gli aiuti di stato e la crisi finanziaria nel diritto dell ... aiuti... · 3 capitolo ii crisi...

Download Gli aiuti di Stato e la crisi finanziaria nel Diritto dell ... aiuti... · 3 CAPITOLO II Crisi finanziaria…

Post on 15-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI PALERMO

SCUOLA DI DOTTORATO IN DIRITTO SOVRANAZIONALE E DIRITTO

INTERNO

DOTTORATO DI RICERCA IN DIRITTO COMPARATO

AMBITO DISCIPLINARE IUS/04

XXIV CICLO

Gli aiuti di Stato e la crisi finanziaria

nel Diritto dellUnione Europea

Tesi di Dottorato di: Tutor:

Rosa Rizzo Ch.mo Prof. Vincenzo Meli

Coordinatore:

Ch.mo Prof. Guido Smorto

Saper leggere il libro del mondo con parole cangianti

e nessuna scrittura

Khorakhan, F. De Andr

1

INDICE

Ringraziamenti.............................................................................................................................p. 5

PARTE I

LEVOLUZIONE DELLA DISCIPLINA SUGLI AIUTI DI STATO

CAPITOLO I

Gli Aiuti di Stato tra tutela della concorrenza e obiettivi dellUE.

1. Il diritto dellUnione Europea sugli Aiuti di Stato.....................................p. 6

2. La nozione di Aiuto e il rapporto con le diverse concezioni di

concorrenza........................................................................................................................p. 13

3. Il campo di applicazione ratione personae. Le imprese......................p. 23

4. (Segue) Il campo di applicazione ratione materiae e ratione

loci........................................................................................................................................ ....p. 30

5. Lintervento dello Stato.............................................................................................p. 32

6. (Segue) Il vantaggio gratuito e il criterio dellinvestitore

privato............................................................................................................................... .....p. 38

7. La selettivit dellAiuto.............................................................................................p. 45

8. (Segue) La distorsione della concorrenza intracomunitaria e

lincidenza sugli scambi tra gli Stati membri. Limportanza

dellanalisi economica....p. 53

9. Alcuni aspetti problematici.........p. 62

2

CAPITOLO II

La riforma degli Aiuti di Stato e il nuovo approccio della

Commissione.

1. Il Balancing Test e i Principi Comuni elaborati dalla

Commissione...p. 73

2. (Segue) Alcuni esempi di approccio economico: gli aiuti alla banda

larga...p. 77

3. Miglioramento e semplificazione delle procedure di notifica e di

controllo..p. 79

4. (Segue) Cooperazione tra i servizi della Commissione e gli Stati

membri.....p. 83

5. Procedure decisionali e informazione.....p. 85

PARTE II

GLI AIUTI DI STATO E IL PUBLIC ENFORCEMENT

CAPITOLO I

Lesecuzione delle decisioni sugli aiuti illegali ed incompatibili e le

deroghe al principio dincompatibilit

1. I presupposti e le modalit per il recupero dellaiuto..p. 91

2. (Segue) Le misure adottate dallordinamento italiano in caso di

decisioni su aiuti illegali ed incompatibili...p. 100

3. Conseguenze della mancata esecuzione della decisione di recupero

della Commissione..p. 107

4. Deroghe de iure e deroghe discrezionali..p. 110

3

CAPITOLO II

Crisi finanziaria e aiuti alle banche in difficolt. Il ruolo della

Commissione

1. Laffermazione per via giurisprudenziale dellapplicabilit delle

norme comunitarie sulla concorrenza e sugli aiuti di Stato alle

banche e agli istituti di credito.....p. 119

2. Da Lehman Brothers a Northern Rock: la ricerca di un level playing

field........p. 128

3. Gli aiuti di Stato tra regolamentazione orizzontale e crisi dei

mercati: lattuale legislazione di emergenza......p. 134

4. So far so good? Uno sguardo ai piani di salvataggio bancari

emanati dagli Stati...........p. 145

5. La Comunicazione della Commissione Europea del 1 agosto 2013.

Il ritorno dellinterpretazione restrittiva della deroga di cui allart.

107, par. 3, lett. b) TFUE............p. 158

CAPITOLO III

Aiuti di Stato, procedure concorsuali e golden shares: i casi Alitalia

e Volkswagen. Disciplina antitrust e limiti alliniziativa economica

privata.

1. Il caso Alitalia: contesto normativo, cause della crisi e

soluzione............p. 161

2. (Segue) Dal provvedimento dellAGCM alla Corte

costituzionale...............p. 168

3. La Legge Volkswagen: possibile giustificazione in nome di

interessi generali...............p. 180

4. (Segue) Sentenza Volkswagen e sentenze golden shares.........p. 186

4

PARTE III

IL PRIVATE ENFORCEMENT IN MATERIA DI AIUTI DI

STATO

CAPITOLO I

Private enforcement in materia di aiuti di Stato: gli strumenti di

cooperazione tra i giudici nazionali e la Commissione.

1. Lo scopo della Comunicazione del 2009 e i poteri dei giudici

nazionali in materia di recupero dellaiuto illegale..p. 192

2. Tutela giurisdizionale e private enforcement: la nuova strategia

della Commissione.....p. 200

3. Il ruolo dei giudici nazionali nellapplicazione delle norme sugli

aiuti di Stato alle imprese......p. 203

4. Le modalit di cooperazione tra Commissione e giudici: le

informazioni e i pareri.............p. 208

CAPITOLO II

Rimedi azionabili dai privati contro il beneficiario di aiuti illegali e

risarcimento del danno: recenti sviluppi

1. La clausola di sospensione...........p. 213

2. I rimedi azionabili in presenza di un aiuto illegale. In particolare,

il recupero integrale dellaiuto...............p. 215

3. (Segue) Lorientamento pi recente e il caso CELF I............p. 219

4. (Segue) Lannullamento della decisione di compatibilit e il caso

CELF II..................................................................p. 224

5. Il risarcimento del danno e gli aiuti di Stato alle imprese...p. 226

6. Le diverse azioni risarcitorie...............................................................p. 230

7. I danni risarcibili..........................................................................................p. 235

Riferimenti bibliografici.............................................................................................p. 239

5

RINGRAZIAMENTI

Nel corso dei tre anni di dottorato ho avuto lonore e il piacere di conoscere

quelle persone che con il tempo sono diventate guide irrinunciabili nel mio

cammino accademico e di vita.

Un primo personale ringraziamento vorrei rivolgerlo al mio Maestro, il

Professore Vincenzo Meli, per essere stato sempre presente con i suoi

preziosi e puntuali consigli.

Vorrei, inoltre, ringraziare le strutture che mi hanno consentito di

approfondire lo studio della tematica degli aiuti di Stato nel contesto della

profonda crisi finanziaria che, in questo periodo, sconvolge, affliggendo

tutto il continente europeo. Mi riferisco, in particolare, al Dipartimento di

Scienze giuridiche, della Societ e dello Sport dellUniversit degli Studi di

Palermo, alla biblioteca Francesco Saja dellAutorit Garante della

Concorrenza e del Mercato italiana, presso la quale ho svolto un periodo di

studio dei temi oggetto della mia tesi, e al Max-Planck-Institute fr

Immaterialgter- und Wettbewerbsrecht di Monaco di Baviera, dove ho

trascorso un periodo di tre mesi come visiting researcher durante il 2013 e

in cui ho avuto modo di approfondire ulteriormente la mia ricerca con

riferimento allordinamento tedesco.

Vorrei, infine, ringraziare i Professori Guido Smorto, Eva Marina Bastian e

Michele Perrino per il loro appoggio e per loro disponibilit.

6

PARTE I

LEVOLUZIONE DELLA DISCIPLINA SUGLI AIUTI DI STATO

CAPITOLO I

Gli Aiuti di Stato tra tutela della concorrenza e obiettivi dellUE.

1. Il diritto dellUE sugli Aiuti di Stato.

Nellambito della disciplina della concorrenza, contenuta nel Trattato sul

Funzionamento dellUnione Europea, la materia degli aiuti di Stato quella

che si caratterizza per le innegabili maggiori difficolt di approccio. Ci

dipende, in particolare, dal confluire di interessi eterogenei (a volte

confliggenti) di difficile contemperamento: interessi della Comunit,

interessi dei singoli Stati, interessi dei consumatori e degli utenti, interessi

delle imprese destinatarie degli aiuti e delle imprese concorrenti. Le

difficolt aumentano qualora si voglia mettere a confronto la disciplina

dettata per gli aiuti di Stato dal TFUE agli artt. 107 ss. con le norme poste a

tutela della concorrenza, alcune delle quali si rinvengono nello stesso

Trattato agli artt. 101 ss., altre nella legge n. 287 del 1990 (legge antitrust)

e con le normative previste da taluni Stati membri dellUE relative allo

stato di crisi delle imprese di grandi dimensioni e volte al loro salvataggio

ovvero al loro rafforzamento.

Gli aiuti di Stato negli ultimi tempi hanno certamente assunto un ruolo

Recommended

View more >