mpi - usp di vicenza integrazione degli .la progettazione condivisa la progettazione condivisa si

Download MPI - USP di Vicenza Integrazione degli .La progettazione condivisa La Progettazione Condivisa si

Post on 19-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

11 11

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Flavio Fogarolo

MPI - USP di Vicenza

Integrazione degli alunni

con disabilitCorso neoassunti 2010 - Parte generale

22 22

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Dalle scuole speciali all'integrazione

Integrazione=

Un unico sistema scolastico

Scuole normali

Scuole speciali

33 33

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Dalle scuole speciali all'integrazione

Scuole normali

Scuole speciali

Scuola dellintegrazione

44 44

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

La scuola dellintegrazione non una scuola normale che accetta anche gli alunni con disabilit

una scuola che ha tra le sue finalit istituzionali leduca-zione e listruzione di tutti gli alunni

55 55

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Diritto alleducazione e allistruzione

E' garantito il diritto all'educazione e all'istruzione della persona handicappata nelle

sezioni di scuola materna, nelle classi comuni

delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e

grado e nelle istituzioni universitarie.

L'esercizio del diritto all'educazione e

all'istruzione non pu essere impedito da difficolt di apprendimento n da altre difficolt

derivanti dalle disabilit connesse all'handicap

Legge 104/1992 art. 12, 2 e 4

66 66

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Il diritto allistruzione

Il diritto all'educazione e all'istruzione per i minori con disabilit definito in Italia dalla Legge 104/92 che definisce questi principi fondamentali (pienamente validi tuttora):

garantito il diritto alleducazione e allistruzione;lintegrazione scolastica ha come obiettivo lo sviluppo delle potenzialit della persona;lesercizio del diritto alleducazione e allistruzione non pu essere impedito da difficolt derivanti dalla disabilit;lintegrazione scolastica deve essere garantita mediante un percorso personalizzato;le ULSS e la scuola sono congiuntamente responsabili della progettazione degli interventi.

77 77

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Dall'inserimento all'integrazione

1971 Legge 118 1976 Legge 360

1977 Legge 517 1987 sentenza C. Costituzionale

1988 CM n. 262 1992 Legge Quadro 104

1994 DPR 24 febbraio

88 88

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Individuazione alunni con disabilit

compito dell'Unit di Valutazione Multidisciplinare Distrettuale (UVMD) istituita dall'ULSS.

Il Verbale di Accertamento l'atto formale indispensabile per l'attivazione di tutte le forme di sostegno previste dalla L. 104/92 per gli alunni con disabilit.

99 99

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

La Scuola pu consegnare alla Famiglia, con il suo consenso, una relazione descrittiva dei problemi dellalunnoProtagonista

di tutto il processo la Famiglia.

I Servizi (ULLS o convenzionati) pren-dono in carico lalunno. Consegnano alla Famiglia la Diagnosi Funzionale

Relazione descrittiva

Certificazione clinica

Verbale di accertamento

UMVD

Diagnosi Funzionale

La Famiglia chiede che la certificazione, corredata da opportuna documentazio-ne, venga valutata dallUMVD dellULSS che, se la ritiene valida, lapprova e rila-scia alla famiglia il Verbale di Accerta-mento

La Famiglia si rivolge ai servizi (ULLS o convenzionati) o ad uno specialista privato. Essi rilasciano una certificazione

10101010

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Provincia di VicenzaTotale alunni disabili certificati

1.7701.964 2.054

2.153 2.2902.487

2.662 2.7632.928

0

500

1000

1500

2000

2500

3000

3500

01/02 02/03 03/04 04/05 05/06 06/07 07/08 08/09 09/10

11111111

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Provincia di VicenzaInsegnanti di sostegno

775 822854 864 885

955

1.094 1.1341.220 1.235

0

200

400

600

800

1000

1200

1400

00-01 01-02 02-03 03-04 04-05 05-06 06-07 07-08 08-09 09/10

12121212

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Provincia di VicenzaAlunni certificati nella varie classi

148

228 246304 289

348381 359

12896 94 72 61

050

100150200250300350400450

prim

a prim

aria

seco

nda p

rimar

iater

za pr

imar

ia

quar

ta pr

imari

a

quint

a prim

aria

prim

a sec

. 1

seco

nda s

ec. 1

ter

za se

c. 1

prim

a sec

. 2

seco

nda s

ec. 2

ter

za se

c. 2

quar

ta se

c. 2

quint

a sec

. 2

13131313

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Provincia di Vicenza

Rapporto tra alunni con disabilite insegnanti di sostegno

2,43 2,40 2,27 2,35 2,26 2,37

2,152,30 2,38 2,43 2,40 2,27 2,35 2,26 2,37

01-02 02-03 03-04 04-05 05-06 06-07 07-08 08-09 09-10

14141414

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Provincia di VicenzaPercentuale di alunni stranieri certificati rispetto al totale degli alunni certificati

seconda 18 93 19,40%terza 8 83 9,60%quarta 7 79 8,90%quinta 7 42 16,70%Totale sec. 2 grado66 406 16,30%

Ripartizione per classe e ordine di scuolaInfanzia 39 154 27,00% 73,00%Pimaria 286 1169 24,80% 75,20%Sec. 1 gr. 282 1038 26,70% 73,30%Sec. 2 gr. 66 406 17,30% 82,70%Totale 673 2767 24,50% 75,50%

27% 25% 27% 17% 25%

0%

10%

20%

30%

40%

50%

60%

70%

80%

90%

100%

Infanzia Pimaria Sec. 1 gr. Sec. 2 gr. Totale

15151515

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Scuola

Insegnante di sostegno(solo lui?)

ASL ed Enti Locali

Operatore di Assistenza (se c)

Famiglia

Alunnocon

disabilit

Dalla delega

16161616

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Scuola Dirigente scolastico Eventuale docente referente Insegnanti di classe Insegnante di sostegno Collaboratori scolastici Gruppo H di Istituto

ASL ed Enti Locali

Servizi psico-socio-sanitari: Psicologo Neuropsichiatra Infantile Assistente Sociale

Operatore di Assistenza Addetto alla comunicazione Terapisti di riabilitazione:

Logopedista Fisioterapista

Territorio Servizi culturali, ricreativi, sportivi Volontariato

Famiglia

Alunnocon

disabilit

alla progettazione condivisa

17171717

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

La progettazione condivisa

La Progettazione Condivisa si organizza su momenti e strumenti di programmazione gi previsti e consolidati

POF - Il Piano dellOfferta Formativa descrive gli interventi e i servizi che la scuola organizza per migliorare lintegrazione e per offrire a tutti le stesse opportunit.

PDF - Il Profilo Dinamico Funzionale il documento che descrive la situa-zione di partenza e prevede le possi-bili evoluzioni fornendo una traccia per le progettazioni annuali.

PEI - Il Piano Educativo Individua-lizzato descrive annualmente gli interventi educativi e didattici desti-nati allalunno, definendo obiettivi, metodi e criteri di valutazione

Progetto di Vita - E' un modo condiviso di pianificare gli interventi per favorire un futuro adulto con la migliore qualit di vita possibile.

18181818

Flavio Fogarolo USP di Vicenza

Linsegnante di sostegno

Linsegnante per le attivit di sostegno

un insegnante!

contitolare della classe

opera per lintegrazione dellalunno con disabilit

nei modi, tempi e luoghi definiti nella progettazione condivisa

Le figure professionali e le risorse che sostengono l'integrazionedegli alunni con disabilit

Se tutto affidato a poche persone

ciascuno gestisce come pu il proprio problema e lintegrazione non pu funzionare.

Chi lavora per lintegrazione

Scuola

Insegnante di sostegno(solo lui?)

ASL ed Enti Locali

Operatore di Assistenza (se c)

Famiglia

Alunnocon

disabilit

Ma quando tutti fanno la loro parte

si conoscono e dialogano, le cose cambiano radicalmente.

Chi lavora per lintegrazione

Scuola Dirigente scolastico Eventuale docente referente Insegnanti di classe Insegnante di sostegno Collaboratori scolastici

ASL ed Enti Locali

Servizi psico-socio-sanitari: Psicologo Neuropsichiatra Infantile Assistente Sociale

Operatore di Assistenza Addetto alla comunicazione Terapisti di riabilitazione:

Logopedista Fisioterapista

Territorio Servizi culturali, ricreativi, sportivi Volontariato

Famiglia

Alunnocon

disabilit

Sono numerose le persone (e le strutture) che hanno compiti e responsabilit nell'integrazione scolastica degli alunni con disabilit.

indispensabile che ciascuno faccia la propria parte.

Chi lavora per lintegrazione

La scuola

La scuola interamente coinvolta nel processo di integrazione.

Possiamo dire che tutti coloro che lavorano a scuola hanno competenze e responsabilit, di vario tipo ma comunque dirette nei confronti degli alunni con disabilit.

Alla base di molte situazioni di criticit o di difficile integrazione che si riscontrano nelle scuole c una scarsa condivisione della presa in carico che arriva, purtro