linee guida terapia occupazionale - parkinsonlive.it · linee guida per la terapia occupazionale...

Click here to load reader

Post on 16-Feb-2019

218 views

Category:

Documents

1 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Linee guida per la Terapia Occupazionale nella Riabilitazione della Malattia di Parkinson

Linee guida per la Terapia Occupazionale nella Riabilitazione della Malattia di Parkinson originali sono un prodotto di ParkinsonNet, The Netherlands. (http://www.parkinsonnet.info)

Traduzione inufficiale con permesso di ParkinsonNet

2

3

4

5

Solo ascoltando i bisogni della persona, si potr migliorarne la qualit della vita Dr. Maud Graff (PhD, MHSc, OT)

outcome

6

1

7

2

8

9

Terapia Occupazionale nella Malattia di Parkinson Terapia del Parlato e del Linguaggio nella Malattia di Parkinson,

10

11

Contesto e motivazioni

Scopi delle linee guida

Domande chiave

Gruppo di riferimento

Destinatari

Principi di base

Autori primari alle linee guida

Prospettiva del Paziente

Metodologia

Basi scientifiche

Struttura e riassunto della Parte II

Disponibilit

Valore legale

Procedura per la revisione delle linee guida

Supporto finanziario esterno

Ringraziamenti

Patogenesi

Epidemiologia

Conseguenze nella Malattia di Parkinson

12

Diagnosi medica

Interventi

Introduzione

Ruolo della terapia occupazionale nella malattia di Parkinson

Indicazione per la terapia occupazionale

Concludere la terapia occupazionale

Resoconto fra il terapista occupazionale ed il referente

Finanziamento della terapia occupazionale

Introduzione

Il processo di valutazione di terapia occupazionale

Metodi e strumenti di valutazione

Pianificazione di tempo e luogo per la valutazione

13

Introduzione

Background dellintervento della terapia occupazionale

Supervisionare il processo di apprendimento

Interventi specifici

Aspetti relativi alla pianificazione dellintervento

Appendice 1 Soggetti che hanno contributo alle linee guida

Appendice 2 Farmaci per la malattia di Parkinson

Appendice 3 Caregiver burden interview

Appendice 4 Registro delle attivit: valutazione degli orari dattivit e della fatica

Appendice 5 Valutazione della calligrafia

Appendice 6 Scale di menomazione

Appendice 7 Valutazione dellambiente fisico

Appendice 8 Esempi di strategie cognitive di movimento

Appendice 9 Modificare lambiente fisico

14

15

Indicazione per la Terapia Occupazionale (Sezione 3.3)

Raccomandazione 1

Concludere la Terapia Occupazionale (Sezione 3.4)

Raccomandazione 2

Resoconto tra il terapista occupazionale e il referente (Sezione 3.5)

Raccomandazione 3a

16

Raccomandazione 3b

Linee guida di Terapia Occupazionale per la riabilitazione della malattia di Parkinson

Identificare la natura e le basi dei problemi occupazionali della PwP (Sezione 4.3.1)

Raccomandazione 4a

Canadian Occupational Performance Measure

lOccupational Performance History Interview

coping

Identificare la natura e le basi dei problemi occupazionali del caregiver (Sezione 4.3.2)

Raccomandazione 5 a

Raccomandazione 5 b Caregiver Burden Interview

Chiarire il contesto dei problemi relativi alle specifiche attivit (Sezione 4.3.3)

Raccomandazione 6 specifiche

17

Valutazione delluso del tempo nelle attivit e della distribuzione dellenergia (Sezione 4.3.4)

Raccomandazione 7

Osservazione della performance occupazionale (Sezione 4.3.5)

Raccomandazione 8a

Raccomandazione 8b the Perceive Recall Plan and Perform

System

Raccomandazione 8c

Valutazione delle menomazioni nelle funzioni e strutture corporee (Sezione 4.3.6)

Raccomandazione 9

18

La valutazione dell'ambiente fisico (Sezione 4.3.7)

Raccomandazione 10

Pianificazione di tempo e luogo per la valutazione (Sezione 4.4)

Raccomandazione 11

on offon.

Raccomandazione 12

Supervisionare il processo di apprendimento (Sezione 5.3)

Raccomandazione 13

Interventi specifici (Sezione 5.4)

Raccomandazione 14Si consiglia di incoraggiare l'uso delle strategie di autogestione per le PwP ed i loro caregivers peraumentare l'identificazione e la gestione dei problemi di performance occupazionali.

Un prerequisito che le capacit cognitive della persona siano sufficienti per apprendere come applicare leabilit di problem solving sia con che senza laiuto di una strutturazione esterna.

19

Raccomandazione 15

Raccomandazione 16

Raccomandazione 17

Raccomandazione 18

Raccomandazione 19

step by step

Raccomandazione 20 Se una PwP ha problemi con lo svolgimento di doppi compiti si raccomanda di valutare l'effetto dellariorganizzazione e semplificazione delle attivit multi compito in attivit che consistono in una sequenza disingoli compiti (o sotto-compiti Se l'effetto positivo si raccomanda di consigliare il suo uso nella performance occupazionale quotidiana.

Raccomandazione 21

suggerimenti suggerimenti

20

Raccomandazione 22

Raccomandazione 23

Aspetti relativi alla pianificazione dell'intervento (Sezione 5.5)

Raccomandazione 24

Raccomandazione 25

on

Raccomandazione 26

21

flow chart

on off;

on

coping

si

no

22

step by step

on

23

(continua)

feedback

24

step by step step by step

step

step by step

cueing

problem-solving

25

26

27

28

Linee guida per la Terapia Occupazionale nella malattia di Parkinson

linee guida per la TO nella MP

29

Net

Net

30

1.10.1 Letteratura

31

1.10.2 Forza delle evidenze scientifiche

1.10.3 Raccomandazioni

32

Non pu essere dato essun consiglio o raccomandazione / non possibile fare una scelta / non si possono indicare preferenze

LineeGuida Olandesi per la Terapia Occupazionale nella Malattia di Parkinson

33

Linee guida per la Terapia Occupazionale nella riabilitazione della malattia di Parkinson

Net

Net

Procedura per la revisione delle linee guida

In accordo con gli standard di sviluppo delle linee guida, una linea guida dovrebbe essere revisionata entro 5 anni dalla pubblicazione Ci significa che nel 2013

Se necessario verr costituito un nuovo gruppo di lavoro che valuter le linee guida e le aggiorner in accordo con la migliore evidenza disponibile a quel momento. La validit delle presenti linee guidadecade

Parkinson Vereniging

Parkinson Vereniging

34

35

36

Abilit motorie, quali

Abilit di processo, quali

Abilit di comunicazione/interazione

Vivere/Assistere, quali

Lavoro, quali

Attivit del tempo libero, quali

37

2.3.1 Menomazioni nella funzione

bradicinesia

ipocinesiaautomatici

acinesia

Rigidit

distonia

tremore

postura equilibrio

38

ridotto vigore fatica

39

2.3.2. Severit e progressione di sintomi

Stadio Descrizione

40

2.3.3 Limitazioni nelle abilit di performance

Mantenere la postura corporea e posizionare se stessi per il compito

Camminare, trasportare e trasferirsi

I trasferimentitrasferimenti

Raggiungere, afferrare e manipolare oggetti

41

Sostenere la performance occupazionale: resistenza

Attenzione e organizzare il compito nel tempo

Organizzare gli oggetti e lo spazio

Adattarsi ai problemi

42

2.3.4 Limitazioni nelle attivit

Cura di s

Mobilit funzionale

43

Gestione della casa

44

2.3.5 Problemi di partecipazione

2.3.6 Qualit della vita e prospettive delle PwP

45

2.3.7 Qualit di vita e situazione del caregiver

46

Parkinson Handbook 2007

47

2.5.1 Approccio multidisciplinare

Linee guida olandesi Multidisciplinari per il Parkinson

2.5.2 Approccio sistemico

2.5.3 Intervento medico

48

Effetti collaterali dei farmaci

Interventi Neurochirurgici

49

2.5.4 Intervento paramedico

50

Terapia occupazionale

51

3.2.1 La performance occupazionale significativa

significativa

52

3.2.2 Lintervento di terapia occupazionale

Persona Ambiente

OccupazionePerformance Occupazionale

53

Basi scientifiche

54

Conclusioni

Altre considerazioni

Raccomandazione 1

55

Basi scientifiche

Conclusione

Altre considerazioni

nuovamente

Raccomandazione 2

56

Basi scientifiche

Altre considerazioni

Raccomandazione 3a

Raccomandazione 3b

Linee guida di Terapia Occupazionale per la riabilitazione della malattia di Parkinson

57

58

Identificare i problemi occupazionali del paziente identificare i problemi

Canadian Occupational Performance Measure Occupational Performance History Interview

Identificare i problemi occupazionali del caregiver identificare i problemi

Analizzare il contesto dei problemi in attivit specifiche

Valutazione delluso del tempo nelle attivit e distribuzione dell'energia

Osservazione della performance occupazionale

Assessment of Motor and Process Skills PerceiveRecall Plan and Perform System

Valutazione delle menomazioni nelle funzioni e nelle strutture corporeemenomazioni

Valutazione dell'ambiente fisico

59

Tempo

Ambiente setting

4.2.1 Raccogliere i dati

60

flow chart

4.2.2 Definire le conclusioni di una valutazione e redigere un piano di intervento

61

4.3.1 Identificare i problemi occupazionali della PwP

CanadianOccupational Performance Measure Occupational Performance History Interview

I. Questionari standardizzati per le ADL

Basi scientifiche

Schwab and England Scale

62

Schwab and England Scale

Conclusione

Altre considerazioni

screening

Raccomandazioni

II. La Canadian Occupational Performance Measure

Descrizione dello strumento

63

Basi scientificheCanadian Model of Occupational Performance

64

Conclusioni

Altre considerazioni

on off

Raccomandazioni

65

III. The Occupational Performance History Interview (OPHI II)

Descrizione del metodo

66

Basi scientifiche Model of Human Occupation

Conclusioni

Altre considerazioni

coping

67

standard Occupational Therapy in Older Persons with Cognitive Impairments

Raccomandazione 4a

Canadian Occupational Performance Measure

Raccomandazione 4b lOccupational Performance

History Interviewcoping

4.3.2 Identificare i problemi occupazionali del caregiver

68

I) Questionari standardizzati per i caregiver

Descrizione dello strumento

Belastungsfragebogen Parkinson Angehorigen-kurzversion

Basi scientifiche

Conclusioni

69

Altre considerazioni

item

Raccomandazioni

II) La Canadian Occupational Performance Measure (COPM)

Descrizione dello strumento

Basi scientifiche

Conclusioni

Altre considerazioni

70

Raccomandazione

III) Metodo dellIntervista Etnografica

Descrizione del Metodo

Basi Scientifiche

71

Caregiver burden Interview

Conclusioni

Altre considerazioni

OccupationalTherapy in Older Persons with Cognitive Impairments

Raccomandazione 5 a

Raccomandazione 5 b

72

4.3.3 Analisi del contesto dei problemi relativi a specifiche attivit

Basi scientifiche

frame work

Coping

73

Conclusioni

coping

Altre considerazioni

Raccomandazione 6 specifiche

4.3.4 Valutazione delluso del tempo nelle attivit e della distribuzione dellenergia

74

Basi scientifiche

Questionnaire Record

Activity Record

Occupational Questionnaire Record Model Of Human Occupation

Occupational Questionnaire Activity Record

Occupational Questionnaire

75

Conclusione

lOccupational Questionnaire l'Activity Record

Altre considerazionilOccupational

Questionnaire

Raccomandazione 7

76

4.3.5 Osservazione della performance occupazionale

Assessment of Motor and Process Skills Perceive Recall Plan and Perform System

A-OneA-One

Assessment of Motor and Process Skills the Perceive Recall Plan and Perform System

I La valutazione delle abilit motorie e di processo (AMPS)

77

Descrizione dello strumento

Basi scientifiche

78

Validit.

gold standard

Affidabilit

79

Conclusione

Altre considerazioni

Raccomandazione

II The Perceive Recall Plan and Perform System (PRPP)

3

80

Descrizione dello strumento

Basi scientifiche

Conclusione

Altre considerazioni

81

Raccomandazione

III. La valutazione della scrittura

pen grip

Basi scientifiche

Conclusione

82

Altre considerazioni

Raccomandazione 8a

Raccomandazione 8bthe Perceive Recall Plan

and Perform System

Raccomandazione 8c

83

4.3.6 Valutazione delle menomazioni nelle funzioni e strutture corporee

Basi scientifiche

Conclusione

84

Altre considerazioni

Raccomandazione 9

4.3.7 La valutazione dell'ambiente fisico

85

Basi scientifiche

checklist checklist

checklist

checklist

Conclusione

86

Altre considerazioni

Raccomandazione 10

4.4.1 Tempo

Basi scientifiche

87

Conclusione

Altre considerazioni

Raccomandazione 11

on.

4.4.2 Luogo

setting

88

Basi scientifiche

The Assessment of Motor and Process Skills

Conclusione

Altre considerazioni

89

Raccomandazione 12

90

step by step

91

92

Basi scientifiche

aperto

preparato

capace

93

Conclusioni

Altre considerazioni

94

step by step

Raccomandazione 13

5.4.1 Incoraggiare lautogestione

95

Descrizione dellintervento

RichtlijnCogneitieve Revalidatie Niet-Aangeboren Hersenletsel

Basi scientifiche

96

lempowerment

Conclusioni

Altre considerazioni

Raccomandazione 14

97

5.4.2 Ottimizzare le strutturazioni e attivit quotidiane

Descrizione dell'intervento

98

Basi scientifiche

99

Conclusioni

Altre considerazioni

Raccomandazione 15

100

5.4.3 gestire lo stress e la pressione del tempo

Basi scientifiche

Time Pressure Management Training

Time Pressure Management

101

Training,

Time Pressure Management.

Conclusioni

Altre considerazioni

102

Raccomandazione 16

5.4.4 Praticare le abilit motorie di mano/braccio

Descrizione dell'intervento

Basi scientifiche

103

Conclusioni

Altre considerazioni

Raccomandazione 17

104

5.4.5 Performance occupazionale con attenzione focalizzata

Descrizione dell'intervento

Basi scientifiche

105

Conclusioni

Altre considerazioni

Raccomandazione 18

5.4.6 Applicare strategie cognitive di movimento

step by step

step by step

106

Descrizione dellintervento

Basi scientifiche

107

Conclusione

Altre considerazioni

step by step

Raccomandazione 19

step by step

5.4.7 Minimizzare il doppio compito

108

Descrizione dell'intervento

, ,- .

: ,. .

Basi scientifiche

11).

2006) del

197).,

Conclusione

,

Altre considerazioni

Raccomandazione 20

109

5.4.8 Utilizzare suggerimenti (CUES)

110

Descrizione dellintervento

cueing

Basi scientifiche

111

Conclusione

Altre considerazioni

Raccomandazione 21

112

5.4.9 Ottimizzare lambiente fisico

Descrizione dellintervento

113

Basi scientifiche

Conclusione

Altre considerazioni

114

Raccomandazione 22

5.4.10 Consigliare e supervisionare i caregivers

115

Conclusione

116

Altre considerazioni

Raccomandazione 23

5.5.1 Setting ambientale

Basi scientifiche

117

Conclusione

Altre considerazioni

Raccomandazione 24

5.5.2 Tempo

Basi scientifiche on

off

on off

Conclusione

on off

118

Altre considerazioni

on

on off

Raccomandazione 25

on

5.5.3 Format dintervento

Basi scientifiche

119

Conclusione

Altre considerazioni

Raccomandazione 26

120

APPENDICI

121

Appendice 1 Soggetti che hanno contribuito alle linee guida

Per la traduzione italiana:

Parte commissionanteLimpe (www.limpe.it)Sito (www.aito.it/sito)

Coordinatore del progettoDott. Luciano Gallosti, neurologo, APPS Trento, Divisione Neurologia ospedale Rovereto

Coordinatore della traduzione e della parte graficaDott.ssa Rossella Ghensi, terapista occupazionale, ospedale Villa Rosa, Pergine V.

Comitato di traduzioneDott.ssa Valentina Caproni, terapista occupazionale, ATSM Trento, centro Franca Martini TNDott.ssa Laura Ceriotti, terapista occupazionale, IPAB ULSS6 di VicenzaDott.ssa Barbara Volta, terapista occupazionale, Ospedale S.Sebastiano Correggio UnitOperativa di riabilitazione neurologica, coordinatore corso di laurea per TO Universit diModenaDott. Christian Pozzi, terapista occupazionale, Casa di Cura "Ancelle della Carit" Servizio diTerapia Occupazionale CremonaDott.ssa Laura Villabruna, terapista occupazionale, A.S.P. Golgi Readelli di MilanoDott.ssa Kathrin Malfertheiner, terapista occupazionale, Reparto di NeuroriabilitazionedellOspedale di Vipiteno, Provincia di BolzanoDott.ssa Brunati Valentina, traduttrice, VicenzaDott.ssa Margherita Canesi, neurologo, CTO MilanoDott.ssa Cristina Giusti, neurologo, Istituto S. Raffaele, MilanoDott.ssa Elisa Pelosin, fisioterapista, Clinica Neurologica Universit di GenovaDott.ssa Roberta Delle Site, ortottista, APPS Trento, Divisione Neurologia ospedale Rovereto

Comitato di revisioneDott.ssa Valentina Caproni, terapista occupazionale, ATSM Trento, centro Franca Martini TNDott.ssa Rossella Ghensi, terapista occupazionale, APPS Trento, ospedale Villa Rosa, Pergine V.Dott.ssa Paccagnan Virginia, terapista occupazionale,

122

Per la versione originale:

Parte commissionanteErgotherapie Nederland (E.N.)

Leader del progettoProf. Dr. B.R. Bloem, medical director Parkinson Centrum, Nijmegen Dr. M. Munneke,direttore scientifico Parkinson Centrum, Nijmegen.

Coordinatore e primo autore:Mrs. I.H.W.M. Sturkenboom, occupational therapist/researcher (MA), UMC St Radboud,Nijmegen

ComitatoErgotherapie Nederland: Dr. C.H.R. Kuiper, scientific director.Dutch Parkinsons Disease Association (Parkinson Patinten Vereniging): drs. P.Hoogendoorn, former chairman.Occupational therapy programs: Dr. J. Verhoef, occupational therapy instructor/researcher,Rotterdam University of Applied Sciences.Physical therapy: Drs S. Keus, physical therapist/researcher, Leiden University Medical

Center (LUMC), 1st author of physical therapy guidelines (KNGF) and Cesar & Mensendieckexercise therapy (VvOCM) in Parkinson's disease.

Autori (gruppo di lavoro principale)Mrs. I.H.W.M. Sturkenboom, occupational therapist/researcher, UMC St Radboud, NijmegenMs. M.C.E Thijssen, occupational therapist, UMC St Radboud, Nijmegen and instructor inoccupational therapy, HAN University of Applied Sciences, NijmegenMrs.J.J. Gons, van Elsacker, occupational therapist, Zorgaccent Amersfoort, BirkhovenNursing Home, AmersfoortMrs. I. Jansen, occupational therapist, Rijnstate Hospital, Arnhem.Mrs. A. Maasdam, occupational therapist, VU Medical Center, Amsterdam.Ms. M. Schulten, occupational therapist, Roessingh Rehabilitation Center, Enschede.Mrs. D. Vijver Visser, occupational therapist, Beter Thuis Clinic, OssDr. E.J.M Steultjens, occupational therapist and consultant, Ergologie, Zeist.

Gruppo di lavoro secondario Gruppo di lavoro secondario composto da terapisti occupazionali:Mrs V. van Bakel, Bakel Occupational Therapy Clinic, Eindhoven.Mrs. T. Bertens, Breda Rehabilitation Center, Breda.Drs. E. Cup, UMCN St Radboud, Nijmegen.Mrs. A. Custers, SVVE de Archipel/Dommelhoef, Eindhoven.Mrs. L. de Jong, Friesland Rehabilitation, Sneek.Mrs. T. Gooijer and M. de Jong, Isala clinics, Weezenlanden location, Zwolle.Dr. M. Graff, UMCN St Radboud, Nijmegen.Mrs. I. Hemkes, Ergotherapie ThuisClinic Tuitjenhorn.Mr. B. van der Heijden, Zuid Gelderland Care Group, Nijmegen.Mrs. S.Hoefman, Westfries Gasthuis, Hoorn.

123

Mrs. M. Josten, UMCN St Radboud, NijmegenMrs. C. Peters Moors, Maasland Hospital, Sittard.Mrs. W. Rijkers, Leijpark Rehabilitation Center, Tilburg.Mrs. E. Jacobs and D. van Menxel, University Hospital Maastricht, Maastricht.Mrs. M. van Rijswijk, Ergotherapie Hoeksche Waard, Oud Beijerland.Mrs. M. Schmidt, Parkinson Centrum Nijmegen, Nijmegen.Drs. J.Verhoef, Rotterdam University of Applied Sciences, Rotterdam.

Gruppo di lavoro secondario multidisciplicare:Mrs. L.A. Daeter, Parkinsons disease nurse specialist, Academic Medical Center (AMC),Amsterdam.Drs. A. De Groot, specialist nursing home physician/instructor VU Medical Center GERION,Amsterdam.Drs. R. Meijer, specialist in rehabilitation medicine, Groot Klimmendaal, Arnhem.Drs. H. Kalf, speech and language therapist, UMCN St Radboud, Nijmegen.Drs. S.H.J.Keus, physical therapist/research, Leiden University Medical Center, Leiden.Drs. H.M. Smeding, neuropsychologist, Academic Medical Center (AMC), Amsterdam.Drs. M. Smits Schaffels, general practitioner, Soest.Mrs. H.E.A. ten Wolde, social worker, Maartenshof Nursing Home, Groningen.

Patients and caregivers Un gruppo di quattro PwP e due caregiver del gruppo di lavoro della Dutch ParkinsonsDisease Association.

Gruppo test Versione C:55 terapisti occupazionali delle sezioni regionali del ParkinsonNet di Alkmaar, Apeldoorn,Arnhem Zevenaar, Ede Wageningen, Delft, The Hague, Deventer, Doetinchem, Eindhoven,Haarlem, Gooi, Gouda, Nijmegen Boxmeer, Oss Uden Veghel, Venlo, s Hertogenbosch,Zoetermeer, Zutphen.Tre terapisti occupazionali del Meander Medical Center, Amersfoort.

Gruppo test Versione D:46 terapisti occupazionali delle sezioni regionali del ParkinsonNet regions di Bergen opZoom, Breda, Heerlen Kerkrade, Helmond Geldrop, Hoorn, Maastricht, Roermond, SittardGeleen, Tilburg Waalwijk, Weert, Zeeland Noord, Zeeuws Vlaanderen (Terneuzen).

MiscellaneousDr. J.J.A. De Beer, CBO, guideline development program.Mr. R. Aaldersberg, chairman, Parkinsons Advisory Council on Care.

124

125

picco dose e acinesia da fine dose

126

Argomento: carico fisico

Argomento: problemi pratici

127

Argomento: carico psicologico

Argomento: rapporti all'interno del contesto di assistenza

128

Appendice 4 Registro delle attivit: valutazione degli orari dattivit e della fatica

Per ogni periodo della giornata (ogni mezz'ora) e la notte (ogni ora), inserisci la tua attivit generale e gliorari a cui stato preso il farmaco. Poi, sotto "Fatica," valuta quanto sei stanco in quel momento su unascala da 1 (non stanco) a 5 (molto stanco).

EsempioTempo Attivit Fatica07:30 08:00 Alzarsi, andare al bagno 1 2 3 4 508:00 08:30 Prendere e leggere il giornale 1 2 3 4 508:30 09:00 Fare la doccia e vestirsi 1 2 3 4 509:00 09:30 Prepararsi il t, mangiare la colazione 1 2 3 4 5

Giorno: Lun / Mar / Mer / Gio / Ven / Sab / Dom Data: ......................... Nome: ...........................

Tempo Attivit Fatica1=non stanco5=molto stanco

00:00 01:00 1 2 3 4 5

01:00 02:00 1 2 3 4 5

02:00 03:00 1 2 3 4 5

03:00 04:00 1 2 3 4 5

04:00 05:00 1 2 3 4 5

05:00 06:00 1 2 3 4 5

06:00 07:00 1 2 3 4 5

07:00 07:30 1 2 3 4 5

07:30 08:00 1 2 3 4 5

08:00 08:30 1 2 3 4 5

08:30 09:00 1 2 3 4 5

09:00 09:30 1 2 3 4 5

09:30 10:00 1 2 3 4 5

10:00 10:30 1 2 3 4 5

10:30 11:00 1 2 3 4 5

11:00 11:30 1 2 3 4 5

11:30 12:00 1 2 3 4 5

129

Tempo Attivit Fatica1=non stanco5=molto stanco

12:00 12:30 1 2 3 4 5

12:30 13:00 1 2 3 4 5

13:00 13:30 1 2 3 4 5

13:30 14:00 1 2 3 4 5

14:00 14:30 1 2 3 4 5

14:30 15:00 1 2 3 4 5

15:00 15:30 1 2 3 4 5

15:30 16:00 1 2 3 4 5

16:00 16:30 1 2 3 4 5

16:30 17:00 1 2 3 4 5

17:00 17:30 1 2 3 4 5

17:30 18:00 1 2 3 4 5

18:00 18:30 1 2 3 4 5

18:30 19:00 1 2 3 4 5

19:00 19:30 1 2 3 4 5

19:30 20:00 1 2 3 4 5

20:00 20:30 1 2 3 4 5

20:30 21:00

21:00 21:30

21:30 22:00

22:00 22:30

22:30 23:00

23:00 23:30

23:30 00:00

Tempi di assunzione dei farmaciMedicina Orario1 Orario2 Orario3 Orario4

130

Appendice 5 Valutazione della calligrafia

Sotto riportato un elenco di punti di valutazione dal protocollo Olandese per la valutazione dellacalligrafia, con laggiunta di punti specifici dattenzione per persone affette da malattia diParkinson.

I) Identificare i problemi di calligrafia sperimentati

Nellintervista COPM la calligrafia pu essere identificata come un problema occupazionale.Esempi di ulteriori domande sono:

Per che cosa le serve (le servirebbe) scrivere?

Quanto importante per lei la scrittura?Pu essere chiesto al paziente di segnare da 1 non importante a 10 molto importante

Pu specificare?

Quanto soddisfatto del suo livello di scrittura?Pu essere chiesto al paziente di segnare da 1 non possibile a 10 molto facile

Pu specificare?

Quanto soddisfatto del risultato della sua scrittura?Pu essere chiesto al paziente di segnare da 1 non soddisfatto a 10 molto soddisfatto

Pu specificare?

Quanto utile per lei la scrittura?Possibilmente chiedere al paziente di segnare da 1 inutile a 10 molto utile

Pu specificare?

Come affronta al momento i problemi di scrittura?

Che cosa ne pensa delle opzioni alternative alla scrittura a penna? Fino a che punto stausando queste opzioni alternative?

Quali soni i suoi desideri e le sue aspettative rispetto alla scrittura?

131

II) Osservazione della postura durante la scrittura mano con cui scrive: sinistra/destra

Distanza dal naso alla superficie del tavolo Posizione dellavambraccionormale (= distanza dal polso al gomito) normale (avambraccio e gomito sul tavolo)

vicino avambraccio senza gomito sul tavolo

lontano solo la mano sul tavolo

Postura da seduto Posizione del polsonormale (eretta e una distanza di un pugno tratronco e tavolo)

normale (lieve dorsi flessione)

si appoggia al tavolo posizione media

stravaccato flessione palmare/ deviazione ulnare

movimenti irrequieti estrema dorsi flessione

Posizione del tronco Posizione della mano rispetto alla linea discrittura

normale (nessun movimento del tronco) normale (non invertita) sotto la linea discrittura

accompagnando il movimento del tronco posizione che sbaffa sulla linea di scrittura

flessione laterale verso sinistra/destra invertita sopra la linea di scrittura

Posizione della spalla della mano che sta scrivendo Contatto dellavambraccio con la superficie discrittura

normale (linea della spalla orizzontale) normale (muove la carta)

elevata polso alzato sulla superficie di scrittura

protratta tutto lavambraccio alzato sopra lasuperficie di scrittura

retratta

Progressione del braccio Uso della mano che non scrivenormale (combinazione delle parti riportatesotto con eccezione del tronco)

normale (muove e stabilizza la carta)

dal pollice alle dita nessuna funzione, sia sopra che sotto iltavolo

dal polso con supporto della testa

dal gomito

dalla spalla

dal tronco

132

Posizione del braccio Tono muscolarenormale (lieve abduzione) tono muscolare normale

adduzione tono ridotto della spalla/avambraccio/mano

eccessiva abduzione tono aumentato della spalla/avambraccio/mano

Posizione dellavambraccio Movimenti a specchionormale (lieve pronazione) non/difficilmente visibili

posizione media occasionalmente visibili

eccessiva pronazione frequentemente visibili

avambraccio/polso instabile (pronazione esupinazione)

nellaltra mano/bocca/piedi

III) Osservazione della presa della penna

Tipi di presa della penna Posizione della penna nella manopresa dinamica a tre punti distale dallarticolazione MCF

presa laterale a tre punti allarticolazione MCF

presa dinamica a quattro punti nello spazio tra le dita

presa laterale a quattro punti Dinamichepresa interdigitale a tre punti presa dinamica della penna (con movimenti di

pollice dita)

presa della penna con dita estese presa statica della penna (senza movimenti dipollice dita)

Altro:

Intensit della presapresa della penna variabile presa flessibile della penna

Pressione della penna

presa tesa della penna (iperestensione delle art.IFD, ossa delle nocchie)

pressione della penna normale molle, presa instabile della penna

pressione della penna inadeguata Forma dello spazio tra le ditapressione della penna eccessiva aperta, rotonda

a forma ovale

chiusa

133

IV) Osservazione della posizione del foglio

Nella casella sotto disegna la posizione sul tavolo del foglio e del testo da leggere?

cambia regolarmente la posizione del foglio e/o del testo da leggere

Riposizionamento del foglionormale (sposta il foglio verso lalto con la mano che non scrive)

non riposiziona il foglio adeguatamente

non riposiziona il foglio

V) Calligrafia e valutazione della grafo motricit

Fluidit del movimento

fluido irregolare, interruzioni a scatti

tremante picchi

Direzione lineare della(e) frase(i)

normale su e gi discendente ascendente

Pressione sul foglioFacendo una fotocopia del testo scritto facile notare la pressione usata mentre scrive e la differenza nellapressione usata per i diversi compiti di scrittura?

normale troppo dura molto leggera

134

Pressione sulla penna

normale dura troppo dura

Spazio tra lettere e/o parole

uniforme variabile molto variabile

Grandezza delle lettere o altri segni grafo motori

normale irregolare, da grande apiccola

inadeguata

Tipo di scrittura

inclinata verso sinistra/destra verticale

separata, a stampatello corsiva composita

Leggibilit

chiaramente leggibile leggibile scarsa leggibilit

Velocit di scrittura(Per il testo formale, standardizzato vedi il Test per la Velocit della Scrittura a Mano)

normale irregolare: ritardata lenta molto lenta

irregolare: accelerata veloce/frettolosa molto veloce

Specifico per la malattia di Parkinson:Prendere in considerazione qualsiasi effetto delle fasi on e off o del farmaco.Guardare la calligrafia/scrittura spontanea e osservare leffetto sulla qualit della scrittura e il risultato dellascrittura su:

Uso di indicazioni visuali come scrivere su fogli con linee o carta millimetrata?Consapevolezza aumentata e attenzione cosciente per scrivere con una scrittura diversa (scrittura astampatello invece del corsivo) o concentrandosi sulla larghezza della scrittura (esagerata), (la PwPsi auto istruisce per scrivere con lettere grandi),Scrivere durante compiti duplici (p.e. scrivere mentre si parla al telefono).

135

136

accessibilitmobilit

uso

orientamento

ausiliadattamenti

137

Guidelines for Parkinsons Disease from the Royal Dutch Society for Physical Therapy (KNGF), 2004 [11]

suggerimento

suggerimento

Riposare un po dopo la caduta

138

Entrare nel letto

Entrare nel letto, opzione 1

Entrare nel letto, opzione 2

Entrare nel letto, opzione 3suggerimento

139

Girarsi nel letto

Girarsi nel letto da una posizione supina, opzione 1: usando la testa / le spalle

Girarsi nel letto da una posizione supina, opzione 2: usando le gambe / il bacino

Girarsi nel letto da una posizione supina, opzione 3: utilizzare un movimento doscillazione del braccio

140

Uscire dal letto da una posizione supina

Uscire dal letto, opzione 1

Uscire dal letto, opzione 2

Uscire dal letto: dalla posizione seduta sul bordo del letto alla posizione eretta

141

142

143

Br J Occup Ther

Br J Occup Ther

Parkinsonism Relat Disord 2007

De ergotherapeutische behandeling van clinten met de ziekte

van Parkinson, een eerste concept richtlijn

Cochrane Database Syst Rev 2007

Clin Rehabil

Am J Occup Ther

Effectieve verbetering van de patintenzorg. Elsevier

gezondhiedszorg

The AGREE collaboration.

Parkinson's disease: a team approach.

KNGF-richtlijn Ziekte van Parkinson

Lancet

Parkinson handboek, een beknopte leidraad voor de praktijk

Bewegingsstoornissen.

144

. Occup

Ther Int

Mov Disord

Neurology

Mov Disord

Acta Neurol Scand

Neurology

Neurology

J Neurol Neurosurg

Psychiatry

Cogn Behav Neurol

Neuropsychologia

J

Neuro Neurosurg Psychiatry

J Am Geriatr Soc

Mov Disord

145

Vision

Res

Neurology

Parkinson's Disease: a team approach.

Lancet Neurol

Ann Neurol

Arch Neurol

Neurology

Mov Disord

Arch Neurol

Neurology

Mov Disord

146

Neuropsychologia

J Neuro Neurosurg Psychiatry

J Neuro Neurosurg Psychiatry

Neuropsychologia

J Neuro Neurosurg Psychiatry

J Neuro

Neurosurg Psychiatry

Curr Opin Neurol

Age Ageing

Mov Disord

147

Exp Aging Res

J Clin Exp Neuropsychol

Neurology

Mov Disord

Neurology

Arch Clinic Neuropsychol

Phys

Occup Ther Geriatr

Disabil Rehabil

Blijven werken met de ziekte van Parkinson: Hoe beleven jonge Parkinson

patinten hun werksituatie: onderzoeksrapport

Mov Disord

Stoppen met werken, een veelbewogen proces!

Amst Soc Tijdschr

Parkinsonism Relat Disord

148

J Neuro Neurosurg Psychiatry

Parkinsonism Relat Disord

J Gerontol A Biol Sci Med Sci

Mov Disord

Parkinsonism Relat Disord

J Neurosci Nurs

Occ Ther J

Research

Eur J Pub Health

Nurs Inq

Qual Life Res

Parkinsonism Relat Disord

Mov

Disord

J

Neurosci Nurs

Mov Disord

Int J Geriatr Psychiatry

149

Aging Clin Exp Res

Mov Disord

Disabil Rehabil

Nurs Res

Rehab Psychology

Neurol Sci

Care Manag J

Ann Neurol

Arch Neurol

J Neuro Neurosurg Psychiatry

Lancet Neurol

Multidisciplinaire richtlijn ziekte van Parkinson

Farmacotherapeutisch Kompas 2007

Eur J Neurol

150

Curr Opin Neurol

Mov Disord

Expert Rev Neurother

NVLF- richtlijn

Logopedie bij de ziekte van Parkinson

J Neuro Neurosurg

Psychiatry

Neurology

Neurology

Mov Disord

.

Parkinson's Disease: a team approach

Grondslagen van de ergotherapie.

Enabling Occupation: an occupational therapy perspective.

Efficacy of occupational therapy: the state of the art

Clin Rehabil

Assessment of motor and process skills: volume I-Development, standardization, and

administration manual.

151

Enabling occupation: an occupational therapy perspective

BMJ

Can

J Occup Ther

Standaard voor de ergotherapeutische behandeling van geriatrische

patienten met niet ernstige cognitieve stoornissen.

Mov Disord

J Neuro Neurosurg Psychiatry

Canadian Occupational

Performance Measure

Can J Occup Ther

Clin Rehabil

Clin Rehabil

Ned Tijdschr Ergother

A user's guide to the

Occupational Performance History Interview-II (OPHI-II)

Samenvatting handleiding Occupational

Performance History Interview (OPHI-II)

152

A u ser's Manual for t he

Occupational Performance History Interview (version 2.0),

Am J Occup Ther

J Neurol

Can J Occup Ther

Occup Ther Practice

Am J Occup Ther

Am J Occup Ther

Ergotherapeut als

adviseur: methodiek en adviesvaardigheden

. Psychosocial problems in Parkinson's disease.

Adviseren als ergotherapeut

Grondslagen van de ergotherapie

Willard & Spackman's

occupational therapy

Occupational

and mental health

153

Occupational Questionnaire The relationships between

volition, activity pattern, and life satisfaction in the elderly Am J Occup Ther

NIH Activity Record

Clin Neuropharmacol

Mov Disord

SOESSS-V: theorie en praktijk

The brain and behavior: assessing cortical dysfunction through activities of daily living.

Mov Disord

Arch Phys

Med Rehabil

Arch Phys Med

Rehabil

Br J Occup Ther

Scand J Occup Ther

Scand J

Occup Ther

Occup Ther J Research

The PRPP research training manual

154

ustralian Occup Ther J

Occup Ther J

Research

Am J Occup Ther

Parkinsonism Relat Disord

Mov Disord in press

Ergotherapierichtlijn Valpreventie

Mov

Disord

Mov Disord

Mov Disord

Am J Occup Ther

Am J Occup Ther

Arch Phys Med

Rehabil

Doen en blijven doen: voorlichting en compliancebevordering door

paramedici

Patientenvoorlichting stap voor stap: suggesties vor de huisarts voor

de aanpak van patientenvoorlcihting in het consult

155

Gezond bewegen kun je leren: gedragsverandering door ergo-,fysio- en

oefentherapeuten

Theory of group

processes

Neuropsychology

Neuropsychology

Exp Brain Res

Phys Occup Ther Geriatr

OT-Practice

OT-Practice

Richtlijn Cognitieve Revalidatie Niet-aangeboren Hersenletsel.

Scand J Caring Sci

Parkinsonism Relat Disord

Patint Educatie Programma Parkinson (PEPP)

Patient Educ Couns

Mult Scler

156

Am J Occup Ther

J

Geriatr Psychiatry

J Am Geriatr

Soc

Behav Brain Res

Neurol Sci

Brain

Mov Disord

J Neuro Neurosurg Psychiatry

Brain

Physiother Theory Pract

Training of compensatory strategies for impaired gross motor skills in Parkinson's

disease

J Rehabil Med

Phys Ther

157

J Neurol Sci

Brain

Clin Rehabil

Arch Phys Med Rehabil

J Neuro Neurosurg

Psychiatry

Am J Phys Med Rehabil

Interventions for

preventing falls in elderly people.

Age Ageing

J

Am Geriatr Soc

BMJ

J Gerontol A Biol Sci Med Sci

Gerontologist

158

J Gerontol A Biol Sci Med Sci

J Gerontol Nurs

Int J Geriatr

Psychiatry