orgia intellettuale | numero 7 | maggio – giugno 2014

Download Orgia Intellettuale | numero 7 | maggio – giugno 2014

If you can't read please download the document

Post on 30-Mar-2016

217 views

Category:

Documents

5 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

 

TRANSCRIPT

  • MAGGIO GIUGNO 2014 Numero 7

    (r)Esistenza Copernicana

    A PAGINA 6

    Libert di espressione

    e Mauro Rostagno

    A PAGINA 8

    Riflessioni sull'attuale

    situazione in Palestina

    ALLE PAGINE 32, 34

    Testi vincitori del

    concorso Frascari

  • 2 orgia intellettuale

    orgia intellettuale

    orgiaintellettuale.info facebook.com/orgiaintellettuale redazione@orgiaintellettuale.info

    C arissimi Lettori, questo numero di Orgia sar per alcuni il primo fra una serie di ultimi, per altri invece sar lultimo numero in assoluto. Lultimo giornale di Orgia che avrete la fortuna di tenere fra le mani.

    Un numero ricco di articoli, fotografie e disegni provenienti dai vostri amici e compagni. Una piccola parte di s che ogni redattore decide di rendere pubblica. Sperando che lasci qualcosa ai lettori.

    Un numero leggero che vi permetta di chiudere in bellezza questo ultimo anno, perci noi redattori lo affidiamo a voi sperando vi diletti, ma pi di tutto sperando vi faccia riflettere un minimo. Sperando che durante questi mesi estivi voi possiate divertirvi, ma pi di tutto sperando che possiate raggiungere una consapevolezza nuova che vi permetta di "uscire dalla vostra bolla personale".

    Vorremmo congratularci con tutti i partecipanti della prima edizione del concorso letterario intitolato alla professoressa Monica Frascari, e soprattutto ai due vincitori. Abbiamo deciso di pubblicare, alla fine di questo giornale, i testi vincitori. Complimenti!

    Inoltre vorremmo ringraziare vivamente la gentilissima professoressa Incorvaia che, per ancora un altro anno, si dimostrata disponibile a farci da docente referente e a revisionare i nostri articoli.

    Come la suggestiva copertina del nostro disegnatore, anche noi vi auguriamo delle buone, anzi ottime, vacanze!

    Stefano Rossi e Selma Inane per la redazione

    Numero 7MAGGIO GIUGNO 2014

    ORGIA INTELLETTUALE

  • orgia intellettuale 3

    orgia intellettuale

    Chiara Gamberini

    ORGIA INTELLETTUALE

  • 4 orgia intellettuale

    orgia intellettuale

    In questo numero

    CaporedattoriIlaria LedonneLorenzo Bergonzoni

    RedazioneArcangelo MassariChiara GamberiniDaria VaccariEmanuele VicinelliIlaria LedonneLorenzo BergonzoniSelma InaneStefano Rossi

    Una questione di abitudini

    Zitto, devi stare, non parlare e vedrai che andr tutto bene. Ecco per l'assurdo: quando tutti si sono abituati al silenzio, quando ormai ci si convince che parlare e protestare, alla fine, non fondamentale, si rimane assordati se qualcuno grida.

    pagina 6

    Le parole sono importanti

    Troppo spesso usiamo le parole a cuor leggero, cos, senza pensare. Ma altrettanto spesso non ci rendiamo conto di come la nostra scelta influenzi l'esito del discorso, o incida sul significato del messaggio che vogliamo fare. La lettera di un nostro lettore parla proprio di come la scelta delle parole possa condurre alla manipolazione delle informazioni, riferendosi in particolare alla guerra palestinese. pagina 8

    Random Music Pills

    Rubrica musicale con recensioni, analisi ed opinioni personali su "The Sound of Silence" di Simon e Garfunkel e sull'album "Tracy Chapman" dell'omonima autrice. pagine 22, 28

    Madrid

    Fotografie e ricordi di uno scambio scolastico in Spagna. Dettagli di due citt meravigliose: Madrid e Toledo.

    pagina 12

    Attualit Copernicana

    Lettera di un anonimo lettore pagina 37

    Attualit

    Una questione di abitudini pagina 6

    Le parole sono importanti pagina 8

    Cultura Poesie

    Pensieri e parole pagina 10

    Cultura Fotografia

    Madrid pagina 12

    Cultura Film

    300 - L'alba di un Impero pagina 24

    Transcendence pagina 25

    The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro pagina 26

  • orgia intellettuale 5

    orgia intellettuale

    COME LEGGERE I CODICI QR

    Novit abbastanza recente sono i codici QR, quei simpatici quadrettoni che compaiono ogni tanto in qualche articolo. Ogni codice QR rappresenta un link a un contenuto internet: un video, un sito, un'immagine, ecc. Li utilizzeremo spesso nei nuovi numeri.Se hai un cellulare abbastanza recente puoi, passando il telefono sul codice, visitare questo link direttamente sul telefono. Mentre alcuni (pochi) telefoni hanno questa funzione "di serie", su altri necessario installare

    un applicazione di terze parti per leggere i codici. Se hai un iPhone, la redazione consiglia l'applicazione gratuita "Scan" scaricabile dall'App Store. Installala da l. Se hai un cellulare Android puoi utilizzare QR Droid scaricabile da Google Play.Ricordiamo che necessario essere collegati ad internet. Apri l'applicazione scaricata e passa il telefono sul codice! Sotto al QR troverai anche un link visitabile da computer.

    Hanno contribuito a questo numeroImpaginazioneDaria VaccariStefano Rossi

    Disegni ed altri elementi graficiChiara GamberiniSelma InaneTeresa Mazzanti

    Disegno di copertina Lorenzo Bergonzoni

    Disegno di ultima paginaChiara Gamberini

    TestataLucrezia Zanardi

    Docente referenteProf.ssa Anna Maria Incorvaia

    Cultura Musica

    Random Music Pills [The Sound of Silence] pagina 22

    Random Music Pills [Tracy Chapman] pagina 28

    Cultura Fumetti

    Manga Kissa pagina 20

    Funny Corner: sezione di svago e divertimento

    Labirinti pagine 9, 36

    Sudoku pagina 23

    Altro Concorso letterario Frascari

    Luoghi comuni che fanno provincia - pagina 32

    L'orologio - pagina 34

  • 6 orgia intellettuale

    attualit

    S e io ti dico libert di espressione, tu a cosa pensi? Potresti dirmi molte cose, potremmo continuare a parlarne per ore e ore. Potresti dirmi che la libert di stampa e di espressione al momento qui in Italia c', e ci deve essere, perch un diritto di ognuno di noi poter dire la propria, ed essere tutelati in questo. Potresti dirmi che qui in Italia, al limite, abbiamo il problema dell'informazione faziosa e di parte, ma a parte questo non ci sono significativi attacchi alla libert di informazione.

    Non vero, non sempre cos. Esistono situazioni nelle quali parlare fortemente sconsigliato no, meglio, non si deve fare proprio. Zitto, devi stare, non parlare e vedrai che andr tutto bene. Ecco per l'assurdo: quando tutti si sono abituati al silenzio, quando ormai ci si convince che parlare e protestare,

    alla fine, non fondamentale, si rimane assordati se qualcuno grida. Quel qualcuno nella storia d'Italia in realt sono state molte persone, ma ce n' una che, per fatti di cronaca, in questo periodo ricomparsa sui telegiornali: Mauro Rostagno.

    Mauro in realt morto nel 1988, ma il processo che doveva stabilire chi fossero i suoi assassini solo pochi giorni fa ha condannato all'ergastolo Vito Mazzara e Vincenzo Virga, ritenuti rispettivamente l'esecutore e il mandante dell'omicidio; processo che, per nascere, ha dovuto attendere ben 23 anni dalla sua morte.

    Mauro era stato ucciso perch si era permesso di informare la cittadinanza sulle collusioni tra le amministrazioni locali e la mafia. Lavorava per una piccola emittente televisiva locale, Radio Tele Cine, e nei suoi servizi riportava la verit. Solo la verit, e per questo stato ammazzato.

    Oltre a denunciare pubblicamente i soprusi e la sporcizia che la mafia porta sempre con s, seguiva il processo per l'omicidio del sindaco di un piccolo comune trapanese, Vito Lipari, processo che vede imputati Nitto Santapaola e Mariano Agate, due dei pi sanguinari boss mafiosi delle cosche catanesi e trapanesi.

    Un giorno Agate manda a dire a Rostagno di "dire meno minchiate" sul suo conto. Tra le righe gli ha detto di stare zitto, di smettere di interessarsi al processo, altrimenti l'avrebbe ammazzato. Rostagno zitto non c' stato,

    e il 26 settembre viene ucciso con un fucile a pompa calibro 12 e una pistola calibro 38 da due uomini nascosti a lato della strada.

    In realt quella di giornalista solo una delle facce di Mauro, senza contare quella di militante politico, di padre, di viaggiatore, di sociologo, di sognatore, di ricercatore della Bellezza. Lascio a te cercare di capire chi fosse Rostagno, perch un percorso che vale la pena di seguire. Alcuni suoi interventi e servizi giornalistici li puoi trovare su YouTube, ti consiglio di guardarli. E, se puoi, fai come Mauro, e come tutti quelli che in passato e oggi cercano e gridano a tutti la verit: non abituarti al silenzio. Non farlo mai. n

    Attualit | di Emanuele Vicinelli

    Una questionedi abitudini

  • orgia intellettuale 7

    orgia intellettuale

    Viandante sul mare di nebbia, Caspar David Friedrich, 1818, olio su tela

  • 8 orgia intellettuale

    attualit

    "C hi parla male pensa male e vive male". Lo diceva Nanni Moretti nel film Palombella Rossa. Certo, ma solo se ci avviene inconsapevolmente.

    Ma che succede se lo fai volutamente, coscientemente e deliberatamente?

    Parli mali, pensi male, ma forse non poi che vivi cos male. Scegli di utilizzare una parola piuttosto che unaltra, aggiungi un aggettivo, un semplice misero aggettivo e di colpo, come per magia, stravolgi il significato

    del racconto. Come il peperoncino su un piatto: basta poco a cambiarne il sapore.

    E un altro po per coprire tutti gli altri. Tanto che alla fine del pasto ti chiedi: ma cosa ho mangiato?

    Quando non abbiamo altri mezzi per capire cosa succede, quando per pigrizia o per ignoranza ci limitiamo ad una sola fonte perch non ci interessa approfondire, quando sul divano, davanti a un telegiornale, distrattamente accogliamo e diamo per vero ci che un servizio

Recommended

View more >