i contratti a contenuto formativo: il contratto di apprendistato ed i ...  · professionale

Download I contratti a contenuto formativo: il contratto di apprendistato ed i ...   · professionale

Post on 19-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

I contratti a contenuto formativo: il contratto di

apprendistato ed i tirocini formativi e di orientamento

Milano, 16 aprile 2015

Avv. Andrea Rapacciuolo Responsabile U.O. Vigilanza Ordinaria della Direzione Interregionale del Lavoro di Milano (mail:arapacciuolo@lavoro.gov.it)

.

Ai sensi della circolare del 18 Marzo 2004 del Ministro del Lavoro si precisa che le seguenti

considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dellautore e non hanno carattere in alcun modo

impegnativo per lAmministrazione.

I tirocini formativi costituiscono uno strumento finalizzato a consentire ai giovani di vivere un momento di esperienza allinterno dellimpresa, volto ad accrescere le competenze professionali e a mettere a frutto le conoscenze culturali.

Si consente cos ai tirocinanti di svolgere un periodo di formazione allinterno dellazienda al fine di agevolare le future scelte professionali senza istaurare un rapporto di lavoro.

Quindi, il tirocinio un periodo di formazione finalizzato a:alternare momenti di studio e lavoro;agevolare scelte professionali mediante la

conoscenza diretta del mondo del lavoro per un periodo limitato e definito.

Ai sensi dellart.18, lett. d) della legge n.196/97, il tirocinio non costituisce rapporto di lavoro.

Proprio perch giuridicamente non un rapporto di lavoro, ma un vero e proprio rapporto formativo la competenza normativa demandata alle singole Regioni ( vedi tra le altre sentenze Corte Cost. n.50/2005 e n. 287/2012). Pi in particolare il confine tra competenze regionali e nazionali da ricercare alla luce della ripartizione di competenze operata dallart.117 della Costituzione.

Quindi, di competenza regionale intervenire sulle modalit di realizzazione dello stage, di certificazione di competenze acquisite, di attribuzione dei crediti formativi, di introduzione di nuovi soggetti promotori.

E di competenza statale, invece, la disciplina degli elementi fondamentali di tale istituto (convenzione, tutor aziendale e tutor soggetto promotore etc.) inerenti i rapporti intersoggettivi in un ottica di uniformit delle tutele minime su tutto il territorio dello Stato.

La disciplina nazionale rappresentata da: L. 196/1197, art. 18D.M. 25.03.1998 n. 142 L. 92/2012 L. 99/2013

Disciplina regionale: D.G.R. del 25/10/2013 n. X/825 recante Nuovi indirizzi

regionali in materia di tirocini.

La regolamentazione in materia di tirocini ha per oggetto due tipologie.

Tirocini CURRICULARI = Sono esperienza formativa ed orientativa di persone iscritte e frequentanti un percorso di istruzione o formazione a partire dal livello secondario;Tirocini EXTRACURRICULARI = Sono esperienza di inserimento lavorativo o di orientamento e formazione. Si possono suddividere in:formativi e di orientamento;di inserimento/reinserimento al lavoro;a favore di disabili (L.68/99, e per persone svantaggiate di cui la L.381/91);tirocini estivi di orientamento.

Tirocini curriculari.I tirocini curriculari sono tirocini inclusi nei piani di studio delle Universit o degli Istituti scolastici sulla base di norme regolamentari e riguardano esperienze lavorative previste allinterno di un percorso formale di istruzione o di formazione (anche al di fuori del calendario accademico) la cui finalit non direttamente quella di favorire linserimento lavorativo bens quella di affinare il processo di apprendimento e formazione con una modalit di alternanza studio e lavoro.

Soggetti promotori :

Universit o istituti di istruzione universitaria abilitati al rilascio di titoli accademici; Istituzioni scolastiche che rilascino titoli

di studi aventi valore legale; Centri di formazione professionali

convenzionati con Regione o Provincia.

Soggetti beneficiari :

studenti di scuola secondaria superiore;studenti universitari, compresi gli iscritti ai

master universitari e ai corsi di dottorato;allievi di istituti professionali e di corsi di

formazione.N.B. Non si applicano i vincoli numerici parametrati alle risorse umane.

Progetto formativo::indica gli esiti di apprendimento del percorso cui si riferisce lesperienza di tirocinio; individua i criteri e modalit di valutazione e validazione degli apprendimenti; non prevede la specificazione della figura professionale di riferimentoTutorship: ogni tutor del soggetto ospitante pu accompagnare fino ad un massimo di cinque tirocinanti. La Convenzione di tirocinio e il Progetto formativo individuale definiscono leventuale indennit di partecipazione. La convenzione e il piano formativo sottoscritti sono tenuti agli atti dal soggetto promotore e dal soggetto ospitante

Tirocini extracurriculari.A) Tirocini formativi e di orientamento.

Sono finalizzati ad agevolare le scelte professionali e loccupabilit dei giovani neodiplomati o neo-laureati nella fase di transizione dalla scuola al lavoro mediante una formazione in ambiente produttivo e una conoscenza diretta del mondo del lavoro. Destinatari: neodiplomati o neolaureati da non pidi 1 anno (il tirocinio va attivato entro 1 anno dal diploma o dalla laurea) inoccupati o disoccupati o in regime di collaborazione.

B) Tirocini di inserimento/ /reinserimento lavorativo

Sono svolti nei confronti di:Si intendono coloro che hanno gi avuto esperienze lavorative ma attualmente, si trovano senza occupazione per aver perso il posto di lavoro o per cessazione dellattivitlavorativa autonoma

disoccupati, inclusi ilavoratori in mobilit

inoccupatiSono coloro che non hanno mai svolto attivitlavorativa Sono rivolti a inoccupati in cerca di occupazione, a disoccupati, a lavoratori sospesi, in mobilit e a occupati con contratto di lavoro o collaborazione a tempo ridotto. Il tirocinio attivabile sulla base di specifici accordi in attuazione delle politiche attive del lavoro per lerogazione di ammortizzatori sociali

lavoratori in regime di cassa integrazione

C) Tirocini formativi e di orientamento o di inserimento/reinserimento a favore di:

soggetti svantaggiati e disabili

a) Soggetti Disabili ai sensi dellart. 1 comma 1 L. n. 68/99;b) Soggetti Svantaggiati ai sensi della l.381/91: invalidi fisici, psichici e sensoriali; soggetti in trattamento psichiatrico, tossicodipendenti, alcolisti, ex

degenti di ospedali psichiatrici condannati e internati ammessi a misure alternative di detenzione

e al lavoro esterno; immigrati richiedenti asilo politico o titolari di protezione

internazionale; persone detenute o internate negli studi penitenziari; minori in et lavorativa in situazioni di difficolt familiare.

D) Tirocini estivi di orientamento

Sono promossi durante le vacanze estive a favore di un adolescente o di un giovane, regolarmente iscritto ad un ciclo di studi presso unistituzione scolastica o formativa con fini orientativi e di addestramento pratico ma che non sono direttamente riconducibili al piano di studi e non concorrono al completamento degli obiettivi da questi previsti.

Limiti numerici (numero massimo di tirocinantipresenti contemporaneamente in azienda) per:tirocini formativi e di orientamentotirocini inserimento/reinserimento.

Aziende fino a 5 dipendenti

1 tirocinante

Aziende da 6 a 20 dipendenti

2 tirocinanti

Aziende con pi di 20 dipendenti

10% di tirocinanti

Nel conteggio dei dipendenti si devono ricomprendere: il o i titolari di impresa e i coadiuvanti, i liberi professionisti singoli o associati; i lavoratori con contratto a tempo indeterminato, determinato o di collaborazione non occasionale, di durata pari almeno a 12 mesi; i soci lavoratori di cooperative, come definiti dalla legge 3 aprile 2001, n. 142; per i rapporti non a tempo indeterminato deve essere rispettato il limite minimo di durata di 12 mesi. Per le attivit di carattere stagionale, lavoratori e collaboratori a tempo determinato potranno essere conteggiati anche in caso di durate inferiori a 12 mesi, a condizione che il loro contratto abbia inizio prima dellavvio del tirocinio e si concluda successivamente alla conclusione dello stesso.

Non si applicano i vincoli numerici parametrati alle risorse umane per:

tirocini formativi e di orientamento o di inserimento/reinserimento in favore di disabili e svantaggiati;tirocini estivi di orientamento.

Durata massimaTirocini formativi e di orientamento 6 mesi

Tirocini di inserimento/reinserimento al lavoro

12 mesi

Tirocini in favore di persone svantaggiate

12 mesi (fatto salva lestensione fino a 24 mesi nel caso di parere rilasciato da un soggetto terzo competente)

Tirocini a favore di persone disabili 24 mesi

Soggetti Promotori Il soggetto promotore ha funzioni di progettazione, attivazione e monitoraggio del tirocinio, nonch di garanzia della regolarit e qualit delliniziativa, in relazione alle finalit definite nel progetto formativo. Lattivazione dei tirocini riservata ai seguenti soggetti:

istituzioni scolastiche e accreditati regionali ai servizi di istruzione e formazione professionale e/o ai servizi al lavoro di cui alle leggi regionali 19/2007 e 22/2006; autorizzati regionali ai servizi per il lavoro di cui alla legge regionale 22/2006, tra i quali rientrano gli autorizzati regionali speciali, cos come previsto nella DGR del 18 aprile 2007 n. 4561; autorizzati nazionali ai servizi per il lavoro ai sensi del decreto legislativo 10 settembre 2003 n. 276; comunit terapeutiche e cooperative sociali, purch iscritti negli specifici albi regionali, a favore dei disabili e delle categorie svantaggiate che abbiano in carico quali utenti di servizi da loro gestiti .

TutorTutor designato dal soggetto promotore

I soggetti promotori gar

Recommended

View more >