gazzettino 139 b

Download Gazzettino 139 b

Post on 09-Mar-2016

213 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Un fine settimana ricco di impegni e soddisfazioni. La Mens Sana Montepaschi conquista la terza Coppa Italia consecutiva. Le istituzioni e i cittadini presidiano la Siena-Firenze contro i nuovi balzelli voluti dal Governo. Le donne invadono le piazze. Al Santa Maria della Scala un pomeriggio di discussione sul futuro della cultura a Siena. È la città che raccontiamo in questo numero de Il Gazzettino Senese.

TRANSCRIPT

  • Settimanale gratuito di informazione Anno IV numero 138 Registrazione n. 7 del Tribunale di Siena dell8 aprile 2008 Chiuso in redazione il 14 febbraio 2011 Tiratura 9.000 copie Stampato su carta 100% riciclata con marchio ecologico Angelo Blu

    LA SIENA CHE VINCEE CHE PENSA AL FUTURO

    Un fine settimana ricco di impegni e soddisfazioni.La Mens Sana Montepaschi conquista la terza Coppa Italia

    consecutiva. Le istituzioni e i cittadini presidiano la Siena-Firenze contro i nuovi balzelli voluti dal Governo. Le donne invadono le piazze. Al Santa Maria della Scala un

    pomeriggio di discussione sul futuro della cultura a Siena. la citt che raccontiamo in questo numero

    de Il Gazzettino Senese.

  • a pezzi e bocconi

    Dopo aver esordito il 17 febbraio 1851 al Teatro dei Rin-novati in un concerto a beneficio del monumento allinge-gner Giuseppe Pianigiani, costruttore della ferrovia Siena-Empoli, la diciassettenne cantante Marietta Piccolomini Clementini aveva iniziato una brillante carriera di soprano, entusiasmando il pubblico di Firenze e di Roma.Tornata a Siena nel novembre 1852 per un concerto in ono-re della locale Societ della Fanfara, fu festeggiata dalla sua Contrada la Pantera con un sonetto che cos chiudeva: E quando leggerassi in qualche foglio / che fama porti dei trionfi tuoi, / diremo allo straniero con orgoglio / nacque fra noi!I ripetuti successi nella Luisa Miller e nel Trovatore di Verdi, nella Lucrezia Borgia e nellElisir damore di Do-nizetti o nei Puritani di Bellini furono sanciti da un vero e proprio trionfo quando Marietta cant la Traviata al Te-atro Carignano di Torino il 9 ottobre 1855. La sua Violetta non ebbe per lo stesso esito pochi mesi dopo a Siena. Qui gli studenti universitari decisivi per decretare il successo di uno spettacolo avevano di regola una riduzione del prez-zo del biglietto al teatro. Tale favore non fu concesso per la rappresentazione della Traviata e cos un gruppo di costoro si vendic, fischiando la Piccolomini e applaudendo entusia-sticamente il tenore.Alluscita del teatro una violenta zuffa scoppi fra alcuni spettatori indignati e gli studenti, che fra loro contavano anche due giovani destinati a una certa fama: Giuseppe Ban-di il garibaldino fondatore del Telegrafo di Livorno e autore de I Mille e Pietro Coccoluto Ferrigni, lo Yorick del Fanfulla.Il piccolo incidente non fren certo la brillante carriera della Piccolomini, che trionf a Parigi e a Londra, a Dublino e a New York, a Filadelfia e a Boston, a Toronto e a Chicago e in tante altre citt, dove il soprano senese, ammirata da Verdi e da Mazzini, port anche un soffio ditalianit.Le cronache ricordano che nel dicembre 1859 Marietta de-finita lamica di tutti i patrioti cant a Firenze e a Siena in concerti organizzati per donare fucili ai garibaldini e dove il pezzo forte del programma era la Croce di Savoia di Gio-sue Carducci, musicata da Carlo Romani.

    UNA TRAVIATA SENESE

    Giuliano Catoni

    3

    NON UN pAeSe per dONNe

    A SienA, come nel pAeSe, grAnde

    SucceSSo di Se non orA quAndo?

    Renato Paglietti

    Non grave il clamore chiassoso dei violenti, bens il silenzio spaventoso delle persone oneste. Sono parole di Martin Luther King che campeg-giavano su uno striscione alla manifestazione senese Se non ora quando?, organizzata su

    tutto il territorio nazionale e non solo in difesa della dignit delle donne, sempre pi spesso calpestata. Ma sta-volta la maggioranza silenziosa tanto silenziosa non stata. La mobilitazione su scala nazionale infatti stata un grande successo, 230 piazze in tutta Italia hanno gridato slogan inneggianti ai diritti civili, soltanto a roma sono scese in piazza un milione di persone. donne in piazza anche a Londra, Barcellona, parigi, Malmoe, praga, Atene, Bruxelles, Grenoble, e in Ne-pal, Honolulu, Boston, Washington. Anche a Siena c stata unottima partecipa-zione di pubblico, anche se levento, per motivi

    burocratici, non ha ottenuto i tempi per poter sfilare per le strade, perch spiegano le organizzatrici pensavamo che vi sarebbe stata poca gente, data le poche notizie pubblica-te nei giorni precedenti. piazza Salimbeni invece stata riempita da centinaia di manifestanti. donne, ovviamente, ma anche uomini e questo molto bello.

    la dimostrazione che i diritti civili non hanno sesso, cos come non hanno colore politico. Nelle piazze infatti si sono viste migliaia di

    sciarpe bianche scelte come simbolo della protesta ma poche insegne politiche. daltra parte a manifestare fianco a fianco cera-

    no in tutta Italia esponenti di diversi colori politici, divisi mol-to spesso dalle ideologie, uniti quando si tratta di difendere la dignit, non solo delle donne, ma anche del nostro paese, la cui immagine allestero non mai stata cos opaca.Una bellissima manifestazione per la dignit delle donne ha dichiarato lassessore provinciale per le pari oppor-

    tunit Simonetta pellegrini ognuna di loro deve essere libera di fare il proprio percorso senza strumentalizzazioni.La grande partecipazione alle manifestazioni ha chiarito la risposta alla domanda se non ora quando?.

    quella che hanno urlato le centinaia di migliaia di donne e uomini in piazza in tutta Italia: il momento adesso!.

  • A DORSO DI MULO

    TRE, NUMERO MAGICO

    Mubarak si dimette? Sembra di s, il padre-padro-ne ha lasciato il paese. Invece no, ha solo lasciato alcune deleghe. Obama non ci sta e sbotta: stata persa unoccasione. Alla fine laltalena del s o no si ferma e ar-

    riva la notizia ufficiale: Mubarak lascia il potere dopo una vita al comando. Speriamo che davvero non si perda loccasione per fare qualcosa per il popolo egiziano.

    A Torino stata distrutta a martel-late la lapide in memoria delle vit-time delle foibe. Un pessimo modo per celebrare una giornata del ri-cordo. I caduti non hanno un co-lore politico, ma purtroppo questo sembra non voler entrare nella testa

    di qualche stupido. Queste ricorrenze vanno onorate, a prescindere da tutto. un dovere nei confronti dei familiari delle vittime, come ha ricordato anche il presidente Napolitano.

    La situazione caotica nel nord dellAfrica causa una nuova onda migratoria. A Lampedusa il caos: un barcone affon-da, due immigranti perdono la vita. Negli ultimi giorni sono quasi cinquemila gli sbarchi nellisola.

    Il sindaco di Lampedusa fa appello a Maroni. Ma-roni non sta con le mani in mano e si affretta ad accusare lUe per lo scarso aiuto che sta dando allItalia

    Se non ora, quando? per le donne il momento di manifestare era quello giusto, come testimo-nia la massiccia partecipazione alle manifesta-zioni in tutta Italia. A roma erano in piazza un milione di donne, sul palco gomito a gomito rappresentanti di forze politiche diverse, unite per una causa. La protesta arrivata anche ne-gli Stati Uniti, con le manifestazioni degli italia-ni espatriati a Boston e New York.

    Una sola legge sfornata in quarantaquattro giorni: il bilancio dellattivit legislativa di Camera e Senato dal primo gennaio 2011 tutto qua. durante tutto lo scorso anno di proposte non governative ne sono state approvate soltanto dieci. Il minimo storico. dal primo gen-naio del 2010 lAula di Montecitorio si riunita in 171 occasioni.

    Ancora pi sporadicamente quella di palazzo Madama, dove i giorni di seduta sono stati 129. I numeri li fornisce il Corriere della Sera e sono disarmanti. Ma una notizia?

    Gianna Nannini trova sempre un modo per far parlare di s. Stavolta a tenere banco la sua preparazione fisica, nonch la tecnica sopraffina palesata dalla rockstar senese in occasione di uno scambio di opinioni con un fotografo un po troppo invadente. Ci che pi ha

    impressionato non tanto la bravura della Nannini nel padroneggiare tecniche di Kung Fu, quanto la forma fisica a poche settimane dal parto.

    Volete adottare un esemplare di cinta senese? Adesso possibi-le farlo presso unazienda agricola di Monteriggioni. Il proprietario annuncia altre iniziative a dir poco originali. Tra queste la pos-sibilit per gli acquirenti di seguire direttamente il processo pro-duttivo tramite il sito internet e addirittura tramite una webcam. Il Grande Fratello della cinta senese pu avere inizio.

    Gli innamorati festeggiano San Valentino e il Ministero per i Beni e le Attivit Culturali con-cede un ingresso gratuito ai musei al pubblico che si presenta in coppia. La pinacoteca Na-zionale di Siena rimasta aperta il 14 mattina arricchendo anche la propria offerta cultura-le con un percorso dal titolo: Le due facce dellamore: misticismo ed erotismo nei dipinti della pinacoteca Nazionale di Siena.

    Three is a magic number! dice una famosa canzone. Lo anche per Simone pianigiani e la Montepaschi,

    che raggiunge Varese e Treviso negli annali con tre vit-torie consecutive in Coppa Italia. Una nuova gemma che va ad aggiungersi a una collana sempre pi preziosa e sempre pi ricca di trofei.Molti senesi presenti a Torino hanno potuto festeggiare il raggiun-

    gimento di questo storico traguardo, magari facendo una sosta per un brindisi anche in Autogrill.

    rileggendole notizie della settimana

    FUori le mUradentro le mUra

    12SabaTo

    13DoMenica

    10GioVeDi

    14LUneDi

    IN GRAN FORMA

    UNA CINTA PER AMICA

    MUSEI GRATUITI

    LEGITTO ESULTA

    RICORDO INFRANTO

    ONDATA MIGRATORIA

    DONNE DEL MONDO

    44 GIORNI, 1 LEGGE

    il giorno della protesta per lAutopalio, in migliaia si sono radunati per manifestare, un evento storico. Ci voleva il governo Berlusconi per riu-nire due campanili divisi da una rivalit aspra e talvolta anche sanguinosa lunga centinaia di anni. per portare alla ribalta le vergognose condizioni nelle quali versa la strada in diversi punti, c anche chi non ha trovato di meglio che arrivare sullAutopalio a dorso di mulo.