Differenze tra ISO 9001:2000 e ISO 9001:2008 - web. alla ISO 9001.pdf · Differenze tra ISO 9001:2000…

Download Differenze tra ISO 9001:2000 e ISO 9001:2008 - web. alla ISO 9001.pdf · Differenze tra ISO 9001:2000…

Post on 01-May-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

<p>Differenze tra ISO 9001:2000 e ISO 9001:2008 </p> <p>p. 1 di 3 </p> <p>Modifiche alla norma ISO 9001:2008 Clausola 01 (Generalit) </p> <p>Aggiunto del testo per sottolineare che la progettazione e limplementazione del Sistema di Gestione per la Qualit sono influenzati dallambiente di business, modifiche a quellambiente, o rischi associati a quellambiente. Clausola 0.2 (Approccio per processi) </p> <p>Aggiunto del testo per enfatizzare limportanza del fatto che il processo deve essere in grado di ottenere i risultati attesi. identificare un processo come un attivit o insieme di attivit. </p> <p> Clausola 0.3 Relazione con la ISO 9004 </p> <p>Modificato il testo relative alla coerenza tra ISO 9001 e ISO 9004. </p> <p>Si specifica che la ISO 9004 pu essere usata per andare oltre I requisiti della ISO 9001. Clausola 0.4 Compatibilit con altri sistemi di g estione </p> <p>Aggiunto il riferimento allAppendice A che confronta la ISO 9001:2008 e la ISO 14001:2004. Clausola 1.1 (Scopo e campo di applicazione - Gener alit) </p> <p>Chiarito che il termine prodotto comprende anche i risultati intermedi dei processi di realizzazione. </p> <p>Aggiunta nota esplicativa relativa ai requisiti statutari, regolamentari e legali. Clausola 3.0 (Termini e definizioni) </p> <p>Eliminata la spiegazione della relazione tra fornitore, organizzazione e cliente. Clausola 4.1 (Requisiti Generali) </p> <p>Aggiunto testo per chiarire che nell'ambito del sistema di gestione per la qualit devono essere definiti tipo ed estensione dei controlli sui processi affidati all'esterno. </p> <p>Il tipo e la natura dei controlli da applicarsi al processo esternalizzato possono dipendere da fattori quali: </p> <p> Impatto potenziale del processo esternalizzato sulla capacit dell'organizzazione di fornire prodotti rispondenti ai requisiti </p> <p> Grado di suddivisione/condivisione dei controlli sul processo </p> <p> Capacit di effettuare i controlli necessari in applicazione del punto 7.4 Approvvigionamento. </p> <p>I controlli effettuati sul processo esternalizzato non esimono l'organizzazione dalla responsabilit di assicurare la conformit a tutti i requisiti sia del cliente sia quelli cogenti. Clausola 4.2.1 (Requisiti relativi alla documentazi one - Generalit) </p> <p>Chiarito che la documentazione del SGQ comprende le registrazioni. </p> <p>Chiarito che un documento pu includere i requisiti di una o pi procedure e che i requisiti di una procedura possono essere coperti da pi documenti. Clausola 4.2.3 (Controllo dei documenti) </p> <p>Chiariti che I documenti di origine esterna da controllare sono quelli determinati dallorganizzazione come necessari per la pianificazione ed operativit del SGQ. </p> <p> Clausola 5.5.2 (Rappresentante della direzione) </p> <p>Chiarito che questa persona deve essere membro della direzione dellorganizzazione stessa. </p> <p>Differenze tra ISO 9001:2000 e ISO 9001:2008 </p> <p>p. 2 di 3 </p> <p>Clausola 6.2.1 ( Risorse umane - Generalit) </p> <p>Sostituito il riferimento a qualit del prodotto con conformit ai requisiti di prodotto </p> <p>Aggiunta la seguente nota. </p> <p>Nota A: la conformit ai requisiti del prodotto pu essere intaccata, direttamente o indirettamente, dal personale che svolge compiti nell'ambito del SGQ. Clausola 6.3 (Infrastrutture) </p> <p>Tra i servizi di supporto in c) sono stati aggiunti i sistemi informativi. Clausola 6.4 (Ambiente di lavoro) </p> <p>Aggiunta una nota per chiarire il termine ambiente. </p> <p>Nota A: il temine Ambiente di lavoro si riferisce alle condizioni in cui si svolge il lavoro, ed include fattori fisici, ambientali ed altri quali rumore, temperatura, umidit, illuminazione o condizioni meteorologiche. Clausola 7.2.1 (Determinazione dei requisiti relati ve al prodotto) </p> <p>Si chiariscono meglio i requisiti relativi al prodotto. Viene aggiunta una nota che specifica che le attivit che si compiono dopo la spedizione di un prodotto sono, ad esempio, la gestione delle garanzie, i servizi di manutenzione se previsti contrattualmente, ecc. Clausola 7.3.1 (Pianificazione della progettazione e dello sviluppo) </p> <p>Aggiunta la seguente nota: </p> <p>Nota A: il riesame, la verifica e la validazione della progettazione e sviluppo hanno finalit diverse. Queste attivit possono essere condotte e registrate separatamente o in qualsiasi loro combinazione che risulti conveniente per il prodotto e per l'organizzazione. Clausola 7.3.3 (Elementi in uscita dalla progettazi one e dallo sviluppo) </p> <p>Aggiunta una nota per chiarire che le informazioni necessarie per la produzione e per lerogazione del servizio possono includere dettagli sulla conservazione del prodotto. Clausola 7.5.3 (Identificazione e rintracciabilit) </p> <p>Aggiunto del testo per assicurare che lidentificazione del prodotto sia garantito durante lintero ciclo realizzativo. Clausola 7.5.4 (Propriet del cliente) </p> <p>Aggiunti anche i dati personali come propriet del cliente. Clausola 7.5.5 (Conservazione dei prodotti) </p> <p>Chiarito che la conservazione del prodotto si riferisce al mantenimento della conformit ai requisiti. </p> <p>Chiarito che le azioni elencate per la conservazione sono da eseguire per quanto applicabile. Clausola 7.6 (Tenuta sotto controllo dei dispositiv e di monitoraggio e controllo) </p> <p>Modificato il punto a) che ora recita tarate e/o verificate invece di tarate o verificate. </p> <p>Eliminata la nota con i riferimenti alle norme ISO 10012. </p> <p>Aggiunta una nota sul software usato come strumento di monitoraggio e misurazione. </p> <p>Nota A: la conferma della capacit del software di fornire le prestazioni richieste implica tipicamente la sua verifica e la gestione della configurazione per assicurare la sua idoneit all'uso. Clausola 8.1 (Misurazioni, analisi e miglioramento - Generalit) </p> <p>Sostituito il riferimento a qualit del prodotto con conformit ai requisiti di prodotto </p> <p>Differenze tra ISO 9001:2000 e ISO 9001:2008 </p> <p>p. 3 di 3 </p> <p>Clause 8.2.1 (Customer satisfaction) </p> <p>La soddisfazione del cliente adesso diventa un indicatore invece che una misura. Concetto pi ampio. </p> <p>Aggiunta una nota per fornire esempi di come si possono collezionare informazioni sulla soddisfazione del cliente. </p> <p>Nota A: Il monitoraggio della percezione del cliente pu includere l'acquisizione di dati da diverse fonti, quali: indagini di soddisfazione del cliente, dati dei clienti sulla qualit dei prodotti forniti, indagini sulle opinioni degli utilizzatori, analisi sulla perdita dei clienti, complimenti, reclami in corso di garanzia, rapporti dei distributori. Clausola 8.2.2 (Verifiche Ispettive Interne) </p> <p>Modifiche editoriali per chiarire i requisiti dello standard. Clausola 8.2.3 (Monitoraggio e misurazione dei proc essi) </p> <p>Sostituito il riferimento a qualit del prodotto con conformit ai requisiti di prodotto Aggiunta una nota per chiarire che nel decidere sui metodi appropriati, lorganizzazione dovrebbe considerare limpatto sulla conformit del prodotto ai requisiti e sullefficacia del SGQ. Clausola 8.2.4 (Monitoraggio e misurazione dei prod otti) </p> <p>Chiarito che per rilascio del prodotto si intende rilascio al cliente. Clausola 8.5.2 (Azioni correttive) Punto f) modificato per citare espressamente il riesame dellefficacia delle azioni correttive attuate Clausola 8.5.3 (Azioni preventive) Punto e) modificato per citare espressamente il riesame dellefficacia delle azioni preventive attuate </p>

Recommended

View more >