la giustizia telematica - movimento brevi cenni sul processo amministrativo telematico movimento...

Download LA GIUSTIZIA TELEMATICA - Movimento Brevi cenni sul Processo Amministrativo Telematico Movimento Forense

If you can't read please download the document

Post on 02-Oct-2020

0 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Torino, 22 giugno 2017 Ore 14:30

    MAXI AULA 2 Ingresso 15 - Palazzo di Giustizia di Torino

    LA GIUSTIZIA TELEMATICA

    Movimento Forense Sezione di Torino

  • Avv. Pasquale Orrico Vice-Presidente MF Sezione di Milano

    Brevi cenni sul Processo Amministrativo Telematico

    Movimento Forense Sezione di Torino

  • EXCURSUS NORMATIVO

    Le norme che regolano il PAT

    Regolamento per l'attuazione del PAT D.p.c.m. n. 40 del 16 febbraio 2016

    Regole e specifiche tecniche relative al PAT Allegato A al D.p.c.m. n. 40 del 16 febbraio 2016

    Codice del Processo Amministrativo (CPA) Allegato al D.L. 104 del 02/07/2010

    Misure Urgenti per la Giustizia Amministrativa D.L. n. 168 del 31 agosto 2016 (conv. con L. 197/2016)

    Codice dell'Amministrazione Digitale (CAD) D.L. n. 82 del 7 marzo 2005

    EXCURSUS NORMATIVO M

    ov im

    en to

    F o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Avv. Pasquale Orrico Vice-Presidente MF Sezione di Milano

    Il DPCM 40/2016 Norme Giuridiche

    Movimento Forense Sezione di Torino

  • FASCICOLO INFORMATICO

    Art. 5) Fascicolo informatico

    Contiene tutti gli atti, gli allegati e i documenti (originali e copie)

    Contiene tutte le indicazioni relative al procedimento Contiene i dati delle parti e dei difensori Contiene tutte le comunicazioni di segreteria Contiene tutti i provvedimenti dei giudici Contiene l’elenco dei documenti (compresi quelli in forma cartacea depositati se necessario)

    È il fascicolo d’ufficio

    DPCM 40/2016 FASCICOLO INFORMATICO

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Art. 7) Provvedimenti del Giudice

    Sono redatti e depositati sotto forma di documento informatico sottoscritto con firma digitale Sottoscritto dal Segretario e depositato nel fascicolo

    Deposito su supporto cartaceo solamente vi sia un problema nel sistema informatico (S.I.G.A. – Sistema Informatico della Giustizia Amministrativa)

    Il deposito informatico sostituisce quello cartaceo

    DPCM 40/2016 PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Art. 8) Procura alle liti

    Autentica con firma digitale 1) Se il cliente rilascia procura con firma digitale, si autentica il file informatico con la propria firma digitale 2) Se il cliente rilascia procura cartacea, si autentica la copia scansionata con firma digitale ✔o con dichiarazione e firma sul file stesso ✔o con dichiarazione su file separato (con indicazione di

    impronta hash e riferimento temporale) Se ricorso collettivo con più procure, si crea un unico file per il deposito

    PROCURA ALLE LITI DPCM 40/2016

    PROCURA ALLE LITI

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Art. 9) Atti delle parti e degli ausiliari del giudice

    Ricorso, memorie e atti vanno redatti in formato di documento informatico e depositati obbligatoriamente in via telematica (salvo accertati problemi del sistema). Deposito effettuato quando è generata la ricevuta di accettazione, se il deposito va poi a buon fine (in caso contrario si rideposita con ricevuta di accettazione e mancata consegna – per problemi di SIGA - per la rimessione in termini). Termine per deposito: 1) ore 24.00 del giorno di scadenza. 2) ore 12.00 del giorno prima dell’udienza se deposito per udienza del giorno successivo.

    DPCM 40/2016 ATTI DI PARTI E AUSILIARI

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Art. 9) Atti delle parti e degli ausiliari del giudice

    In caso di più depositi successivi (dovuti per problemi di spazio delle singole PEC), il deposito è effettuato all’arrivo dell’ultima ricevuta di accettazione. Deposito con sistema di upload nel caso non funzioni il deposito a mezzo PEC o per particolari dimensioni del documento: si considera effettuato solo quando arriva la registrazione del SIGA. Il deposito cartaceo può essere autorizzato solo in caso di problemi del sistema. Gli indirizzi PEC utilizzabili per il deposito sono quelli presenti nel sito della Giustizia Amministrativa.

    DPCM 40/2016 ATTI DI PARTI E AUSILIARI

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Art. 11) Formato degli atti, dei documenti e modalità di deposito I formati degli atti, dei documenti informatici e delle copie informatiche dei documenti analogici allegati agli atti del processo sono stabiliti dalle specifiche tecniche. le modalità di deposito di atti, documenti e verbali sono stabiliti dalle specifiche tecniche.

    Art. 19) Specifiche Tecniche Le specifiche tecniche per l'esecuzione del presente regolamento sono disciplinate nell'Allegato A). I parametri tecnici sono adeguati ed aggiornati in base all'evoluzione scientifica.

    DPCM 40/2016 FORMATO DEGLI ATTI

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Art. 12) Trasmissione dei fascicoli Trasmissione del fascicolo di primo grado da parte dell’Ufficio in caso di secondo grado.

    Art. 13) Comunicazioni in via telematica Comunicazioni di cancelleria solo a mezzo PEC 1) Comunicazione effettuata quando il destinatario genera ricevuta di consegna. 2) Comunicazione rifiutata per colpa del destinatario, si ha per effettuata col deposito nel fascicolo. Comunicazioni a mezzo fax solo se il sistema non funziona.

    DPCM 40/2016 COMUNICAZIONI TELEMATICHE

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Art. 14) Notificazioni per via telematica

    Facoltà esplicita per i difensori di notificare a mezzo PEC Prova della notifica con deposito telematico: 1) Se notifica a mezzo PEC, si allega la ricevuta completa della notifica al deposito telematico 2) Se notifica a mezzo UNEP o posta, si allega copia della notifica con certificazione ex art. 22 CAD - o sull’atto con firma digitale - o su atto separato firmato digitalmente con impronta hash e riferimento temporale Se notifica a mezzo PEC ma deposito cartaceo, autentica ex L. 53/94

    DPCM 40/2016 NOTIFICAZIONI A MEZZO PEC

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Art. 16) Richiesta copie atti e documenti dal fascicolo Richiesta copie e ritiro copie tramite PEC Pagamento anche telematico dei diritti di copia Codice identificativo per la richiesta (e il pagamento) Copia autenticata dal Segretario

    Art. 17) Accesso al fascicolo telematico Accesso al fascicolo consentito a difensori con procura, domiciliatari e parti private. Accesso al fascicolo anche a soggetto delegato

    Art. 18) Consultazione del fascicolo telematico Consultazione di dati del procedimento, sentenze e provvedimenti sul sito Giustizia Amministrativa

    DPCM 40/2016 COPIE E CONSULTAZIONI

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Obbligo di deposito telematico per tutti gli atti (compresi quelli introduttivi)

    Obbligo per i giudici di deposito di atti informatici Autentica della procura diversa rispetto al PCT: 1) o firma digitale su firma digitale 2) o autentica su cartaceo ma senza “doppia autentica” ex art. 83 c.p.c. Servirà autentica in riferimento al CAD (impronta hash e riferimento temporale) Deposito tempestivo con ricevuta di accettazione (non di consegna) Doppio termine di deposito: 1) ore 24.00 del giorno di scadenza 2) ore 12.00 se termine fino a giorno prima dell’udienza

    Consentita esplicitamente la notifica a mezzo PEC (dopo sentenze contrastanti)

    DPCM 40/2016 ASPETTI FONDAMENTALI

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Avv. Pasquale Orrico Vice-Presidente MF Sezione di Milano

    Allegato A DPCM 40/2016 Norme Tecniche

    Movimento Forense Sezione di Torino

  • Art. 6) Redazione e deposito degli atti digitali [Art. 9) del Regolamento]

    Obbligo di deposito per tutti gli atti: introduttivi e endoprocedimentali Atti da depositare inseriti in moduli predisposti dal SIGA e scaricabili dal sito Giustizia Amministrativa Utilizzabile solo firma PAdES per la firma degli atti Deposito anche da un solo difensore anche se mandato congiunto Deposito a mezzo PEC (di regola) Deposito a mezzo upload se PEC non funzionante o superiore a 30 MB

    ALLEGATO A - DPCM 40/2016 REDAZIONE E DEPOSITO ATTI

    M ov

    im en

    to F

    o re

    ns e

    A vv. Pa

    sq ua

    le O r rico

  • Art. 7) Deposito tramite PEC [Art. 9) del Regolamento]

    Deposito da PEC dell’avvocato a quella del tribunale (da sito) Necessaria ricevuta di consegna completa Tre messaggi: 1) Ricevuta di Accettazione 2) Ricevuta di Avvenuta Consegna 3) Registrazione di deposito (che può contenere indicazione di anomalie) Termine deposito con Ricevuta di Accettazione, se positiva la Registrazione di deposito In caso di violazione di caratteristiche tecniche, al posto del terzo mess