iii domenica di avvento

of 19 /19
3 AVVENTO B Cantico di Simeone, di Schmitt: “il Profeta ha visto la LUCE” MReg ina

Author: don-enzo-di-nardi

Post on 16-Apr-2017

732 views

Category:

Documents


0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

evangelio

3 AVVENTO B

Cantico di Simeone, di Schmitt: il Profeta ha visto la LUCE

MReginaDOMENICHE

Abbiamo Cristo TRA NOI, se gli lasciamo un posto (oggi ne parla il vangelo di Giovanni)

III AVVENTO:ALLEGRIA per una PRESENZA

Preghiera nel GiordanoDiscepoli di Ges, come Giovanni Battista

Gv 1,6-8,19-28 Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce, perch tutti credessero per mezzo di lui. Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce.Chiese di Betania, dove Giovanni battezzava (Gv1,28)

I veri Profeti, mostrano il CristoIl nostro dito chi mostra? Quale il nostro punto di riferimento?

Questa la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e leviti a interrogarlo: Tu, chi sei?. Egli confess e non neg. Confess: Io non sono il Cristo.

La mano del profeta tocca Dio e lo stolto rimane a guardarela mano (Proverbio cinese)La grandiosit della persona sta nellessere interlocutrice di Dio (T. Forcades)

Allora gli chiesero: Chi sei, dunque? Sei tu Elia?. Non lo sono, disse. Sei tu il profeta?. No, rispose. Gli dissero allora: Chi sei? Perch possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?. Rispose: Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaa.

Noi siamo una VOCE, la Parola Dio (S. Agostino)La voce prepara vie perch tutti ascoltino la PAROLA

Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: Perch dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, n Elia, n il profeta?.

Il battesimo una prima scelta di vita, poi, bisogna continuare a scegliere tutti i giorniEssere battezzato far abitare Cristo in noi

Giovanni rispose loro: Io battezzo nellacqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me:

SAR NATALEDomani, a tavola, dimenticheremo i poveri, cos poveri come siamo! Nel momento del dessert, Ges ci guarder un attimo, e scopier a piangere (J. Salvat-Papasseit) Egli tra noi?

a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo.

Forse oggi Ges non porta lacci nei sandaliGli slacceremo il cuore oppresso per la mancanza di dignit?

Questo avvenne in Betnia, al di l del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

Questo capita oggi, accanto a casaSiamo profeti nelle nostre citt? Quartieri poveri e ricchi di una citt

Signore Ges, fa di noi Profeti in grado di mostrarti presente TRA noi, perch tutti possano trovarti

Monache di S. Benedetto di Montserrat [email protected] www.benedictinescat.com/montserrat