minima moralia adorno spiegazione

Download Minima Moralia Adorno Spiegazione

Post on 16-Feb-2016

215 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Minima Moralia Adorno Spiegazione

TRANSCRIPT

  • MINIMA MORALIA di Adorno

    Adorno nasce nel 1903 e muore nel 1969, e fu sociologo, musicologo e filosofo. Adorno scrive i

    Minima Moralia in esilio, perch lascia la Germania nel 1938, a seguito delle leggi raziali. Si trasferisce a Los Angeles, dove scrive questo testo: visuale fortemente critica sulla

    contemporaneit in cui inserito, ma non integrato.

    La vita in Germania e poi lesilio in Usa sono i due orizzonti presenti nel libro. I Minima Moralia, sono degli aforismi (aforisma: breve sentenza, frammento) sulla societ dei consumi di massa, del progressismo americana ma anche del resto mondo contemporaneo (globale

    come oggi lo intendiamo). Critica questa societ ma sa che ne fa parte, e quindi come se criticasse

    se stesso. La distanza che prende dalla societ ironica e non disincantata.

    Perch MINIMA MORALIA?

    Briciole di etica, frammenti di morale massime, capisaldi, norme di comportamento

    Rimasti dopo un naufragio storico che portano alla felicit sociale (Aristotele)

    Per Adorno interessante il fatto che nel mondo contemporaneo sia naufragata letica, e adesso ne rimangano solo dei frammenti; ma il filosofo non deve ricomporre tali frammenti ma li deve

    considerare come tali.

    INTRODUZIONE (pag 3)

    Letica in quanto frammentata, costituisce ci che il nostro sistema mondo ha rifiutato. Questi frammenti sono ci che il mondo non vuole e dove per questo essi non possono vivere.

    Ci che prima era radicato nella tradizione della societ non contemporanea, e dettava il

    comportamento dei singoli, ora sradicato e non pi attuale.

    1 SCHEMA

    ETICA ETHOS quale etica nella societ di consumo? alienazione: estraniazione feticismo: fecticium idolo mondo della merce MONDO AMMINISTRATO lautocritica della ragione la sua unica morale

    PERSONE

    IMPERSONALI standard , stilizzazione

    PERSONAGGIO

    Adorno usa determinate parole chiave:

    - consumo - processo - alienata - marionette -

  • RETTA VITA TRISTE SCIENZA

    Etica classica greca di Aristotele Etica cristiano moderna (Kant)

    Scienza felice, dello star bene e della Etica che comanda per fini

    realizzazione delluomo per il bene orribili. Logica dellapparenza della societ

    quella che un tempo i filosofi chiamavano vita

    Pag 4: Nel mondo amministrato il soggetto una societ, un sistema lui stesso e non forte perch individuo. Se noi pensiamo che si possa opporre un soggetto alla societ sbagliamo perch

    come la societ falsa, anche esso falso, perch figlio di questo sistema

    Pag 6: Se si aprissero le porte al nuovo (forse gli stessi frammenti che il mondo rifiuta) forse ci

    sarebbe una speranza per opporsi alla societ grazie alla forza liberatoria, ma solo una lieve

    speranza.

    Adorno deve molto allanalisi marxista e freudiana della societ di consumo

    ALIENAZIONE alienum estraneo condizione delluomo merce, delloperaio: rispetto al lavoro, rispetto alloggetto che produce.. loperaio merce. Ogni persona una funzione, e quindi alienata dal fatto di essere una persona, alienata da se

    stessa.

    FETICISMO facticium feticcio, oggetto delle popolazioni primitive idolo

    condizione del problema occidentale: il mondo che trasferisce alla merce una potenza spropositata e

    inspiegabile

    (Marx) Non importante la relazione tra le persone ma la relazione tra le persone e gli oggetti (che

    fungono da medium) esempio il denaro

    (Freud) Il feticcio sostituisce la persona, dal punto di vista erotico.

    La persona diventa impersonale, quando la relazione mediata dalloggetto, ma non ce ne rendiamo conto (negazione) personaggio no sostanza, no corpo, solo apparenza presente il burattinaio, cio colui che

    manovra i personaggi

    Adorno apre delle fessure, delle spaccature in questo mondo amministrato chiuso: lautocritica della ragione la vera azione risiede nella riflessione ecco la MORALE! Questa morale per si rivolge solo alla superficie, e cerca il senso solo in ci che appare

    RELAZIONE ESTETICA

    Perch usa gli aforismi? Perch spezzano lidea che la filosofia debba creare il sistema. Prima gli aforismi erano usati dai medici (sentenza cliniche), quindi si capisce che ancora pi

    ironico perch Adorno non d una soluzione a questo sistema (di m***a) ma dice a tutti noi che

    siamo sani (anzi che ci crediamo tali) che siamo malati.

  • Per Adorno importante laccostamento di fenomeni che ai nostri occhi appaiono diversissimi poich crede che gerarchizzare (dire ci che pi importante o meno) sia uguale a fare il gioco del

    sistema: per esempio turismo e nazismo.

    La critica il mezzo attraverso il quale Adorno spezza questo mondo amministrativo, i bisogni primari vengono pervertiti e sconvolti. Il senso della critica fare venire a galla la ferita, non curarla, ma sentire il dolore perch solo cos

    si prende coscienza di ci che stato tolto nella societ attuale.

    2 SCHEMA

    triste scienza: traunge wissenchaft TRAUER lutto

    vita offesa: beschdigtes leben BESCHADIGUNG mutilazione

    MASCHERATE

    La negazione la reazione che ammette il problema, come il paziente che nega la sentenza clinica.

    LA SPERANZA DELLA CURA, DELLA SOLUZIONE CE, MA SOLO SE RIUSCIAMO AD APRIRE CERTI SPAZI.

    La rivoluzione non si fa opponendosi al sistema, ma spaccandolo da dentro.

    2 Lezione su Adorno

    3 SCHEMA

    DIALETTICA NEGATIVA

    Critica imminente

    Il tutto falso La trasformazione della filosofia in metodo si connette con la vendibilit della filosofia

    PENSARE IN NEGATIVO:

    ci che resiste

    il resto

    Essere nella cosa non andare sempre oltre

    La dialettica un movimento del pensiero. La filosofia per Adorno devessere una filosofia che problematizza ogni dato: ogni singola cosa con cui il pensiero ha a che fare un ostacolo, su cui il pensiero deve fermarsi (cos da interrogarsi su

    perch li trova e cos facendo li CRITICA).

    Perch fare un problema di tutto? Perch significa non nascondere, non fare lo stesso gioco del

    sistema. Non rimuovere la difficolt insita nel sistema.

    Pag 4-5 Il centro del pensiero deve essere il confronto con il negativo. La filosofia non fa da s e del

    proprio sapere il possesso.

    Riguardo allo schema: la filosofia paragonabile alla funzionalit della merce del mondo amministrato. La filosofia per distinguersi da qualsiasi lavoro non deve produrre, deve distruggere

    PERDITA

    MANCANZA

    ASSENZA

  • e criticare tutto, deve svincolarsi dallidea di costruire un sistema (e quindi avere potere) e non mercificarsi. Come si pu fare a pensare liberamente, senza preoccuparsi di catturare? Guardando

    tutto ci che RESTO e EMARGINATO.

    4 SCHEMA

    Chiarezza e difficolt (af. 64)

    > PENSIERO CRITICO:

    gr. KrNO : incrinare, crisi

    spezzare lat. CERNO: discernere

    distinguere

    > STARE SULLA CRISI:

    COAPPARTENENZA DEI CONTRARI (af. 88)

    AFORISMA 64 Critica alla comunicazione: spacciare al chiarezza per il contenuto della comunicazione. Invito a diffidare ci che chiaro, argomentato, perch ci schiavizza Rendere problematico lovvio, qualunque cosa che viene descritta o detta con un concetto viene privata della sua individualit. Meglio la difficolt perch rassicurante. La comunicazione chiara ha un effetto

    calmante e soporifero, e annulla la possibilit di critica. La decostruzione una cosa comunque infinita, perch qualsiasi cosa va decostruita, e quindi anche

    la filosofia stessa deve distruggersi.

    Il pensiero critico quello che distingue, che spezza il continuo, che complica il facile, che salva le

    cose.

    Il pensiero critico non risolve il problema ma sta sulla crisi e dimostra che il sistema non pu

    risolvere ci che dice di poter risolvere (smentisce il sistema).

    Adorno sostiene che ogni opposizione va compresa come parte di s (esempio: se io mi oppongo a

    qualcosa vuol dire che quel qualcosa parte di me).

    AFORISMA 88 Problema delloriginalit. Pagliaccio: lindividuo indicato dal sistema come tale un fenomeno da baraccone perch il sistema che lo indica cos: se un individuo indicato dal

    sistema come originale o esibizionista, una funzione del sistema stesso, che lo ingloba e non al

    di fuori di esso, come si potrebbe pensare. Quando loriginalit esagera se stessa non disarciona il potere ma lo rafforza.Il clown e il potere sono due facce della stessa medaglia.

    5 SCHEMA

    DIALETTICA : gr. Dialghesthai

    it. Dialogo

    DI DUE

    a) DIALETTICA PLATONICA: binaria

    1. diaresis = divisione

    2. synagoh = congiunzione

    b) DIALETTICA HEGELIANA : triadica

    1. tesi

    2. antitesi

    MOMENTO CRITICO NEGATIVO, ANALITICO

    3. sintesi

  • Per arrivare alla dialettica negativa bisogna comprendere la dialettica platonica e hegeliana.

    Nella dialettica si hanno due interlocutori, quindi ne deriva che il pensiero si spezza in due parti.

    La DIALETTICA PLATONICA binaria, a due fasi: una complementare