diocesi massa carrara pontremoli centro diocesano .diocesi massa carrara –...

Download DIOCESI MASSA CARRARA PONTREMOLI Centro Diocesano .DIOCESI MASSA CARRARA – PONTREMOLI Centro Diocesano

If you can't read please download the document

Post on 18-Feb-2019

217 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

DIOCESI MASSA CARRARA PONTREMOLI

Centro Diocesano Vocazioni

Monastero Invisibile

Ott

Nov

Dic

2018

Sussidio diocesano

per la preghiera personale o comunitaria

Io non sono nato per le cose della terra, ma per le cose

del cielo, per le quali soltanto voglio vivere

San Stanislao Kostka

Carissimi affezionati del Monastero Invisibile,

con questo primo numero del nuovo anno pastorale

2018/2019 vogliamo pregare per i giovani e per la loro

vocazione in occasione XV assemblea generale ordinaria

del sinodo dei vescovi dal titolo I giovani, la fede e il

discernimento vocazionale che si svolger dal 3 al 28

ottobre, unoccasione per tutta la Chiesa di incontro, di

conversione, di dialogo, di rinnovamento del cuore e dello

sguardo sul mondo. Allinterno troviamo uno schema di

preghiera e un estratto dellIstrumentum Laboris. Durante

il periodo del sinodo, il 14 Ottobre, papa Paolo VI sar

dichiarato santo: lo ricordiamo con una sua preghiera per

le vocazioni. Inoltre questanno ricorrono i 450 anni dalla

morte di San Stanislao Kostka, novizio gesuita, patrono

della giovent studiosa, esempio per i giovani ai quali

insegna la capacit di discernere la meta e di seguire le vie

migliori di comportamento e di vita.

A partire da questo numero il presente sussidio diviene

trimestrale e coprir lintero anno: i prossimi numeri

usciranno dunque nel 2019 allinizio dei mesi di gennaio,

aprile, luglio ed ottobre.

Ulteriore novit costituita dalla possibilit di diffusione

in formato pdf tramite mail, Facebook, WhatsApp ed

innanzitutto sul nuovo sito del Centro Diocesano

Vocazioni www.vocazionims.it, sul quale ciascun numero

sar disponibile.

Buona preghiera !!!

IN ASCOLTO (Gv 1,35-46)

Missione dei settantadue discepoli

Il giorno dopo Giovanni stava ancora l con due dei suoi

discepoli e, fissando lo sguardo su Ges che passava, disse:

Ecco l'agnello di Dio!. E i suoi due discepoli, sentendolo

parlare cos, seguirono Ges. Ges allora si volt e,

osservando che essi lo seguivano, disse loro: Che cosa

cercate?. Gli risposero: Rabb - che, tradotto, significa

Maestro -, dove dimori?. Disse loro: Venite e vedrete.

Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno

rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio.

Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo

avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli

incontr per primo suo fratello Simone e gli disse:

Abbiamo trovato il Messia - che si traduce Cristo - e lo

condusse da Ges. Fissando lo sguardo su di lui, Ges disse:

Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa -

che significa Pietro.

Il giorno dopo Ges volle partire per la Galilea; trov

Filippo e gli disse: Seguimi!. Filippo era di Betsida, la

citt di Andrea e di Pietro. Filippo trov Natanaele e gli

disse: Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mos,

nella Legge, e i Profeti: Ges, il figlio di Giuseppe, di

Nzaret. Natanaele gli disse: Da Nzaret pu venire

qualcosa di buono?. Filippo gli rispose: Vieni e vedi.

SCHEMA DI PREGHIERA

brano di riferimento Gv 1,35-46

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Che cercate?

Maestro dove abiti?

Venite e vedrete

Si fermarono presso di lui!

L'uomo ha sete di verit. posto di fronte a problemi, dai quali

dipende l'orientamento della sua vita: Chi siamo? Da dove

veniamo? Dove andiamo? Chi Dio? Cosa cerchiamo veramente?

Luomo, ogni uomo io, te, siamo alla ricerca continua di un di

pi cosa cerchi veramente? importante capirlo

La vita risposta ad una vocazione, relazione personale con

Cristo, un dialogo e un cammino con Lui. Dio ci chiama in ogni

cosa, continuamente. Ogni persona, cosa o avvenimento una sua

parola, un dono e un compito. Da parte nostra dobbiamo cercare

sempre la sua volont, rivolgendo spesso a Lui

anche unattenzione consapevole; accettare se stessi, la propria

storia, gli altri, le realt della natura, gli eventi piccoli o grandi,

favorevoli o tristi, significa trasformare la vita intera in dialogo

con Dio, preghiera diffusa, atto di amore continuato. (dal

Catechismo degli Adulti) Scaviamo in questa esigenza profonda

insita nel cuore di ciascuno: la sete di Dio la ricerca inquietante

che a volte si agita dentro ciascuno. (pausa di silenzio)

Rit. Vieni Santo Spirito manda a noi dal cielo un raggio di

luce, un raggio di luce. Vieni Padre dei poveri, vieni datore dei

doni. Luce dei cuori, luce dei cuori.

Salmo 62

O Dio, tu sei il mio Dio, all'aurora ti cerco,

di te ha sete l'anima mia,

a te anela la mia carne,

come terra deserta,

arida, senz'acqua.

Cos nel santuario ti ho cercato,

per contemplare la tua potenza e la tua gloria.

Poich la tua grazia vale pi della vita,

le mie labbra diranno la tua lode.

Cos ti benedir finch io viva,

nel tuo nome alzer le mie mani.

Mi sazier come a lauto convito,

e con voci di gioia ti loder la mia bocca.

Quando nel mio giaciglio di te mi ricordo

e penso a te nelle veglie notturne,

a te che sei stato il mio aiuto,

esulto di gioia all'ombra delle tue ali.

A te si stringe l'anima mia

e la forza della tua destra mi sostiene.

Rit. Vieni Santo Spirito manda a noi dal cielo un raggio di

luce, un raggio di luce. Vieni Padre dei poveri, vieni datore dei

doni. Luce dei cuori, luce dei cuori.

Cerchiamo parole che ci arrivino dritte al cuore! Che sappiano

farsi largo forse sgomitando tra le tante chiacchiere ed smsla

nostra ricerca affannosa sintomo che c in noi desiderio

profondo di Parola, di Lui, la Parola vivente che ci riempie e ci

trasforma. (pausa di silenzio)

Gloria a Te Parola vivente,

Verbo di Dio gloria a Te!

Cristo Maestro, Cristo signore!

Fissano lo sguardo su Ges si fermarono presso di Lui!

Signore vogliamo fissare lo sguardo su di te, vogliamo venire a

vedere dove abiti, vogliamo fermarci presso di te, stare con te,

rimanere con te Parola fatta carne, Parola fatta pane! Forse solo

davanti a te scopriremo il mistero di una ricerca che trova

appagamento, solo davanti alleucaristia potremo capire il mistero

che nasconde la vita di un giovane che ti ha cercato e da te si

lasciato cercare e afferrare!

Rit. Il Signore la mia forza, mio canto il Signor,

Il Signore il Salvator, in lui confido, non ho timor,

in Lui confido non ho timor.

VENITE e VEDRETE! Linvito diventa storia di uomini che

Dio associa alla sua opera di salvezza, mistero nel quale la

debolezza, il peccato e il tradimento sembrano dissolversi in una

chiamata tanto irresistibile quanto incomprensibile. Miracolo che

vede l'uomo affiancato a Dio, chiamato a collaborare con Lui

nell'opera della salvezza. Vocazione, miracolo grande che lo

Spirito opera quando illumina una frase, un gesto, una parola, e ti

senti interpellato. Gli Apostoli non capiscono ci che li attende, e

anche noi vorremmo non capire, dimenticare, fuggire, ma prima o

poi 'senti' che sei chiamato. Tu, proprio tu e non altri, solo

questione di aprire il cuore alla Sua voce, di avere il coraggio di

lasciarsi travolgere dall'entusiasmo, dalla necessit di seguirLo

..... dove? Non importa, dove vorr! Si pu andare o non andare,

rispondere o tacere, ma tutto perde importanza se si va, si

risponde, senza comprendere ..... ma il cammino gi iniziato!

Rit.

Venite e vedrete!! Cos Ges risponde ai due discepoli di

Giovanni il battista, che gli chiedevano dove abitasse. In queste

parole troviamo il significato della vocazione a essere apostoli di

Ges. La chiesa, quale comunit dei discepoli di Ges, chiamata

a fissare il suo sguardo su questa scena che, si rinnova

continuamente nella storia. invitata ad approfondire il senso

originale e personale della vocazione alla sequela di Cristo nel

ministero sacerdotale e linscindibile legame tra la grazia divina e

la responsabilit umana, racchiuso e rivelato nei due termini che

pi volte troviamo nel vangelo: vieni e seguimi. sollecitata a

percorrere il dinamismo proprio della vocazione, il suo

svilupparsi graduale e concreto nelle frasi del cercare Ges, del

seguirlo e del rimanere con lui. (Pastores Dabo Vobis n 34)

Rit.

Tu Cristo, offri un tesoro di Vangelo, deponi in noi un dono

unico, quello di essere portatori della tua vita. Ma affinch sia

evidente che questo dono viene da te e non da noi, hai posto quel

dono insostituibile in vasi dargilla, in cuori poveri; tu vieni a

prender posto nella fragilit dei nostri esseri, proprio l e non

altrove. Allora, senza che sappiamo come, tu fai di noi, cos

sprovvisti e vulnerabili, lirradiazione della tua presenza in mezzo

agli uomini. (frre Roger di Taiz) (pausa di si