la gestione dei fanghi di depurazione acque reflue 2019-05-22آ  la gestione dei fanghi da...

Download La gestione dei fanghi di depurazione acque reflue 2019-05-22آ  La gestione dei fanghi da depurazione

If you can't read please download the document

Post on 19-May-2020

1 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • La gestione dei fanghi di depurazione acque reflue

    Elisabetta Perrotta FISE Assoambiente

    «Fare i conti con l’ambiente» – Evento ATIA ISWA Ravenna, 9 maggio 2019

  • La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

    Percentuale gestione fanghi da depurazione (EER 190805)

    Fonte: Eurostat 2015

  • La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

    Percentuale produzione fanghi da depurazione (EER 190805) nel 2016

    Fonte: ISPRA 2018

    TOTALE 3.183.919 ton

  • La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

    D1 14%

    D8-D9 34%

    R1-D10 3%

    R3 36%

    R10 12%

    R13-D15 1%

    Gestione fanghi da depurazione (EER 190805)

    Fonte: ISPRA 2016

  • 0

    100.000

    200.000

    300.000

    400.000

    500.000

    600.000

    D1 D8-D9 R1/D10 R3 R10 R13/D15

    to n

    La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

    Percentuale produzione fanghi da depurazione (EER 190805)

    Fonte: ISPRA 2016

  • La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

    Diversi studi condotti: - Università degli Studi di Milano, Facoltà di Agraria (2013), - studio INERIS (Ente pubblico francese) nel 2008 che ha considerato inquinanti inorganici, nella fattispecie metalli pesanti - Quaderni ERSAF (n.61, febbraio 2007, “il contenuto in metalli delle aree risicole”) - Sperimentazione Provincia di Pavia e a Ravenna, durate rispettivamente 15 e 18 anni. - … hanno messo in luce è che l’utilizzo dei fanghi in agricoltura, condotto nel rispetto di precise regole (verifiche delle caratteristiche chimico-biologiche dei fanghi per l’idoneità all’impiego in agricoltura, analisi periodiche del terreno) permette di risolvere una duplice problematica: • controbilanciare e ripristinare le perdite di sostanza organica dovute alle coltivazioni intensive; • recuperare e riutilizzare la frazione organica dei rifiuti.

  • La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

    Gestione fanghi da depurazione (EER 190805) nel 2016 e stima 2035

  • La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

    Strategia gestione fanghi da depurazione (EER 190805)

    - Flessibilità soluzioni diversificate a seconda delle esigenze territori e qualità fanghi - Efficientamento trattamento fanghi per migliorare qualità

    L’uso di fanghi biologici di depurazione opportunamente trattati e controllati: - apportando dosi importanti di sostanza organica, contrasta il processo di desertificazione dovuto

    all’impoverimento del suolo, particolarmente dove si praticano colture intensive; - la sostanza organica contenuta nei fanghi (circa il 50% sul secco) esplica un effetto positivo per

    quanto riguarda la struttura del terreno (porosità, stabilità degli aggregati, densità), le proprietà idrauliche (incremento della capacità di ritenzione dell’acqua e della permeabilità) e ne modifica le proprietà chimiche (es. aumento capacità scambio di cationi, abbassamento del potenziale redox);

    - la sostanza organica costituisce un’idonea sorgente di energia per soddisfare il fabbisogno energetico dei microrganismi che colonizzando massivamente i suoli ne influenzano in modo positivo la fertilità.

  • La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

    Strategia gestione fanghi da depurazione (EER 190805)

    Oltre ad intraprendere azioni a monte del sistema, ossia rivolte a migliorare la qualità delle acque destinate alla depurazione e le attività proprie dell’impianto di depurazione, è possibile intervenire al fine di un continuo miglioramento nell’utilizzo dei fanghi, in particolare: - differenziando l’utilizzo dei fanghi in funzione del rapporto C/N (carbonio/azoto),. Essendo praticamente la totalità dell’azoto nei fanghi sotto forma organica o ammoniacale, l’utilizzo di queste sostanze potrebbe quindi essere di grande vantaggio per evitare perdite azotate nelle acque sotterranee; - vietando il recupero diretto dei fanghi; - includendo, nelle autorizzazioni, relazioni dettagliate sulle modalità di igienizzazione; - dotando tutti gli impianti di trattamento di idonei stoccaggi finalizzati alla formazione di lotti omogenei che dovranno essere caratterizzati prima dell’utilizzo; - adottando sistemi di assicurazione della qualità dei fanghi e loro tracciabilità anche attraverso l’adozione di sistemi di ecogestione secondo le norme ISO 14001 e EMAS.

  • La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

    Strategia gestione fanghi da depurazione (EER 190805)

    Attualmente alternative al recupero fanghi in agricoltura sono scarse: - poco spazio presso i termovalorizzatori nazionali - difficoltà conferimento in discarica (anche per limiti frazione organica) - costi elevati gestione presso impianti esteri

  • Report disponibile al sito:

    La gestione dei fanghi da depurazione acque reflue

Recommended

View more >