insegnamento di igiene generale - ?· igiene generale epidemiologia e profilassi delle malattie...

Download Insegnamento di IGIENE GENERALE - ?· IGIENE GENERALE Epidemiologia e profilassi delle malattie infettive…

Post on 20-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Insegnamento di IGIENE GENERALE Epidemiologia e profilassi delle malattie infettive Le vie di trasmissione delle malattie infettive Endemie, Epidemie, Pandemie

Prof. Giovanni Capelli Cattedra di Igiene

Anno Accademico 2011/2012

Corso di Laurea in SCIENZE MOTORIE

(L-22)

Facolt di Scienze Motorie UNIVERSITA DI CASSINO

INSEGNAMENTO IGIENE

GENERALE

CORSO INTEGRATO

SALUTE E

ATTIVITA MOTORIA

2

Trasmissione delle malattie infettive

Trasmissione Diretta o per contagio

per contagio interumano aerogena (Morbillo, Meningite, Scarlattina) contagio diretto (Mononucleosi) contagio sessuale (Sifilide, HBV, HCV, AIDS) trasmissione verticale (TORCH)

da riserva animale (zoonosi) diretta (Psittacosi) tramite vettore obbligato (Malaria) tramite veicolo (Toxoplasmosi) da serbatoio tramite vettore obbligato (Febbre gialla)

3

Contagio

Momento dell'incontro, ovvero del contatto tra un microorganismo ed un organismo superiore ospite, che generalmente (ma non obbligatoriamente) prelude ad una fase di ulteriore sviluppo biologico dell'agente nell'ospite, come infezione oppure colonizzazione.

4

Trasmissione delle malattie Trasmissione

Indiretta per contaminazione

via orofecale (Febbre Tifoide, Poliomielite, Colera) da fonte tramite veicolo (Botulismo) per aerosol (Legionellosi) sangue o liquidi biologici (AIDS)

5

Contaminazione

Contatto di un microorganismo con un elemento inanimato o con un distretto di un organismo vivente (veicolo), sul quale non si verifica moltiplicazione o sviluppo. Elemento inanimato e distretto superficiale

svolgono dunque il solo ruolo di supporti meccanici di trasporto dei microorganismi nell' ambiente.

6

Vie di trasmissione delle malattie

infettive

7

Trasmissione DIRETTA

Umano Infetto

Fonte di infezione

Ospite

Ospite

Meningite, Scarlattina, Influenza

Contagio per via aerogena

Modalit di Trasmissione

8

Trasmissione DIRETTA

Umano Infetto

Fonte di infezione

Ospite

Ospite

Mononucleosi

Contagio diretto

Modalit di Trasmissione

9

Trasmissione DIRETTA

Umano Infetto

Fonte di infezione

Ospite

Ospite

Malaria

Trasmissione da vettore obbligato

Modalit di Trasmissione

10

Vettore

Supporto vivente di trasporto, contaminato o contagiato dall'agente. Vettore meccanico

Vettore di solo trasporto meccanico dei microorganismi, che non svolgono in esso alcuna fase del loro ciclo biologico.

Vettore biologico L ' a g e n t e d e v e ( o b b l i g a t o ) o

puo' (facoltativo) compiere in esso una parte del proprio ciclo biologico.

11

Trasmissione DIRETTA

Umano Infetto

Fonte di infezione

TORCH

Trasmissione verticale (materno-fetale)

Modalit di Trasmissione

Ospite

Ospite

12

Trasmissione DIRETTA

Ospite

Ospite

Toxoplasmosi, Graffio di gatto

Trasmissione diretta o attraverso veicolo

(feci gatto, alim. contamin.)

Modalit di Trasmissione

Fonte di infezione

13

Trasmissione DIRETTA

Ospite

Ospite

Psittacosi

Trasmissione da riserva animale

(zoonosi)

Modalit di Trasmissione

Fonte di infezione

Serbatoio

14

Trasmissione DIRETTA

Ospite

Ospite

Febbre Gialla Fonte di infezione

Serbatoio

Trasmissione da vettore obbligato

Modalit di Trasmissione

15

Trasmissione INDIRETTA

Ospite

Ospite

Febbre Tifoide

Trasmissione indiretta per contaminazione

(veicolo)

Modalit di Trasmissione

Fonte di infezione

Umano Infetto

16

Trasmissione INDIRETTA

Ospite

Ospite

Botulismo

Trasmissione indiretta per contaminazione

(alimenti)

Modalit di Trasmissione

Fonte di infezione

Fonte (C. Botulinum)

17

Trasmissione INDIRETTA

Ospite

Ospite

Legionellosi

Trasmissione indiretta per contaminazione (impianto condizionamento)

Modalit di Trasmissione

Fonte di infezione

Serbatoio (Legionella)

18

Trasmissione PARENTERALE

Ospite

Ospite

A.I.D.S.

Modalit di Trasmissione

Fonte di infezione

Fonte

19

Malattie Infettive: cosa sapere? Definizione:

di cosa si tratta? Quanto grave? EZIOLOGIA:

di che classe lagente? Che caratteristiche ha? SERBATOIO:

Lagente vive normalmente in uomo, animali o ambiente? TRASMISSIONE:

Come si trasmette la malattia? dipende dalla resistenza ambientale dellagente

INCUBAZIONE: La distanza tra incontro e sintomi nellordine di ore, giorni, mesi?

PROFILASSI: AMBIENTE; vettori? bonifica sorgenti? Portatori? AGENTE: come si uccide il germe? Ha spore? OSPITE: esiste vaccino/siero?

DIFFUSIONE dove si trova?

20

Le epidemie Definizione Lo studio degli eventi epidemici

Esiste una epidemia? L accertamento diagnostico Ipotesi, Conclusioni, Prevenzione

Gli strumenti Il Caso-sentinella Casi primari e casi secondari La curva epidemica

21

Epidemia La comparsa di un numero di casi per una determinata malattia insolitamente elevato e/o non atteso in un determinato intervallo temporale, in una determinata popolazione e/o area geografica e per una causa comune sospetta o determinata.

22

Epidemia Limitata nello spazio e nel tempo

Pandemia Limitata nel tempo ma non nello spazio

epidemia diffusa ad un intero continenete o a tutto il mondo

Casi sporadici Non limitati nello spazio e nel tempo

casi saltuari ed irregolari nel tempo e nello spazio

Endemia Limitato nello spazio ma non nel tempo

Succedersi costante e continuo di un numero non elevato di casi di una patologia in una determinata zona geografica

23

Studio di una epidemia

D e f i n i z i o n e d e l l e s i s t e n z a dellepidemia

Accertamento diagnostico Verifica dellipotesi Formulare una conclusione Controllare il fenomeno Attivare misure preventive

24

Studio di una epidemia D e f i n i z i o n e d e l l e s i s t e n z a

dellepidemia ricerca di casi non riconosciuti o non

riportati definizione della popolazione a rischio confronto dellincidenza attuale della

patologia con quella di periodi precedenti

25

Studio di una epidemia

Accertamento diagnostico test di laboratorio criteri clinici

perdita di casi subclinici inclusione di patologie clinicamente simili

criteri epidemiologici

26

Studio di una epidemia

Verifica dellipotesi applicazione di test statistici raccogliere campioni su pazienti ed

ambientali confrontare i dati di laboratorio con

quelli epidemiologici Formulare una conclusione Instaurare misure di controllo e

preventive

27

Caso sentinella

Caso insorto precedentemente al vero e proprio inizio del movimento epidemico, in soggetti che presentino caratteristiche tali da suggerire ipotesi causali o contribuire a definire comunque il periodo di incubazione della malattia.

28

Modello di decorso di una diffusione epidemica nella quale lagente infettivo trasmesso mediante contagio tra individui

Soggetti immuni o non suscettibili Casi primari Casi secondari

29

Esempio di una curva epidemica Casi di epatite virale rilevati a Santa Lucia (Uruguay), dal dicembre 1967 a luglio 1968 per settiamana

0

2

4

6

8

10

12

14

16

18

20

03 10 17 24 31 07 14 21 28 04 11 18 25 03 10 17 24 31 07 14 21 28 05 12 19 26 02 09 16 23 30 07 14 21 28

Dec Jan Feb Mar Apr May Jun Jul

National Communicable Disease Center. Hepatitis Surveillance Report N. 29

Atlanta, NCDC, Sept. 1968, p. 24

30

Curva epidemica Fonte singola, esposizione puntuale

t0

31

Curva epidemica Fonte singola, esposizione protratta

t0 t1 t2 t3 tn

32

Curve epidemiche: influenza

Applica i contenuti Rifletti ed utilizza i concetti spiegati pensando alla pratica

Ci sono epidemie in atto in qualche parte del pianeta? Cerca su Internet

Ricorda che epidemia in inglese si dice outbreak

Un buon riferimento il Center for Disease Control di Atlanta, USA www.cdc.gov Su www.cdc.gov/travel/ in particolare,

potrai trovare un aggiornamento su epidemie in atto nei vari continenti

Oppure, lIstituto Superiore di Sanit in Italia www.iss.it www.epicentro.iss.it

Corso di Laurea in

SCIENZE MOTORIE

Facolt di

Scienze Motorie UNIVERSITA DI CASSINO

CORSO

INTEGRATO di

IGIENE GENERALE ED

APPLICATA

34

Rispondi in meno di 300 parole Esercitati sui concetti chiave per prep

Recommended

View more >