gazzettino 131 b

Download Gazzettino 131 b

Post on 28-Mar-2016

223 views

Category:

Documents

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

S trade e piazze illuminate e vetrine addobbate . m ancano le zampogne e poi ci Siamo Settimanale gratuito di informazione edito da Alsaba Grafiche • Anno III • numero 130 • Registrazione n. 7 del Tribunale di Siena dell’8 aprile 2008 • www.alsaba.it Chiuso in redazione il 29 novembre 2010 • Tiratura 9.000 copie • Stampato su carta 100% riciclata con marchio ecologico “Angelo Blu” A pagina 11 le foto di Fabio Di Pietro i L p aLazzo deL G oVerno i M iti a V enezia e r oMa 3 senese 4 il

TRANSCRIPT

  • Settimanale gratuito di informazione edito da Alsaba Grafiche Anno III numero 130 Registrazione n. 7 del Tribunale di Siena dell8 aprile 2008 www.alsaba.itChiuso in redazione il 29 novembre 2010 Tiratura 9.000 copie Stampato su carta 100% riciclata con marchio ecologico Angelo Blu

    gi aria di Natale

    Strade e piazze illuminate e vetrine addobbate.

    mancano le zampognee poi ci Siamo

    A pagina 11 le foto di Fabio Di Pietro

  • 34Z OTZ TIGA NEil senese

    Dentro lantico Ospedale. Santa Maria della Scala, uomini, cose e spazi di vita medievale il libro stren-na, a cura di Beatrice Sordini, che la Fondazione Mps ha presentato il 7 dicembre alle 18 presso il Complesso del Santa Maria della Scala.Non hanno fatto mancare la loro presenza, oltre al presidente Gabriello Mancini, Gabriella Piccinni, docente di Storia Medievale dellUniversit degli Studi di Siena, e la curatrice. Realizzato da Protagon Editori con il progetto gra-fico di Catoni e Associati, il volume si avvale delle foto scattate da Andrea e Fabio Lensini, oltre a quelle gentilmente concesse dal Laboratorio di Ar-cheologia dei Paesaggi e di Telerilevamento e dal settore di Archeologia Medievale del Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti dellUniversit di Siena. Il volume, che entra a far parte della collana editoriale Itinerari e proposte della Fondazione Mps, si articola in due grandi sezioni: quello della struttura e dellevoluzione dellantico OIspedale e quello degli ambienti e delle loro funzioni, con lo scopo di offrire al lettore unaccurata analisi del grande complesso edilizio da due punti di vista di-versi.Nella prima parte si ricostruiscono le varie fasi di evoluzione dello stabile, dalle strutture primitive alle acquisizioni, ai lavori di ampliamento, manu-tenzione e restauri; mentre la seconda parte in-centrata sulla conoscenza dellaspetto quotidiano ed organizzativo della storia dellistituzione ospe-daliera che si delinea attraverso la ricostruzione della vita materiale. Alla base di questo studio c una meticolosa analisi della ricchissima documen-tazione di carattere amministrativo ed economico dellente. Lapproccio metodologico multidisciplinare il

    risultato di collaborazioni, dialoghi, confronti, incontri, scontri, tra storici, archeologi, storici dellarchitettura e storici dellarte, nellambito di uno spazio di studio privilegiato che ha per-messo di conoscere ledificio in tutti i suoi aspet-ti. La collaborazione tra formazioni e competenze diverse, inoltre, ha reso possibile la realizzazione delle suggestive e coloratissime tavole restitutive del colle di Santa Maria e delledificio ospedaliero che caratterizzano questo volume, attraverso cui possibile immaginare come si presentavano quella parte di citt e lOspedale durante i secoli centrali del medioevo.

    Le aLtre presentazioni

    i Miti a Venezia e roMa

    Ancora sotto i riflettori Miti di Citt, la stren-na della Banca Monte dei Paschi di Siena, realizzata dalla Salvietti & Barabuffi Editori. Venerd 3 infatti la strenna stata presenta-ta con successo anche a Venezia, alla Scuo-la Grande dei Carmini. La presentazione stata loccasione anche per lannuncio di unimportante novit. Nel corso della se-rata infatti stata presentata anche la ver-sione e-book dellopera, una prima assoluta per quanto riguarda un libro del genere. La realizzazione della versione e-book stata curata da In.Fact (Interaction Factory) e re-alizzata dalla Salvietti &Barabuffi. Marted 14 alle 18 al Circolo degli Scacchi a Palazzo Rondinini in via del Corso si terr la presentazione romana di Miti di Citt. In-terverranno la curatrice Gabriella Piccinni, Corrado Bologna dellUniversit Roma 3 e Giuseppe Pucci dellUniversit di Siena.

    iL paLazzo deL GoVerno

    Si terr luned 20 alle ore 17 nella Sala del Consiglio del Palazzo del Governo in piazza Duomo la presentazione del volume Siena. Il Palazzo del Governo, a cura di Marco Ciampolini e Monica Granchi, realizzato da Salvietti & Barabuffi.Il Palazzo del Governo, le sue vicende sto-riche, architettoniche ed artistiche sono indubbiamente affascinanti e ai pi poco note. Questo volume propone nuove sco-perte e lascia intendere come ci sia ancora da indagare per capire appieno le diver-se modalit costruttive delledificio o per riportare alla luce certi tesori nascosti. Durante la serata sar presentata anche la versione e-book dellopera, curata da In.Fact e realizzata da Salvietti & Barabuffi.

    Maccherini neLLa cuLtura senese

    Mercoled 21 dicembre nella Sala delle Balie del Santa Maria della Scala (ore 17.30) sar svelato al pubblico senese il volume Tra storia e giornalismo. Paolo Maccherini nel-la cultura senese del secondo Novecento, edito da Protagon Editori. Interverranno alla presentazione Roberto Romaldo, Duccio Balestracci, Maurizio Boldrini e Alessandro Orlandini. Porteranno la loro testimonianza inoltre Maurizio Bianchini, Stefano Bisi, Pa-trizio Forci e Franco Masoni.Allinterno del libro si potr trovare anche un documento di grande valore anche sto-rico. presente infatti allinterno la copia anastatica della tesi di laurea di Paolo Maccherini, dal titolo 3 luglio 1944: storia della Liberazione a Siena.

    Lospedaledisvelato

    il libro Strenna della Fondazione monte

    dei paSchi Sul Santa maria della Scala

  • Piccoli lettori cresconoLassessore

    provinciale Marco Saletti commenta

    ledizione di Leggere e Volare

    4 mercoled 8 dicembre 20104 3 CulturaZ OTZ TIGA NEil senese

    Si conclusa la XX edizione di Leggere e volare, festa del libro per ragazzi e giovani dedicata alla pro-mozione del libro e lassessore provinciale alla cultura Marco Saletti ha commentato che Anche questanno la manifestazione ha centrato pi obiettivi: promuove-re occasioni di formazione e di crescita culturale tra i nostri ragazzi, avvicinare alla lettura il pubblico di ogni et, offrire un interessante mix di spettacoli, concerti, mostre ed eventi capaci di creare interesse e grande partecipazione. Leggere Volare aggiunge Sa-letti si conferma anno dopo anno come uno dei fiori allocchiello tra le manifestazioni promosse dallammi-nistrazione provinciale. La misura della riuscita nei numeri che attestano il coinvolgimento del mondo del-la scuola 40 istituti di ogni ordine e grado, per circa 15 mila tra bambini e ragazzi ma anche la partecipa-

    zione di pubblico ai 150 eventi organizzati su tutto il territorio provinciale e laffluenza giornaliera alla ten-sostruttura dei giardini La Lizza, dove erano presenti circa 10 mila libri. Come amministrazione siamo molto soddisfatti dellaccoglienza e dellinteresse che levento ha saputo suscitare anche in questa edizione, oltre che onorati della medaglia di rappresentanza che il presi-dente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto conferire, a conferma del valore educativo e culturale delliniziativa. Un riconoscimento arrivato anche dagli addetti ai lavori, a partire dal mensile del libro e della lettura Leggere: tutti che ha dedicato alla manifesta-zione la copertina di novembre.Tantissimi gli appuntamenti che, dal 5 al 28 novembre: dagli incontri con lautore nelle scuole alle iniziative su Donne e resistenza contemporanea; dalla lettura dei

    brani tratti dal romanzo Notti dellavvocato Guerrie-ri con lo scrittore Gianrico Carofiglio, al Teatro dei Rozzi di Siena, al reading/spettacolo Terra padre, con Neri Marcor a Montepulciano; dal II Salone de-gli Editori senesi allanteprima del film di animazione della Walt Disney Rapunzel. Lintreccio della torre, per arrivare alla premiazione del concorso Il bambino sceglie lo sport. Leggere volare chiude lassessore alla cultura stato tutto questo: un contenitore ricchissimo di eventi, autori, ospiti, incontri, occasioni di scambio cultura-le. Questanno abbiamo introdotto anche elementi di novit, che segneranno il futuro della manifestazione. Penso al primo Festival nazionale delle-book, che si svolto ad Abbadia San Salvatore, e agli appuntamenti con Graphic journalism.

  • A De Bortoli e Pizzul il Premio Frajese

    Ritratti dei due premiati

    al contrario

    Tutti contenti perch avremo un Natale finalmen-te luminoso! Le candide stelle cristalline sono di-sposte con garbo, pendono per le vie lampadari da salotto della nonna e fiocchi rossi degni di bambo-le daltri tempi: un miscuglio kitsch che incontra i favori del pubblico. Eppure il benvenuto exploit di Siena promuove merita pi di una postilla. Se ce ne fosse stato bisogno, fa capire che festivit a parte il problema lilluminazione quotidiana, la luce, e non le luminarie improvvisate nelle oc-casioni comandate. Basta fermarsi nei punti pi difficili per rendersene conto. Il Palazzo Pubblico distrutto dallapposizione di quella sorta di lun-go arazzo luminoso che lo fascia con due bande orizzontali in pieno conflitto con la sua intocca-bile struttura. Ci sono luoghi che non tollerano agghindamenti futili. La facciata del Duomo si fa beffe dellalberello che di lato vorrebbe addolcir-la e abbellirla. Manca a Siena un regia delle luci che eviti pacchianerie e eccessi. Il Campo una ridda di fari e lampioni, ciascuno dun suo colore, che accecano e distraggono. Non sarebbe male che dopo lentusiasmo festivo ci si facesse un pensieri-no. A Milano si va svolgendo il Festival interna-zionale della Luce, il LED (Light Exhibition De-sign) con una sessantina di opere o installazioni concepite con la luce e disseminate in vari punti strategici. Porta Venezia in rosa ha una leggerezza di sogno. Su via delle Spiga son tesi cento indu-menti fatti di luce. In Piazza san Babila staziona-no vaporosi nuvoloni che rammentano Miracolo a Milano. Del resto le Contrade insegnano. Or-mai le feste pi che con le puntiformi luminarie son disegnate con una dosata luce, che valorizzi gli ambienti per i lori storici caratteri. La gentile e affascinante Priora della Giraffa si lamentata perch Piazz