la nuova vita di cinque cascine ?· alessio baù, 22 aprile 2015 la nuova vita di cinque cascine...

Download LA NUOVA VITA DI CINQUE CASCINE ?· Alessio Baù, 22 aprile 2015 LA NUOVA VITA DI CINQUE CASCINE MILANESI…

Post on 21-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Alessio Ba, 22 aprile 2015

LA NUOVA VITA DI CINQUECASCINE MILANESI

Limmaginario collettivo non aiuta a ricordarlo (Milano grigia! si senteancora dire, ogni tanto), ma la nostra citt anche una grande metropoliagricola. La sua storia urbana si intreccia fortemente con quella della suacampagna, delle sue terre e dei suoi agricoltori. Su una superficie comunaledi 18.175 ettari la parte agricola utilizzata supera, secondo lIstat, i 2.910

ettari: si merita, cos, il titolo di seconda citt agricola dItalia. Il suolo milanese destinatoinprevalenza a seminativi, come i cereali, a prati e pascoli e, in parte pi ridotta, allecoltivazioni legnose.

A costellare questa imponente galassia agricola ci sono le cascine. Quelle pubbliche sono unasessantina e le trovate mappate su Google, a questo indirizzo:

HOME CHI SIAMO FACEBOOK IT EN

MAPPE E PERCORSI CITT CONDIVISA LUOGHI INCONTRI IN CUCINA VERDE

SMART CITY ARTI E MESTIERI PARTENZE

http://www.socialmilano.org/author/admin/http://consorziodam.com/http://www.socialmilano.org/http://www.socialmilano.org/chi-siamo/https://www.facebook.com/socialmilano.org?ref=br_rshttp://www.socialmilano.org/http://www.socialmilano.org/enhttp://www.socialmilano.org/http://www.socialmilano.org/category/mappe-2/http://www.socialmilano.org/category/citta-condivisa/http://www.socialmilano.org/category/posti/http://www.socialmilano.org/category/milanesi/http://www.socialmilano.org/category/in-cucina/http://www.socialmilano.org/category/verde-2/http://www.socialmilano.org/category/smartcity/http://www.socialmilano.org/category/arti-e-mestieri/http://www.socialmilano.org/category/partenze/

http://www.associazionecascinemilano.org/le-cascine-di-milano. Recentemente statarealizzata anche una mappa cartacea, da Comune e Touring Club Editore, con Esselunga, cheraccoglie e racconta le 32 cascine, comunali e non, che fanno parte del Distretto AgricoloMilanese: qui potete acquistare prodotti a Km 0 (provate le uova di cascina e gustate ladifferenza), fare unimmersione nel verde senza uscire dalla citt, magari conoscere come silavora la terra.

Cardini storici del passato tessuto sociale di Milano, oggi molti di questi spazi stannoapprodando a una seconda vita, simboli forti del desiderio di recuperare le tradizionicontadine e di riqualificare, in chiave moderna e sostenibile, un territorio a lungo martoriatodalla cementificazione. recente la notizia del simbolico passaggio della Cascina Campazzo,in via Dudovich, allinterno del parco Sud, al Comune di Milano dopo uno storico contenziosocon la propriet Ligresti: un tassello importante nel progetto di riqualificazione delledificio edi creazione del grande parco agricolo Ticinello, che abitanti e agricoltori attendono dadecenni. Se non lavete mai visitata potete farlo facilmente: si trova a soli 200 metri dallametropolitana fermata Abbiategrasso. Non lunica da visitare: se siete appassionati di cavallipotete fare un salto alla cascina di Chiaravalle, se vi piace il miele il consiglio quello difrequentare la cascina Corte del Proverbio al parco delle Cave o, se preferite qualcosa di piurbano e alla moda, c la cascina Cuccugna, in porta Romana, col suo ristorante, i corsi, lortoe gli eventi.

Il percorso di valorizzazione delle cascine si sta arricchendo in questi mesi di importanti frutti.Oggi sono cinque i luoghi che stanno rinascendo: ecco quali sono, dove si trovano e cosasognano di diventare.

CASCINA SANTAMBROGIO

http://www.associazionecascinemilano.org/le-cascine-di-milanohttp://www.touringclub.it/news/milano-una-mappa-per-scoprire-le-cascinehttp://consorziodam.com/

Si trova in via Cavriana 38 (Zona 4), a pochi minuti da viale Forlanini, in un punto in cui la citttrafficata diventa, senza preavvisi, campagna. una strada che percorro in bici quando cerco,per qualche minuto, un orizzonte diverso. Qui si trova questa struttura, risalente al XIXsecolo, attorniata da un ettaro di terreno. La sua origine era ecclesiale: lo testimoniano leantiche strutture di una chiesa romanica e le tracce di un affresco del Trecento inglobatinellimmobile. La sua nascita viene fatta risalire alle monache del monastero benedettino diSanta Radegonda, che qui si insediarono dopo la fuga provocata dalle razzie del Barbarossa,nel 1162. Nel 2014 la cascina stata concessa dal Comune in uso gratuito per tre anniallassociazione CasciNet, che adesso si sta impegnando per il suo recupero. Vuole diventare mi ha raccontato Paolo Gorlini, uno dei ragazzi che si buttato in questa meravigliosaavventura uno spazio che fa spazio. Per questo sono stati avviati orti condivisi perpromuovere la permacultura (potete anche proporvi per gestirne uno), laboratori perbambini e studenti, appuntamenti culturali, feste e progetti di accoglienza per giovani indifficolt, anche di origine straniera. Al primo piano potreste incontrare Mario, un vecchiosignore che vive qui da sempre e che, ora, diventato lo zio dei nuovi inquilini, trentenni conlambizione di far incontrare passato e futuro. Il gruppo sta lavorando anche per realizzareunarea di coworking e, naturalmente, per avviare il restauro dei dipinti murali. Sono gidiversi i volontari che hanno offerto la propria disponibilit per contribuire; se avete vogliapotete farlo anche voi, magari iniziando con landare a presentarvi una delle prossimedomeniche, scoprendo come si pu rimboccarsi le maniche, essere utili e dare corpo algrande entusiasmo che si respira attorno al progetto.

http://www.cascinet.it/http://www.cascinet.it/

CASCINA MONLU

Il complesso si trova in via Monlu 70 (Zona 4) e risale al 1200, quando venne costruitodallOrdine degli Umiliati. La cascina nacque vicino al fiume Lambro: le sue acque eranofondamentali per la gestione dei campi. Fino al 1936 il territorio intorno alla cascina statototalmente agricolo, caratterizzato da una fitta rete di canali, tipica trama del territorio ruraledi Milano. Poi gli insediamenti urbani ridussero sempre di pi la cintura verde attorno alcomplesso e larrivo della tangenziale, negli anni 70, mise fine allisolamento della cascina. Vacomunque detto che Monlu, con la chiesa di San Lorenzo, conserva ancora un grandefascino tutto proprio di borghetto caratteristico, a met strada fra metropoli e campagna. Ilcomplesso sempre rimasto attivo, grazie alla presenza della comunit religiosa e delleassociazioni; dal 1986 qui opera, per esempio, La Grangia, che lavora per laccoglienza eintegrazione degli stranieri perseguitati per motivi politici, religiosi, etnici e dei profughi diguerra. Per alcuni anni larea verde della cascina stato utilizzata anche come sede diconcerti e attivit estive. solo dallo scorso anno, per, che il Comune ne ha delineato ilfuturo, invitando il terzo settore a proporre una strada organica per la struttura, capace diprevedere funzioni compatibili con lalto valore storico architettonico del luogo e coerenti conle attivit gi in essere negli spazi occupati. La proposta vincente arrivata da una rete direalt di cui fanno parte il consorzio Farsi Prossimo, capofila, la cooperativa La Cordata Onlus,la cooperativa Lo Specchio Onlus, lassociazione La Grangia di Monlu Onlus, lassociazione LaNostra Comunit Onlus, lassociazione Famiglie Ancora Onlus e limpresa individuale DelleDonne Emilio. La Cascina Monlu diventer un luogo polifunzionale che ospiter attivitsocio-culturali e strutture di accoglienza e ristoro, in modo da favorire laggregazionemulticulturale e valorizzare il tessuto sociale e dimpresa esistente sul territorio. Sarannopresenti anche laboratori di artigianato, arte e cultura. Una parte del terreno della cascinaverr destinato a orti, alla cura dei quali potranno dedicarsi anche i cittadini del quartiere e gliospiti della struttura. Tutta la cascina sar sistemata per accogliere anche famiglie conbambini. Sono previsti spazi per la residenzialit di giovani. Laccento sar sul co-abitare, conluoghi comuni come la lavanderia e la biblioteca. Lex stalla diventer sede di appuntamenticulturali mentre nella porcilaia potranno nascere piccole botteghe e una ciclofficina. Nei pianivi anche lintenzione di sviluppare progetti di pet theraphy, sempre con uno sguardosolidale.

CASCINA SAN BERNARDO

https://www.facebook.com/pages/La-Grangia-di-Monlu%C3%A8/218400734850897?sk=timelineMarcoEvidenziato

La Cascina San Bernardo si trova in Via SantArialdo 133 (zona 4). situata al centro del Parcodella Vettabbia, area verde attualmente interessata da importanti lavori di sviluppo (30.800nuove piante tra Nosedo e Chiaravalle, ricostruzione della marcita di fronte allAbbazia diChiaravalle, ecc.), allinterno del Parco Agricolo Sud. La Cascina, costruita nei primi anni delNovecento, costituita da due edifici, posti uno di fronte allaltro. Originariamente lunoresidenza, laltro stalla con fienile e deposito per le attrezzature. La struttura conta anche duetorri a pianta quadrata, che venivano utilizzate un tempo come abitazioni. Per valorizzare ilruolo della Cascina nellambito del progetto di realizzazione del Parco della Vettabbia ilComune ha aperto un bando per destinare lo spazio a funzioni di presidio, informazione eservizio, sfruttando positivamente la relazione con il borgo e labbazia di Chiaravalle (di cuiabbiamo parlato in questo post). La Cascina San Bernardo stata assegnata nel 2014 allaSociet Umanitaria. Il progetto prevede una fattoria e un luogo di formazione culturale, conattenzione allagricoltura e alla ricettivit. Arriveranno attivit per avvicinare i bambini e iragazzi milanesi alla vita agricola. Sono previsti laboratori artigianali e corsi di formazione. LaSociet Umanitaria realizzer anche il Giardino dei Frutti Antichi, con specie botaniche in viadi estinzione, allinterno del Parco.

https://vimeo.com/52231491http://www.umanitaria.it/home.php

CASCINA MARTESANA

Ci sono divani e tavolate, il ping pong e il biliardi