comune di cavour - unico di programmazione... · comune di cavour. presentazione introduzione al...

Download COMUNE DI CAVOUR - Unico di Programmazione... · COMUNE DI CAVOUR. Presentazione Introduzione al d.u.p.…

Post on 16-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

COMUNE DI CAVOUR

PresentazioneIntroduzione al d.u.p. e logica espositivaLinee programmatiche di mandato e gestione

Sezione strategica

SeS - Condizioni esterne Analisi strategica delle condizioni esterne Obiettivi generali individuati dal governo Popolazione e situazione demografica Territorio e pianificazione territoriale Strutture ed erogazione dei servizi Economia e sviluppo economico locale Sinergie e forme di programmazione negoziata Parametri interni e monitoraggio dei flussi

SeS - Condizioni interne Analisi strategica delle condizioni interne Organismi gestionali ed erogazione dei servizi Opere pubbliche in corso di realizzazione Tributi e politica tributaria Tariffe e politica tariffaria Spesa corrente per missione Necessit finanziarie per missioni e programmi Patrimonio e gestione dei beni patrimoniali Disponibilit di risorse straordinarie Sostenibilit dell'indebitamento nel tempo Equilibri di competenza e cassa nel triennio Programmazione ed equilibri finanziari Finanziamento del bilancio corrente Finanziamento del bilancio investimenti Disponibilit e gestione delle risorse umane Obiettivo di finanza pubblica

Sezione operativa

SeO - Valutazione generale dei mezzi finanziari Valutazione generale dei mezzi finanziari Entrate tributarie (valutazione e andamento) Trasferimenti correnti (valutazione e andamento) Entrate extratributarie (valutazione e andamento) Entrate in conto capitale (valutazione e andamento) Riduzione di attivit finanziarie (valutazione) Accensione di prestiti (valutazione e andamento)

SeO - Definizione degli obiettivi operativi

123

45689

101112

13141819212324252627282930313234

35363738394041

Definizione degli obiettivi operativi Fabbisogno dei programmi per singola missione Servizi generali e istituzionali Giustizia Ordine pubblico e sicurezza Istruzione e diritto allo studio Valorizzazione beni e attiv. culturali Politica giovanile, sport e tempo libero Turismo Assetto territorio, edilizia abitativa Sviluppo sostenibile e tutela ambiente Trasporti e diritto alla mobilit Soccorso civile Politica sociale e famiglia Tutela della salute Sviluppo economico e competitivit Lavoro e formazione professionale Agricoltura e pesca Energia e fonti energetiche Relazioni con autonomie locali Relazioni internazionali Fondi e accantonamenti Debito pubblico Anticipazioni finanziarie

SeO - Programmazione del personale, OO.PP. e patrimonio Programmazione personale, oo.pp. e patrimonio Programmazione e fabbisogno di personale Opere pubbliche e investimenti programmati Permessi di costruire (oneri urbanizzazione) Alienazione e valorizzazione del patrimonio

424345474850525456586062646567687071727374757677

7879808182

Documento unico di programmazione 2016 - 2018 (D.Lgs.118/11)

1

PRESENTAZIONELa sessione annuale che approva il bilancio rappresenta semprel'occasione per fare il punto sulla strada gi percorsa insieme e riaffermare,allo stesso tempo, la validit dei contenuti programmatici sottoscritti dallamaggioranza. Con questo documento, che il pi importante strumento dipianificazione annuale dell'attivit dellente, l'ente pone le principali basidella programmazione e detta, allinizio di ogni esercizio, le lineestrategiche della propria azione di governo. In questo contesto, si procedead individuare sia i programmi da realizzare che i reali obbiettivi dacogliere. Il tutto, avendo sempre presente le reali esigenze dei cittadini maanche il volume limitato di risorse disponibili.

Il punto di riferimento di questa Amministrazione, infatti, non pu cheessere la collettivit locale, con le proprie necessit e le giuste aspettativedi miglioramento. Tutto questo, proiettato in un orizzonte che triennale.

Questo documento, proprio perch redatto in un modo che riteniamo siamoderno e di facile accesso, sintomatico dello sforzo che stiamosostenendo per stabilire un rapporto pi diretto con i nostri interlocutoripolitici, istituzionali e sociali. Un confronto basato sulla chiarezza degliintenti e sulla reale comprensione delle linee guida a cui facciamo costanteriferimento. Comunicare in modo semplice il risultato di questo impegno cisembra il modo migliore per chiudere il cerchio e fornire uno strumento diconoscenza degli aspetti quantitativi e qualitativi dell'attivit della nostrastruttura. Il tutto, finalizzato a conseguire gli obiettivi che il mandato elettivoha affidato alla responsabilit politica di questa Amministrazione.

Il nostro auspicio di poter fornire a chi legge, attraverso linsieme delleinformazioni riportate nel principale documento di programmazione, unquadro attendibile sul contenuto dellazione amministrativa che l'interastruttura comunale, nel suo insieme, si accinge ad intraprendere. E questo,affinch ciascuno possa valutare fin d'ora la rispondenza degli obiettivistrategici dell'Amministrazione con i reali bisogni della nostra collettivit.Il programma amministrativo presentato a suo tempo agli elettori, a partiredal quale stata chiesta e poi ottenuta la fiducia, quindi il metro con cuivalutare il nostro operato. Se il programma di mandato dell'amministrazionerappresenta il vero punto di partenza, questo documento di pianificazione,suddiviso nelle componenti strategica e operativa, ne costituisce il naturalesviluppo.

Non bisogna per dimenticare che il quadro economico in cui opera lapubblica amministrazione, e con essa il mondo degli enti locali, alquantocomplesso e lo scenario finanziario non offre certo facili opportunit. Ma ledisposizioni contenute in questo bilancio di previsione sono il frutto discelte impegnative e coraggiose, decisioni che ribadiscono la volont diattuare gli obbiettivi strategici, mantenendo cos molto forte limpegno chederiva dalle responsabilit a suo tempo ricevute.

Il Sindaco

Documento unico di programmazione 2016 - 2018 (D.Lgs.118/11)

2

INTRODUZIONE AL D.U.P. E LOGICA ESPOSITIVAQuesto documento, oggetto di un'attenta valutazione da parte degli organi deliberanti, unisce in se la capacitpolitica di prefigurare finalit di ampio respiro con la necessit di dimensionare questi medesimi obiettivi allereali risorse disponibili. E questo, cercando di ponderare le diverse implicazioni presenti nell'intervallo di tempoconsiderato dalla programmazione. Obiettivi e relative risorse, infatti, costituiscono due aspetti del medesimoproblema. Ma non facile pianificare l'attivit quando l'esigenza di uscire dalla quotidianit si scontra con ladifficolt di delineare una strategia di medio periodo, spesso dominata da elementi di incertezza. Il contestodella finanza locale, con la definizione di competenze e risorse certe, lontano dal possedere unaconfigurazione che sia stabile nel contenuto e duratura nel tempo.

Il contenuto di questo elaborato vuole riaffermare la capacit politica dell'amministrazione di agire in base acomportamenti chiari ed evidenti, e questo sia all'interno che all'esterno dell'ente. L'organo collegiale, chiamato adapprovare il principale documento di pianificazione dell'ente, ma anche il cittadino in qualit di utente finale dei servizierogati, devono poter ritrovare all'interno del Documento unico di programmazione (DUP) le caratteristiche di unaorganizzazione che agisce per il conseguimento di obiettivi ben definiti. Questo elaborato, proprio per rispondere allarichiesta di chiarezza espositiva e di precisione nella presentazione, si compone di vari argomenti che formano unquadro significativo delle scelte che l'amministrazione intende intraprendere nell'intervallo di tempo considerato.

Il documento unico di programmazione si suddivide in due sezioni, denominate Sezione strategica e Sezione operativa.La prima (SeS) sviluppa ed aggiorna con cadenza annuale le linee programmatiche di mandato e individua, in modocoerente con il quadro normativo, gli indirizzi strategici dellente. Nella sostanza, si tratta di adattare il programmaoriginario definito nel momento di insediamento dellamministrazione con le mutate esigenze. La seconda sezione(SeO) riprender invece le decisioni strategiche dellente per calibrarle in un'ottica pi operativa, identificando cos gliobiettivi associati a ciascuna missione e programma. Il tutto, individuando le risorse finanziarie, strumentali e umane.

Venendo al contenuto, la prima parte della Sezione strategica, denominata "Condizioni esterne", affronta lo scenario incui si innesca lintervento dellente, un contesto dominato da esigenze di pi ampio respiro, con direttive e vincoliimposti dal governo e un andamento demografico della popolazione inserito nella situazione del territorio locale. Si trattaquindi di delineare sia il contesto ambientale che gli interlocutori istituzionali, e cio il territorio ed i partner pubblici eprivati con cui lente interagisce per gestire talune problematiche di pi vasto respiro. In questo ambito assumonoimportanza gli organismi gestionali a cui lente partecipa a vario titolo e gli accordi negoziali raggiunti con altri soggettipubblici o privati per valorizzare il territorio, e cio gli strumenti di programmazione negoziata. Questo iniziale approcciotermina individuando i principali parametri di riferimento che saranno poi monitorati nel tempo.

Lattenzione si sposter quindi verso lapparato dellente, con tutte le dotazioni patrimoniali, finanziarie e organizzative.Questa parte della sezione strategica si sviluppa delineando le caratteristiche delle "Condizioni interne. Lanalisiabbraccer le te

Recommended

View more >