brevi cenni di biologia, ecologia, allevamento, patologia ...· raccolta proibita note: ... la...

Download Brevi cenni di Biologia, Ecologia, Allevamento, Patologia ...· Raccolta proibita Note: ... La raccolta

Post on 21-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

Dott. Giuseppe Esposito

Molluschi Bivalvi

IZSTOISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL PIEMONTE, LIGURIA E VALLE D

Brevi cenni di Biologia, Ecologia, Allevamento, Patologia e Salute Pubblica

La vongola verace: una produzione nazionale da tutelare

Problematiche vecchie e nuove nellacquacoltura del terzo millennio. V corso di aggiornamento.6 aprile 2018. SALA CONFERENZE, via Bologna, 148 TORINO.

"Scheletro"

Protezione Pul

izia

Dieta e/o dallacqua

Fito-zooplancton

CaPool

CO/HCO

Tessuti dellanimale

1

2

3

4

5

2. Periostraco

1. C

on

chig

lia

3. Mesostraco 4. Strato madreperlaceo

5. M

ante

llo

Incapsulamento Corpo estraneo

(i.e. sabbia o parassiti)

Tes

suto

con

netti

vo

Brevi cenni di Anatomia

2 lobi di tessuto connettivo che racchiudono completamente l'animale allinterno della conchiglia:

costituito da vasi emolinfatici, nervi e muscoli questi ultimi particolarmente sviluppati ai margini del mantello

ciglia sulla superficie interna del mantello

sottile e trasparente ad eccezione dei mitili

sito principale per lo stoccaggio di riserve nutritive (glicogeno)

svolge un ruolo nel bio-accumulo di contaminanti ambientali

attaccato alla conchiglia per mezzo di fibre muscolari

Brevi cenni di Anatomia

Fonte: Coan et al., 2000; Coan and Valentich-Scott, 2006; (modificato).

Sezione trasversale di un mollusco bivalve

Brevi cenni di Anatomia

Manzoni, 2010

Muscolo adduttore

Sifoneinalante

Branchie(struttura lamellare)

Mantello

Palpi labiali

Piede

Sifoneesalante

Conchiglia

Ghiandola digestiva

Esemplare di Ruditapes decussatus

http://www.leevonk.com/

Brevi cenni di Anatomia

Brevi cenni di Anatomia

A.J. Lippson, Bozman, MD, in: Howard, D. W., E. J. Lewis, B. J. Keller, and C. S. Smith. 2004. Histological techniques for marine bivalve mollusks and crustaceans. NOAA Technical Memorandum NOS NCCOS 5, 218 pp.

Character Variations

Shell shape Oval, circular, triangular, elongate, quadrate

Shell valves Similar (equivalve), or dissimilar (inequivalve)

Colour Shell exterior: background/surface; patterns

Shellinterior: white, pearly etc.

Ribs Number, width, prominence (distinct, flattened)

Sculpturing Concentric lines, ridges, grooves

Ligament Position (internal, external)

Umbo Position Position (anterior, terminal, subterminal)

Adductor scars Number, size, position

Hinge line Straight or curved, presence of "ears" (size, shape)

Hinge teeth Number, type

Pallial line With or without a sinus

Pallial sinus Size

Fenotipi della conchiglia usati nell'identificazione delle specie.

Fonte: Gosling, 2004

Caratteri identificativi per il riconoscimento di specie del genere Ruditapes

La pesca

della vongola verace autoctona

LAORE, 2016 LAORE, 2016

Dott. Giuseppe Esposito

LAORE, 2014

LAORE, 2014

Qualche numero...

Fonte: FAO, 2016.

23 ottenute senza lutilizzo di mangimi!

Molluschi BivalviPhylum: Mollusca

Produzione Mondiale di Molluschi Bivalvi relativa al 2014 Principali Paesi produttori. (dati FAO, 2016)

Cina: 12 milioni di tonnellate(5 volte quella prodotta dal resto del Mondo!)

Giappone: 377.000 tonnellate

Thailandia: 210.000 tonnellate

Penisola Coreana: 347.000 tonnellate

Produzione Europea di Molluschi Bivalvi relativa al 2014 Principali Paesi produttori. (dati FAO, 2016)

Italia: ???? tonnellate

Spagna: 223.000 tonnellate

Francia: 155.000 tonnellate

632.000 tonnellate totali

Ruditapes decussatus

lunica vongola verace del Mar Mediterraneo!!!

La produzione basata principalmente:

Mytilus galloprovincialis

FAO, 2018

Chamelea gallina

www.chioggiapesca.it www.chioggiapesca.it

Ruditapes philippinarum

>400 impianti attivi su tutto il territorio nazionaleProduzione di molluschi bivalvi > 100.000 t

Produzioni minori: ostriche (Crassostrea gigas ed Ostrea edulis), fasolari (Callista chione), cuori (Cerastoderma glaucum), tartufi di mare (Venus verrucosa), telline (Donax spp) e cannolicchi (Ensis spp).

La molluschicoltura

75% della produzione complessiva dellacquacoltura nazionale

2014

Produzione Nazionale di Molluschi Bivalvi relativa al 2014. (dati FAO, 2016)

La vongola verace nel panorama dellacquacoltura nazionale

un po' di storia

oltre 1000 tonnellate/anno di Ruditapes decussatus10-40% pesca su banchi naturali localizzati

principalmente nella Laguna di VeneziaPRIMA:

Turolla, 2008.

Co.S.P.A.V.(Consorzio per lo Sviluppo della Pesca e

dellAcquacoltura del Veneto)

200.000 esemplari

Prima semina nel 1983 Seconda semina nel 1984

1,5 milioni di esemplari

Risultati positivi

Pratica ripetuta da altre marinerie negli anni seguenti

Introduzione volontaria per fini commerciali (Acquacoltura)

Motivi che hanno spinto lintroduzione di questa nuova specie?

Elevata richiesta sul mercato

Somiglianza con la specie autoctona

Riproducibilit su scala commerciale

> Rusticit

> Tassi di accrescimento

Alto valore commerciale

Adattabilit a vari contesti ambientali

La vongola verace nel panorama dellacquacoltura nazionale

situazione oggi

Fonte: FAO, 2018. Fishery and Aquaculture Statistics. (Software FishstatJ)

Pesca su banchi naturali

Basse produzioniRuditapes decussatus

Elevate produzioni per la specie indopacificaRuditapes philippinarum

Allevamento (Venericoltura)

Domanda crescente

IMPATTI

L'autoctono R. decussatus appare in regressione sotto l'azione competitiva del congenere esotico.

L'intensa pesca effettuata con potenti turbosoffianti danneggia gravemente l'ambiente lagunare con un pesante impatto sulle biocenosi bentoniche e sulla composizuione del fondale alterandone la granulometria per dispersione delle frazioni pi sottili (Mizzan, 1999).

DANNI ECOLOGICI

Fonte: FAO, 2018. Fishery and Aquaculture Statistics. (Software FishstatJ)

Global Grooved carpet shell Production Quantity (1950-2016)

Global CaptureProduction

Global Aquaculture Production

Fonte: Prioli, 2001 (Censimento Nazionale sulla Molluschicoltura del Consorzio UNIMAR).

Produzione dichiarata da allevamenti censiti relativa allanno 1999.

Fonte: Cannas et al., 2008.

Stima del pescato di R. decussatus in Sardegna tra il 2006-2007.

Stima sulla media di vari anni (1996

mar 2006

Fonte: Fenza et al., 2014. (Modificato).

Produzione Nazionale VS dati FAO

10.000 ha

Elevata trofia

Caratteristiche delle zone di pesca e/o allevamento

Moderata profondit

Costante idrodinamismo dovuto alle maree

Fondali sabbiosi e/o fangosi

Fondali prevalentemente pianeggianti e/o con lieve pendenza

(acque di transizione, come gli ecosistemi lagunari e/o nella fascia costiera)

Stagno di

San Teodoro

Esempio dello Stagno di San Teodoro (OT) - Sardegna

Stagno di

San Teodoro

Tecniche di raccolta vongola verace autoctona

Taglia minima di cattura

25 mm LT

35 mm LT

Reg. CE n. 1967/2006D.P.R. n. 1639/1968 ss.mm.ii.

Regione Autonoma della SardegnaD.A.D.A.R.S. nr. 412/1995

LT

Zone di produzione/stabulazione/raccolta: Classificazione

delle zone Sorveglianza sanitaria

Categoria Standard microbiologico Trattamento

Classe A

230 MPN E. coli/100 g di polpa e liquido intervalvare di MBV

700 MPN E. coli /100 g di polpa

e liquido intervalvare di MBV

Nessuno

Classe B

4600 MPN E. coli/100 g di polpa

e liquido intervalvare di MBV nel 90% dei campioni

Depurazione, stabulazione

o trasformazione con metodi riconosciuti Il rimanente 10% non deve superare i

46000 MPN E. coli/100 g di polpa e liquido intervalvare di MBV

Classe C 46000 MPN E. coli/100 g di polpa

e liquido intervalvare di MBV

Stabulazione (2 mesi) o

trasformazione con metodi riconosciuti

Proibita > 46000 MPN E. coli/100 g di polpa

e liquido intervalvare di MBV Raccolta proibita

Note: 1Il metodo di riferimento dato dalla ISO 16649-3. 2Regolamento CE n. 854/2004,

Reg. CE n. 853/2004 e Reg. (UE) 2285/2015. 3Reg. CE n. 1021/2008. 4Reg. CE n. 854/2004.5Livello non specificato in nessun regolamento ma non conforme con le classi A, B e C.

Criteri per la classificazione delle aree di raccolta dei Molluschi Bivalvi Vivi (MBV).

contaminanti ambientali (Reg. CE n. 1881/2006)

biotossine algali (Reg. CE n. 853, 854/2004)

comunque indispensabile monitorare periodicamente tali zone al fine di verificare la presenza di

Brevi cenni sulle principali patologie della

vongola verace Ruditapes decussatus

Principali patologie associate alla vongola verace della specie Ruditapes decussatus.

Patologia Agente eziologico Tipologia Lesioni Effetti Autori

PerkinsiosiPerkinsus olseni