luis sepúlveda - intervista su la gazzetta del sud - 23 settembre 2014

Download Luis Sepúlveda - Intervista su La Gazzetta del Sud - 23 settembre 2014

Post on 04-Apr-2016

219 views

Category:

Documents

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

In occasione della quarta edizione del TaoBuk, l'intervista allo scrittore Luis Sepúlveda pubblicata sul quotidiano La Gazzetta del Sud.

TRANSCRIPT

  • Gazzetta del Sud Marted 23 Settembre 2014 11.

    Cultura e Spettacoli Il volto umano non mente mai: lunicacartina che segna tutti i territori cheabbiamo attraversato Luis Seplveda

    Lo scrittore ha ricevuto a Taormina il TaoBuk Award

    Seplveda: la Sicilia partedella mia geografia sentimentaleMa qui, circondato da tanta bellezza non so davvero se riuscirei a scrivere...

    Francesco MusolinoTAORMINA

    Seduto nel giardino allapertodellHotel San Domenico diTaormina, Luis Seplveda fumauna sigaretta fatta a mano e par-la di letteratura, con passione. la star della quarta edizione delTaoBuk festival kermesse let-teraria presieduta da AntonellaFerrara che si concluder vener-d e ascoltandolo parlare si hala netta sensazione che sia unadi quelle persone che merita ilgrande successo ottenuto. Qua-si 65 anni (li compir il 4 otto-bre), gli occhi di questo pluri-premiato e amatissimo scrittorecileno emanano grande sereni-t quando confessa di non avermai coltivato lodio per i suoiaguzzini, nonostante abbia pas-sato pi di due anni e mezzo inuna minuscola cella a seguitodel colpo di stato militare che,nel 1973, depose lallora presi-dente Salvator Allende. Da allo-ra la vita di Seplveda stata in-centrata sullattivismo civile alfianco dellUnesco e Greenpea-ce e dopo anni da cronista e in-viato speciale in Africa e SudAmerica, nel 1989 cominci ascrivere narrativa. Con enormesuccesso. Ospite a Taormina perritirare il TaoBuk Award, il lega-me di Seplveda con la Sicilia forte e radicato nel tempo nel1999 ritir ad Agrigento lEfebo

    dOro e questa la sua quarta vi-sita sullisola e la sua passioneper la scrittura sempre forte:Ho scritto una nuova fiaba,parler di un cane molto specia-le e un libro di racconti. Ed entrolanno spero di terminare unnuovo romanzo.

    Lei sembra perfettamente asuo agio in Sicilia

    S, questa terra parte dellamia geografia sentimentale. un luogo cos diverso dal restodItalia, al confine con lEuropa,qui ci si sente veramente nel Suddel mondo.

    Giuseppe Tomasi di Lam-pedusa e Camilleri rappre-sentano il suo legame narrati-vo invece.

    Quando lessi la definizionedella malinconia di Tomasi diLampedusa, la felicit dellesse -re triste, mi colp ma io non vo-levo essere un uomo melanco-nico. Camilleri un grandemaestro, un vero amico, capacedi scrivere in un modo che rie-cheggia lo stile classico ma altempo stesso modernissimo.Mi colpisce sempre il trattamen-

    Oggi

    Le sberle, le ossae il maialel Nel programma di Tao-buk oggi sulla terrazza del-lArchivio storico alle 18Andrea Vitali presenterQuattro sberle benedette(Garzanti); alle 19 la scrit-trice messinese AlessiaGazzola presenter Le os-sa della principessa (Lon-ganesi). A seguire RobertaCorradin presenter La re-pubblica del maiale (Chia-relettere), con la partecipa-zione dello chef CarmeloChiaromonte.

    APPASSIONATA LEZIONE DEL PRESIDENTE DEL SENATO PIETRO GRASSO

    Quel giorno dovevo esserci anchio con Falcone...Una vita fuori dallalegalit non val lapena di essere vissuta

    Ci siamo imbarcati in unascommessa, quella di creare unfestival letterario in un luogomagico come Taormina. E lab -biamo vinta. Cos dal palco delteatro antico di Taormina, ilgiornalista e conduttore RaiFranco Di Mare ha introdotto laserata inaugurale della quartaedizione dellInternationalTaormina Book Festival, svolta-si sabato davanti ad una foltapresenza di pubblico.

    TaoBuk, presieduto e orga-nizzato dalla libraia AntonellaFerrara, riparte con prestigiosinomi - Francesco Piccolo, Giu-seppe Catozzella, Andrea Vitalie Alan Friedman - cui affianca gliautori siciliani Alessia Gazzola,messinese, e Santo Piazzese, pa-lermitano. Ma la serata inaugu-rale stata allinsegna delle ce -lebrit del mondo delle letterecon la triplice premiazione delpresidente del Senato, PietroGrasso, del compositore NicolaPiovani e dello scrittore Luis Se-plveda, che hanno ritirato il ri-conoscimento Taormina BookAward.

    La serata, condotta in modovivace dalla coppia Di Mare-Fer-rara, stata introdotta da unasuggestiva lectio magistralis te-nuta da Pietro Grasso sul temadella legalit, densa di ricordi eaneddoti personali. Una vita aldi fuori della legalit non vale lapena dessere vissuta e ogni go-verno dovrebbe avere la lotta al-la mafia fra le sue prime priori-t, ha esordito il presidente delSenato, ricordando i fatti che locondussero a prendere parte alprimo maxi-processo a Cosa No-stra nel 1984, con lincarico digiudice a latere: Da oltre tren-tanni vivo sotto scorta, ma se

    non avessi accettato di parteci-pare al maxi-processo, per legit-timo timore dei miei familiari,mi sarei certamente dimessodalla magistratura.

    E infine, Pietro Grasso ha ri-cordato che quel 23 maggio1992 anche lui avrebbe dovutoessere con Giovanni Falcone,Francesca Morvillo e gli uominidella scorta su quellauto chepercorrendo la A29, salt in ariaa causa di 400kg di tritolo, mariusc a partire il giorno prima:Trovai lultimo posto su un voloche da Roma mi port a Paler-mo. Conservo ancora quel ta-gliando Alitalia. 3(f.m.)Pietro Grasso e Franco Di Mare

    Dopo la scelta di Muti

    Opera di Romatra i lavoratoriregna lo sconcertoGrande preoccupazioneper il futuro (non solodella stagione)

    Andrea MiciullaROMA

    Sconcerto e preoccupazioneper laddio del Maestro Muti,ma intanto il Teatro dellOperadi Roma va avanti con le opereche concludono la stagione2013-2014 del teatro romano.Gioved lappuntamento conil balletto, con la Cenerentoladi Sergej Prokofiev, per la qua-le sono previste repliche fino al5 ottobre. Derek Deane firmale coreografie mentre la dire-zione dellOrchestra affidataa Nir Kabaretti. La speranza che il celebre capolavoro possaalmeno in parte far dimentica-re lamarezza di questi giorni.In scena, il pubblico vedr ilcorpo di ballo dellOpera di Ro-ma e grandi nomi della danzainternazionale: sar Maria Ko-chetkova, attualmente Princi-pal Dancer del San FranciscoBallet, a interpretare Ceneren-tola, seguita da Alessia Gay eLetizia Giuliani. Giuseppe Pi-cone, Alessandro Macario eClaudio Cocino si alterneran-no nel ruolo del Principe.

    Ma intanto c sconcerto trai lavoratori del Teatro. Quan-do ho saputo della scelta delmaestro, ho provato un sensodi abbandono e di sconfitta. Ilmio primo pensiero stato: eora che succeder? Perch Mu-ti stato davvero in questi annidalla nostra parte, dice il so-prano Claudia Cozzari, rag-giunta al telefono dallAnsa.

    Sulle vetrate dello stabilecampeggia un avviso al pubbli-co in cui si informa che il Mae-stro Riccardo Muti, come da luistesso annunciato, non dirige-r le opere Aida e Le Nozze diFigaro previste nel cartello-ne.

    Tra i sindacati, che si sonodivisi sul piano di risanamentodel sovrintendente Carlo Fuor-tes (Cisl e Uil a favore, Cgil eFials contro) continua il bottae risposta. Cozzari, iscritta allaUil, sottolinea: Parlo con af-fetto e stima per il maestro Mu-ti, perch lui ci ha davvero ap-poggiato, anche esponendosi,in tanti momenti difficili. Nonme laspettavo anche se possocomprendere la sua stanchez-za. Il futuro dellOpera? Io lovoglio vedere positivamente,spero che Riccardo Muti tornio che comunque si possa trova-re una soluzione. Il conflittointerno al teatro reale, ci sonodue fazioni ben definite - pro ocontro il piano di risanamento- ma secondo me con il dialogosi pu superare. Bisogna guar-dare avanti e pensare alla no-

    stra comunit.Anche Davide Simoncini,

    prima tromba, iscritto allaFials, interpellato sulla sceltadi Muti risponde: Si sta male.Secondo me una disfatta. Daun anno viviamo in nessunacertezza di quello che accadra livello aziendale. Chi ha scel-to di fare gli scioperi lo ha fattoper chiedere di continuare adare una continuit a questoteatro, per lavorare nelleccel -lenza raggiunta, ed ora nonvuole essere mostrato comecapro espiatorio. A mio avviso,e di molti, se il problema fossestato il clima non sereno Mutiavrebbe fatto questa scelta amarzo in occasione dello scio-pero annunciato ma mai fattoche coinvolgeva la sua produ-zione. Poi, invece, abbiamocontinuato la collaborazionecon la tourne in Giappone eaddirittura dopo il maestro hascelto di inaugurare la stagio-ne seguente con lui protagoni-sta a dirigere lAida.

    A parere di Simoncini se laspaccatura del teatro c per-ch c una parte che appoggia- legittimamente - la linea dellanuova direzione, e una parteche chiede, senza rifiutare il ri-sanamento, garanzie per por-tare avanti leccellenza con-quistata dal teatro a livello in-ternazionale. Il teatro non uncentro di produzione indu-striale, ma un centro di produ-zione di emozione. Ed unadelle bandiere che possiamomostrare con orgoglio in Italia.Noi dellorchestra speriamo efaremo di tutto affinch che ilmaestro ci ripensi, per portareavanti uneccellenza che ab-biamo costruito insieme, pernoi, per Roma e per la nostranazione. 3

    Il maestro Muti. Non dirigerle opere del Teatro

    Noi dellorchestrafaremo di tuttoaffinch il maestroci ripensi, per tuttala nostra nazione

    Un patrimonio immenso

    Larchivio della Scalaaccessibile onlineMILANO

    accessibile da ieri online,senza registrazione, la r c h i-vio del teatro alla Scala diMilano. Dal 1998 il proget-to Dam (digital asset mana-gement) sta digitalizzandolimmenso patrimonio sto-rico di scenografie, costu-mi, fotografie, locandine edocumenti del Piermarini,rendendolo consultabilesul sito.

    Finora - fa sapere il teatro

    - sono stati archiviate 205mila fotografie, 5 mila co-stumi, 800 accessori e 12mila locandine relative aglispettacoli dal 1950 a oggi.Laccesso diretto - sottoli-nea la Scala - un invito ri-volto a ricercatori, abbona-ti, appassionati e a tutti icittadini milanesi a esplora-re con curiosit la memoriadel nostro teatro, che par-te essenziale della memoriacollettiva della citt di Mi-lano. 3

    Per me piimportante essereun cittadino:soltanto doposono uno scrittore

    A Taormina. LuisSeplveda riceve ilpremio da PietroGrasso e ancoraSeplveda (nellafoto