il nuovo organo della chiesa parrocchiale di san … · della liturgia e del canto liturgico, senza...

Click here to load reader

Post on 24-Feb-2019

218 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

IL NUOVO ORGANO DELLACHIESA PARROCCHIALE DI

SAN CRISTOFORO

Parrocchia di San CristoforoBologna

Domenica 31 Gennaio 2010

Il parroco di trentanni fa

Sono particolarmente soddisfatto e nel contempo orgoglioso di partecipare allinaugurazione dellorgano dellamata chiesa parrocchiale di San Cristoforo che mi ha visto parroco trentanni fa e che oggi mi accoglie come vescovo nel benedire uno strumento cos indispensabile e basilare per la lode a Dio.In una chiesa lorgano ha un posto importante perch diventa espressione della musica e della tradizione musicale che, come esposto nella Sacrosantum Concilium, costituisce un tesoro di inestimabile valore, che eccelle tra le altre espressioni dellarte, specialmente per il fatto che il canto sacro, unito alle parole, parte necessaria e integrale della liturgia solenne (VI, 112).La Costituzione conciliare prosegue dicendo che nella chiesa latina si abbia in gran cura lorgano a canne, come strumento musicale tradizionale, il cui suono in grado di aggiungere mirabile splendore alle cerimonie della chiesa, e di elevare potentemente gli animi a Dio e alle realt supreme (VI, 120).Mi associo pienamente e faccio mie queste espressioni circa la musica e lorgano, strumento che primeggia su tutti gli atri per sonorit e completezza, capace di elevare lanimo dellascoltatore e dellesecutore verso Dio e fare gustare, nel contempo, la pienezza della lode al Signore attraverso lespressione musicale. Abbiamo ricevuto dai nostri padri questa tradizione musicale e abbiamo il compito di custodirla e salvaguardarla valorizzando anche gli strumenti che ci permettono di esercitarla. Con questo strumento, cari fedeli di San Cristoforo, le vostre liturgie avranno una nuova voce, il vostro canto sar supportato da suoni celestiali e la preghiera della comunit si fonder nella musica e nel canto celebrando la bellezza del creato e donando gioia e serenit ai nostri cuori.Ringrazio il parroco Don Isidoro alla cui sensibilit va il merito di avere voluto e sostenuto la realizzazione di questo strumento; particolari sensi di gratitudine a quanti, in diversi modi, hanno contribuito al buon esito di questo progetto e a tutti gli appassionati e cultori della musica che sapranno valorizzare lo strumento.Il Signore ci benedica e ci aiuti ad ascoltarlo anche attraverso il dono prezioso della musica, viatico nelle nostre tribolazioni quotidiane e mezzo efficace per celebrarlo, lodarlo e ringraziarlo.

+ Elio Tinti, Vescovo

LORGANO di San Cristoforo in Bologna Lorgano che oggi viene inaugurato, proviene dalla Germania e fu costruito circa 50 anni fa dalla Ditta Hammer per una sala da concerto, recentemente demolita. E di 26 registri reali (cio ogni registro consta per lo pi di 56 canne) per un totale di oltre 1800 canne, distribuite tra i due organi (manuali) e lorgano del pedale. Come in tutti gli strumenti, ogni tastiera della consolle corrisponde ad un organo a s: due manuali (si suonano con le mani) e il pedale (si suona con i piedi). La trasmissione dei comandi dalla consolle (a lato dellaltare) allorgano vero e proprio (sulla balconata) elettronico-elettrica: in questo organo totalmente rifatta nuova, come se lorgano fosse totalmente nuovo. Anche la facciata stata costruita ex-novo per renderla idonea a questa chiesa. Il Concilio Ecumenico nella Costituzione Liturgica chiarisce che lo strumento per la Liturgia lorgano a canne: lo strumento che meglio di ogni altro esprime la santit del culto, e pu diventare un preziosissimo aiuto al canto-preghiera del popolo, al coro o al canto di un solista. E cio in grado di rispondere a tutte le situazioni del canto richieste nella Liturgia. E anche prezioso per suonare da solista creando una atmosfera di preghiera, di meditazione o di grandiosa e festosa solennit. Un popolo che canta accompagnato dallorgano trasforma una chiesa in una cattedrale. Ha il potere magico di arricchire, amalgamare le voci in una grande assemblea, di educare allintonazione, e di guidare il ritmo. Le tante voci unite nel canto in ununica

potente preghiera a Dio sono il simbolo della Chiesa orante, e trasformano la liturgia dandole straordinario splendore.Vi sono alcune regole affinch lorgano corrisponda alle esigenze della liturgia cattolica: Un organo deve essere dotato di registri di fondo per la gravit della sonorit, anche quando la chiesa affollata. Deve avere una dotazione di sonorit tenui, utili per laccompagnamento di un qualche solista e per parti corali da eseguirsi piano. Una dotazione di registri di ripieno per dare potenza e solennit, unitamente a registri ad ancia (tromba, trombone, fagotto).

Questo strumento corrisponde in pieno a queste caratteristiche, per il servizio alla liturgia.

Come vogliono le indicazioni della chiesa che d istruzioni sulla collocazione del coro e dellorgano, la consolle da cui si comanda lorgano collocata qui in una posizione ideale, grazie anche alla conformazione di questa chiesa che lo consente: e cio tra laltare e lassemblea, cos che possa fare da tramite tra il presbitrio e il popolo chiamato a pregare insieme, cantando. E in posizione ideale sia quando presente il coro, sia quando lorganista, o un solista, solo, intona il canto di tutti.

don Luciano Bavieri

Note sul piano fonico *nuovo,sostituisce loriginaleQuintadena di8 ** nuovo , a l posto d i un Flauto l *** in origine il registro faceva parte del piano fonico del Grande Organo Iregistri indicati in corsivo sono ad ancia Lo strumento appartiene alla fabbrica dorgani Emil Hammer di Hannover, casa fondata nel lontano 1838, ed era installato originariamente in auditorium in Wupperthal.

PERCH QUESTO ORGANO?

Vari sono stati i motivi per cui arrivato questo organo a San Cristoforo. Certamente va detta una mia preferenza strumentale per la bellezza della liturgia e del canto liturgico, senza togliere nulla alla chitarra, violino, ecc.. Preferenza coltivata anche nel tempo della giovinezza quando accompagnavo i canti dei seminaristi col piccolo e antico organo del Seminario Arcivescovile . Arrivato a San Cristoforo notai la differenza dellorgano elettronico HAMMOND con il bellorgano della Chiesa Parrocchiale di Porretta Terme. Ma come fare? Nel mese di settembre mor la mamma... Nacque il desiderio di prolungare nella mia vita quella voce amata che mi aveva accompagnato per tanti anni. Nel frattempo arriv la proposta della ditta Paccagnella di Padova che aveva un organo, dalla Germania, adatto per la Chiesa di San Cristoforo. Ci pensai e mi dissi che avrei potuto iniziare una cordata per pagare lorgano con i piccoli risparmi che aveva lasciato mia madre e miei. Si affianc anche una generosa offerta della Signora Lina Guzzinati, a cui era morto un figlio per un incidente stradale, invitata a fare tale offerta da chi laveva aiutata gratuitamente a districare una ingarbugliata matassa burocratica in merito allincidente del figlio ed altre questioni economiche. Cos questorgano vuole soprattutto essere voce di questi cari: mia madre, unitamente a mio padre Celso e ad Adriano figlio di Lina. Con questorgano anche questa comunit vuole innalzare la propria preghiera dando lode a Dio che nutre la nostra speranza di vita, ci allieta chiamandoci ad esser famiglia gioiosa e ci sprona alla gratuit e al dono. Un grazie anche a chi stato sensibile ed ha voluto dare un aiuto per pagare questo strumento di grande valore. Una grazie anche a chi vorr ancora dare perch stato pagato per 2/3.

don Isidoro Sassi

Il coro della parrocchia di San Cristoforo

La principale attivit del coro rivolta al servizio musicale nelle celebrazioni liturgiche. Vi fanno parte i fedeli che, volontariamente, mettono a servizio della comunit parrocchiale tempo, energie e capacit perch riconoscono nelle celebrazioni il momento pi importante, culmine e fonte della vita della comunit cristiana. Il coro chiamato ad animare le liturgie della comunit parrocchiale. Si riunisce a cadenza settimanale e cerca via via una propria struttura e una propria linea musicale cercando di rinnovare i programmi, introducendo anche strumenti musicali diversi, sempre con grande attenzione sia al tempo liturgico che alla liturgia specifica di ciascuna domenica. Lanimazione non tralascia la giusta attenzione da rivolgere allAssemblea; i canti vengono riproposti con una certa periodicit, per favorire la partecipazione di tutti. Il coro formato da ragazzi giovani e adulti ed e aperto a quanti vogliono farne parte anche con lo spirito di contribuire, con atti e impegno concreto, alla vita della propria comunit.

Massimo

Programma del concerto

Brian Martin Organo

Esther Latter Soprano

March in C ..................................................... Henry Smart Voluntary in G ........................... Maurice Green 1695-1755 Soprano Solo ................. Percy Carter Buck O Lord God Trumpet Voluntary ....................... John Stanley 1713-1786 Fantasia in G BWV572 ........................................ J S Bach Soprano Solo Angels ever Bright and Fair ....... G G Handel

Coro parrocchiale ........ Noi canteremo Gloria a Te

Pomp and Circumstance March no. 4 ........... Edward Elgar Nimrod Variation n. IX from Enigma Variations ....... E. Elgar Soprano Solo Ave Maria ............ Guilio Caccini 1546-1618 Toccata .................................................................CH Widor