Memoria e Memorie Antonio Ziello, Raffaele Rea, Sabrina Carpi A.O.R.N. A. Cardarelli Neurologia, Unita Alzheimer.

Download Memoria e Memorie Antonio Ziello, Raffaele Rea, Sabrina Carpi A.O.R.N. A. Cardarelli Neurologia, Unita Alzheimer.

Post on 01-May-2015

214 views

Category:

Documents

0 download

TRANSCRIPT

<ul><li> Slide 1 </li> <li> Memoria e Memorie Antonio Ziello, Raffaele Rea, Sabrina Carpi A.O.R.N. A. Cardarelli Neurologia, Unita Alzheimer </li> <li> Slide 2 </li> <li> La memoria ESSENZIALE. Immaginate per un istante di non possedere tale funzione, non riuscire a RICORDARE!!! Non possedere i ricordi dell infanzia, dei nostri amici, non riconoscere un volto familiare, ne la strada di casa, non riuscire a memorizzare esperienze nuove. Ci sentiremmo persi, senza storia e punti di riferimento, perderemmo la nostra identit...La capacit di integrare nuove informazioni o combinare diversamente informazioni note richiede una forma di memoria legata alla coscienza di ci che qui e ora. Tutti i compiti che svolgiamo quotidianamente richiedono la presenza di atti di memoria, la presente consapevolezza. * Baddeley e Wilkins(1984 ) e Meacham e Leiman (1982). </li> <li> Slide 3 </li> <li> Come funziona? Un solo tipo di memoria? Quante cose possiamo ricordare ? Dove si trova? </li> <li> Slide 4 </li> <li> Slide 5 </li> <li> Per cominciare cercate di ricordare questa lista </li> <li> Slide 6 </li> <li> Slide 7 </li> <li> Slide 8 </li> <li> Come potete verificare SONNO non cera!!! Lesercizio era semplice, ma siamo caduti in errore. </li> <li> Slide 9 </li> <li> Slide 10 </li> <li> Pi simili sono le parole da ricordare, pi facile sbagliare. Perch??? </li> <li> Slide 11 </li> <li> La memoria E un processo in pi fasi: 1) Codifica 2) Ritenzione 3) Recupero </li> <li> Slide 12 </li> <li> LE TRE FASI non sono necessariamente sequenziali ma rappresentano lo schema di funzionamento del processo di memoria.* * Psicologia della memoria M. Brandimonte, Universit degli Studi di Roma La Sapienza, Marucci ED. </li> <li> Slide 13 </li> <li> 1. Codifica Un evento (o una parola) viene convertito ( CODIFICATO ) in una traccia. La codifica pu avvenire attraverso un codice semantico (Cane: mammifero, amico delluomo, fedele ecc) e/o visivo (immagine) </li> <li> Slide 14 </li> <li> Lo stesso contenuto pu essere registrato in memoria tramite un certo codice (visivo, fonologico, motorio, semantico ) oppure tramite pi codici (codifica multidimensionale).Il codice un insieme di regole e operazioni tramite le quali la mente trasforma linformazione in una forma che pu essere conservata in memoria. Il recupero dellinformazione avviene attraverso il processo inverso di decodifica.* * Psicologia della memoria M. Brandimonte,Universit degli Studi di Roma La Sapienza, Marucci </li> <li> Slide 15 </li> <li> Codifica: Un esercizio ISTRUZIONI Nella schermata successiva vedrete alcuni animali. Osservate attentamente la scena e riferite quali animali avete visto, appena vi verr chiesto di farlo. Non prendete appunti. </li> <li> Slide 16 </li> <li> Slide 17 </li> <li> E adesso cercate di ricordare quali animali erano presenti </li> <li> Slide 18 </li> <li> Codifica Soluzione Gli animali erano: Un elefante Una pecora Un topolino Un gatto Un asino </li> <li> Slide 19 </li> <li> Cera dellaltro nella scena? Cercate di ricordare </li> <li> Slide 20 </li> <li> Cera altro? Nella scena erano inseriti i seguenti oggetti: Una bicicletta Un monitor di computer Una lampada da tavolo Una sedia pieghevole Un cavatappi Dei guanti </li> <li> Slide 21 </li> <li> Memorizziamo anche altre immagini oltre quelle indicate (.. gli animali!) Come mai ? Esistono due tipologie di codifica : - Non consapevole con la quale ovviamente non si avr una perfetta elaborazione. - Consapevole il processo con cui linformazione si trasforma in una traccia e pi efficace. </li> <li> Slide 22 </li> <li> Codifica CONSAPEVOLE e non La codifica non e sempre consapevole La codifica consapevole pi efficace </li> <li> Slide 23 </li> <li> RITENZIONE. Una volta elaborata linformazione viene mantenuta nel tempo. La strategia migliore il ripasso, che pu essere: Ripasso superficiale linformazione viene mantenuta in memoria solo il tempo per il suo utilizzo. Ripasso elaborativo permette di mantenere pi a lungo (pi sar profondo il ripasso, pi avr la probabilit di resistere nel tempo.) </li> <li> Slide 24 </li> <li> 2. Ritenzione La strategia pi efficace la ripetizione o ripasso Il ripasso superficiale conserva linformazione per il tempo necessario al suo utilizzo (mantenimento temporaneo) Il ripasso elaborativo permette di conservare pi a lungo </li> <li> Slide 25 </li> <li> Ricordare un numero 02 6574392 Ripasso superficiale: ripeto mentalmente il numero fino a che non lo compongo 19847 Ripasso elaborativo: la mia data di nascita pi i nani di Biancaneve </li> <li> Slide 26 </li> <li> RECUPERO Due tipologie: - Recupero Automatico, innescato da uno stimolo esterno. Oggi entrando in questa scuola, improvvisamente, senza il mio controllo, riaffiorato in me il ricordo del mio liceo bastato un banco di scuola(stimolo esterno) per innescare in me il ricordo automatico. - Recupero Intenzionale, ricerca dell informazione. Durante l interrogazione cerco la risposta corretta </li> <li> Slide 27 </li> <li> 3. Recupero Recupero automatico : il ricordo innescato da uno stimolo esterno. Recupero intenzionale: ricerca mentale che mira a raggiungere il ricordo che ci serve. </li> <li> Slide 28 </li> <li> I fattori importanti per un buon recupero: Come ho organizzato linformazione Il livello di attenzione </li> <li> Slide 29 </li> <li> Memoria Memoria breve termine (MBT) Memoria lungo termine (MLT) </li> <li> Slide 30 </li> <li> Memoria a Breve Termine Capace di conservare solo una piccola quantit di informazioni (tra i 5 e i 9 elementi) per una durata di 20 secondi circa. Svolge un ruolo importantissimo:senza di essa linformazione non pu raggiungere la Memoria a Lungo Termine. Trattiene linformazione per il tempo necessario a svolgere il compito La ripetizione indispensabile </li> <li> Slide 31 </li> <li> Memoria a lungo termine Capace di conservare illimitate quantit di informazioni per una durata di giorni, mesi, anni Le informazioni o gli eventi che noi recuperiamo provengono tutte da questo immenso magazzino. E diviso in 3 grandi contenitori: Episodica Semantica Procedurale </li> <li> Slide 32 </li> <li> Magazzino a Lungo Termine Memoria episodica memoria di tutti gli avvenimenti della nostra vita. Memoria semantica memoria del significato delle parole e tutte le conoscenze che noi abbiamo del mondo. Memoria procedurale memoria di come si fanno le cose, come si usano gli oggetti, andare in bicicletta, </li> <li> Slide 33 </li> <li> 1. Come funziona? 2. Un solo tipo di memoria? 3.Quante cose possiamo ricordare ? 4. ...???? </li> <li> Slide 34 </li> <li> dove si trova? dove si trova? </li> <li> Slide 35 </li> <li> Le informazioni memorizzate si trovano in tutto il cervello, nelle aree associate al tipo di informazione (visiva,uditiva,motoria,..). Ma la zona pi importante, senza la quale non potremmo avere ricordi, il Lobo Temporale. Esso ci permette di assemblare in modo efficiente i ricordi. L Ippocampo la centrale dei ricordi. </li> <li> Slide 36 </li> <li> Lobo temporale </li> <li> Slide 37 </li> <li> Molte cose danneggiano la memoria : un noto caso clinico </li> <li> Slide 38 </li> <li> Slide 39 </li> <li> Per saperne di pi BRANDIMONTE, M. A. (2004). Psicologia della memoria. Roma, Carocci Editore. SCHACTER, D. L. (2001). Alla ricerca della memoria. Torino, Einaudi. </li> </ul>

Recommended

View more >