classe 1^a - ?· presentazione e analisi dei concetti generali di narratologia (fabula/intreccio,...

Download CLASSE 1^A - ?· Presentazione e analisi dei concetti generali di narratologia (fabula/intreccio, sequenze,…

Post on 16-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

I.I.S. G. LEOPARDI E. MAJORANA Classico Scientifico Scienze Umane

PORDENONE

LICEO SCIENTIFICO

CLASSE 1^A

Anno scolastico 2017/2018

I.I.S. G. Leopardi - E. Majorana Classico - Scientifico Scienze Umane

PP OO RR DD EE NN OO NN EE

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE A.S. 2017-2018

1^ A SCIENTIFICO

MATERIA DI INSEGNAMENTO

DOCENTE

ITALIANO BRUNETTA PATRIZIO

LATINO BRUNETTA PATRIZIO

STORIA E GEOGRAFIA MARCUZ LAURA

INGLESE BOZZOLA GIULIA MATEMATICA MARTINO MARIAGRAZIA

FISICA LUVISUTTO ELEONORA SCIENZE

MESSINA DANIELA

LABORATORIO SCIENTIFICO

MESSINA DANIELA

DISEGNO E STORIA DELL'ARTE ZANELLA ANTONIO

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE ETRARI PAOLA

RELIGIONE TAGLIAPIETRA MARCO

COORDINATORE DI CLASSE

BRUNETTA PATRIZIO VERBALIZZANTE

ZANELLA ANTONIO

STUDENTI RAPPRESENTANTI DI CLASSE

BASSO EFREM MASTROPASQUA ALEX

GENITORI RAPPRESENTANTI DI CLASSE ARAMONTE ALESSANDRA ORLATI PAOLA

Classe 1^ sez. A Liceo Scientifico

Anno Scolastico 2017/2018

Premessa ai Piani di Lavoro Situazione iniziale della classe La classe 1As costituita da venti alunni, tredici maschi e sette femmine, provenienti da Pordenone e dai comuni limitrofi. Un alunno ripetente. A livello comportamentale la classe offre una buona impressione iniziale: gli alunni, se si eccettua qualche atteggiamento un po infantile allinizio, mantengono in genere un comportamento educato e rispettoso nei confronti degli insegnanti e fra di loro, risultando collaborativi e disponibili e non ponendo problemi disciplinari di rilievo. Se i tempi di attenzione durante l'attivit didattica sono buoni, la partecipazione, pur valida, tende a essere limitata a un gruppo di studenti, molto attivi e pronti a intervenire, mentre una buona parte della classe mantiene un atteggiamento pi passivo e riservato. La classe si dimostra comunque interessata e disposta all'ascolto e al dialogo. Le risultanze in uscita dalla scuola media delineano il quadro di una classe in apparenza di profilo alto, con alcune eccellenze e numerose valutazioni alte e medio-alte. Naturalmente tali valutazioni vanno considerate con una certa cautela, in quanto risentono della variabilit dei criteri valutativi propri dei diversi istituti. Effettivamente le prove d'ingresso e le prime verifiche hanno delineato un livello generale della classe discreto ma non eccelso, e nel contempo hanno fatto emergere diverse disomogeneit nella preparazione e, in alcuni studenti, lacune e difficolt di un certo rilievo anche nelle competenze di base, linguistiche e logico-matematiche, che andranno recuperate. Da quanto precede emerge quindi il quadro di una classe complessivamente ascrivibile a un livello discreto-buono, che si auspica sia passibile di ulteriore miglioramento, oltre queste impressioni iniziali, dal prosieguo dell'anno scolastico. Va segnalato che la classe, a causa di ritardi nella nomina dei docenti titolari, non ha usufruito finora in modo continuo e regolare degli insegnamenti di matematica e fisica.

Obiettivi educativi e didattici generali

Nell'attivit didattica e formativa si far costante riferimento alle

Competenze chiave di cittadinanza, tenendo conto degli ordinamenti inseriti

nel POF a questo proposito.

In particolare, muovendo dall'analisi della situazione di partenza della classe,

gli insegnanti hanno deciso di dedicare specifica attenzione al perseguimento

delle seguenti competenze:

-Comunicare: -comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano,

letterario, tecnico, scientifico) di complessit diversa, trasmessi utilizzando

linguaggi diversi (verbale, matematico, simbolico...)

-favorire la capacit di esprimere in modo chiaro il proprio pensiero e di

comprendere le opinioni altrui

-favorire l'acquisizione del lessico specifico delle diverse discipline

-Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento individuando,

scegliendo e utilizzando varie fonti e varie modalit di informazione e di

formazione (formale e informale) anche in funzione dei tempi disponibili, delle

proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.

-Collaborare e partecipare: interagire in gruppo, comprendendo i diversi

punti di vista,valorizzando le proprie e le altrui capacit, gestendo la

conflittualit, contribuendo allapprendimento comune ed alla realizzazione

delle attivit collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli altri.

Metodologie e strumenti didattici

Gli insegnanti svolgeranno l'attivit didattica in classe adottando le seguenti

modalit operative:

- lezione frontale;

- lezione dialogata;

- lavoro di gruppo;

- lavori di approfondimento personale;

nella pratica scolastica saranno usati i seguenti strumenti operativi:

- libri di testo;

- fotocopie;

- dizionari e opere di consultazione;

- atlanti, carte geopolitiche e mappe tematiche;

- mezzi audiovisivi e multimediali;

-lavagna luminosa e lucidi.

Verifiche e valutazione

Le prove di verifica, sia orali che scritte, saranno finalizzate all'accertamento

delle competenze acquisite in relazione agli obiettivi di volta in volta

perseguiti. Il numero delle verifiche scritte sar almeno di 2 per il primo

quadrimestre e di 3 per il secondo. Gli insegnanti avranno cura che, per

quanto possibile, non vi siano pi prove di verifica nella stessa giornata.

UDA

Si propone ununit didattica trasversale incentrata sul progetto The Italia-

India smile exchange, unattivit di corrispondenza con ragazzi indiani, che

potr coinvolgere, oltre allinsegnamento di Inglese, altre discipline con

modalit da definire.

Attivit aggiuntive e integrative

Il giorno 9-11-2017 la classe vister la mostra I tesori sommersi a Venezia. prevista unuscita ad Andreis il 13-3-2018, per unattivit di studio dellambiente, con la presenza di un geologo. La classe parteciper alle attivit dei giochi sportivi regionali e ai tornei interni. Il Consiglio di Classe si riserva di formulare e approvare altre proposte nel corso dellanno scolastico. Il coordinatore Prof. Patrizio Brunetta

PIANO DI LAVORO della classe 1^As

Disciplina: ITALIANO

Anno Scolastico: 2017-18

Docente: Patrizio Brunetta

Presentazione della classe

La classe mantiene in generale un comportamento corretto nei rapporti fra

compagni e con linsegnante. Qualche atteggiamento infantile e qualche

perdita di controllo iniziali sono rapidamente rientrati dopo gli interventi del

docente. Si pu affermare che attenzione e interesse (almeno apparente) in

classe si attestino su buoni livelli, mentre la partecipazione e la disponibilit

allintervento personale, pur presenti, sono in genere limitati a un gruppo di

studenti, mentre molti altri mantengono un atteggiamento pi chiuso e

riservato.

Le prove dingresso hanno evidenziato, com naturale, una certa

disomogeneit nelle competenze in entrata, in particolare la presenza di

incertezze abbastanza diffuse anche in abilit di base come lortografia e

luso dellinterpunzione e, pi in generale, una non eccelsa dimestichezza con

lespressione scritta. Una parte consistente del lavoro didattico sar pertanto

dedicata al rafforzamento di queste competenze.

Obiettivi didattici disciplinari

Gli obiettivi e i risultati di apprendimento, declinati in competenze, abilit e

conoscenze, sono dichiarati sul POF della scuola a cura del Dipartimento di

Lettere.

Metodi e strumenti

Lezione frontale. Lezione dialogata: partecipazione degli studenti, richiamo e

consolidamento di concetti e conoscenze gi acquisite; invito al commento e

al giudizio personale; avvio alla discussione in classe su temi di attualit.

Abituare allutilizzo appropriato dei mezzi di apprendimento (manuali in

adozione, materiale integrativo, riviste, quotidiani, dizionari, strumenti

informatici) Manuali in adozione; appunti e materiale aggiuntivo, schede,

dizionari, articoli di giornale.

Contenuti della disciplina

Grammatica

Ripresa e approfondimento delle regole principali dellortografia e della

punteggiatura, della morfologia (con particolare attenzione al verbo e ai

pronomi), della sintassi della frase semplice e introduzione alla sintassi del

periodo.

Narrativa

Presentazione e analisi dei concetti generali di narratologia (fabula/intreccio,

sequenze, schema narrativo, tempo, spazio, sistema e caratterizzazione dei

personaggi, narratore e autore, focalizzazione). Le caratteristiche dei vari

generi letterari, in particolare: la narrazione fantastica e la fantascienza; il

romanzo realistico, la narrativa di formazione e la narrazione psicologica.

Epica

Introduzione allepica antica. Letture dallIliade e dallOdissea

Scrittura

Esercitazioni di scrittura di testi di vario genere, in particolare il riassunto e il

testo espositivo-informativo.

Educazione alla lettura

Lettura personale, analisi e discussione di libri di vario genere che saranno

periodicamente assegnati dal docente.

Modalit di recupero e attivit di approfondimento

Il re

Recommended

View more >