Malattia Di Alzheimer Epidemiologia

Download Malattia Di Alzheimer Epidemiologia

Post on 03-Mar-2015

613 views

Category:

Documents

2 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

<p>Malattia di Alzheimer: epidemiologia</p> <p>Dott. Michele Vitturi</p> <p>10/09/11</p> <p>Associazione Alzheimer Venezia</p> <p>1</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZESTUDIO ILSA. Prevalenza (%) delle malattie internistiche e neurologiche (italian longitudinal study on Aging)</p> <p>Ipertensione Aritmie cardiache Diabete Infarto miocardico Arteriopatie periferiche Angina pectoris Scompenso cardiaco Ictus Neuropatia arti inferiori Demenza Parkinsonismi</p> <p>Uomini 59,4 25,1 12,9 10,7 8,1 7,8 5,4 7,4 6,5 5,3 2,9</p> <p>Donne 67,3 20,3 13,4 4,8 5,2 6,9 7,3 5,9 6,5 7,2 3,0</p> <p>10/09/11</p> <p>2</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Alcuni dati descrittiviINCIDENZA DELLA DEMENZA IN ITALIA(secondo Spinnler, 1996)</p> <p>Popolazione sotto i 65 anni: 250 -500 nuovi casi allanno/100 000 (2,5 -5,0 per mille) Popolazione sopra i 65 anni: 1000-3500 nuovi casi all'anno/100 000 (35 per mille) proiezioni in Italia 1991: 304500 nuovi casi allanno 2001: 367500 nuovi casi allanno 2011: 413000 nuovi casi allanno10/09/11 3</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Alcuni dati descrittiviDATI DI PREVALENZA GENERALE (numero di dementi su popolazione totale) Popolazione totale: 6,4% (ILSA) Popolazione sotto i 65 anni: 1% Popolazione sopra i 65 anni: 6-7% la sopravvivenza media stimata essere attorno ai 10-14 anni con valori minimi e massimi che vanno dai 3 ai 15 anni 10/09/11 4</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZESTUDIO ILSA. PREVALENZA DELLA DEMENZA</p> <p>25 20 Prevalenza (%) 15 10 5 065-69 70-74 75-79 80-84</p> <p>Maschi Femmine Totale</p> <p>Classi di et</p> <p>10/09/11</p> <p>5</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Alcuni dati descrittivi Studio EURODEM - PrevalenzaClassi di et 30-59 60-64 65-69 70-74 75-79 80-84 85-90 90-9410/09/11</p> <p>maschi % 0,16 1,58 2,17 4,61 5,04 12,12 18,45 32,1</p> <p>femmine % 0,09 0,47 1,10 3,86 6,67 13,50 22,67 32,256</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Alcuni dati descrittivi Studio ILSA Prevalenza Malattia di Alzheimer (2,5% sul totale della popolazione)Classi di et 65-69 70-74 75-79 80-84 Totale maschi % 0,4 0,8 2,8 5,7 1,7 femmine % 0,7 2,4 4,3 9,0 3,2 totale 0,6 1,7 3,6 7,7 2,5</p> <p>10/09/11</p> <p>7</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Alcuni dati descrittivi</p> <p>10/09/11</p> <p>8</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Alcuni dati descrittivi Comune VeneziaCentro Storicoclas s i d'e t 90 e + 85-89 80-84 75-79 70-74 65-69 60-64 55-59 50-54 45-49 40-44 35-39 30-34 25-29 20-24 15-19 10-14 5-9 0-4 10 8 6 4 2 0 2 4 6 m as chi 8 10 fe m m ine</p> <p>valori pe rce ntuali</p> <p>10/09/11</p> <p>9</p> <p>CENTRO STORICO - SOGGETTI AFFETTI DA DEMENZA CHE VIVONO IN CASA</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZECentro storico Venezia al 31/03/2005m 1208 1071 1079 1096 1130 1647 2194 2387 2196 2060 1982 2219 2327 2082 1668 1315 918 383 225 29187 f 1134 929 1004 1016 1096 1493 2187 2288 2344 2270 2225 2461 2584 2551 2238 2249 2067 1047 775 33958 mf 2342 2000 2083 2112 2226 3140 4381 4675 4540 4330 4207 4680 4911 4633 3906 3564 2985 1430 1000 63145</p> <p>classi d'et 0-4 5-9 10-14 15-19 20-24 25-29 30-34 35-39 40-44 45-49 50-54 55-59 60-64 65-69 70-74 75-79 80-84 85-89 90 e + totale</p> <p>0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 1,6 1,0 2,3 9,5 18,5 22,0 32,1</p> <p>4 4 4 3 3 4 37 21 38 125 170 84 72</p> <p>0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 0,5 1,2 3,5 9,0 21,1 22,8 32,3</p> <p>3 4 4 4 4 4 12 31 78 202 436 238 250</p> <p>568</p> <p>1270</p> <p>10/09/11</p> <p>10</p> <p>CENTRO STORICO - SOGGETTI AFFETTI DA DEMENZA CHE VIVONO IN CASA</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE</p> <p>classi Centro storico Venezia al 31/01/2006 d'et 0-4 5-9 10-14 15-19 20-24 25-29 30-34 35-39 40-44 45-49 50-54 55-59 60-64 65-69 70-74 75-79 80-84 85-89 90 e + totale m 1172 1112 1051 1122 1090 1505 2081 2335 2220 2033 1928 2236 2236 2106 1676 1307 898 407 229 28744 f 1096 967 1000 1015 1064 1407 2012 2299 2329 2248 2159 2467 2485 2558 2191 2243 2006 1117 820 33483 mf 2268 2079 2051 2137 2154 2912 4093 4634 4549 4281 4087 4703 4721 4664 3867 3550 2904 1524 1049 62227</p> <p>0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 1,6 1,0 2,3 9,5 18,5 22,0 32,1</p> <p>3 4 4 3 3 4 35 21 39 124 166 90 74</p> <p>0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 0,2 0,5 1,2 3,5 9,0 21,1 22,8 32,3</p> <p>3 4 4 4 3 4 12 31 77 202 423 254 264</p> <p>569</p> <p>1284</p> <p>10/09/11</p> <p>11</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZEStudio su una casa di riposo della terraferma</p> <p>Ospiti valutati: 342 Di cui femmine: 278 Di cui maschi: 64</p> <p>et media: 84,8 et media: 85,9 et media: 80,1</p> <p>Dev. Stan.: 9 Min: 55 Max: 107</p> <p>periodo di valutazione: prima settimana febbraio 2005</p> <p>10/09/11</p> <p>12</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Distribuzione per classi di et</p> <p>Ospiti Casa di Riposo40 35 30 25 % 20 15 10 5 0 1 50-60 61-70 71-80 81-90 91-100 7 1 &gt; 101 19 40 32</p> <p>classi di et</p> <p>10/09/11</p> <p>13</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Scheda SVAMA</p> <p>Documento approvato dalla Regione Veneto per la valutazione multidimensionale dellanziano necessario per laccesso ai servizio sociosanitari Prevede la somministrazione di schede di valutazione cognitiva, funzionale, della mobilit, delle richieste sanitarie La combinazione dei punteggi ottenuti permette di identificare un profilo dellutente</p> <p>10/09/11</p> <p>14</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZEScheda SVAMA analisi dei profili</p> <p>%5 lucido gravemente dipendente 6 confuso deambulante autonomo 7 confuso deambulante 8 confuso deambulante se assistito 9 confuso allettato 11 confuso stuporoso totalmente dipendente 9,4 12,3 11,4 14,7 10,0 24,3</p> <p>10/09/11</p> <p>15</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE SVAMA e diagnosi di demenza DIAGNOSI DI DEMENZA DI ALZHEIMER: DIAGNOSI DI DEMENZA N.A.S.: 8,7% 30,1%</p> <p>10/09/11</p> <p>16</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZESVAMA Valutazione Cognitiva</p> <p>50 40 30 % 20 10 0 23</p> <p>47</p> <p>27</p> <p>2 pcog 1 pcog 2 pcog 3 pcog 4</p> <p>10/09/11</p> <p>17</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Decadimento cognitivo in CDR: 81%</p> <p>40 35 30 25 20 15 10 5 0</p> <p>36 21 25</p> <p>lieve</p> <p>discreto</p> <p>grave</p> <p>Rilevazione 1995 (337 ospiti): 73% (demenze + encefalopatie vascolari)</p> <p>10/09/11</p> <p>18</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Decadimento cognitivo in CDR: 81%</p> <p>Decadimento cognitivo + encefalopatia vascolare: 56% Grave decadimento cognitivo + encefalopatia vascolare: 23% Decadimento cognitivo e malattie extrapiramidali: 6%19</p> <p>10/09/11</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE Grave decadimento cognitivo n.a.s. (41 ospiti)</p> <p>Aumento dei disturbi psichiatrici e del comportamento (17% vs 11%) aumento malattie respiratorie (12% vs 5%) Aumento sindromi allettamento (37% vs 32%)</p> <p>10/09/11</p> <p>20</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE CAREGIVERS (CENSIS) QUADRO SOCIODEMOGRAFICO DEI CAREGIVERS SULLE FAMIGLIE GRAVA LA MAGGIOR PARTE DEL CARICO ASSISTENZIALE 2 MALATI GRAVI SU 3 VIVONO CON LA FAMIGLIA LASSISTENZA E OFFERTA IN PREVALENZA DA DONNE (73,8%) SOLIDARIETA INTERGENERAZIONALE (LE FIGLIE SONO LA MAGGIOR PARTE DEI CAREGIVERS) LA MAGGIOR PARTE DEI CAREGIVERS SONO IN ETA ATTIVA</p> <p>10/09/11</p> <p>21</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZECAREGIVERS(CENSIS)</p> <p>IMPEGNO DEL CAREGIVER7 ORE DI ASSISTENZA DIRETTA 11 ORE DI SORVEGLIANZA TEMPO LIBERO: 4-15 ORE LA SETTIMANA</p> <p>IL CAREGIVER PROVVEDE SPESSO DA SOLO AIGIENE ALIMENTAZIONE SOMMINISTRAZIONE FARMACI COMPAGNIA SORVEGLIANZA</p> <p>VIENE RICHIESTO AIUTO PERSORVEGLIANZA FUORI CASA IGIENE</p> <p>LAIUTO E FORNITO DAALTRI FAMILIARI (59%) DA PERSONALE PAGATO (37%) 10/09/11</p> <p>22</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZECAREGIVERS(CENSIS)</p> <p>IMPATTO ECONOMICO NEGATIVO SULLE ENTRATE POSITIVO SULLE USCITE FONTI DI SPESAPERSONALE SOCIALE ACQUISTO FARMACI PERSONALE SANITARIO MEDICAZIONICOSTO</p> <p>68% 68% 62% 42%</p> <p>ANNUALE(SPESE DIRETTE E INDIRETTE)</p> <p>GLI STUDI LO QUANTIFICANO IN 35000 EURO ANNUALI STUDIO CENSIS - 6000 EURO DI SPESE DIRETTE </p> <p>10/09/11</p> <p>23</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZECAREGIVERS(CENSIS)</p> <p>AL CAREGIVER MANCANO INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI NORMATIVI PERMESSI LAVORATIVI ASSEGNI INVALIDITA CONTRIBUTI DEL COMUNE ECC.. </p> <p>10/09/11</p> <p>24</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE I CAREGIVERS LAMENTANOSVUOTAMENTO EMOTIVO AMAREZZA E DELUSIONE DESIDERIO DI FUGA 58% 58% 41%</p> <p>CARICO PSICOLOGICO E RELAZIONALE</p> <p> SALUTE FISICASONNO INSUFFICIENTE STANCHEZZA PERCEZIONE FRAGILITA DELLA PROPRIA SALUTE ASSUNZIONE PSICOFARMACI</p> <p> RELAZIONINON SI VERGOGNA 88% NON PROVA RISENTIMENTO 82% SI ARRABBIA 40% RISENTIMENTO VERSO I FAMILIARI CHE SI IMPEGNANO POCO 30%</p> <p>10/09/11</p> <p>25</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZECAREGIVERS(CENSIS)</p> <p>CAUSE DI ISTITUZIONALIZZAZIONE SECONDO I FAMILIARI MALATTIA O DECESSO DEL CAREGIVER 52% NECESSIT DI ASSISTENZA CONTINUATIVA 49% COMPORTAMENTO AGRESSIVO/GITAZIONE 12% INCONTINENZA 10% INCAPACIT AD ALIMENTARSI 7% CONSIGLIO DEL MEDICO 7% PROBLEMI ECONOMICI 5%</p> <p>10/09/11</p> <p>26</p> <p>EPIDEMIOLOGIA DELLE DEMENZE farmacoepidemiologia Progetto CRONOSObiettivo: valutare la trasferibilit clinica delle osservazioni sperimentali Campione: 5462 persone selezionate dalle UVA regione veneto Risultati: 2 persone su 10 ha avuto una risposta a 3 mesi (&gt; 2 punti MMSE) 1 persona su 10 ha avuto una risposta a 9 mesi 1 persona su 7 ha avuto eventi avversi e di queste 1 su 3 ha dovuto abbandonare il trattamento10/09/11 27</p>