esecuzione del contratto, espletamento del servizio,

of 16/16
1 CAPITOLATO SPECIALE DAPPALTO ESECUZIONE DEL CONTRATTO, ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO, PREZZI E PAGAMENTI Art. 1) OGGETTO L’appalto ha per oggetto le modalità di esecuzione del servizio di integrazione e di supporto del servizio 118. Il presente Capitolato Speciale disciplina l’effettuazione del servizio di intervento e trasporto sanitario primario ORDINARIO e ASSISTITO in ambulanza o idonei mezzi attrezzati. Il servizio di trasporto primario consiste nel prelievo dell’assistito dal luogo dell’evento ed il suo trasporto all’ospedale più idoneo su disposizione del medico in turno coordinato dalla Centrale Operativa 118 di Reggio Calabria. Il servizio riguarda altresì il trasferimento urgente di pazienti critici da ospedale a ospedale, su specifica richiesta della Centrale Operativa 118, nonché di neonati in incubatrice e il soccorso e trasporto in caso di emergenza di massa. Il servizio di cui al presente capitolato avrà inizio con decorrenza dalla notifica di aggiudicazione dell’appalto. Nell’esecuzione del contratto il soggetto aggiudicatario, per quanto attiene l’espletamento del servizio, farà capo alla Centrale Operativa 118 di Reggio Calabria. Art. 2) DURATA La durata del presente appalto è fissata in 5 mesi dalla data di decorrenza indicata nel contratto ed il valore massimo per l’intera durata è stato determinato in € 970.525,00 oltre IVA esclusa,€ 24.455,00 IVA esclusa, per oneri per rischi di interferenza, non soggetti a ribasso. Tale importo complessivo è stato stimato in base al dato storico e secondo le indicazioni di contenimento della spesa fornite dalla Regione Calabria. Art. 3) Fabbisogno AREE TERRITORIALI DEL SERVIZIO Per area Reggio Calabria : Reggio Sud: un’ambulanza di tipo A a coprire le ventiquattro ore (dalle h.8,00 alle h. 8,00) con solo autista soccorritore ; Reggio Centro: un’ambulanza di tipo A a coprire le dodici ore (dalle h.8,00 alle h. 20,00) – con autista soccorritore e infermiere; S. Eufemia d’Aspromonte: un’ambulanza di tipo A (4 ruote motrici) sulle ventiquattro ore (dalle h. 8,00 alle h. 8,00) con autista soccorritore e infermiere;

Post on 27-Jul-2022

2 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

ESECUZIONE DEL CONTRATTO, ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO,Art. 1) OGGETTO
L’appalto ha per oggetto le modalità di esecuzione del servizio di integrazione e di supporto del servizio 118. Il presente Capitolato Speciale disciplina l’effettuazione del servizio di intervento e trasporto sanitario primario ORDINARIO e ASSISTITO in ambulanza o idonei mezzi attrezzati. Il servizio di trasporto primario consiste nel prelievo dell’assistito dal luogo dell’evento ed il suo trasporto all’ospedale più idoneo su disposizione del medico in turno coordinato dalla Centrale Operativa 118 di Reggio Calabria. Il servizio riguarda altresì il trasferimento urgente di pazienti critici da ospedale a ospedale, su specifica richiesta della Centrale Operativa 118, nonché di neonati in incubatrice e il soccorso e trasporto in caso di emergenza di massa. Il servizio di cui al presente capitolato avrà inizio con decorrenza dalla notifica di aggiudicazione dell’appalto. Nell’esecuzione del contratto il soggetto aggiudicatario, per quanto attiene l’espletamento del servizio, farà capo alla Centrale Operativa 118 di Reggio Calabria.
Art. 2) DURATA
La durata del presente appalto è fissata in 5 mesi dalla data di decorrenza indicata nel contratto ed il valore massimo per l’intera durata è stato determinato in € 970.525,00 oltre IVA esclusa,€ 24.455,00 IVA esclusa, per oneri per rischi di interferenza, non soggetti a ribasso. Tale importo complessivo è stato stimato in base al dato storico e secondo le indicazioni di contenimento della spesa fornite dalla Regione Calabria.
Art. 3) Fabbisogno
Reggio Sud:
un’ambulanza di tipo A a coprire le ventiquattro ore (dalle h.8,00 alle h. 8,00) con solo autista soccorritore ;
Reggio Centro:
un’ambulanza di tipo A a coprire le dodici ore (dalle h.8,00 alle h. 20,00) – con autista soccorritore e infermiere;
S. Eufemia d’Aspromonte:
un’ambulanza di tipo A (4 ruote motrici) sulle ventiquattro ore (dalle h. 8,00 alle h. 8,00) con autista soccorritore e infermiere;
2
Bianco:
un’ambulanza di tipo A, a coprire l’arco delle ventiquattro ore (dalle 8,00 alle 8,00), con solo autista soccorritore
Caulonia:
un’ambulanza di tipo A, a coprire l’arco delle ventiquattro ore (dalle 8,00 alle 8,00), con solo autista soccorritore
Per area Piana
Gioia Tauro:
un’ambulanza di tipo A, a coprire l’intero arco delle ventiquattro ore (dalle 8,00 alle 8,00) con autista soccorritore e infermiere;
Oppido Mamertina:
un’ambulanza di tipo A, a coprire l’arco delle ventiquattro ore (dalle 8,00 alle 8,00) con solo autista soccorritore;
Polistena:
un’ambulanza di tipo A, a coprire l’arco delle ventiquattro ore (dalle h.8,00 alle h. 8,00) – con solo autista soccorritore;
La presente gara ovvero l’accettazione di ogni articolo della stessa, potrà essere estesa a eventuali nuove postazioni che l’Azienda Sanitaria intendesse istituire per il perseguimento di specifici obiettivi di utilizzo razionale delle risorse, nei limiti consentiti dalla normativa in vigore, che dovrà essere svolta agli stessi patti e condizioni del contratto stipulato. Viceversa nell’eventualità dell’implementazione del parco macchine aziendale si potrà disporre una riduzione dei mezzi appaltati. L’organizzazione del servizio di soccorso, la valutazione e le modalità di soddisfacimento delle esigenze territoriali sono di esclusiva competenza del Direttore della Centrale Operativa 118 di Reggio Calabria. Il Direttore della Centrale Operativa 118 potrà decidere in particolari di spostare qualsiasi postazione dalla sede originale in diversa sede con comunicazione scritta o, nell’eventuale urgenza, verbale e successivamente scritta.
Art. 4) PERSONALE
Il personale deve essere costituito dalle figure indicate, per ciascuna postazione, nell’articolo 3 “Fabbisogno” In tutti i casi l’equipaggio potrà essere integrato da un infermiere e/o da un medico dell’Azienda, su disposizione della C.O. 118. La Centrale Operativa potrà attivare le ambulanze anche per interventi al di fuori del territorio di competenza.
3
La ditta aggiudicatrice mette a disposizione le figure di autista soccorritore e/o di infermiere per ogni turno di servizio sull’ambulanza di tipo “A” di cui all’articolo 3) secondo le modalità espresse nel presente capitolato. L’autista deve essere necessariamente munito dell’abilitazione di guida con patente di tipo B e deve avere maturato sufficiente esperienza operativa nel settore; deve essere dotato di dispositivo di protezione individuale e di quant’altro previsto dal D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.. La ditta aggiudicatrice comunicherà alla Centrale Operativa, con cadenza mensile, i turni del personale in servizio. A richiesta del committente il Gestore dovrà presentare libro matricola e documentazione previdenziale attestante l’avvenuta assicurazione a favore del personale. Il Gestore è responsabile degli oneri che dovessero eventualmente essere sopportati dall’azienda in conseguenza dell’inosservanza d’obblighi a suo carico o del personale dallo stesso dipendente. Il personale della Ditta incaricato dell’espletamento del servizio dovrà essere munito d’adeguati strumenti di protezione (forniti dalla Ditta stessa), essere esperto per l’esercizio cui è abilitato e dovrà mantenere un comportamento decoroso e corretto nei riguardi del personale dell’Ente. Il gestore si obbliga a rispettare la tenuta dei documenti, registri e quanto altro obbligatorio ai sensi delle vigenti disposizioni in materia. L’organico, da utilizzare per l’espletamento del servizio, deve essere dichiarato in fase d’offerta dalla Ditta, che ne dovrà indicare: numero addetti, mansioni, livello e monte ore. Deve essere, comunque, sempre assicurata, per tutta la durata del contrato, la presenza costante dell’organico dichiarato in fase di offerta. Il personale tutto, nessuno escluso, deve essere iscritto nel libro paga del gestore, in conformità alle procedure previste dal CCNL applicato ai lavoratori interessati. Il gestore, inoltre, sempre nel rispetto del citato CCNL, deve attuare, nei confronti dei lavoratori dipendenti occupati nelle mansioni consistenti oggetto del presente contratto, le condizioni normative e retributive previste. I suddetti obblighi vincolano il Gestore anche nel caso in cui lo stesso non aderisca ad associazioni sindacali di categoria o abbia da esse receduto.
Art. 5) REQUISITI DEI MEZZI, DEL PERSONALE E ATTREZZATURE
Il servizio dovrà essere espletato dall’impresa aggiudicataria con propri mezzi, attrezzature e personale idoneo e opportunamente formato alla particolare natura del servizio stesso.
REQUISITI DELLE AUTOAMBULANZE
Art. 6) REQUISITI AMBULANZA TIPO “A”
L’ambulanza di tipo “A” devono essere autorizzate al trasporto e al soccorso con decreto regionale e devono rispettare le norme previste dal DM 553/17.12.87 e dal DM 487/20.11.97. Inoltre tali ambulanze devono avere le seguenti caratteristiche: Batteria ausiliaria 100 Ah.
Alternatore maggiorato, minimo 180 Ah.
Tutti i supporti dedicati al contenimento di apparecchiature elettromedicali, a norma EN 1789, devono essere ben fissati a strutture di ancoraggio. Predisposizione per l’inserimento di un apparato ricetrasmittente all’interno di uno dei vani presenti nel cruscotto, con la stesura dei cavi di alimentazione 12 V. e del cavo antenna.
Impianto elettrico a 12 V. realizzato secondo le norme vigenti.
4
Presa esterna per il collegamento a rete esterna 220 V., munita di un sistema inibitore di avviamento motore se la presa è collegata alla rete esterna a 220 V.
Quattro prese di alimentazione 12 V. da 6 Ah. cadauna, applicate in prossimità delle apparecchiature elettromedicali.
Una presa 12 V. da 16 Ah di tipo normalizzato CEI per l’alimentazione della incubatrice neonatale.
Tre prese di corrente 220 V. alimentate dall’ esterno o da inverter.
Inverter 12/220 V. per la produzione di energia a tensione 220 V. potenza 1000 W. ad onda sinusoidale pura. Dotato di comando remoto in cabina di guida e/o vano sanitario per l’accensione/spegnimento. Supporto per Culla termica.
ATTREZZATURE
tre bombole d’ossigeno da 7 litri di cui una di riserva più una portatile da tre litri regolarmente dotate di riduttore di pressione e manometro;
due attacchi per ossigeno a parete, con gorgogliatore;
Ventilatore automatico completo di tubi e raccordi;
Manometro ed ossimetro digitale per il monitoraggio continuo della pressione e della FiO2 nel circuito paziente con relativi allarmi acustici/visivi di minima e massima
barella auto caricante;
barella a cucchiaio;
tavola spinale con ferma capo e cinghie a ragno adulti;
tavola spinale con ferma capo e cinghie pediatrica;
materassino a depressione completo di pompa aspirante;
sedia portantina;
estricatore completo adulti;
estricatore completo pediatrico;
immobilizzatori per arti a depressione adulti e pediatrici varie misure con relative sacche di trasporto;
Immobilizzatori per arti con stecche rigide modellabili ed asportabili adulti e pediatrici varie misure con relative sacche di trasporto;
forbici taglia abiti tipo Robin;
copertine isotermiche;
attrezzi da scasso (piede di porco, tronchese, mazza, ascia, fune di 25 mt Ø 2 cm, badile e piccone)
estintore;
aspiratore per liquidi biologici fisso;
aspiratore per liquidi biologici portatile con doppia alimentazione (rete e batteria) con sondini flessibili di varie misure;
zaino di pronto soccorso con borsa porta fiale e sistemazione con borse a scomparti;
fonendoscopio e sfigmomanometro per adulti e pediatrico e neonatale;
frigorifero per conservare i farmaci ed emoderivati con funzione di riscaldatore;
contenitore per aghi usati;
contenitore per rifiuti speciali sanitari;
n° 2 pulsi ossimetri portatili con sonde adulti pediatriche e neonatali;
Monitort multiparametrico defibrillatore (manuale/semiautomatico corredato di placche adesive monouso per adulti e bambini con possibilità di scarica fino a 360 j bifasica). Possibilità di effettuare un ECG a 12 derivazioni, stampa dell’ecg e trasmissione a mezzo modulo di tele cardiologia; Modulo
5
di Pacing esterno; possibilità di monitoraggio della saturazione periferica di ossigeno (SpO2) con sonde adulti e pediatriche-neonatali. Possibilità di alimentazione a rete e batteria. Adatto per adulti e bambini. Sistema di guida della RCP integrato (segnale acustico /metronomo). Schermo LCD con modalità duale ed alto contrasto, con ampio schermo a colori (diagonale di almeno 8 pollici). Piattaforma aggiornabile. Batterie al litio con autonomia di almeno 7 ore. Possibilità di registrazione dei dati clinico/terapeutici e trasferimento sul PC. Resistente agli urti ed alle cadute. Di peso non superiore ai 10 Kg.
Set per Intraossea: Dispositivo a batteria di dimensioni contenute con set ago cavo a punta smussa, progettato appositamente per l’accesso vascolare intraosseo sicuro e controllato. Sviluppato per pazienti di ogni età e peso con due set aghi disponibili, uno per pazienti di peso compreso tra 3 e 39 kg e uno per pazienti di peso non inferiore a 40.
Elettrodi e placche (adulti /pediatriche) per monitor defibrillatore;
kit di rianimazione corredato di pallone di ambu con resevoir, con maschere facciali di varie misure e cannule di Guedel di varie misure,adulti pediatriche e neonatali;
set per intubazione con laringoscopio con lame per adulti pediatriche e neonatali, pinze di Magill, tubi oro-tracheali adulti pediatrici e neonatali, mandrino adulti pediatrico e neonatale;
glucometro completo di stick;
pompa per infusione a siringa completa di siringhe, prolunghe e connettori;
attacchi per alimentazione a 12 Volt tipo accendisigari;
inverter con attacchi a 220 Volt di potenza sufficiente a mantenere una termoculla e gli altri elettromedicali previsti;
climatizzazione cabina guida e vano sanitario con regolazione indipendente;
illuminazione ambiente sanitario e lampada scialitica;
faro alogeno per illuminazione dell’ambiente di soccorso;
due fumogeni per rendez vous con elicottero;
padella e pappagallo;
set cinghie di fissaggio per bloccaggio paziente orizzontali (almeno tre punti) e toraciche ad incrocio;
mascherine di protezione per fumi e sostanze chimiche;
navigatore satellitare GPS con visualizzazione delle coordinate;
effetti letterecci (lenzuola e coperte).
NB: Nell’eventualità che la Centrale Operativa 118 si dovesse dotare di impianti per radiocomunicazioni, tutte le ambulanze aggiudicatarie dovranno istallare su ogni mezzo il proprio apparato radio.
La fornitura dell’ossigeno sarà esperita a cura del Gestore insieme con ogni altro materiale, di consumo e non, delle apparecchiature elettromedicali in dotazione all’ambulanza, compresi eventuali pezzi di ricambio tipo tubi o raccordi che si possono usurare in attrezzi come il ventilatore polmonare o altro , sacchetti di ricambio per aspiratori ecc. . Le dotazioni strumentali e di materiali previsti sono ad esclusivo carico dell’impresa aggiudicataria. Le ambulanze devono essere dedicate esclusivamente al servizio SUEM 118 e non possono essere utilizzate dalla ditta per altri scopi. Sui mezzi in servizio dovrà essere presente il logo del SUEM 118 con caratteri di dimensioni uniformi e di dimensioni totali di almeno 70 cm x 30 cm.
Le ambulanze in servizio non devono avere una anzianità superiore ai 5 (cinque) anni dall’immatricolazione e, comunque, non devono avere superato i 200.000 (duecentomila) chilometri di percorrenza.
6
Requisiti professionali degli autisti
il personale addetto alla conduzione del mezzo di trasporto deve essere in possesso della patente di guida di tipo B e di tutti i requisiti professionali dei soccorritori.
Requisiti professionali degli infermieri
Documentata esperienza di almeno un anno nel settore dell’emergenza urgenza;
Possesso degli attestati BLSD e PBLSD;
Conoscenza e abilità nelle manovre di immobilizzazione e gestione del paziente traumatizzato (PTC Base);
Conoscenza dei protocolli attivati nelle strutture ospedaliere ed extraospedaliere inserite nel sistema dell’emergenza – urgenza sanitaria;
Conoscenza dei protocolli di coordinamento con gli altri servizi pubblici addetti all’emergenza (Polizia, Vigili del Fuoco, etc.);
Conoscenza e capacità di controllo di attrezzature di competenza presenti sui mezzi di soccorso e degli strumenti di radiocomunicazione;
Conoscenza delle modalità di integrazione dei protocolli operativi per maxiemergenze, grandi eventi ed emergenze non convenzionali;
Capacità di relazione con l’equipe e con l’utenza;
Elementi di Medicina Legale.
Per ambedue le categorie professionali non si deve trattare di personale già in pensione.
Art. 8) MANUTENZIONE DEGLI AUTOMEZZI
E’ compito e responsabilità dell’impresa aggiudicataria garantire l’approvvigionamento, la manutenzione ed il controllo dell’efficienza degli automezzi, dello strumentario e del materiale in dotazione. La manutenzione degli automezzi è a carico e sotto la responsabilità dell’impresa aggiudicataria. L’aggiudicatario dovrà assicurare la manutenzione ordinaria e straordinaria delle ambulanze e delle attrezzature di bordo, provvedendo alla loro tempestiva riparazione e/o sostituzione in caso di guasto/avaria, con modello avente le stesse caratteristiche funzionali e la stessa dotazione strumentale (attrezzature elettromedicali e materiale di consumo). La pulizia e la sanificazione ordinaria e periodica degli automezzi e delle dotazioni strumentali e di materiali è di competenza e sotto la responsabilità dell’impresa aggiudicataria. Le operazioni di pulizia interna dovranno essere integrate con quelle di disinfezione a cadenza mensile. Qualora sia stato eseguito il trasporto di un paziente affetto da malattia infettiva e contagiosa ovvero quando nell’automezzo sia avvenuto spandimento di sangue o di altro liquido organico, le operazioni di pulizia e successiva disinfezione devono essere eseguite immediatamente dopo il trasporto, comprese le ore notturne e festive. Delle operazioni periodiche ed eccezionali di pulizia, disinfezione, disinfestazione previste dalla disciplina vigente, i soggetti autorizzati al trasporto a mezzo ambulanza dovranno effettuare puntuale annotazione in apposito registro, controfirmata dal Responsabile sanitario; nel registro dovranno essere indicate data e modalità e sostanze impiegate nelle operazioni di cui sopra. Le operazioni di pulizia dovranno essere effettuate senza determinare una soluzione di continuità del Servizio di Emergenza Urgenza ed eventualmente prevedendo la sostituzione temporanea del mezzo.
7
I mezzi devono essere adeguatamente predisposti per il trasporto sia per quanto attiene l’aspetto igienico – sanitario sia per il comfort ambientale. I mezzi dovranno essere mantenuti in continuo e pieno stato di efficienza. L’efficienza degli automezzi, apparecchiature e presidi, la loro buona conservazione e manutenzione potranno essere verificate in qualsiasi momento dal Direttore della Centrale Operativa 118 o suo delegato.
Art. 9) PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO
La Ditta Aggiudicataria è tenuta a trasmettere, ogni sei mesi, l’elenco aggiornato del personale autisti e infermieri che prestano servizio in forza della presente disciplina contrattuale. L’aggiudicatario è, inoltre, tenuto a segnalare all’A.S.P. tutte le variazioni di nominativi che dovessero aver luogo nel corso del servizio.
Per tutti gli operatori impiegati dovrà essere rilasciata una dichiarazione sostitutiva resa ai sensi e per gli effetti dell’art. 46 comma 1, lett. z, punto aa) del Dpr 28 dicembre 2000 n. 445, attestante di “non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa”; l’Amministrazione si riserva, per l’ipotesi di dichiarazione mendace, di richiedere l’immediata applicazione delle sanzioni penali previste dall’art. 76 della stessa norma.
Su segnalazione del Direttore di Centrale Operativa 118, l’aggiudicatario si impegna ad allontanare dal servizio, con relativa sostituzione, gli operatori che fossero ritenuti non idonei all’espletamento del servizio per gravi e documentabili carenze professionali.
Art. 10) PROTOCOLLI OPERATIVI
Le modalità, la modulistica e le procedure organizzative sono indicate dalla Centrale Operativa 118. E’ obbligatorio per il personale e per i Responsabili della Ditta Aggiudicataria la conoscenza ed il rispetto dei Protocolli Operativi della Centrale Operativa 118 di Reggio Calabria.
Art. 11) RESPONSABILITÀ ED OBBLIGHI PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO
Il personale dovrà essere sottoposto dalla Ditta a controlli sanitari che ne attestino l'idoneità ai sensi dell’art. 41 L.81/2008 e s.m.i., e dovrà essere in regola con tutte le vaccinazioni obbligatorie. La ditta aggiudicataria, per l'espletamento del servizio, dovrà impiegare personale regolarmente assunto, e osservare le leggi, i regolamenti e gli accordi contrattuali della categoria nazionali, regionali, provinciali ed aziendali riguardanti il trattamento economico e normativo, nonché le disposizioni legislative e regolamentari concernenti le assicurazioni sociali, la tutela e l'assistenza del personale medesimo, restando pertanto a suo carico tutti i relativi oneri e le sanzioni civili e penali previste dalle leggi e regolamenti vigenti in materia. La ditta aggiudicataria deve fornire la prova e la documentazione necessaria certificante l'adempimento degli obblighi assicurativi di legge e contrattuali. A richiesta del committente il Gestore dovrà presentare libro matricola e documentazione INPS attestante l’avvenuta assicurazione a favore del personale. Tale documentazione deve essere periodicamente aggiornata per le variazioni che dovessero intervenire. La ditta aggiudicataria dovrà adottare opportuni accorgimenti affinché nulla sia dovuto, oltre al corrispettivo stabilito in questo capitolato, al personale addetto al servizio dai pazienti trasportati per le prestazioni di trasporto effettuate.
8
L’ASP non sarà responsabile degli infortuni sul lavoro e delle malattie contratte dai dipendenti della ditta, che sono iscritti agli istituti previdenziali - assistenziali ed infortunistici obbligatori per legge. La Ditta aggiudicataria sarà responsabile per gli eventuali danni di qualsiasi natura che i propri dipendenti dovessero arrecare o che comunque, nella esecuzione dei lavori o per cause a questi inerenti, venissero arrecati a qualunque persona o a qualsiasi cosa, e conseguentemente si impegna alla pronta riparazione dei danni stessi ed, in difetto, al loro risarcimento e ad esonerare l'ASP da ogni responsabilità al riguardo. Nessun rapporto di lavoro viene ad instaurarsi tra l'ASP ed il personale addetto all'espletamento delle prestazioni assunte dalla ditta aggiudicataria. Tutto il personale adibito ai servizi oggetto del presente capitolato lavora alle dirette dipendenze e sotto l'esclusiva responsabilità della ditta aggiudicataria, sia nei confronti della stazione appaltante che nei confronti di terzi che nei riguardi delle leggi sull'assicurazione obbligatoria e di tutte le altre vigenti norme. La ditta aggiudicataria riconosce che l’ASP risulta estranea a qualsiasi vertenza economica o giuridica tra la ditta stessa ed il proprio personale dipendente. Il Gestore è responsabile degli oneri che dovessero eventualmente essere sopportati dall’azienda conseguenza dell’inosservanza d’obblighi a suo carico o del personale ad esso dipendente. Formazione professionale del personale addetto : Gli operatori impiegati saranno sottoposti a corsi di aggiornamento periodici obbligatori con valutazione finale, organizzati dall’ASP.
Art. 12) DIVISE DEL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO
Il personale della ditta deve presentarsi in servizio in uniforme da lavoro e in modo decoroso ed igienico. La divisa deve portare la scritta o il distintivo di riconoscimento della ditta e del SUEM 118 con specifica dicitura attestante l’abilitazione professionale. Il personale deve essere dotato dei dispositivi di protezione individuali a tutelare la salute del lavoratore e conformi alla normativa vigente in tema di igiene e sicurezza dei lavoratori, in particolare quelli dedicati alla protezione da rischio biologico; in ogni caso il servizio dovrà essere svolto in conformità alla normativa D.Lgs. 81/2008 e s.m.i..
Art. 13) CONTINUITÀ DEL SERVIZIO
La ditta dovrà assicurare in ogni caso i servizi affidati. Il personale assente per riposi, ferie e malattie come pure nei casi di eventuali assenze improvvise deve essere tempestivamente sostituito prima dell’inizio di ciascun turno, onde garantire il corretto e regolare espletamento del servizio. In caso di scioperi del personale o di altre cause di forza maggiore (improvvise malattie, etc.), dovrà essere assicurato un servizio di emergenza trattandosi di servizio di pubblica utilità. In caso di avaria delle attrezzature normalmente utilizzate, dovranno essere formalmente comunicate le modalità sostitutive di effettuazione nel rispetto delle norme vigenti. Trattandosi di servizi pubblici la ditta aggiudicataria dovrà, ai sensi della legge n. 846/90, sottoscrivere nel proprio ambito aziendale adeguati regolamenti di servizio al fine di evitare interruzioni dell’attività. L’interruzione del servizio di cui al presente articolo comporta responsabilità penale in capo all’appaltatore, ai sensi dell’art. 355 del Codice Penale e sarà qualificata come possibile causa di risoluzione del contratto.
9
Art. 14) ACQUISTI SUL LIBERO MERCATO
L’Azienda Sanitaria Provinciale ha facoltà di procedere all’acquisizione del servizio, sul libero mercato, o di particolari partite di servizi di cui al presente capitolato, ove questi non siano nella tempestiva disponibilità del soggetto aggiudicatario. L’eventuale maggior onere da ciò derivante è a carico del soggetto aggiudicatario.
Art. 15) RESPONSABILE UNICO
Il soggetto aggiudicatario deve designare una persona con funzioni di “Responsabile Unico” del servizio da
segnalare all’ASP e in particolare al Direttore della Centrale Operativa 118 di Reggio Calabria. Il compito
del responsabile Unico è quello di controllare e far osservare al personale impiegato le funzioni e gli incarichi stabiliti e verificare il piano di organizzazione. Tutte le comunicazioni e le contestazioni di inadempienza fatte in contraddittorio con detto Responsabile Unico, che dovrà essere munito di delega espressa da parte del soggetto aggiudicatario, dovranno intendersi fatte direttamente allo stesso. Per situazioni di emergenza dovrà comunque essere garantita la possibilità di contattare un referente del soggetto aggiudicatario nelle 24 ore.
Art. 16) ACCERTAMENTI E CONTROLLI PERIODICI
L’ A.S.P. può disporre, in qualsiasi momento, ogni accertamento e controllo sul servizio svolto, sul possesso dei mezzi utilizzati e in relazione alle caratteristiche e ai requisiti previsti dalla normativa, al fine di verificare l’esatta rispondenza rispetto a quanto statuito contrattualmente nel presente capitolato e negli allegati a far parte integrante del presente capitolato.
I controlli saranno effettuati tramite il Direttore di Centrale Operativa 118 o suo delegato.
I controlli in particolare riguarderanno:
- tenuta di eventuali locali assegnati per l’espletamento del servizio,
- manutenzione, ordine, pulizia e funzionalità delle attrezzature, presidi, automezzi in uso,
- rispetto dei turni di servizio del personale, con possibilità di verificare l’identità del personale stesso,
- professionalità, competenza e qualità del personale impiegato. Le eventuali inadempienze riscontrate in sede di controllo quantitativo-qualitativo o di ulteriori accertamenti potranno costituire motivo di contestazione al soggetto aggiudicatario.
Art. 17) RESPONSABILITA’ CIVILE
Il soggetto aggiudicatario deve provvedere alla stipulazione di una polizza assicurativa a beneficio dell’A.S.P e dei terzi per l’intera durata del contratto a copertura del rischio da responsabilità civile e penale in ordine allo svolgimento di tutte le attività di cui al presente appalto. In particolare detta polizza tiene indenne l’A.S.P, ivi compresi i suoi dipendenti e collaboratori nonché i terzi trasportati, per qualsiasi danno il soggetto aggiudicatario possa arrecare nel corso dell’espletamento delle attività oggetto dell’appalto. Per ogni mezzo a disposizione dalla ditta per l’espletamento del servizio, i massimali previsti per le assicurazioni obbligatorie non dovranno essere inferiori a € 5.000.000,00 per RCA, oltre alla polizza
10
conducente che non dovrà essere inferiore ad € 150.000,00 di massimale, sia in caso di morte che di invalidità permanente (senza franchigia). Nella copertura assicurativa dovranno essere compresi i rischi derivanti dalle operazioni e manovre di soccorso. Polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi, che copra tutti i rischi RCT nell’ambito della gestione del servizio di soccorso, ed avente un massimale di almeno € 3.000.000,00. La ditta deve, altresì dichiarare che adempirà a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti, in base alle disposizioni legislative vigenti in materia di lavoro ed assicurazioni sociali, assumendo a suo carico tutti gli oneri correlati. In corso di esecuzione contrattuale, l’Amministrazione appaltante si riserva la facoltà di richiedere alla ditta aggiudicataria l’esibizione degli attestati del personale utilizzato per l’espletamento del servizio appaltato ed, in caso di inosservanza, provvederà alle opportune segnalazioni al competente Ispettorato del Lavoro. La Ditta aggiudicataria dovrà infine:
assumere a proprio carico le eventuali multe per infrazioni alle norme di circolazione Assicurare il servizio anche in caso di sciopero del personale
garantire il rispetto del segreto professionale per tutti i fatti di cui il proprio personale venga a conoscenza nel corso dello svolgimento del servizio
osservare le norme del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. in materia di sicurezza e protezione dei lavoratori e delle condizioni di lavoro.
presentare, prima della stipula del contratto e pena l’impossibilità alla stipula dello stesso, copia delle polizze assicurative previste dal presente articolo.
Art. 18) INADEMPIMENTI CONTRATTUALI
L’ASP, in caso di inosservanza delle obbligazioni contrattuali o di non puntuale adempimento delle stesse, tali tuttavia da non comportare l’immediata risoluzione del contratto, contesta, mediante lettera raccomandata A.R., le inadempienze riscontrate ed assegna un termine, non inferiore a cinque giorni, per la presentazione di controdeduzioni e di memorie scritte. Trascorso tale termine, se del caso, sarà applicata una penale, di cui al successivo articolo, sulla base di un provvedimento dell’A.S.P nel quale verrà data contezza delle eventuali giustificazioni addotte dal soggetto aggiudicatario nonché delle ragioni per cui l’A.S.P ritiene di disattenderle. Il termine previsto dall’art. 1454 comma 2 del cod. civ. è ridotto a cinque giorni.
Art. 19) PENALITA’
Durante la vigenza del contratto, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria si riserva di effettuare in qualunque momento il controllo, tramite il Direttore di Centrale Operativa 118 o suo delegato, sulle modalità di esecuzione del servizio, con ciò intendendo:
tenuta dei locali eventualmente assegnati per l’espletamento del servizio,
manutenzione, ordine, pulizia e funzionalità delle attrezzature, presidi, automezzi in uso,
rispetto dei turni di servizio del personale, con possibilità di verificare l’identità del personale stesso,
professionalità, competenza e qualità del personale impiegato.
rispondenza degli automezzi ai requisiti igienico – sanitari:
espletamento scadente del servizio (non corretta esecuzione delle prestazioni di trasporto) Su segnalazione del Direttore di Centrale Operativa 118, l’aggiudicatario si impegna ad allontanare dal servizio, con relativa sostituzione, gli operatori che fossero ritenuti non idonei all’espletamento del servizio per gravi e documentabili carenze professionali.
11
Qualora, nella vigenza contrattuale, dovessero verificarsi inadempimenti da parte dell’aggiudicataria, l’Amministrazione si riserva, dietro notifica, la facoltà di applicare una penale pari al 30% dell’importo mensile aggiudicato. In caso di inadempienze gravi o ripetute, l’Azienda si riserva la risoluzione del contratto con incameramento del deposito cauzionale definitivo e l’affidamento del servizio a terzi in danno dell’aggiudicataria. Per l’applicazione delle penali l’Azienda potrà avvalersi sia del deposito cauzionale definitivo che degli eventuali crediti dell’aggiudicataria, senza obbligo di diffida preventiva.
Art. 20) CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA EX ART. 1456 COD.CIV. – RISARCIMENTO DEI DANNI
Fatto salvo il disposto di cui agli art. 2 (Durata dell’appalto) del presente capitolato, il contratto si risolve con provvedimento motivato e previa comunicazione del relativo procedimento, nei seguenti casi:
a) qualora, nel corso dell’esecuzione del contratto, siano state applicate, con le modalità di cui al precedente articolo, cinque penalità;
b) per gravi inadempienze, frode, negligenza o altro, tali da giustificare l’immediata risoluzione del contratto, compresa la mancata applicazione del servizio di emergenza previsto in caso di sciopero;
c) per l’accertata inosservanza delle norme di legge concernenti il personale dipendente del soggetto aggiudicatario, compresa la mancata applicazione del contratti collettivi;
d) in caso di cessione a terzi dell’attività del soggetto aggiudicatario secondo quanto disposto dall’art. 116 D. L.vo 163/2006;
e) per un diverso assetto organizzativo dell’A.S.P. che faccia venire meno la necessità della prestazione del servizio oggetto del presente appalto;
f) per motivate esigenze di pubblico interesse specificate nel provvedimento di risoluzione; g) qualora disposizioni legislative, regolamenti od autorizzative non dipendenti dalla volontà dell’ASP
non consentano la prosecuzione totale o parziale del servizio. h) Nei casi di accertato subappalto non preventivamente autorizzato; i) In caso di cessione dell’Azienda, di cessazione di attività, di concordato preventivo, di fallimento, di
stato di moratoria e di atti di sequestro o pignoramento a carico dell’Impresa aggiudicataria; j) Nei casi di morte dell’Imprenditore, quando la considerazione della sua persona sia motivo
determinante di garanzia; k) In qualunque momento dell’esecuzione, avvalendosi della facoltà prevista dall’art. 1671 c.c. e per
qualsiasi motivo tenendo indenne l’impresa dalle spese sostenute, dei lavori eseguiti, dei mancati guadagni;
l) La Ditta aggiudicataria inoltre, incorre nella decadenza del contratto quando:
Venga a perdere i requisiti di idoneità richiesti per svolgere il servizio;
Effettui l’esercizio con gravi irregolarità per cause non dipendenti da forza maggiore;
Dopo applicazioni di tre penali previste nel presente capitolato;
Per gravi irregolarità amministrative;
Per sospensione del servizio per fatto dell’aggiudicatario. Al verificarsi delle sopraindicate ipotesi, la risoluzione avviene di diritto non appena l’A.S.P., concluso il relativo procedimento, deliberi di avvalersi della clausola risolutiva e di tale volontà ne dia comunicazione scritta, in forma di lettera raccomandata, al soggetto aggiudicatario. Il contratto sarà pertanto risolto di diritto, con effetto immediato, al momento in cui detta comunicazione perviene all’indirizzo del soggetto aggiudicatario. Qualora l’A.S.P. intenda avvalersi di tale clausola, potrà rivalersi sul soggetto aggiudicatario al fine di conseguire il risarcimento dei danni subiti. In tale caso, il soggetto aggiudicatario, oltre a incorrere nella immediata perdita della garanzia di esecuzione a titolo di penale, è altresì tenuto al risarcimento dei danni ulteriori, diretti ed indiretti, che l’A.S.P. sia eventualmente chiamata a sopportare per il rimanente periodo contrattuale, a seguito dell’affidamento del servizio ad altra ditta.
12
Nei casi previsti dai punti e), f) e g), la risoluzione si applica senza che il soggetto aggiudicatario possa pretendere danni o compensi di sorta. L’A.S.P. si riserva, altresì, la facoltà di sospendere provvisoriamente il servizio, in tutto o in parte, in qualsiasi giorno e per qualsiasi motivo di pubblico interesse, senza che il soggetto aggiudicatario possa pretendere danni o compensi di sorta. L’A.S.P. si riserva altresì la facoltà di risolvere il contratto anticipatamente in qualunque momento, senza ulteriori oneri per l’Azienda medesima, qualora disposizioni legislative, regolamentari ed autorizzative non ne consentano la prosecuzione in tutto o in parte. L’esecuzione in danno non esime l’impresa dalle responsabilità civili e penali in cui la stessa possa incorrere a norma di legge per i fatti che hanno motivato la risoluzione. Con la risoluzione del contratto sorge nell’Amministrazione il diritto di affidare a terzi il servizio in danno dell’Impresa inadempiente. L’affidamento avviene per trattativa privata, stante l’esigenza di limitare le conseguenze dei ritardi connessi con la risoluzione del contratto. L’affidamento a terzi viene notificato all’Impresa inadempiente nelle forme prescritte, con indicazione dei nuovi termini contrattuali affidati e degli importi relativi. All’Impresa inadempiente sono addebitate le spese sostenute in più dall’Amministrazione, rispetto a quelle prevista dal contratto risolto. Esse sono prelevate dal deposito cauzionale e, ove questo non sia sufficiente, da eventuali crediti dell’Impresa, senza pregiudizio dei diritti dell’Amministrazione sui beni dell’Impresa. Nel caso di minore spesa nulla compete all’Impresa inadempiente. L’esecuzione in danno non esime l’impresa dalle responsabilità civili e penali in cui la stessa possa incorrere a norma di legge per i fatti che hanno motivato la risoluzione.
Art. 21) FALLIMENTO O AMMINISTRAZIONE CONTROLLATA
In caso di fallimento o di amministrazione controllata del soggetto aggiudicatario, l’appalto s’intende senz’altro revocato e l’Azienda Sanitaria provvederà a termini di legge.
Art. 22) RECESSO DELL’AGGIUDICATARIO
Il recesso prima della scadenza del termine naturale è consentito solo per particolari e sopraggiunti motivi da dimostrare e ritenuti validi dall’Azienda. Resta inteso che l’istituto di cui sopra va notificato all’Azienda con comunicazione raccomandata A.R. almeno novanta giorni prima della data di recesso.
Art. 23) VARIAZIONI DEL CONTRATTO
L’Azienda si riserva la facoltà di modificare, in qualunque momento e senza che ciò possa determinare pretesa alcuna da parte della Ditta aggiudicataria, il numero e la tipologia dei servizi richiesti. In tal caso il prezzo di aggiudicazione mensile sarà rideterminato sulla base della seguente tabella che individua percentualmente il peso di ciascuna tipologia di servizio richiesto:
13
La presente gara ovvero l’accettazione di ogni articolo della stessa, inoltre, potrà sarà estesa a eventuali nuove postazioni che l’Azienda Sanitaria intendesse istituire, nei limiti consentiti dalla normativa in vigore, che dovranno essere svolte agli stessi patti e condizioni del contratto stipulato. Anche in tal caso il prezzo mensile di aggiudicazione sarà rideterminato secondo le succitate percentuali. L’ASP di Reggio Calabria, in caso di imprevista necessità, si riserva la facoltà di avvalersi della procedura negoziata per trattare con l’Esecutore l’affidamento di ulteriori servizi complementari nella misura massima del 50% dell’importo di aggiudicazione in linea con quanto disposto dall’art. 57 co. 5, lettera a), D.Lgs. 163/2006.
Art. 24) PREDISPOSIZIONE DEL PIANO DI SICUREZZA
Ai sensi dell’art. 7 D.L.vo 626/1994 e s.m.i., l’impresa concorrente dovrà fornire adeguata documentazione necessaria per verificare i requisiti tecnico-professionali in possesso (DUVRI PRELIMINARE – Allegato 1) per l’affidamento del servizio oggetto del presente capitolato, entro 15 giorni dall’avvenuta aggiudicazione. La ditta aggiudicataria dovrà, altresì, fornire le dovute indicazioni circa la presa visione dell’informativa sui rischi specifici esistenti nell’ambiente in cui sono destinati ad operare (DUVRI PRELIMINARE – Allegato 2) e sulla stima dei costi della sicurezza relativamente alle interferenze, non soggetti al ribasso d’asta. (DUVRI PRELIMINARE – Allegato 3). La ditta aggiudicataria provvederà, prima di dare inizio ai lavori, assieme ai Servizi di Prevenzione e Protezione aziendali dell’ASP di Reggio Calabria, ad aggiornare, integrare ed approvare un Documento Unico di Valutazione DEI Rischi da Interferenza (DUVRI DEFINITIVO) contenente le misure di prevenzione da adottare per evitare che l’attività di una azienda esponga a pericolo l’incolumità dell’altra e che saranno valide per tutta la durata del contratto. Inoltre, verranno indicate le date per l’eventuale effettuazione di sopralluoghi da effettuarsi congiuntamente presso le sedi dell’ASP in cui deve essere svolta l’attività data in affidamento.
Art. 25) CAUZIONI, GARANZIE E COPERTURE ASSICURATIVE
b)Garanzia contrattuale per la stipula del contratto. La Garanzia contrattuale per la stipula del contratto copre gli oneri per il mancato od inesatto adempimento e cessa di avere effetto solo allo scadere del periodo di garanzia aggiudicato.
tipologia peso un’ambulanza di tipo A, a coprire l’intero arco delle ventiquattro ore (dalle 8,00 alle 8,00) con autista soccorritore e infermiere;
17%
un’ambulanza di tipo A a coprire le dodici ore (dalle h.8,00 alle h. 20,00) – con autista soccorritore e infermiere;
14%
un’ambulanza di tipo A, a coprire l’arco delle ventiquattro ore (dalle 8,00 alle 8,00) con solo autista soccorritore;
9%
un’ambulanza di tipo A a coprire le dodici ore (dalle h.8,00 alle h. 20,00) – con solo autista soccorritore;
8%
un’ambulanza di tipo A a coprire le ventiquattro ore (dalle h.8,00 alle h. 8,00) 1%
14
L’esecutore del contratto è obbligato a costituire, prima della stipula del contratto, una garanzia fideiussoria del 10 per cento dell’importo contrattuale. La fideiussione bancaria o la polizza assicurativa deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’articolo 1957, comma 2, del codice civile, nonché l’operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della SA. La garanzia fideiussoria è svincolata nel limite del 75 per cento dell’iniziale importo garantito a conclusione del quarto anno di garanzia e solo nel caso di offerte aggiudicate che prevedano una durata della garanzia stessa maggiore di quattro anni. Lo svincolo, nei termini e per le entità anzidetti, è automatico, senza necessità di benestare del committente, con la sola condizione della preventiva consegna all’istituto garante, da parte dell’appaltatore o del concessionario, di apposita certificazione, in originale o in copia autentica, attestante la maturazione del diritto allo svincolo stesso. L’ammontare residuo, pari al 25 per cento dell’iniziale importo garantito, è svincolato secondo la normativa vigente. Sono nulle le eventuali pattuizioni contrarie o in deroga. La mancata costituzione della garanzia determina la revoca dell’affidamento e l’acquisizione della cauzione provvisoria da parte della SA. Le imprese alle quali venga rilasciata da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9000, usufruiscono del beneficio che la garanzia fideiussoria, prevista dall'articolo 113, comma 1, del D.Lgs. 163/06 è ridotta, per le imprese certificate, del 50 per cento. Per fruire di tale beneficio, l'operatore economico segnala, in sede di offerta, il possesso del requisito e lo documenta nei modi prescritti dalle norme vigenti. Alla scadenza del contratto, liquidati i conti e definite le eventuali vertenze e contestazioni e a condizione che il gestore dimostri di aver assolto ad ogni obbligo di sua spettanza, l’Azienda rilascerà il nulla osta ai fini dello svincolo del deposito cauzionale definitivo che avverrà a cura e spese dell’interessato e senza che siano richiesti interessi di sorta.
Art. 26) MODALITÀ DI FATTURAZIONE E PAGAMENTO DEI CORRISPETTIVI
Il soggetto aggiudicatario emetterà fattura trimestrale relativa al servizio di competenza dettagliato per ogni singola voce riportata sui documenti di trasporto. Il pagamento delle fatture sarà disposto a 90 gg. dalla data in cui le stesse saranno registrate sull’apposito registro protocollo di arrivo di questa ASP, con mandato esigibile presso la Tesoreria dell’A.S.P. committente. In caso di ritardati pagamenti, il pagamento degli interessi sarà calcolato in base ad un tasso di interesse non superiore a quello legale. Eventuali penali o detrazioni per mancata esecuzione verranno imputate alla prima fattura ammessa al pagamento. Le prestazioni da pagare sono quelle accertate dal Direttore della CO SUEM 118. I documenti di trasporto devono riportare il timbro dell’A.S.P. nonché la firma del soggetto incaricato dalla medesima A.S. P. di accertare i trasporti effettuati.
Art. 27) SPESE DI REGISTRAZIONE
Tutte le spese occorrenti e consequenziali alla registrazione del contratto, (bollo, carta bollata, tasse di registrazione, ecc.), nessuna esclusa ed eccettuata, nonché le eventuali spese notarili, sono a carico del soggetto aggiudicatario.
15
Art. 28) ONERI A CARICO DEL GESTORE
Sono a carico dell’aggiudicatario tutti gli oneri richiamati agli articoli del presente capitolato. In particolare il gestore s’impegna a provvedere:
1) A tutte le imposte e tasse generali e speciali senza diritti di rivalsa, che colpiscano o potranno colpire l’assuntore per l’esercizio del servizio previsto nel presente capitolato. Per quanto riguarda l’IVA si fa espresso rinvio alle disposizioni in materia;
2) A tutte le spese inerenti e concernenti l’espletamento del servizio tra cui: spese occorrenti per il rilascio di tutte le autorizzazioni necessarie.
3) All’assicurazione per danni a cose o a persone nonché al gestore per l’espletamento del servizio; 4) A tenere i registri contabili e fiscali a noma di legge; 5) Alla manutenzione ordinaria e straordinaria di tutti i mezzi messi a disposizione per l’espletamento
del servizio di soccorso; 6) Alla formazione ed al periodico aggiornamento di tutto il personale per garantire il buon andamento
del servizio se non altrimenti garantiti dall’ASP. 7) Ad ottemperare agli obblighi imposti dalla vigente normativa a tutela del personale impegnato
(medico competente, ufficio di igiene, vaccinazioni, responsabile della prevenzione e sicurezza, etc.);
8) Al rispetto degli obblighi di legge sui DD.PP.II. per il personale operante; 9) Svolgimento del servizio a proprio rischio, con propri mezzi tecnici, capitali ed organizzazione; 10) Sono a carico della ditta le spese di carburante ed eventuale traghettamento e/o autostrade
Il corrispettivo per tutti gli oneri sopra specificati è da ritenersi interamente conglobato nel prezzo d’appalto.
Art. 29) FORO COMPETENTE
Le parti contraenti riconoscono come unico competente, per qualsiasi controversia, il foro di Reggio Calabria. Il presente capitolato è costituito da n. 30 articoli ed è composto da n. 16 pagine. Costituiscono parte integrante e sostanziale dello stesso i seguenti allegati: - modello per lo schema d’offerta; - modello DUVRI PRELIMINARE – Allegato 1; - modello DUVRI PRELIMINARE – Allegato 2; - modello DUVRI PRELIMINARE – Allegato 3;
Art. 30) TRACCIABILITA’ FLUSSI FINANZIARI e CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA
Ai sensi dell’art. della legge n. 136/2010 l’aggiudicatario, e gli eventuali subappaltatori e/o subcontraenti)
devono dichiarare alla stazione appaltante il numero di conto corrente bancario o postale dedicato, anche in
forma non esclusiva all’appalto, indicando altresì le generalità e il codice fiscale delle persone autorizzate ad
operare sul conto.
Tutti i movimenti di denaro, riferiti al presente appalto, in entrata ed uscita, devono essere registrati su detti
conti e riportare il codice identificativo dell’appalto (CIG 3949812FF5) fatto salvo quanto previsto dalla legge
sopra riportata.
L’aggiudicatario, assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla succitata legge.
Qualora si verifichi che qualsiasi transazione finanziaria, riferita al presente contratto d’appalto, sia stata
effettuata non in linea con le presenti clausole contrattuali, o in contrasto con la Legge 136/2010, il contratto
16
è da considerarsi nullo e in automatico può essere risolto unilateralmente dall’Azienda Sanitaria Provinciale
incamerando la cauzione definitiva, fatto salvo qualsiasi ulteriore azione di risarcimento.
Il Direttore dell’ufficio A.B.S. Dr. Nicola Calabrò Per la Ditta Offerente IL LEGALE RAPPRESENTANTE ___________________________