

IAN

CO

BIA

NC

OB

IAN

CO

N

ER

ON

ER

ON

ER

ON

ER

O

Programma, durata e periodo:

I programmi non sono definitivi ma indicativi, non ci saranno comunque cambi nella struttura e nei

contenuti. Sono possibili cambi nelle date, in base alla logistica dei voli aerei e le disponibilit di alloggio.

Partenza dallItalia il 17 agosto 2013 e ripartenza dal Kenya il 30 agosto 2013.

giorno giorno Mattina pomeriggio Alloggio

domenica 1

Arrivo all'aeroporto di Nairobi e trasferimento alla Shalom House. Discorso introduttivo e partenza per visita della citt di Nairobi.

Lezione teorica pomeridiana di 2 ore. Introduzione alla storia della foto-grafia di reportage e alla fotografia sociale. Verranno mostrati i lavori realizzati dagli studenti di workshop di foto-grafia sociale in Italia e all'estero.

Shalom House

lunedi 2

Presentazione/ introduzione alle baraccopoli con cenni storici sulla nascita e sul loro sviluppo a cura di Dominic Otieno. Approccio alla fotografia di

baraccopoli.Visita alla baraccopoli di Mathare e alla Whynot Junior Acad-emy.

Shalom House

martedi 3 Visita ai progetti di Myto e Manygro nella baraccopoli di Mathare ed at-

tivit con i membri dell'associazione Shalom House

mercoledi 4 Lezione teorica mattutina a

Mathare.

Divisione in 2 gruppetti e attivit in collaborazione coi membri di Myto e

Manygro. Shalom House

giovedi 5 Visita alla baraccopoli di Kangemi ed attivit con associazione locale. Shalom House

venerdi 6

Viaggio Nairobi - Kilaatu e conoscenza delle comunit che vivono nel villaggio. A Kilaatu si lavorer sul lavoro delle comunit rurali e sui problemi che gli abitanti di queste zone si trovano ad affrontare

quotidianamente (mancanza di luce, inquinamento del fiume Athi, mancanza di lavoro, etc).

Kilaatu

sabato 7

Attivit a Kilaatu con i membri della comunit locale. Visita ai progetti educativi di Angel Centre of Hope (ACOH) accompagnati dai membri

dell'associazione stessa. Kilaatu

domenica 8 Attivit mattutine con la comunit di Kilaatu e rientro a Nairobi nel tardo

pomeriggio Shalom House

lunedi 9 Viaggio Nairobi - Naivasha. Approc-cio alla fotografia naturalistica.

Giro in barca sul lago Naivasha (ippopotami ed avifauna)

Carnelleys

martedi 10 Visita Hell's Gate in bicicletta o a piedi (zebre, giraffe, antilopi, bufali, facoceri) e discesa nelle "gole del diavolo". Viaggio Naivasha - Baringo

Tamarind

mercoledi 11

Primo approccio con la realt locale e ai villaggi di Baringo accompag-nati da Joseph, guida turistica della locale cooperativa turistica.

Camminata naturalistica a Baringo con Joseph.

Tamarind

giovedi 12 Safari in barca sul lago Baringo Viaggio Baringo - Nairobi con sosta al lago Elementaita. Shalom House

venerdi 13

Visita alla scuola Jukumu Letu ed alla sua cooperativa agricola. Cercheremo di raccontare il lavoro portato avanti dalle insegnanti e dai

volontari coinvolti nel progetto Jukumu Letu. Shalom House

sabato 14 Visita alla baraccopoli di Mathare (Ngong) o alla comunit masai di Kibiko a Ngong e attivit con Jukumu Letu. Preparazione e partenza in tarda serata.

Shalom House

BIA

NC

OB

IAN

CO

BIA

NC

OB

IAN

CO

N

ER

ON

ER

ON

ER

ON

ER

O

IL KENYA

Il nome Kenya deriva dalla parola kikuyu kere-nyaga ("montagna della bianchezza"), nome utilizzato per chiamare il Monte Kenya. La bandiera composta da bande orizzontali che rappresentano con il nero lAfrica, con il rosso il sangue dellumanit e con il verde la fertilit. Lo scudo masai con le lance incrociate rappresenta il desiderio del popolo di difendere la libert conquistata. In Kenya si contano 42 trib, ma le diramazioni nei diversi popoli diventano molte di pi. Ci sono inoltre altri gruppi minoritari tra cui circa 50.000 arabi (Oman, Yemen, Arabia Saudita); 100.000 asiatici (India, Punjab, Gujarat, Goan, Pakistan) la maggior parte dei quali ha cittadinanza kenyana. Ci sono inoltre 43.000 europei. Ogni gruppo tribale ha una sua lingua tradizionale anche se la lingua veicolare il kiswahili e la lingua ufficia