fotografare la tradizione - studio fotografico tancredi

of 18/18
Venerdì 11 aprile 2014, h. 17-19 Fotografare la tradizione Workshop a cura di Luca Ciurleo e Studio fotografico Tancredi di Piedimulera

Post on 26-Jun-2015

52 views

Category:

Art & Photos

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Le slide inerenti il workshop "fotografsre la tradizione" a cura di Luca Ciurleo e dello studio fotografico Tancredi di Piedimulera. In queste poche slide si cerca di comprendere appieno il ruolo del fotografo i momenti particolari come feste tradizionali ed eventi molto sentiti dalla comunità.

TRANSCRIPT

  • 1. Venerd 11 aprile 2014, h. 17-19 Fotografare la tradizione Workshop a cura di Luca Ciurleo e Studio fotografico Tancredi di Piedimulera

2. Fotografare la tradizione Importanza della documentazione fotografica nellambito della ricerca antropologica Celebri le campagne fotografiche africane, piuttosto che quelle del linguista svizzero Paul Scheuermeier Atlante linguistico ed etnografico dellItalia e della Svizzera meridionale 3. Fotografare la tradizione Luso della fotografia permette di ricostruire eventi e tradizioni passate non pi attive La fotografia, prima della mania attuale dei selfie ed il passaggio al digitale, era utilizzata solo per occasioni importanti della vita (riti di passaggio) piuttosto che eventi comunitari (feste, inaugurazioni) I libri dei morti piuttosto che le foto per la tomba 4. Fotografare la tradizione Lo studio sistematico delle fotografie permette di analizzare costumi tipici, acconciature ed usanze varie Limportanza dei cimiteri Le foto storiche possono contribuire ad analizzare analogie e differenze con il passato, a ricostruire eventi e studiare la rappresentazione ed autorappresentazione dellethnos 5. 01 1975 Crollo del campanile di Vogogna 6. 01 Le feste Foto di gruppo e foto di eventi 7. La filosofia della foto antropologica Lintento quello di documentare il pi possibile Non serve necessariamente una bella foto, ma una foto utile a fini di studio Scatti di gruppo, composizione della processione, particolari di oggetti rituali e di costumi 8. La filosofia della foto antropologica La posizione corretta del fotografo Osservazione partecipante o sguardo da lontano? 9. Osservazione partecipante Mettersi in media res, entrare nella festa e nella sua ritualit Pro: ottimi scatti, si entra nel vivo della manifestazione Contro: si potrebbe non essere ben visti ed interferire nel prosieguo della festa 10. Osservazione partecipante La teoria di Ambrogio Artoni dice che, una volta inseriti nel contesto festivo, dopo un primo momento di spaesamento degli attori, la presenza del ricercatore viene assorbita e passa in secondo piano, diventando quasi invisibile Importante NON interferire con gli attori 11. Sguardo da lontano Mettersi come un qualsiasi osservatore, in posizione defilata, senza interferire con levento Pro: non si altera in continuum degli eventi Contro: gli scatti non sono di ottimo livello, mancano di particolari interessanti dal punto di vista di studio 12. Tre modi di fare fotografia Fotografo Cerca la perfezione dello scatto Attenzione al chiaroscuro, ai particolari, al taglio della fotografia Il fotografo non lartista, ma deve portare a casa il risultato, fare foto utili 13. Tre modi di fare fotografia Fotoreporter Non cerca la perfezione delle scatto, ma deve documentare levento (cronaca) Il giornale deve vendere, quindi filosofia del chi si vede si compra In una foto si devono contenere quante pi informazioni allettanti 14. Tre modi di fare fotografia Antropologo Non cerca la perfezione delle scatto, ma deve documentare levento per come si svolge in quel momento ed in quel contesto festivo Fotografare particolari ed altri aspetti irrilevanti per chi fa cronaca e deve vendere per vivere Lantropologo non un artista, ma un ricercatore! 15. Piccole regole del fotografo 1 - Capacitarsi che di fronte ad un evento la star non sei mai tu 2 - Lavora e lascia lavorare 3 - Rendersi conto di dove sono posizionati i fotografi ed esperti del settore