crisi economica e crisi di identitÀ

Download CRISI ECONOMICA E CRISI DI IDENTITÀ

If you can't read please download the document

Post on 19-Mar-2016

51 views

Category:

Documents

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

CRISI ECONOMICA E CRISI DI IDENTITÀ. QUALE LEGAME TRA LE DUE “CRISI”?. E, in che senso, “crisi”?. Questione soggiacente (a qualsiasi altra):. «che fa l'aria infinita, e quel profondo infinito seren ? che vuol dir questa solitudine immensa? ». ed io che sono?. - PowerPoint PPT Presentation

TRANSCRIPT

  • CRISI ECONOMICAECRISI DI IDENTIT QUALE LEGAME TRA LE DUE CRISI?14 Aprile 2011Dott. Daniele BeniniE, in che senso, crisi?

    Dott. Daniele Benini

  • Questione soggiacente (a qualsiasi altra):che fa l'aria infinita, e quel profondo infinito seren? che vuol dir questa solitudine immensa? 14 Aprile 2011Dott. Daniele BeniniQuesta la vera questione, tutto ci che si pu dire di vero vi gira attorno, senza mai poter avere la risposta completa, definitiva.(Giacomo Leopardi, Canto notturno di un pastore errante dellAsia)ed io che sono?

    Dott. Daniele Benini

  • Identit e identificazioni14 Aprile 2011Dott. Daniele Benini

    Dott. Daniele Benini

  • Il sapiente non colui che fornisce le vere risposte, bens colui che pone le vere domande.Quadro dassieme del mio intervento:Fare un po di chiarezza sul termine soggetto.Se si parla di crisi di identit quale aspetto del soggetto in causa?Il termine crisi applicato alla economia ha necessariamente un significato diverso dallo stesso termine applicato a identit. In questo punto verranno presi in considerazione alcuni aspetti particolarmente significativi della crisi economica.Ritorno sulla questione del soggetto e sulla dialettica essere-avere che ne costituisce il nucleo centrale (con, se possibile, una brevissima storia del concetto di identit, in particolare sullapporto della linguistica prima e della psicoanalisi poi alla sua chiarificazione).

    14 Aprile 2011Dott. Daniele Benini(Claude Lvi-Strauss, Il crudo e il cotto)

    Dott. Daniele Benini

  • Due proposte di letturaIntervista sull'identitZygmunt BaumanEd. LaterzaSaggi tascabili Laterza 2009

    14 Aprile 2011Dott. Daniele BeniniL'identit nazionale una costruzione storica eil caso italiano ne una lampante dimostrazione: la globalizzazione la rende precaria. Ma precarie sono tutte le identit del mondo di oggi. Un tempo si parlava poco di questo tema, perch l'identit era garantita alla nascita. La societ ne forniva una da cui era difficile uscire. Oggi invece il luogo dell'ambivalenza.

    Dott. Daniele Benini

  • Identit e differenzaMartin Heidegger Ed. AdelphiPiccola biblioteca Adelphi14 Aprile 2011Dott. Daniele Benini una sorta di compendio della questione filosofica per eccellenza: il principio di identit, ovvero: A=A. Che come tale fuorviante. Il legame tra A ed A lauts greco, ovvero lo Stesso (ovvero ancora lidem latino su cui si forma il termine identit nelle lingue neolatine). Chi o che cosa luomo? La domanda cos veramente posta fa naufragare tutte le risposte che via via la metafisica ha tentato di dare, non tutta la metafisica, ma quella che ha sempre pensato di appoggiarsi su un fondamento cosiddetto inconcusso.La scienza e la tecnica hanno portato allestremo un tale suppositum riducendolo alluomo come soggetto rispetto ai suoi oggetti, senza di cui non pu fare a meno; altrimenti precipita nellabisso mostrando cos il limite insormontabile del pensiero rappresentativo. Solo al di l di esso si pu cogliere la co-appartenenza delluomo (che pensa) allessere da cui proviene e verso cui probabilmente va, ma senza che ci possa essere rappresentato da un solo significante. Lidentit o la si cerca nel cuore della differenza o non c assolutamente alcuna speranza di incontrarla.

    Dott. Daniele Benini

  • 1 punto: Provare a fare un po di chiarezza sulla nozione (pi che concetto) di soggetto14 Aprile 2011Dott. Daniele Benini

    Dott. Daniele Benini

  • Scienza e sapereScienza della crisi o crisi della scienza?

    Allinizio degli anni 60 del secolo scorso Karl Jaspers scrisse:Quel che noi stessi siamo tanto misterioso come il mondo.Se la nostra conoscenza delle realt del mondo si enormemente ampliata nei millenni e specialmente negli ultimi secoli, oggi sappiamo tanto poco ci che noi stessi siamo, quanto lo sapevamo prima.(K. Jaspers, La fede filosofica di fronte alla rivelazione, Mnchen, Verlag, 1962;MI, Longanesi & C., 1970, p. 21)

    14 Aprile 2011Dott. Daniele BeniniQuestione soggiacente: dove il soggetto?

    Dott. Daniele Benini

  • 2 punto: Crisi economiche / crisi politiche / crisi socio-culturaliCrisi anzitutto finanziaria, poi economica (successione solo cronologica o anche causale?).Analogie e differenze con crisi 1929-1933.Incidenza della globalizzazione della finanza sugli scambi economici.Crisi economica e ricadute sul soggetto.Analisi del termine crisi.14 Aprile 2011Dott. Daniele Benini

    Dott. Daniele Benini

  • Legittimationsprobleme im Sptkapitalismus(J. Habermas,1973)Lett.: Problema di legittimit nel tardo-capitalismoLedizione italiana ha modificato il titolo in:Crisi di razionalit nel capitalismo maturo (Laterza, 1975)I sistemi non vengono concepiti come soggetti; unicamente i soggetti [] possono essere coinvolti nelle crisi. Solo nel momento in cui i membri della societ vivono i mutamenti strutturali come critici per la sussistenza e sentono minacciata la propria identit sociale, solo allora noi possiamo parlare di crisi. Le perturbazioni dellintegrazione del sistema minacciano la sua sussistenza solo nella misura in cui in gioco lintegrazione sociale, ossia nella misura in cui la base consensuale delle strutture normative pregiudicata al punto che la societ cade nellanomia (in nota il doveroso riferimento a E. Durkheim). 14 Aprile 2011Dott. Daniele BeniniHabermas, op. cit., p.6 (correttamente citata anche da F. Chicchi nel suo Derive sociali, Angeli, MI, 2001, p. 15)

    Dott. Daniele Benini

  • Crisi, concetto da mettere in crisi nel suo senso comune Crisi: esso deriva dal latino crisis, che a sua volta deriva dal greco krsis, sostantivo formatosi sul verbo krnein, che significa giudicare, particolarmente in una causa, ma prima ancora distinguere, scegliere, discernere, separare, prendere una decisione in una situazione confusa.Solo in un secondo tempo il termine crisi acquista anche il significato di subitaneo cambiamento in una situazione precedentemente normale, o supposta tale, che implica quindi una comprensione dellaccadimento e successivamente una decisione sul da farsi.Nel binomio crisi economica il termine crisi ha perci pi la valenza di un accadimento che ha provocato il precipitare di una situazione in precedenza ritenuta normale, o supposta tale, con la conseguenza di doversi interrogare sulle ragioni che lhanno determinato e su come agire per ritornare ad una situazione di normalit. Il soggetto chiamato a comprendere e poi ad agire il complesso degli individui umani che pi o meno istituzionalmente si trovano nelle condizioni di poter operare nel campo introduciamo questaltro concetto di campo, inteso come campo dellagire umano o campo della realt, da distinguere dal reale delle relazioni umane.14 Aprile 2011Dott. Daniele Benini

    Dott. Daniele Benini

  • 3 punto: Ritorno sul soggettoChi vive allestero cammina su un filo teso in alto nel vuoto senza la protezione offerta dalla propria terra dove ci sono la famiglia, i colleghi, gli amici, dove ci si pu facilmente far capire nella lingua che si conosce dallinfanzia.A Praga Tereza dipendeva da Tom solo nelle cose del cuore. Qui dipende da lui in tutto.Se lui labbandonasse, che ne sarebbe di lei? Deve dunque passare tutta la vita con la paura di perderlo?14 Aprile 2011Dott. Daniele Benini(Milan Kundera, Linsostenibile leggerezza dellessere, Adelphi, MI, 1989, p. 81)

    Dott. Daniele Benini

  • Luomo a cui si tenta di sottrarre linconscioFrancisco GoyaSaturno che divora uno dei suoi figli, 1820-23, Madrid, Museo del PradoSaturno (per i Romani)-Crono (per i Greci), rappresenta il tempo, ed proprio questo il significato iconografico dellopera: il tempo che divora i suoi figli, il tempo visto come un uomo dallo sguardo allucinato, che in preda ad una foga distruttiva divora, letteralmente distrugge le sue creature, come viene sottolineato dal corpo in brandelli del bambino (qui rappresentato come un adulto). Il prevalere del presente ad opera del mercato annienta il tempo dellAltro o tempo simbolico e divora luomo nella sua relazione a Autrui. 14 Aprile 2011Dott. Daniele Benini(Il tempo e lAltro, E. Levinas, Il Melangolo, GE, 1997)(Le sacre du prsent, Zaki Ladi, Paris Flammarion, 2000)

    Dott. Daniele Benini

  • Immagine attuale del mito di CronoVIK MUNIZSaturno divora uno dei suoi figli,da Francisco de Goya Lucientes,stampa cromogenica, ritratti di rifiuti.Verona, Galleria d'Arte moderna, Palazzo Forti.14 Aprile 2011Dott. Daniele BeniniA significare quanto sia divorante la societ contemporanea che ha assunto, a livello sociale, una forte immagine di Altro materno, con crescente latitanza della funzione paterna.I rifiuti che ci sovrastano non sono solo quelli di Napoli, siamo anche noi stessi o una buona parte di noi stessi, divorati dalla logica del capitalismo maturo e dalla sua etica del consumare ininterrottamente, fino alla (tendenzialmente) totale consumazione delluomo stesso come soggetto.- Grazie per lattenzione -

    Dott. Daniele Benini