dove i libri nascono - ibc.· relativi spartiti, lettere, fotografie, costumi di scena, il...

Download Dove i libri nascono - ibc.· relativi spartiti, lettere, fotografie, costumi di scena, il pianoforte

Post on 24-Feb-2019

224 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Per una geografia della scrittura

in Emilia e Romagna

Dove i libri nascono

Dove i libri nasconoPer una geografia della scritturain Emilia e Romagna

In occasione diArtelibro 2012

A cura diMicaela Guarino e Orlando Piraccini

I testi sono stati redatti da Micaela Guarino ad eccezione delle schede su Ludovico Ariosto e Giorgio Bassani (Giuseppe Muscardini), Cesare Zavattini (Giorgio Boccolari), Olindo Guerrini (Eloisa Gennaro), Grazia Deledda e Tolmino Baldassari (Orlando Piraccini)

I testi delle schede su Vincenzo Monti, Alfredo Oriani, Aurelio Saffi, Renato Serra, Marino Moretti, Giovanni Pascoli, Alfredo Panzini sono tratti da Ibc/Dossier, Le case delle parole, a cura di Orlando Piraccini, estratto dalla rivista Ibc (anno XX, n. 2, aprile/giugno 2012)

Ufficio stampa IbcValeria Cicala, Isabella Fabbri, Carlo Tovoli

Hanno in vario modo collaborato:Agnese Alteri, Casa Monti, Alfonsine; Angelo Andreotti, Musei Civici di Arte Antica, Ferrara; Barbara Bandini, Casa Artusi, Forlimpopoli; Egidio Bandini, Club dei Ventitr, Roncole Verdi; Angela Barbarini, Museo Il Mondo Piccolo, Comune di Roccabianca; Caterina e Cesare Bertozzi, Centro del Boscaccio Museo Giovannino Guareschi, Diolo di Soragna; Giordano Bertuzzi, Deputazione di Storia Patria per le Antiche Provincie Modenesi, Modena; Giorgio Boccolari, Biblioteca Panizzi, Reggio Emilia; Dante Bolognesi, Casa Oriani, Casola Valsenio; Rosita Boschetti, Casa Pascoli, San Mauro Pascoli; Carla Brigliadori, Casa Artusi, Forlimpopoli; Natalino Cappelli, Comune di Santarcangelo; Carolina Di Maria, Comune di Reggio Emilia; Andrea Donati, Casa Serra, Cesena; Michelle Dufour, CastellArquato; Roberta Ferri, Biblioteca Panizzi, Reggio Emilia; Eloisa Gennaro, Provincia di Ravenna; Gualtiero Gori, Casa Panzini, Bellaria; Alberto e Carlotta Guareschi, Roncole Verdi; Lora Guerra, Casa Tonino Guerra, Pennabilli; Laura Laghi, Comune di Forlimpopoli;

Martina Lorenzi, Associazione Tonino Guerra, Pennabilli; Gigi Mattei, Associazione Tonino Guerra, Pennabilli; Giuseppe Muscardini, Biblioteca Musei Civici di Arte Antica, Ferrara; Francesca Pisati, Comune di CastellArquato; Luciana Prati, Villa Saffi, Forl; Stefano Ranieri, CastellArquato; Manuela Ricci, Casa Moretti, Cesenatico; Stefano Roffi, Fondazione Magnani Rocca, Mamiano di Traversetolo; Simonetta Santucci, Casa Carducci, Bologna; Andrea Setti, Vice Sindaco di Brescello; Laila Tentoni, Casa Artusi, Comune di Forlimpopoli; Simone Terzi, Fondazione Un Paese, Luzzara; Mario Turci, Museo degli Usi e Costumi della Gente di Romagna, Santarcangelo; Gianni Venturi, Istituto Studi Rinascimentali, Ferrara; Bianca Verri, Biblioteca Comunale, Cervia; Sergio Vezzali, Roma; Centro Muratoriano, Modena; Tennis Club Marfisa di Ferrara; Ufficio Turismo, Comune di Brescello

Le immagini sono prevalentemente tratte dalla campagna fotografica dellIbc sulle case museo in Emilia-Romagna: Costantino Ferlauto (foto di copertina e pp. 6-9; 12-13 foto 1-4; 16-29; 30-31 foto 1, 2, 4; 34-35; 36 foto 1; 40-41 foto 1, 3; 42-43); Andrea Scardova (pp.10-11, 14-15, 31 foto 3) Referenze fotografiche:Archivio Vigan: pp. 36-37, foto 1,4; Biblioteca Comunale, Cervia: pp. 38-39; p. 41, foto 2; Biblioteca Panizzi, Archivio Zavattini, Reggio Emilia: pp.32-33. foto 1, 2, 4, 5, 6; Comune di Brescello: p. 31, foto 5; Daniele Castagnetti e Roberta Pavarini, Fondo Centro di Documentazione Storica Circoscrizione Nordest Comune di Reggio Emilia: p. 13, foto 5; Fondazione Un Paese - Museo Nazionale delle Arti Naves Cesare Zavattini - Luzzara: p. 33, foto 3; Fototeca Casa Artusi: pp. 46-47; Provincia di Ravenna e Biblioteca di SantAlberto: pp. 44-45; Sergio Vezzali, p. 37, foto 3

In copertina:Il giardino di Tonino Guerra, Pennabilli

Centro Stampa RegionaleImpaginazione: Monica ChiliFinito di stampare in settembre 2012

ARTELIBROF E S T I V A L D E L L I B R O D A R T E

2012

Dove i libri nascono3

Dove nascono i libri? La geografia letteraria della nostra regione ricca e densa di suggestioni e prospettive.Sono numerose e preziose le stanze tutte per s in cui hanno pensato e lavorato scrittori che amiamo non solo per prossimit geografica, quasi tutti uomini a dire la verit e questo rende i consigli di Virginia Woolf rivolti alle donne ancora validi e utili. Sono numerosi anche i paesaggi e gli ambienti che recano come cera molle limpronta di autori che nel tempo li hanno scelti come luoghi di elezione, donando loro, in un proficuo scambio, dignit metaforica e spessore letterario. Cos la ricerca del luogo di nascita di unopera unisce agevolmente, per fare solo alcuni esempi, la casa ferrarese di Ludovico Ariosto allalta Val Marecchia, segnata e quasi modellata dallinesauribile entusiasmo verbale e creativo di Tonino Guerra; i luoghi di Guareschi, in cui lautentico si intreccia abilmente con la potente invenzione cinematografica, alla casa di Giovanni Pascoli, tanto segnata da citazioni e targhe da apparire ormai quasi un libro fatto di terra e mattoni.Al tema delle case e dei luoghi degli scrittori, lIstituto Beni Culturali ha da sempre dedicato unattenzione affettuosa e particolare che si aggiunge a quella profusa dalle amministrazioni locali che hanno saputo spesso, come nel caso della rete romagnola, costruire percorsi e visioni di insieme. La guida che presentiamo un passo avanti in questa direzione e nello stesso tempo un utile vademecum per tutti coloro che vorranno esercitarsi in un confronto libero e serrato con opere e autori.

Laura CarliniResponsabile Servizio Musei e Beni Culturali

Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna

presentazione

4

Allinvito per noi sempre magistrale di Ezio Raimondi, di provare a recuperare la vita della letteratura alla storia dei luoghi prova a corrispondere questa nostra guida, che saggiunge a quella da poco pubblicata dalla rivista IBC con il titolo Le case delle parole.Qui, dunque, alla domanda dove nascono i libri? si ritorna a visitare certi luoghi cos speciali come solitamente sono le case per scrivere, ed altre se ne aggiungono a quelle del circuito romagnolo gi illustrato dal dossier di IBC. Ma ci che ora si tenta di delineare, tuttattorno alle dimore di poeti e letterati, anche una mappa esemplare di luoghi, di paesaggi della scrittura, siano essi fonti per lispirazione oppure da vedere come fondali animati di questa o quella narrazione. Si parte dalla considerazione che non esiste ancor oggi uno strumento conoscitivo adeguato per apprezzare un panorama cos largo e diversificato, dal piacentino al confine con larea montefeltresca. Poi, certo, vi sono realt pi note, come le case di scrittori che son diventate musei, normalmente accessibili ai visitatori. Ma non esiste ancora una carta virtuosa che contempli ad esempio dimore nelle quali scrittori son nati o hanno abitato e lavorato, e son poi passate ad altre propriet e ad altri usi destinate; eppure, in molti casi, esse si presentano ancor sature di memorie, tanto pi se scrutate nel loro contesto paesaggistico.A volte le case, con i loro spazi interni e con gli arredi ancora intatti, ci parlano direttamente della vita quotidiana dei loro illustri abitanti; altre volte ci sono da cogliere atmosfere e pi minute testimonianze per rivivere certi passati legami fra il luogo e lautore.

premessa

Dove i libri nascono5

A volte sono le opere, quando proprio delle dimore si son perse purtroppo le tracce, che ci introducono nei luoghi di contatto con la scrittura, citt, paesi, aperte campagne, scorci collinari, spiagge marine: pensiamo a Giorgio Bassani e alla Ferrara della sua produzione letteraria o ai territori descritti nei romanzi di Giovannino Guareschi o a quanto di zavattiniano indissolubilmente legato a Luzzara, avvalorato dalla presenza del suo archivio nella biblioteca reggiana.Ci sono infine attivi centri culturali intitolati proprio agli artisti della parola, a volte collocati nelle loro case, che costituiscono begli e interessanti esempi di una memoria attiva.Di queste realt cos diverse fra loro la presente guida offre una sequenza di casi esemplari, con una particolare attenzione alle situazioni pi marginali rispetto allesistente sistema museale e bibliotecario della nostra regione. Ventuno sono i luoghi dellEmilia e della Romagna qui considerati e riferiti ad altrettanti scrittori, per un itinerario che non manca di sorprese e scoperte, come nella Pennabilli di Tonino Guerra dove ancra per noi recita il poeta: la mia casa un continente. Ed un viaggio stupendo passare da una stanza allaltra o anche restare fermo nello studio. E un bastimento pieno di cose che mi fanno muovere con la memoria e la fantasia.

Micaela Guarino e Orlando Piraccini

La casa sa chio sono uno scrittore, sa come scrivo, conosce il mio stile:

come lettrice fin troppo gentilee, direi quasi, tenera di cuore.

(Marino Moretti)

6

Tra i libri dellarmonia CastellArquato

Luigi Illica, notissimo soprattutto come librettista, fu anche commediografo, giornalista, scrittore e poeta (risale al 1882 la prima raccolta di poesie e prose Farfalle, effetti di luce). La sua bella casa diventata una residenza alberghiera, ma la contiguit con la sede del museo a lui dedicato rende unitaria la percezio-ne di questi luoghi. Situata sulla strada che sale verso la piazza del borgo piacentino, la casa si affaccia sul retro su un piccolo

giardino e sulla vallata e le colline circostanti. La vicenda privata, pubblica e ar-tistica di Illica narrata nelle sale del museo dove sono tra laltro raccolti scritti teatrali con sue an-notazioni, libretti per la maggior parte in edizioni dellepoca con i relativi spartiti, lettere, fotografie, costumi di scena, il pianoforte e la macchina da scrivere e dove possibile consultare libri, spartiti, audio