manuale wago dali morsetti v0.2

Click here to load reader

Post on 22-Mar-2016

231 views

Category:

Documents

6 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Manuale Wago Dali morsetti V0.2

TRANSCRIPT

  • Manuale WAGODALI e morsetti

    V 0.2

    &

  • 2

    Aprile 2013Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software V2021. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole deviazioni nella descrizione a causa di modifiche software sono possibili.Tutti i marchi e loghi presenti nel catalogo sono registrati dai rispettivi proprietari

    Copyright

    Tutti i diritti riservati. Senza il permesso per iscritto delleditore, nessuna parte di questo documento pu essere riprodotta per qualsiasi scopo o passata, a prescindere dal modo e dal mezzo con il quale accade.

    Se questa pubblicazione messa a disposizione sui media da parte di Ekon S.r.l., Ekon S.r.l. accorda il permesso dicopiare il contenuto contenente questo file per fini privati, non per per il download o la stampa per la rielaborazione.Nessuna parte di questa pubblicazione pu essere cambiata, modificata o utilizzata a fini commerciali. Ekon S.r.l. non responsabile per danni causati da un uso illegale o manipolato di una sua pubblicazione.

    Le apparecchiature sono consone alle relative linee guida e alle norme dellUE.

  • 33

    Indice

    1. Collegamento elettrico e indirizzamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4

    1.1 RS485 MODBUS RTU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41.2 MODBUS TCP/IP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71.3 Impiego di pi accoppiatori bus . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81.4 Numerazione dei collegamenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9

    2. Attivazione del software sul myGEKKO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10

    2.1 Configurazione principale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102.2 Configuration DALI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 112.3 Morsetti per la misura della potenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13

    3. Appunti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14

  • 41. Collegamento elettrico e indirizzamento1.1 RS485 MODBUS RTU

    Laccoppiatore bus, utile come elemento primario per i se-guenti moduli (ingresso/uscita), viene usato per la comunica-zione tra i singoli moduli e il myGEKKO Touch. Il modulo primario collegato tramite un interfaccia myGEKKO RS485 con il myGEKKO Touch.

    Dati tecniciCorrente per morsetti bus 1650 mA a 5V

    Collegamento bus 1 x D-Sub 9, boccola

    Trasmissione Cavo-Cu schermato 2(4)x0,25 mm

    Max. n. accoppiatori per ogni myGEKKO Touch 4

    Max. n. moduli per ogni accoppiatore bus 64

    Max. n. ingressi digitali per ogni accoppiatore bus 256

    Max. n. uscite digitali per ogni accoppiatore bus 256

    Max. n. ingressi analogici per ogni accoppiatore bus

    64

    Max. n. uscite analogiche per ogni accoppiatore bus

    64

    Max. n. moduli DALI per ogni accoppiatore bus 4

    Max. n. moduli misurazione potenza per ogni accoppiatore bus

    4

    Terminali combatibli WG750530WG750523WG750430WG750559WG750468WG750455WG750453WG750460WG750460/3WG750641WG750493WG750602WG750613WG750600WG750628WG750627

    Incluso Presa di connes-sione Sub-D

    Larghezza x altezza x profondit 51 x 65 x 100 mm

    Aricolo WG750315

    WAGO 750-315

  • 5Collegamento del cavo del bus RS485 allaccoppiatore bus con il connettore ProfiBus in dotazione.

    Attenzione: Attivazione della resistenza terminale sullaccoppiatore bus situato allestremit del cavo del bus.RS485_GND = schermoRS485_#TX = verde (A1)RS485_TX = rosso (B1)

    B:1-4(max. 4 accoppiatori bus collegati alla stessa porta)

    A:0

    Questo capitolo descrive il collegamento elettrico dellaccoppiatore bus al myGEKKO Touch. Per con-oscere i dati tecnici dei singoli componenti WAGO e lequipaggiamento massimo consentito, consul-tare il catalogo prodotti WAGO allindirizzo www.my-gekko.com

  • 6PIN SEGNALE2 RS485_GND3 RS485_TX (B)4 RS485_#TX (A)7 V+ (10-32V)8 V_GND

    Collegamento al myGEKKO Touch RS485 COM Port 2

    Al connettore Profibus dellaccoppiatore bus

    A1 B1 B2A2

    Tipo di cavo raccomandato: Profibus L2FIP 1x2x0,65

    ad altri accoppiatori bus (max. 4 pz.)

    Collegamento al myGEKKO Touch

  • 71.2 MODBUS TCP/IP

    Laccoppiatore bus, utile come elemento primario per i seguenti moduli (ingresso/uscita), viene usato per la comunicazione tra i singoli moduli e il myGEKKO Touch. Il modulo primario collegato tramite un interfaccia ethernet myGEKKO con il myGEKKO Touch.

    Dati tecniciCorrente per morsetti bus 700 mA a 5V

    Collegamento bus 2 x RJ-45

    Trasmissione Twisted Pair S-UTP, 100 Cat 5, 100 m lunghezza massima del cavo

    Max. n. accoppiatori per ogni myGEKKO Touch 8

    Max. n. moduli per ogni accoppiatore bus 64

    Max. n. ingressi digitali per ogni accoppiatore bus 256

    Max. n. uscite digitali per ogni accoppiatore bus 256

    Max. n. ingressi analogici per ogni accoppiatore bus

    64

    Max. n. uscite analogiche per ogni accoppiatore bus

    64

    Max. n. moduli DALI per ogni accoppiatore bus 4

    Max. n. moduli misurazione potenza per ogni accoppiatore bus

    4

    Terminali combatibli WG750530WG750523WG750430WG750559WG750468WG750455WG750453WG750460WG750460/3WG750641WG750493WG750602WG750613WG750600WG750628WG750627

    Larghezza x altezza x profondit 50 x 65 x 97 mm

    Articolo WG750352

    WAGO 750-352

  • 81.3 Impiego di pi accoppiatori busAd un myGEKKO Touch possono essere collegate max. 4 linee del bus. Gli accoppiatori bus possono essere collegati direttamente al touchscreen (di norma alla porta COM Port 2) oppure tramite le porte USB (USB COM PORT 1 - 4).

    anche possibile collegare degli accoppiatori bus RIO e degli accoppiatori bus WAGO alla stessa linea del bus.

    RS485 MODBUS RTU750-315750-815

    MODBUS TCP/IP750-352750-841

    idem per 750-841

  • 9La numerazione degli ingressi e delle uscite segue lordine dei moduli installati. Gli IO sono suddivisi in 4 gruppi principali: uscite digitali, ingressi digitali, uscite analogiche, ingressi analogici.La numerazione di ciascun gruppo inizia con il numero 1. Gli ingressi e le uscite vengono numerati in ordine crescente da sinistra a destra per ciascun modulo. La numerazione viene utilizzata durante la parametrizzazione del display controller myGEKKO per assegnare le diverse funzioni ai rispettivi ingressi e alle rispettive uscite.

    La successione dei moduli sullaccoppiatore bus deve essere la seguente: DI / DO (ingressi digitali / uscite digitali) DALI MODUL (interfacce DALI se presenti) AI / AO (ingressi analogici / uscite analogiche) MORSETTO DI ALIMENTAZIONE (morsetti per la misura della potenza se presenti)

    Attenzione!!!La numerazione degli ingressi e delle uscite deve avvenire secondo il disegno allegato e non secondo i numeri riportati sul lato frontale dei moduli.Questa numerazione corretta visibile anche sul lato dei moduli, ma non sul lato frontale.

    Ingressi digitali Ingressi digitaliUscite digitali

    Se al myGEKKO Touch viene collegato un secondo accoppiatore bus (ACC-STA01), su questo accoppia-tore la numerazione riparte dallinizio. La distinzione tra il primo e il secondo accoppiatore bus viene definita durante la parametrizzazione.

    Tuttavia, se viene utilizzata una prolunga per bus (WG750627+WG750628), la numerazione progres-siva prosegue sul modulo separato.

    1.4 Numerazione dei collegamenti

  • 10

    2. Attivazione del software sul myGEKKO

    Effettuare il login come configuratore.

    1) Dalla finestra delle impostazioni principali -> Configurazione IO

    2) Per RS485 MODBUS RTU: Per la stazione IO 1 selezionare WAGO 31x . Definire la porta alla quale stato collegato laccoppiatore bus (di norma COM Port 2). Per MODBUS TCP/IP: Per la stazione IO 1 selezionare Modbus e come porta scegliere LAN-TCP. Inserire nel campo destro lindirizzo IP dellaccoppiatore Ethernet Wago.

    Se si utilizzano pi accoppiatori bus, questi devono essere inseriti nel campo relativo alla stazione 2, 3, o 4, a seconda dellindirizzo degli accoppiatori bus.

    3) A questo punto inserire il numero di morsetti collegati:

    DALI: Indicazione dei morsetti DALI collegati allaccoppiatore bus (max. 4 pz.) Numero di DI: Indicazione degli ingressi digitali collegati. Il numero deve essere maggiore dei moduli installati. Ad es. per 1 modulo 750-430 con 8 ingressi digitali va inserito 1x16. Numero di DO: Idem come per i DI.

    Numero di AI: Numero di ingressi analogici. Questo numero deve coincidere esattamente con il numero di ingressi analogici installati. Ad es. se installato un solo modulo 750-460 va inserito il valore 4.

    Nummero AO: Idem come per gli AI. Mors. di alim.: Numero di morsetti per la misura della potenza installati (max. 4 pz.)

    4) Fatto! Ora gli ingressi/le uscite WAGO possono essere utilizzati nei singoli menu del sistema.

    Esempio Configurazione principale Wago MODBUS RTU

    Esempio Configurazione principale Wago MODBUS TCP/IT

    2.1 Configurazione principale

  • 11

    2.2 Configurazione DALI

    necessario avere effettuato il login come configuratore e avere terminato la configurazione princi-pale con il passo descritto in precedenza.

    Ritornare alla finestra di configurazione principale -> Configurazione IO

    1) Indirizzo singolo o indirizzo di gruppo:Accanto alla voce Numero DALI scegliere tra indirizzo singolo e indirizzo di gruppo. In caso di indirizzo singolo, ogni dispositivo collegato pu essere attivato singolarmente (max. 64 per ogni linea DALI). Se impostato un indirizzo di gruppo, i dispositivi vengono attivati a gruppi (max. 16 per ogni linea DALI). Lindirizzo di gruppo andrebbe utilizzato se ci sono diversi dispositivi collegati allo stesso cir-cuito luci. In questo modo tutte le lampade del circuito luci in questione si accenderanno simultanea-mente. In caso di indirizzo singolo, le lampade vengono accese in successione, con un breve intervallo tra unaccensione e laltra. Impostando un indirizzo di gruppo tuttavia possono essere realizzati solo 16 circuiti luci o gruppi per ogni linea DALI.

    2) Configurazione:Toccare il pulsante >> e selezionare la linea DALI da configurare.

    3) Indirizzamento delle luci:Toccare la voce Lampade per assegnare un indirizzo ai singoli punti luce. Se non ancora stato es-eguito alcun indirizzamento per le luci, toccare la voce Reindirizza e attendere finch la barra di avan-zamento in basso si ferma. Se gi stato effettuato un indirizzamento delle luci e si vuole ampliare la linea con dei punti luce aggiuntivi, toccare la voce Completa.

    4) Visualizzazione delle luci indirizzate:Toccare il pulsante Mostra; nel campo numerico (1-64) deve essere selezionato in verde un numero di indirizzi pari al numero dei dispositivi collegati. Se il dato non corretto, attendere un minuto e ripetere la procedura di visualizzazione. Se il dato visualizzato non coincide ancora con il numero di dispositivi collegati, una delle lampade potrebbe non essere installata oppure alcuni indirizzi potreb-bero essere stati assegnati due volte.

    5) Ricerca delle luci indirizzate:Se non sono gi selezionati, selezionare tutti i punti luce trovati e toccare il pulsante Off. Tutte le luci si spengono. Ora selezionare il punto luce n. 1 e toccare il pulsante Lampeggio oppure On. Cercare il punto luce e annotare lindirizzo corrispondente. Proseguire la ricerca con la lampada n. 2, 3, ...

    6) Assegnazione gruppi:Se si vuole utilizzare un indirizzo di gruppo, selezionare gli indirizzi dei punti luce da riunire in un unico gruppo. Quindi toccare la voce Imposta parametri. Si apre una finestra dove possono essere impostati numerosi parametri e anche assegnare il singolo punto luce ad un gruppo specifico.

    7) Lettura dei parametriPer visualizzare le informazioni sui parametri sul dispositivo collegato, selezionare lindirizzo del punto luce corrispondente e toccare la voce Leggi parametri.

  • 12

    8) Sostituzione degli indirizzi, cancellazione, nuovo indirizzamentoSe si vuole riassegnare, sostituire o cancellare un indirizzo, selezionare lindirizzo del punto luce cor-rispondente e toccare il relativo comando. Attenzione! Il campo Nuovo indirizzamento sul bordo superiore della finestra di configurazione esegue un nuovo indirizzamento per TUTTI i punti luce.

    9) Conclusione della procedura di configurazioneToccare il pulsante Indietro per ritornare alla finestra Configurazione I/O. Accanto a Numero DALI e >> la voce Config illuminata di rosso. Questo significa che il sistema si trova ancora nella modalit di configurazione. Toccando brevemente il campo esso diventa verde. Ora gli indirizzi DALI possono essere utilizzati per lassegnazione ai vari circuiti luci.

    Configurazione DALI Modalit di configurazione attiva

    Assegnazione dellindirizzo DALI per il circuito luci con indirizzo di gruppo (1-16)

    Indirizzo DALI assegnato nel circuito luci

  • 13

    2.3 Morsetti per la misura della potenza

    necessario avere effettuato il login come configuratore e avere terminato la configurazione princi-pale con il passo descritto in precedenza. Ritornare alla finestra di configurazione principale -> Con-figurazione IO (frecce verdi/blu)

    1. Toccare il pulsante >> accanto alla voce Mors. energetice per accedere alla finestra di con-figurazione dei morsetti per la misura della potenza.

    2. Selezionare Morsetto 1 e toccare Configura. Questa operazione deve essere eseguita ununica volta per ciascuno dei morsetti 1- 4.

    3. Definire il rapporto tra i trasformatori collegati al morsetto. Ad es. per un trasformatore da 100/5A va inserito il valore 20.

    4. Ora dovrebbero venire visualizzati i vari valori relativi a corrente, tensione, consumo e po-tenza. Se i valori non sono corretti o sono presenti correnti o consumi negativi, controllare il collegamento elettrico dei trasformatori ecc..

    5. Fatto! Ora le singole prestazioni possono essere utilizzate nel controllo del distacco dei carichi e nei contatori energetici.

    Configurazione IO dei morsetti Esempio di utilizzo della somma delle prestazio-ni nel contatore energetico

  • 14

    3. Appunti

  • 15

  • 16

    www.my-gekko.com

    A first class product of Europe!The result of a close collaboration between Italy, Switzerland and Germany